Etimologia dei nomi botanici e micologici   e corretta accentazione 
     Home      Galleria      Forum oggi è Venerdi 22 marzo 2019


    Lista dei lemmi etimologici (500 di 23446)                                         Trova:     
   Campo trova    nessun carattere: estrae tutti i lemmi (divisi in più pagine); da 1 a molti caratteri: ricerca i caratteri a partire da inizio lemma;
    per ricercare uno o più caratteri ovunque nel lemma utilizzare il carattere '%' seguito dai caratteri
 
prima pagina    pagina precedente   Pagina 2    pagina successiva    ultima pagina    
ID Lemma Descrizione
23748 Acmena [Myrtaceae] secondo alcuni autori da Acmenae, ninfe della mitologia greca dedicate a Venere il cui nome significherebbe vegete, vigorose (da ἀκμηνός acmenós in pieno vigore) o gaie, giulive oppure instancabili (da ἀκμής acmés non stanco); secondo altri autori deriverebbe da ἀκμή acmé che pure significa il pieno vigore
23768 acmenoides (Eucalyptus, Gossia, Myrtus, Syzygium) da Acmena (vedi) e dal greco εἶδος eidos aspetto, sembianza: simile a un'Acmena
23749 Acmispon [Fabaceae] dal greco ἀκμή acmé punta, nome creato da Rafinesque e da lui spiegato in Atlantic Journal come punta uncinata, riferentesi al frutto
23769 acmodontus, a, um (Paphiopedilum, Pedicularis) dal greco ἄκμων άcmon incudine e da ὀδούϛ, ὀδóντοϛ odoús, odóntos dente: con denti tozzi come il lato di un incudine
23770 acmopetalus, a, um (Fritillaria) dal greco ἄκμων άcmon incudine e da πέταλον petalon foglia, lamina, petalo: con petali a punta tozza come il lato di un incudine
23771 acmophyllus, a, um (Acalypha, Astragalus, Centaurea, Cyanus, Rubus, Salix ecc.) dal greco ἄκμων άcmon incudine e da φυλλον phyllon foglia: con foglie a punta tozza come il lato di un incudine
23772 acmosepalus, a, um (Elaeocarpus, Hypericum) dal greco ἄκμων άcmon incudine e dal latino botanico sepalum sepalo: con sepali a punta tozza come il lato di un incudine
9780 Acnida [Amaranthaceae] variante di Acnide e questa dal greco κνΐδη cnìde ortica, per la somiglianza delle foglie con quelle della canapa, un tempo attribuita alle urticacee
23773 acoanus, a, um (Specklinia) in onore della Asociación Costarricense de Orquideología (A.C.O.) fondata nel 1970 da un gruppo di appassionati
23774 acocki, ii (Chondropetalum/Elegia, Cliffortia, Erica, Restio) in onore del botanico ed ecologo sudafricano John Phillip Harrison Acocks (1911-1979) (che in gioventù si firmava Acock) autore di Veld Types of South Africa e Key Grasses of South Africa
23775 acocksi, ii (Agathosma, Aspalathus, Asparagus/Protoasparagus, Carex, Delosperma, Herrea, Lotononis, Moraea, Rhus/Searsia, Royena/Diospyros, Ruschia, Salsola, Selago, Sphalmanthus, Trachyandra) in onore del botanico ed ecologo sudafricano John Phillip Harrison Acocks (1911-1979), autore di Veld Types of South Africa e Key Grasses of South Africa
23776 acocksianus, a, um (Troglophyton) in onore del botanico ed ecologo sudafricano John Phillip Harrison Acocks (1911-1979), autore di Veld Types of South Africa e Key Grasses of South Africa
