IPFI - Etimologia

ID 
18011 
 
Lemma 
saracenicus, a, um
   

Descrizione 
da saracenus, termine che si riferiva alle popolazioni d'Oriente probabilmente derivato dalla voce greca Σαρακηνός Sarakenós usata da Tolomeo per indicare una popolazione stanziata sulle coste del golfo di Aqaba; l'origine del termine greco è dubbia: forse dall'arabo sharqiyyùn o sciarkiin orientali, riferito ai nati in Arabia, oppure dall'aramaico sarq[iy]in che significa abitanti del deserto (da sraq deserto); con l'avvento del cristianesimo nel Medio Evo il termine assunse indifferentemente il significato di arabo o musulmano e in botanica indica specie provenienti dall'Oriente in senso lato o dalle regioni meridionali europee che furono occupate dagli arabi
  • (Cacalia, Senecio/ Jacobaea) specie originarie della Francia meridionale e dell'Italia conquistate o soggette a scorrerie dei Saraceni
  • (Tulipa) specie rinvenuta in una zona della Savoia francese dove si coltivava lo zafferano che, secondo la tradizione, sarebbe stato introdotto dai Saraceni

Acta Plantarum - Un progetto "open source"
Acta Plantarum è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale . Tutti i diritti di Copyright © riservati agli autori se citati.  Acta Plantarum is licensed under a Creative Commons Attribution-NonCommercial-NoDerivatives 4.0 International License . All Copyright © rights reserved by mentioned authors.