Glossario dei termini botanici
(a cura di Giuliano Salvai e Giovanni Dose)

Selezionare lettera iniziale  A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

 

Cliccare sul nome o sull'immagine per visualizzare la pagina di dettaglio.

nome immagine pic descrizione
- 0 Dal latino loco citato, col significato di luogo menzionato.
1 Parti in cui sono suddivisi i petali e i sepali in alcune famiglie (ad es. Lamiaceae).
1 Chiamasi nelle orchidee il tepalo più grande e sviluppato, che ha funzioni vessillari.
1 (o bilabiata) è la forma che assume la corolla del fiore,ad es. nelle Lamiaceae (Labiatae), nelle Scrophulariaceae e in alcune altre famiglie, che è divisa in due lobi chiamati labbri (labbro superiore e labbro inferiore).
1 Dicesi di foglia con i lembi rivestiti da una sorta di vernice lucida, che fa diminuire la traspirazione.
1 Dicesi della forma assunta da una foglia con incisioni irregolari, più o meno profonde.
3 Lobo stretto ed allungato generalmente terminante con una punta acuta di un organo laminare (foglia, petalo o sepalo).
1 Dicesi di organo laminare suddiviso in lobi stretti, lunghi e appuntiti (lacinie).
- 0 Spazio intercellulare relativamente grande ed irregolare.
1 Organo provvisto numerose depressioni o incavi grandi e profondi, perforato, bucato.
Il parenchima lacunoso del mesofillo della foglia è caratterizzato da ampi spazi intercellulari.
- 0 Attinente ad un lago.
Dicesi di vegetazione che si sviluppa in acque poco profonde.
1 Che ha la forma di bottiglia o di fiasco.
1 Piccolo ramo (3-8 cm) derivante da un dardo, terminante con una gemma a frutto.
1 Piccolo organo a forma di lamina sottile e delicata.
1 Costituisce la parte più allargata del petalo e del sepalo o
la porzione laminare, piatta, espansa, di una foglia, detta anche lembo che può avere forme diverse e può essere:
glauca: ricoperta da una polvere bianca o cerosa
farinosa: ricoperta da una finissima polvere
scagliosa: ricoperta da minute scaglie
viscida o vischiosa: ricoperta da una secrezione resinosa ed appiccicosa;
glutinosa: più o meno come vischiosa
puntata: punteggiata con piccolo fori o puntini traslucidi
papillata (papillosa): che porta minute protuberanze a forma di papilla
tubercolata: ricoperta da escrescenze
verrucosa: ricoperta da verruche
rugosa: ricoperta da rughe.
1 Dicesi della forma della lamina di una foglia allungata che è simile al profilo di una lancia, con la parte più stretta in alto, tre volte più lunga che larga.
1 Insieme di peli morbidi e sottili che rivestono alcuni organi vegetali conferendo loro un aspetto vellutato (buccia delle pesche)
1 Che ha peli crespi, morbidi e flessuosi come la lana, ma non molto lunghi.
1 Infiorescenza a fiori distanziati (lassi).
1 Non serrato o non addensato ed anche non rigido, ma ondeggiante o rilassato.
Dicesi di infiorescenze con i rami distanziati gli uni dagli altri (radi), o dei rami che si incurvano e si piegano con relativa facilità.
- 0 Dicesi di una gemma dormiente.
1 Che si inserisce al lato di un organo.
1 Organo appiattito lateralmente.
1 Colore rosso scuro simile a quello dei laterizi usati nell'edilizia, che tuttavia a secondo del tipo di argilla ed altri componenti usati possono assumere tinte diverse.
Anche le specie botaniche e micologiche che utilizzano questo epiteto o sue derivazioni si presentano con varie tonalità e sfumature.