13974 Acoelorrhaphe [Arecaceae] dal prefisso privativo greco α- a-, da κοῖλος coilos cavo, concavo e da ῤαφη raphe sutura, cucitura: per il funicolo dell’ovulo inconspicuo e molto più corto rispetto a a quello del genere più vicino Serenoa
23750 Acoidium [Orchidaceae] dal greco ἀκοή acoé orecchio: riferimento alle appendici del ginostegio simili a orecchie
13720 Acokanthera [Apocynaceae] dal greco ακωκή acoké punta e dal greco botanico ανθερα anthera antera: con antere appuntite
23777 aconcaguensis, e (Adesmia, Astragalus, Erioscye var., Horridocactus/Pyrrhocactus) delle pendici dell'Aconcagua, la montagna più alta del continente americano posta a cavallo fra Argentina e Cile
23778 aconitiflorus, a, um (Coleus, Corybas, Corydalis, Duvernoia, Justicia ecc.) dal genere Aconitum (vedi) aconito e da flos, floris fiore: con fiori simili a quelli di un aconito
53 aconitifólius, a, um (Coleus, Corybas, Corydalis, Duvernoia, Justicia ecc.) dal genere Aconitum (vedi) aconito e da folium foglia: con foglie simili a quelli di un aconito
23779 aconitoides (Disa, Impatiens, Ranunulus ×) dal genere Aconítum (vedi) aconito e dal greco εἶδος eidos aspetto, sembianza: simile a un aconito
54 Aconitum [Ranunculaceae] antico nome latino in Virgilio et al. dal greco ἀκόνιτον acóniton usato da Teofrasto e Nicandro per l’aconito velenoso. L’etimologia del nome greco è molto controversa: secondo Gledhill deriverebbe dal nome di una collina nel Ponto; per altri da Acona, villaggio della Bitinia dove la pianta era diffusa; un’altra teoria lo fa derivare da ἀκόντιον acóntion dardo o giavellotto, la cui punta veniva avvelenata con l'estratto dalla pianta e altre ancora che paiono fantasiose e prive di fondamento
8155 Aconogonon errata grafia per Aconogonum (vedi)
55 Aconogonum [Polygonaceae] dal greco ἀκονάω aconao affilare, aguzzare e da γωνία gonia angolo: con angoli acuti, riferimento agli spigoli dei frutti
23780 Acordium errata grafia per Acoridium (vedi)
23781 acoridilabius, a, um (Lepanthes) dal genere Acoridium (vedi) e da labium labbro: con labbro simile a quello di un Acoridium
23782 Acoridium [Orchidaceae] diminutivo greco del genere Acorus (vedi): riferimento alle foglie, simili a quelle di un Acorus
23783 acorifolius, a, um (Caraguata, Guzmania, Helmholtzia, Marica, Moraea, Orthrosanthus, Tillandsia) dal genere Acorus (vedi) e da folium foglia: con foglie simili a quelle di un Acorus
23784 acoroides (Enalus, Enhalus, Iris, Stratiotes, Xiphion) dal genere Acorus e dal greco εἶδος eidos aspetto, sembianza: simile a un Acorus
23785 acorrugatus, a, um (Gymnocalycium) dal prefisso privativo a- e da corrugatus corrugato, solcato: per la mancanza di solchi trasversali
56 Acorus [Acoraceae] dal greco ακορος acoros o ακορον acoron pianta aromatica (probabilmente un iris) citata dal medico, farmacista e botanico greco Dioscoride (I secolo a.C.). Secondo D. Gledhill, il vocabolo greco deriva dal prefisso privativo α- a- e da κορον coron pupilla, perché la pianta veniva utilizzata per la cura della cataratta
23786 Acosta [Asteraceae] genere dedicato da M. Adanson al medico e botanico prelinneano portoghese Christobal Acosta (o Christovão da Costa, 1515-1594) che viaggiò nelle Indie orientali e operò come medico in India e Spagna
[Ericaceae/Hypnaceae, Polygalaceae] nom. illeg. dedicati allo stesso personaggio
23791 acosta-solisi, ii (Lemeltonia, Rhodospata, Tillandsia, Verbesina) in onore del botanico ecuadoriano Misael Acosta-Solis (1910-1994)
23790 acosta-solisianus, a, um (Ecuadendron) in onore del botanico ecuadoriano Misael Acosta-Solis (1910-1994)
23787 acostae
  • (Asplenium, Blakea, Brunellia, Clidemia, Liabun, Maxillaria, Tillandsia ecc.) dal prefisso privativo a- e da costae costole (plurale di costa): senza costole o rilievi
  • (Dichaea, Hexadesmia, Lepanthes, Pleurothallis, Scaphyglottis, Stelis) in onore del botanico e collezionista di piante costaricano Guillermo Acosta Piepper (1878-1955)
23788 Acostaea [Orchidaceae] genere dedicato al botanico e collezionista di piante costaricano Guillermo Acosta Piepper (1878-1955)
23789 acostaei variante grafica per acostae (vedi)
23792 Acostia [Poaceae] genere dedicato al botanico ecuadoriano Misael Acosta-Solis (1910-1994)
23793 Acourtia [Asteraceae] genere dedicato da David Don a Mary Elizabeth Catherine Gibbes A'Court (1792-1878), una botanica amatoriale inglese
23794 acracanthus, a, um (Opuntia, Triumfetta) dal greco ἄκροϛ ácros cima, sommità, estremità e da άκανϑα ácantha spina: con l'estremità dotata di spine
23795 Acrachne [Poaceae] dal greco ἄκροϛ ácros cima, sommità, estremità e da ἄχνη áchne pula, gluma: per la lunghezza della gluma terminale
23796 Acradenia [Rutaceae] dal greco ἄκροϛ ácros punta, sommità, cima e da ἀδήν -ένος adén -énos ghiandola: per le ghiandole presenti alla sommità dei carpelli
23797 acradenius, a, um (Acacia, Aster, Bigelowia, Croton, Haplopappus, Hieracium, Isocoma, Racosperma) dal greco ἄκροϛ ácros punta, sommità, cima e da ἀδήν -ένος adén -énos: ghiandoloso in punta, per la presenza di ghiandole apicali
23798 Acraea [Orchidaceae] dal greco ἀκραῖος acraios che sta sulle alture (da ἄκροϛ ácros cima, sommità): riferimento alla quota dell'ambiente di crescita
23799 acraeus, a, um (Eragrostis, Euryops, Kniphofia, Pelargonium, Ranunculus) dal greco ἀκραῖος acraios che sta sulle alture (da ἄκροϛ ácros cima, sommità): riferimento alla quota dell'ambiente di crescita
23800 acranthus, a, um (Aulomyrcia, Binghamia, Cereus, Erythroxylum, Guatteria, Haageocereus, Psidium, Sida, Uvaria ecc.) dal greco ἄκροϛ ácros cima, sommità e da ἄνϑοϛ ánthos fiore: per la posizione apicale dei fiori
23801 acreensis, e (Cissus, Couroupita, Epidendrum/Physinga) dello stato di Acre in Brasile
23802 acrensis, e (Aphelandra, Begonia, Coussarea, Cryptarrhena, Eugenia, Ipomoea, Mikania, Pagamea, Prestonia, Tachigali) dallo stato di Acre in Brasile
23803 acreus, a, um errata grafia per acraeus (vedi)
57 acrículus, a, um (Bierkandera, Taraxacum - Polyporus) diminutivo di ācer, acris acre: leggermente acre
23804 acridens (Rubus) da acer, acris aguzzo, acuminato e da dens dente: con denti acuminati
23805 acridentatus, a, um (Rubus, Salix, Sida) dal acer, acris aguzzo, acuminato e da dens dente: con denti acuminati
12247 Acridocarpus [Malpighiaceae] dal greco ἀκριδιον àcridion locusta, cavalletta e da καρπός carpόs frutto: per il frutto alato che richiama le ali aperte di una locusta