Lateritius: Astragalus lateritius, Dianthus lateritius, Stenorrhynchos lateritius, Taraxacum lateritium, Rhododendron lateritium, Ciconium lateritium, Pelargonium lateritium, Lilium lateritium, Abutilon lateritium, Malvastrum lateritium, Epidendrum lateritium, Papaver lateritium, Polypodium lateritium, Solanum lateritium, Aloe lateritia, Amaryllis lateritia, Caralluma lateritia, Impatiens lateritia, Tillandsia lateritia, Echinopsis lateritia, Kalanchoe lateritia, Azalea lateritia, Gesneria lateritia, Indigofera lateritia
Anthracophyllum lateritium, Chromosporium lateritium, Physarum lateritium, Entoloma lateritium, Eurotium lateritium, Hebeloma lateritium, Hypholoma lateritium, Pyrofomes lateritius, Cantharellus lateritius, Clitopilus lateritius, Marasmius lateritius, Gloeocantharellus lateritius, Melaleuca lateritia, Conocybe lateritia, Caloplaca lateritia, Infundibulicybe lateritia, Cordyceps lateritia, Galerina lateritia, Laccaria lateritia, Lepiota lateritia, Micropsalliota lateritia, Lentinula lateritia, Psilocybe lateritia, Psaliota lateritia, Russula lateritia, Thelephora lateritia
Latericius: Pandanus latericius, Haworthia latericia, Medinilla latericia, Knema latericia, Mimusops latericia,
Inocybe latericia, Prunulus latericius, Mycena latericia
Lateriticolus: Lecanora lateriticola
Lateriticolor: Agaricus lateriticolor
Lateriticus: Anisomeridium lateriticum
Lateritioalbum: Psilachnum lateritioalbum
Lateritioides: Placopsis lateritioides
Lateritiopurpureus: Leucoagaricus lateritiopurpureus
Lateritioroseus: Cudoniella lateritiorosea
Lateritiorosellus: Hygrocybe lateritiorosella
- 0 Prefisso latino che nelle parole composte è usato per indicare largo.
1 Liquido lattiginoso bianco o colorato composto da acqua, alcaloidi, protidi, enzimi con grassi, cere e resine in sospensione, contenuto nei tubi laticiferi di alcune piante (Euforbie, Asteraceae)
- 0 Che produce o trasporta latice.
1 Letteralmente a foglie larghe. Questo termine è soprattutto usato per indicare alberi o arbusti appartenenti al gruppo botanico delle Angiosperme (non tutte necessariamente a foglia larga).
Si contrappone ad Aghifoglie.
1 Dicesi di una siliquetta quando il replo che separa le due valve è parallelo alla sua parte più larga.
- 0 Rivolto lateralmente.
Dicesi della deiscenza di alcune antere per il lungo sui lati (Rosa, Fragaria, Rubus, Potentilla)
- 0 Che stimola la produzione di latte.
1 Del colore del latte (bianco con toni lievemente azzurrognoli).
- 0 dal latino legit = raccolto da
- 0 Tessuto vegetale complesso che costituisce il sistema vascolare  per il trasporto della linfa grezza. Vedi anche (sin. xilema o adroma).
- 0 Organo vegetale composto da numerosi fasci vascolari lignificati che si presenta compatto e rigido.
Si contrappone a erbaceo.
1 Legume Linnaeus
Frutto secco monocarpellare delle Fabales, generalmente deiscente e polispermico che proviene da ovario supero e che a maturità si apre in due valve lungo le linee di sutura ventrale e dorsale, con i semi attaccati alla sutura ventrale.
1 Dicesi di pianta con foglie lisce, glabre e lucenti.
1 Costituisce la parte distale più allargata del petalo e del sepalo, contrapposta a quella prossimale detta unghia.
Viene anche usato per indicare la porzione laminare della foglia (sin. lamina).
1 Glumella inferiore tipica delle Graminacee, ossia brattea sterile simile alle glume, ma più interna ad esse, che avvolge la palea e il relativo fiore.
1 Piccola sporgenza spugnosa circolare, ovale o allungata nel tessuto suberoso della radice, caule, rami ed anche frutti che permette gli scambi gassosi all'interno o all'esterno delle piante vascolari.
1 Indica una forma circolare con due facce convesse come quelle di una lente.
- 0 Superficie ricoperta di minute punteggiature simili a lentiggini.
2 Ricoperto di peli a forma di scudo o di squama che conferiscono alla superficie una lucentezza metallico-satinata (pagina inferiore della foglia dell’olivo).
- 0 Prefisso usato nelle parole composte per indicare stretto e sottile.
1 Pianta con foglie sottili.
Secondo la classificazione di RAUNKIAER (1916) sono piante aventi foglie con superficie fino a 0,25 cmq.
1 Dicesi di un organo sottile, lungo e terminante a punta che somiglia alla forma di una lesina del calzolaio.
- 0 O strame è un materiale organico di vario genere, solo parzialmente decomposto che occupa gli strati piu' superficiali del suolo.
- 0 Prefisso usato nelle parole composte col significato di bianco.
1 Pianta con foglie bianche o biancastre.
- 0 Organulo (plastidio) incolore presente nelle cellule vegetali, al cui interno si formano soprattuto amidi (amiloplasti) ed altre sostanze quali lipidi (elaioplasti) e proteine (proteinoplasti).
1 Che va a sinistra, in senso antiorario.
1 Fanerofita legnosa rampicante, con un lungo fusto flessibile che si ingrossa con l'età.
1 Dicesi della crescita rampicante di una pianta a forma di liana.
- 0 Dicesi di organo quando non è saldato ad altro/i (stami, ovario, antere).
- 0 (Sin. floema o leptoma o cribro) E' la parte del fusto, dei rami e delle radici posta tra la corteccia e il legno, nel quale sono presenti elementi conduttori vivi (cellule e tubi cribrosi che trasportano la linfa elaborata dalle foglie al resto della pianta) e cellule parenchimatiche e meccaniche (fibre).
1 Vegetale che ha origine dall'associazione di un alga e di un fungo.
- 0 Ispessimento della parete cellulare dovuto ad infiltrazioni di lignina, che la rende adatta a sopportare funzioni meccaniche.
- 0 Sostanza chimica complessa,componente per il 20%-30% del legno e di certi altri tessuti vegetali, che impregna le pareti di molte cellule delle pteridofite, delle spermatofite e anche, sebbene in scarsa misura, delle briofite.
2 Appendice di varia natura.
Termine utilizzato per indicare l'appendice membranosa presente nelle graminacee ed inserita sulla pagina superiore della foglia tra la guaina a la lamina.
Ma indica anche la linguetta con cui terminano molti singoli fiori delle Asteraceae detti appunto ligulati.
1 Dicesi di corolla zigomorfa con petali saldati di forma irregolare
ed anche di fiore a linguetta tipico delle Asteraceae (Compositae).
1 Sottofamiglia delle Asteracee (Composite) caratterizzata da capolini con tutti i fiori ligulati.
1 Colori tra il rosa e il viola proprio come quello dei petali di alcune piante di Lillà
(Syringa vulgaris).
Mescolandosi con altre tinte e in conseguenza delle tonalità e sfumature assunte, sono derivati numerosi colori adottati per nominare alcune specie botaniche e micologiche:

Lilaceus: Leucocoryne lilacea, Maxillaria lilacea, Pollalesta lilacea, Nervilia lilacea, Phalangium lilaceum, Taraxacum lilaceum, Habranthus lilaceus-

Lepiota lilacea, Lepista lilacea, Ombrophila lilacea, Peniophora lilacea, Russula lilacea, Scopulariopsis lilacea, Thelephora lilacea, Trametes lilacea, Trapelia lilacea, Tremella lilacea, Corticium lilaceum,Leucoagaricus lilaceus, Oxyporus lilaceus, Xerocomus lilaceus

Lilacinus: Acetosella lilacina, Althaea lilacina, Aphelandra lilacina, Arabis lilacina, Ardisia lilacina, Asclepias lilacina, Baccharoides lilacina, Bicornella lilacina, Bignonia lilacina, Bistorta lilacina, Camara lilacina, Capparis lilacina, Chromolaena lilacina, Dimorphotheca lilacina, Dypsis lilacina, Echeveria lilacina, Gentianella lilacina, Homalomena lilacina, Hymenandra lilacina, Impatiens lilacina, Iris lilacina, Linaria lilacina, Malaxis lilacina, Noccaea lilacina, Orobanche lilacina, Oxalis lilacina, Parsonsia lilacina, Paulownia lilacina, Pinguicula lilacina, Primula lilacina, Romulea lilacina, Salvia lilacina, Sandemania lilacina, Saxifraga lilacina, Schefflera lilacina, Scilla lilacina, Verbena lilacina, Veronica lilacina, Vicia lilacina, Zephyranthes lilacina, Allium lilacinum, Anthurium lilacinum, Cyclamen lilacinum, Delphinium lilacinum, Epidendrum lilacinum, Erysimum lilacinum, Eupatorium lilacinum, Geranium lilacinum, Hieracium lilacinum, Lilium lilacinum, Limonium lilacinum, Polygonum lilacinum, Rhododendron lilacinum, Sedum lilacinum, Solanum lilacinum, Taraxacum lilacinum, Thlaspi lilacinum, Trifolium lilacinum, Aster lilacinus, Astragalus lilacinus, Callistemon lilacinus, Cistus lilacinus, Convolvulus lilacinus, Dianthus lilacinus, Eurycaulis lilacinus, Hibiscus lilacinus, Lupinus lilacinus,Rubus lilacinus, Senecio lilacinus, Streptocarpus lilacinus, Trollius lilacinus -