23806 acridolens (Polystachya) da acer, acris aspro, acre e da olere avere odore: per l'odore acre
23807 acrifolius, a, um da acer, acris acre, aspro, piccante, ma anche pungente, acuminato, aguzzo, e da folium foglia, lamella:
  • (Bidens, Carex, Hieracium, Melaleuca, Ranunculus, Taraxacum) con foglie aguzze, pungenti
  • (Russula) per le lamelle dal sapore pepato
23808 Acriopsis [Orchidaceae] dal greco ἀκρίς, -ίδος acrís, -ídos locusta, cavalletta e da ὄψις opsis aspetto, sembianza: perché la colonna auriculata assomiglia a una locusta
23809 acrirachis (Epidendrum) da acer, acris acre, pungente e dal greco ῥάχις ráchis rachide, radice
23810 acrisepalus, a, um (Eugenia, Pleurothallis, Sarcinula, Splecklinis, Stelis) dal latino acer pungente, acuminato, aguzzo e dal latino botanico sepalus sepalo: con sepali aguzzi
23811 acrisiccescens (Ramaria) da acer, acris acre e da siccesco divenire secco, asciugarsi: che diventa acre nel secco
23812 acrispus, a, um (Galium ssp.) dal prefisso privativo a- e da crispus crespo: per i peli non crespi
23813 Acritochaete [Poaceae] dal greco ἄκριτος ácritos ingarbugliato, confuso e da χαίτη chaíte criniera: per le barbe ingarbugliate della gluma superiore e del lemma inferiore
23814 Acroanthes [Orchidaceae] nome coniato da Rafinesque dal prefisso privativo greco ἀ- a-, da cro abbreviazione di χρῶμα chroma colore e da ἄνϑοϛ ánthos fiore: con fiori privi di colore, verdastri
23815 acroanthus, a, um (Panicum) dal greco ἄκροϛ ácros punta, sommità e da ἄνϑοϛ ánthos fiore: con fiori agli apici di lunghi pedicelli
23816 acrobatesi, ii (Epidendrum) dal greco ἄκροϛ ácros sommità (forse perché questa orchidea è stata scoperta a 2500 m di altezza sul Monte Nudo de Sabanilla, Ecuador) e da Bates, per la dedica al botanico statunitense David Martin Bates (1935-)
23817 acrobaticus, a, um (Callista/Dendrobium) dal greco ἀκροβάτης acrobátes acrobata: perché si attorciglia e si arrampica
23818 acrobleparus, a, um errata grafia per acroblepharus (vedi)
23819 acroblepharus, a, um (Dichaea) dal greco ἄκροϛ ácros punta, sommità e da βλεφᾰρίς blepharís ciglia: con punte dotate di ciglia
23820 Acrobolbus, a, um [Acrobolbaceae] dal greco ἄκροϛ ácros sommità e da βολβός bolbós bulbo, cipolla: con bulbo apicale: gli archegoni sono racchiusi da piccole foglie, all'apice dello stelo
23821 acrobotryus, a, um (Grevillea, Hakea, Oncidium) dal greco ἄκροϛ ácros punta, sommità, punto estremo e da βότρυς bόtrys grappolo: con grappoli all'estremità
23822 acrobracteatus, a, um (Vaccinium) dal greco ἄκροϛ ácros punta, sommità e dal latino botanico bractea brattea: con brattee agli apici
23435 acrocampylus, a, um (Hieracium ssp.) dal greco ἄκροϛ ácros punta, sommità, cima e da καμπύλoς campýlos ricurvo, piegato, curvo: con sommità piegate
23824 acrocarpus, a, um (Asplenium, Astragalus, Cyclophorus, Erophila, Fumaria, Serruria, Tectaria, Tulipa, Urostigma ecc.) dal greco ἄκροϛ ácros punta, sommità, punto estremo e da καρπόϛ carpόs frutto: con frutti all'estremità
23823 Acrocarpus [Fabaceae] dal greco ἄκροϛ ácros punta, sommità, punto estremo e da καρπόϛ carpόs frutto: con frutti all'estremità
[Cyperaceae] nom. illeg.