Arcyria lilacina, Arthonia lilacina, Auricularia lilacina, Badhamia lilacina, Botrytis lilacina, Calvatia lilacina, Ciboria lilacina, Clavaria lilacina, Clitocybe lilacina, Cordyceps lilacina, Chromosera lilacina, Laccaria lilacina, Lecanora lilacina, Licea lilacina, Lopharia lilacina, Mycena lilacina, Neobulgaria lilacina, Octospora lilacina, Otidea lilacina, Physcia lilacina, Porina lilacina, Protoblastenia lilacina, Pyxine lilacina, Rhizoctonia lilacina, Skeletocutis lilacina, Thelephora lilacina, Tilletiopsis lilacina, Tulasnella lilacina, Verrucaria lilacina, Geastrum lilacinum, Phaeohelotium lilacinum, Physarum lilacinum, Purpureocillium lilacinum, Septobasidium lilacinum, Thelidium lilacinum, Tricholoma lilacinum, Boletus lilacinus, Cantharellus lilacinus, Cortinarius lilacinus, Hymenogaster lilacinus, Lactarius lilacinus, Leucopaxillus lilacinus, Macowanites lilacinus, Marasmius lilacinus, Paecilomyces lilacinus, Pluteus lilacinus

Lilaceoalbus: Clitocybe lilaceoalba
Lilaceobrunneus: Deflexula lilaceobrunnea
Lilaceoferrugineus: Inoloma lilaceoferrugineum
Lilaceogriseus: Psathyrella lilaceogrisea, Trogia lilaceogrisea
Lilaceoroseus: Omphalina lilaceorosea
Lilacinellus: Hygrocybe lilacinella
Lilacineus: Lepiota lilacinea
Lilacinicolor: Arrhenia lilacinicolor, Cortinarius lilacinicolor
Lilacinitinctus: Marasmius lilacinitinctus
Lilacinoalbus: Peziza lilacinoalba, Septobasidium lilacinoalbum, Marasmius lilacinoalbus
Lilacinobrunnescens: Cortinarius lilacinobrunnescens
Lilacinobrunneus: Boletus lilacinobrunneus
Lilacinocinereus: Tricholoma lilacinocinereum
Lilacinocremeus: Russula lilacinocremea
Lilacinofulvus: Cortinarius lilacinofulvus
Lilacinofuscus: Clitocybe lilacinofusca, Lecanora lilacinofusca
Lilacinogilvus: Rhodofomitopsis lilacinogilva
Lilacinogriseus Tomentella lilacinogrisea, Entoloma lilacinogriseum, Hygrophorus lilacinogriseus
Lilacinoides: Hygrocybe lilacinoides, Verrucaria lilacinoides
Lilacinoroseus Corticium lilacinoroseum, Entoloma lilacinoroseum
Lilacinoviridis: Humidicutis lilacinoviridis


- 0 Che vive in terreni paludosi o fangosi (dal lat. limus = fango).
Termine usato in genere per varie specie di uccelli.
- 0 Limite della vegetazione arborea è un termine generico per indicare il limite oltre il quale gli alberi non vegetano o non possono vegetare.
1 Pianta che predilige ambienti fangosi.
1 Dicesi della forma di una foglia molto più lunga che larga (>4 volte la larghezza), stretta e piatta, con i margini paralleli.
- 0 Soluzione liquida che percorre la pianta.
Si distinguono:
Linfa ascendente o linfa grezza, che dalle radici sale fino alle foglie e agli apici del fusto per mezzo di elementi conduttori xilematici (trachee e tracheidi), distribuendo sali inorganici da elaborare.
Linfa discendente o linfa elaborata, che dalle foglie discende sino alle radici per mezzo dei tubi cribrosi del floema, trasportando sostanze organiche elaborate tra le quali zuccheri e aminoacidi.
1 Dicesi di organo laminare, lungo, piano convesso, carnoso, con il margine arrotondato, ingrossato alla base e spesso schiacciato all'apice.
2 Dicesi della forma di una foglia simile a quella pandurata, ma con più insenature da entrambi i lati con dimensioni che diminuiscono verso la base.
Ma anche di foglia pennatopartita o pennatosetta con il segmento apicale (rotondo, reniforme) di maggiori dimensioni rispetto ai laterali che diminuiscono gradualmente le loro dimensioni dall'apice alla base della foglia.
Che ricorda la forma di una lira.
1 Tipo di galla originata, dopo la puntura e la deposizione dell'uovo da parte di Cinipidi, da cellule circostanti il tessuto aggredito.
1 E' un gineceo con ovario uniloculare che deriva dal gineceo eusincarpico (che ha ovario pluriloculare) per sparizione dei setti con formazione di una colonnella di natura carpellare posta al centro della cavità ovarica (Primulaceae, Caryophyllales...).
- 0 (Vedi Casmofite)Pianta che prediligono vivere sulle rocce.
- 0 Di natura rocciosa.
- 0 Dicesi della vegetazione che colonizza le coste marine.
- 0 Suolo primitivo con scarso sviluppo vegetativo su base rocciosa.
1 Di colore giallo-sporco-azzurrognolo, bruno-verdastro
1 Colore blu scuro, bluastro plumbeo, blu con nero che si combina con numerosi altri colori dando il nome a diverse specie botaniche e micologiche.

Lividus: Amaranthus lividus, Aster lividus, Leontodon lividus, Senecio lividus, Cheiranthus lividus, Cactus lividus, Cereus lividus, Convolvulus lividus, Cyperus lividus, Ricinus lividus, Hyacinthus lividus, Astragalus lividus, Bromus lividus, Helleborus lividus, Acarospora livida, Bacidia livida, Barlaeina livida, Pezicula livida, Humaria livida, Gyrodon lividus, Lentinus lividus, Phlebia livida, Melachroia livida, Boletus lividus, Trichophaea livida, Fomes lividus, Cortinarius lividus, Phellinus lividus, Paxillus lividus, Lycoperdon lividum, Physarum lividum, Dyrithium lividum

Livens: Hymenochaete livens, Agaricus livens, Taraxacum livens
Livescens: Rosa livescens, Anthurium livescens, Hieracium livescens, Tragopogon livescens, Ipomoea livescens, Oxalis livescens, Rubus livescens, Salix livescens, Russula livescens, Phellinus livescens, Phanerochaete livescens, Lactarius livescens, Peniophora livescens,
Liveus: Leontodon liveus, Achillea livea, Grevillea livea
Lividans: Entoloma lividans
Lividatus: Lactifluus lividatus
Lividellus: Acaena lividella, Hieracium lividellum , Biatora lividella, Lecanora lividella, Lecidea lividella
Lividescens: Dipcadi lividescens, Buellia lividescens, Diplotomma lividescens, Hypotrachyna lividescens
Lividicolor: Hypoxylon lividicolor
Lividoalbus: Entoloma lividoalbum, Hygrophorus lividoalbus
Lividobrunneus: Tylopilus lividobrunneus
Lividocarneus: Grandinia lividocarnea, Lecanora lividocarnea
Lividocinereus: Lecanora lividocinerea
Lividocoerulescens: Acanthophysellum lividocoeruleum
Lividocoeruleus: Acanthophysellum lividocoeruleum
Lividocyanulus: Entoloma lividocyanulum
Lividofuscus: Bacidia lividofusca, Heterochaete lividofusca, Tapesia lividofusca, Collema lividofuscum, Hymenoscyphus lividofuscus
Lividoglaucus: Lecanora lividoglauca
Lividogriseus: Odontia lividogrisea, Tulasnella lividogrisea
Lividoluteus: Lecanora lividolutea
Lividonigrans: Bacidia lividonigrans
Lividonigricans: Bilimbia lividonigricans, Patellaria lividonigricans
Lividomurinus: Entoloma lividomurinum
Livido-ochraceeus: Cortinarius livido-ochraceus
Lividopallescens: Amanita lividopallescens, Russula lividopallescens
Lividopallidus: Cortinarius lividopallidus
Lividopurpureus: Discinella lividopurpurea
Lividoroseus: Russula lividirosea
Lividorubens: Hieracium lividorubens, Agaricus acris var. lividorubens
Lividorubescens: Lactarius lividorubescens
Lividoruber: Mycena lividorubra
Lividoviolaceus: Cortinarius lividoviolaceus Lividulus: Hieracium lividulum, Hibbertia lividula, Cryptocarya lividula, Agaricus lividulus, Peziza lividula, Pistillaria lividula
Livor: Cortinarius livor