23825 Acroceras [Poaceae] dal greco ἄκροϛ ácros punta, sommità, cima e da κέρας céras corno: con un corno apicale, riferimento alle glume che in punta hanno una venatura sporgente
23826 Acrochaene [Orchidaceae] dal greco ἄκροϛ ácros punta, sommità, cima e da χαίνω chaíno spalancarsi: che si apre all'estremità
23827 acrochordon (Lichen) dal greco ἄκροϛ ácros punta, sommità, cima e da χορδή chordé corda: con estremità assottigliate come una corda
23828 acrochordonius, a, um (Alaticaulia/Cytochilum/Epidendrum/Masdevallia/Oerstedella/Oncidium) dal greco ἄκροϛ ácros punta, sommità, cima e da χορδή chordé corda: con estremità assottigliate come una corda
8395 acrochordonus, a, um (Anthemis ssp.) dal greco ἄκροϛ ácros punta, sommità, cima e da χορδή chordé corda: con estremità assottigliate come una corda
23829 acrociliatus, a, um (Austrostipa/Stipa) dal greco ἄκροϛ ácros cima, sommità, estremità e da ciliatus ciliato, dotato di ciglia: per le glume con apici pelosi
23830 Acroclinium [Asteraceae] dal greco ἄκροϛ ácros punta, sommità, cima e da κλίνω clino inclinarsi, piegarsi: riferimento alle gemme fiorali inclinate verso il basso
23831 Acrocomia [Arecaceae] dal greco ἄκροϛ ácros punta, sommità e da κόμη come capigliatura: per il fogliame situato alla sommità del tronco di queste palme
23832 acroconicus, a, um (Mimosa) dal greco ἄκροϛ ácros sommità e da κῶνοϛ cónos cono: con sommità di forma conica
23730 acrocuspidatus, a, um (Taraxacum) dal prefisso acro- (dal greco ἄκροϛ ácros punta, sommità, cima) e da cuspis, -idis cuspide, punta: appuntito all'estremità, probabile riferimento alle foglie
23833 acrocyaneus, a, um (Agaricus var., Lecidea) dal greco ἄκροϛ ácros sommità, punta e da κυᾰνεοϛ cyáneos blu: con sommità di colore blu
8325 acrodon (Alchemilla) dal greco ἄκροϛ ácros sommità, cima, estremità e dal greco ionico ὀδών odón dente: con foglie dentate all'estremità
12026 Acrodon [Aizoaceae] dal greco ἄκροϛ ácros sommità, cima, estremità, e dal greco ionico ὀδών odón dente: con foglie dentate all'estremità
23834 acrodontus, a, um (Blechnum, Ilex, Lucas, Lomaria, Polypodium, Quercus ecc.) dal greco ἄκροϛ ácros sommità e da ὀδών, -οντοϛ odón, -ontos dente: con foglie o foglioline dentate all'apice
23835 acrogenia (Lepanthes, Pabstiella) dal greco ἄκροϛ ácros sommità, cima e da γένος ghénos nascita: che nasce sulle cime, probabile riferimento alle alte quote di crescita (1000-1600 m slm)
23836 acroglossus, a, um (Solanum, Taraxacum) dal greco ἄκροϛ ácros sommità e da γλῶσσα glóssa lingua: con lingua terminale, significato oscuro
23837 acrolasius, a, um (Androsace, Epilasia/Scorzonera) dal greco ἄκροϛ ácros sommità, cima, estremità e da λᾰσιοϛ lásios irsuto, peloso: peloso all'estremità
23838 acrolepis (Carex, Centaurea, Cirsium, Hieracium) dal greco ἄκροϛ ácros sommità, cima, estremità e da λεπίϛ lepís squama: con squame apicali
23481 acroleucus, a, um (Eucalyptus, Hieracium, Poa, Senecio, Solanum, Tillandsia) dal greco ἄκροϛ ácros punta, sommità, cima e da λευκός leucós bianco: con punte biancastre