3 Dicesi del margine di un organo laminare (foglia, petali, sepali o brattee) diviso in lobi (incisioni poco profonde e arrotondate che non raggiungono la metà della distanza tra il margine e l’asse mediano) .
1 Suddivisione allargata di una foglia, di un petalo o di un altro organo laminare, delimitata da incisioni poco profonde.
1 Lobo secondario o piccolo lobo
1 Dicesi uniloculare, biloculare, triloculare...multiloculare di ovari, capsule e antere che contengono uno o più loculi.
1 Dicesi della deiscenza di una capsula che avviene per fessurazioni longitudinali a livello delle nervature mediane delle pareti esterne delle logge carpellari.
1 (o Loggia) Cella o cavità di alcuni organi (ovario, capsule, antere)
Nell'ovario i loculi sono separati per mezzo di setti o diaframmi, e racchiudono gli ovuli.
Nell'antera sono le due teche che contengono a loro volta (1)-2 sacchi pollinici (microsporangi), nei quali si differenziano e maturano i granuli di polline (microspore).
- 0 (o Lodicule) Resti del perianzio ridotto a (1)-2-(3) piccole squame poco visibili, che sono inserite alla base dell'ovario delle Gramineae che al momento dell'antesi rigonfiandosi provocano l'apertura delle glumette (lemma e palea) per consentire l'impollinazione.
- 0 (Vedi Loculo) Celle o cavità di alcuni organi (ovario, capsule, antere)
Nell'ovario le logge sono separate per mezzo di setti o diaframmi, e racchiudono gli ovuli.
Nell'antera sono le due teche che contengono a loro volta (1)-2 sacchi pollinici (microsporangi), nei quali si differenziano e maturano i granuli di polline (microspore).
1 Relativo al lomento e che somiglia ad un lomento per alcune caratteristiche.
Come ad es.
Craspedio di Albizzia julibrissin
Bilomento di Raphanus raphanistrum
1 Lomentarium Spjut (mod.nov.)
Frutto schizocarpico con i frutticini concresciuti nell'ovario che a maturità si disarticolano tra le costrizioni dei semi.
- 0 Lomentetum Spiut (mod.nov,)
Frutto derivato da gineceo apocapico, con il pericarpo di ciascun carpello che sviluppa costrizioni tra gli ovuli in maturazione e a maturità si disarticola tra le costrizioni.
È un aggregato di lomenti.
1 Lomentum Wildenow
Pericarpo o frutto secco, con un solo carpello e con strozzature trasversali, che a maturità si fraziona completamente in articoli contenenti i semi.
1 Pianta a giorno lungo.
Con riferimento al fotoperiodismo indica una pianta che per fiorire necessita di una durata del giorno con periodo di illuminazione superiore ad un certo minimo critico (>14 ore).
1 Dicesi di pianta a fiori allungati.
1 Pianta con foglie allungate.
1 Dicesi di fiore con stilo lungo che supera la lunghezza degli stami.
- 0 Prefisso usato per indicare ciuffo.
1 Organo allungato (foglia oblunga 6 volte più lunga che larga) a forma di cinghia, nastro.
- 0 Ambiente di acqua dolce corrente.
1 Con una superficie liscia e lucida, che sia glabra o che abbia peli densi ed applicati.
1 Pianta che ama la piena luce.
1 (o Lunulata o semilunata) Dicesi di foglia od altro organo che ha forma di mezzaluna.
- 0 Termine latino dal significato di scherzo di natura, con il quale nel Rinascimento, i naturalisti definivano i fossili e quelle mostruosità di animali e piante che sembravano violare l'ordine naturale delle cose, che oggi sono studiati in Paleontologia e Teratologia.
1 Giallo oro, arancione, giallo rossastro, giallastro.

Luteus: Nuphar lutea, Sternbergia lutea, Suillus luteus, Lupinus luteus
Luteum: Solanum luteum, Teucrium luteum
Luteolus: Rhizopogon luteolus
Lutescens: Iris lutescens, Chrysalidocarpus lutescens
Luteoalbum: Helichrysum luteoalbum, Laphangium luteoalbum
Alboluteus: Pycnoporellus alboluteus, Polyporus alboluteus
Luteocaeruleus: Scutellaria luteocaerulea
Luteocaesius: Oligoporus luteocaesius
Luteofuscus: Cortinarius luteofuscus
Luteonitens: Psilocybe luteonitens, Aleuria luteonitens
Luteoruber: Manettia luteorubra
Luteovirens: Floccularia luteovirens, Tricholoma luteovirens, pluteus luteovirens, Sedum luteovirens, Armillaria luteovirens, Clitocybe luteovirens
Luteoviridis: Saxifraga luteoviridis, Heliconia luteoviridis
- 0 Vegetale o animale dei terreni argilloso-limosi nei pressi di acqua.