11255 Acrospérmum [Acrospermaceae] dal greco ἄκροϛ ácros sommità, vertice e da σπέρμα spérma seme: con spore all'apice
59 acrospérmus, a, um (Nectriella, Clavaria, Coryne, Tremella ecc.) dal greco ἄκροϛ ácros sommità, vertice e da σπέρμα spérma seme: con spore all'apice
12027 Acrostichum [Pteridaceae] dal greco ακροϛ ácros sommità e στίχος stíchos verso, linea, schiera: per la disposizione dei sori all'estremità delle pinnule
6257 acrosticus, a, um (Allosorus, Cheilanthes) dal greco ἄκροϛ ácros sommo, estremità e da στίχος stíchos verso, linea, schiera: per la disposizione dei sori all'estremità delle pinnule
23617 acrotephrophorus, a, um (Hieracium ssp.) dal greco άκροϛ ácros punta, sommità, cima, da τεφρός tephrós cinereo, color cenere e da φορέω phoréo portare, avere: che ha sommità cinerine
14160 Acrothrix [Epacridaceae] variante ortografica di Acrotriche (vedi)
14159 Acrotiche [Epacridaceae] variante ortografica di Acrotriche (vedi)
14158 Acrotriche [Ericaceae] dal greco ἄκροϛ ácros sommità e da ϑρίξ, τριχóϛ thríx, trichόs capelli: riferimento ai lobi della corolla sfrangiati
14163 acrotrichion (Hibbertia) dal greco ακροϛ ácros sommità e da τρίχιον tríchion diminutivo di ϑρίξ, τριχóϛ thríx, trichόs capelli, peli: con riferimento alla presenza di piccoli peli arricciati verso l’apice delle foglie, altrimenti glabre
14161 acrotrichis variante ortografica di acrotrichus (vedi)
14162 acrotrichus, a, um dal greco ἄκροϛ ácros sommità e da ϑρίξ, τριχóϛ thríx, trichόs capelli, peli:
  • (Eriochloa / Helopus / Monachne / Digitaria) il lemma sterile presenta un mucrone ben sviluppato
  • (Panicum) per i peli del lemma sterile
  • (Yucca / Roulinia / Dasylirion) per l’apice fibroso delle foglie
  • (Eriocaulon) per gli apici fioriferi fogliosi e villosissimi
  • (Cyathodium) per l’involucro peloso
60 Actaea [Ranunculaceae] dal nome greco (ακτεα, ακταια actea, actaia) di una pianta di odore acuto già citata in Plinio, forse il sambuco
11485 actaeifolius, a, um (Coelopleurum, Ligusticum, Physospermum ecc.) da Actaea, un genere delle Ranunculaceae, e folium foglia: con foglie da Actaea
10471 acteaefolius, a, um forma grafica errata per actaeifolius (vedi)
61 Actinidia [Actinidiaceae] secondo la maggior parte degli autori, dal greco ἀκτίς, -ῖνος actis, actinos raggio con riferimento agli stili raggianti; secondo altri dal greco ἄκτῐνος áktinos di sambuco e εἶδος eidos sembianza: con i rami midollosi come quelli del sambuco
13159 Actiniopteris [Actiniopteridaceae] dal greco ἀκτίς, -ῖνος actis, actinos raggio e da πτέρις ptéris felce: per le fronde suddivise in raggi
9752 actinocalyx (Gentiana ssp.) dal greco ἀκτίς, -ῖνος actis, actinos raggio e da κᾱλυξ cályx calice: con calice raggiato
62 actinóphorus, a, um (Brassaia, Psychotria) dal greco ἀκτίς, -ῖνος actis, actinos e da φορέω phoréo portare, avere: che porta raggi, con raggiera
13968 actinophyllus, a, um (Schefflera, Brassaia) dal greco ἀκτίς, -ῖνος àktis, àktinos raggio e da φύλλον phýllon foglia: con foglie composte da foglioline raggiate
10974 actupii (Colchicum) dall'espressione inglese Act Up agisci, sii attivo, ma anche acronimo dell'Associazione Aids Coalition To Unleash Power che milita a favore dei diritti delle minoranze, a cui l'Autore Prof. Alain Fridlender ha voluto rendere omaggio
23366 aculeatisquamus, a, um (Hieracium ssp.) da aculeatus aculeato, fornito di aculei e da squama squama: con squame aculeate
63 aculeátus, a, um
  • (Ruscus, Brachyscome, Cetraria, Crepis / Barkhausia, Meconopsis, Crypsis, Parkinsonia, Polystichum, Eulophia, Papaver, Pereskia ecc.) da acúleus aculeo: munito di aculei;
  • (Aloe) per la superficie fogliare spinosa;
  • (Cynanchum) per la testa dello stilo sottile;
  • (Cycas) per le spine sul peziolo;
  • (Adenia) per lo stelo spinoso
64 aculínus, a, um (Ceratella, Clavaria, Cnazonaria, Pistillaria) da ácula piccolo ago: per la forma dei corpi fruttiferi simili a piccoli aghi
65 acuminatus, a, um
  • (Allium, Blackstonia, Tuberaria, Dichanthelium, Festuca, Tulipa, Penstemon, Rhododendron, ecc,) da acuo, acuere affilare, aguzzare: acuminato, aguzzo;
  • (Maytenus, Cheiridopsis, Delosperma, Hereroa, Ruschia, Zamia ecc.) per le foglie o foglioline appuntite;
  • (Melhania) per le brattee appuntite, del calicetto;
  • (Pseudorhipsalis) per la forma dei segmenti dello stelo;
  • (Drosanthemum) per i petali appuntiti
11743 Acurtis [Physalacriaceae] genere dedicato al botanico e micologo americano Moses Ashley Curtis (1808–1872) che erborizzò nella Carolina, USA
66 ácus (Inga) dal greco ακέ ακις aké akis ago, punta
8835 acutangulus, a, um
  • (Eleocharis, Psidium, Lythrum, Corchorus, Ocotea ecc.) da acutus e angulus: con angoli acuti;
  • (Ruschia) per le foglie trigone con margini taglienti;
  • (Caralluma) per gli steli con costolature spigolose
23046 acutatifrons (Hieracium) da acutatus acuminato, aguzzo e da frons, frondis fronda, foglie, fogliame: con foglie acuminate
8326 acutatus, a, um (Helichrysum, Antirhea, Alchemilla, Cerastium) da acuo appuntire, aguzzare: reso aguzzo
67 acutidens (Alchemilla, Quercus) da acutus aguzzo, pungente e da dens dente: con denti aguzzi
11496 acutidentatus, a, um (Glaucium, Lepidium) da acutus aguzzo, pungente e dentatus provvisto di denti: con denti aguzzi, solitamente riferito alle foglie
68 acutiflorus, a, um (Juncus, Calamagrostis ×acutiflora, Polemonium, Allium) da acutus acuto e flos fiore: con lacinie fiorali acute
69 acutifolius, a, um (Asparagus, Cotoneaster, Echeveria, Lampranthus, Limonium, Lycium, Peltophorum, Phaseolus, Pilosella, Potamogeton, Salix ecc.) da acutus acuto, aguzzo e da folium foglia: con foglie acute, appuntite
70 acutiformis, e (Carex, Bryum) da acutus appuntito, aguzzo e forma aspetto
8327 acutilobus, a, um (Daphne, Tulbaghia, Ligusticum, Amaranthus ecc.) da acutus acuto e lobus lobo: con lobi acuti
23460 acutisquamus, a, um (Hieracium / Pilosella, Saussurea) da acutus acuto, aguzzo e da squama squama: con squame involucrali appuntite
12125 acutissimus, a, um (Quercus, Oenothera, Ligustrum, Aloe) superlativo di acutus acuto, aguzzo: acutissimo, con riferimento alle foglie
71 acutus, a, um
  • (Carex, Juncus, Brachythecium, Cynanchum, Elymus ecc.) a punta, aguzzo o che si assottiglia, acuto, pungente, riferito alle foglie o ai petali;
  • (Elaeophorbia) per la punta acuta dei frutti accartocciati;
  • (Agaricus, Cortinarius, Hygrophorus, Lactarius, Polyporus ecc.) per la forma appuntita del pileo o dell’umbone
11217 adalberti, ii (Cortinarius) in onore del micologo tedesco Adalbert Ricken (1851-1921)
72 adalgisae
  • (Boletus) specie dedicata da Orlando Marsico alla moglie e micologa Adalgisa Marsico
  • (Ornithogalum refractum var.) varietà dedicata da Enrico Groves alla moglie Adalgisa da lui sposata nel 1871 e che con lui condivise la passione per la botanica e le escursioni
6593 adami, ii (Centaurea ssp.) in onore del botanico tedesco Ernst Daniel Adami (1716 - 1795)
11752 Adami (Laburnocytisus) Adami o adamii è una ‘chimera’, cioè l’innesto di Chamaecytisus purpureus su Laburnum anagyroides, dedicata dal botanico francese Jean Louis Marie Poiret a chi l’ha realizzata nel 1825, l’orticultore francese Jean-Louis Adam
12202 adansoni, ii (Monstera, Rhododendron, Erythrina, Acacia, Sabal) in onore del naturalista, botanico ed esploratore francese, di origine scozzese, Michel Adanson (1727-1806)
12201 Adansonia [Bombacaceae] genere dedicato da Linneo al naturalista, botanico ed esploratore francese, di origine scozzese, Michel Adanson (1727-1806) che, nel 1750 circa, scoprì il baobab in Senegal
12203 adansoniae
  • (Dendrorkis, Polystachya) in onore del naturalista, botanico ed esploratore francese, di origine scozzese, Michel Adanson (1727-1806);
  • (Ochrocladosporium, Pseudocercospora) da Adansonia (vedi) genere delle piante ospiti di questi funghi
23424 addanus, a, um (Hieracium ssp.) dei greti del Fiume Adda e del suo affluente Torrente Frodolfo nei pressi di Bormio
17257 Adelmeria [Zingiberaceae] genere dedicato al botanico statunitense Adolph Daniel Edward Elmer (1870-1942) che erborizzò negli USA, Filippine, Indonesia, Malesia, Cina e Papua Nuova Guinea
23142 Adelocaryum [Boraginaceae] dal greco ἃδηλος ádelos incerto, confuso e da κάρυον cáryon nucula, noce con frutto legnoso: perché alcune delle nucule hanno i caratteri del genere Cynoglossum e altre quelli del genere Paracaryum
11061 Adelphella [Pezizaceae] diminutivo dal greco ἀδελφοί adelphoi fratelli, per le piccole dimensioni e perché questi funghi si presentano in gruppi numerosi
12260 Adenia [Passifloraceae] Forsskål, autore del genere, riporta che aden e hadíe sono i nomi arabi per queste piante (Flora Aegyptiaco-Arabica pag. 77)
12261 adenifer, era, erum (Adenia) dal greco ἀδήν, -ένος adén, -énos ghiandola e da φέρω phéro portare: che ha delle ghiandole
10780 Adenium [Apocynaceae] Pehr Forsskål è autore della specie Nerium obesum, poi rinominata da Roem. & Schult. come Adenium obesum sulla base dei nomi arabi per queste piante öddajn e aden, come riporta Forsskål stesso in Flora Aegyptiaco-Arabica a pag. 205
23515 adenobifidus, a, um (Hieracium ssp.) dal greco ἀδήν, -ένος adén, -énos ghiandola e da bifidum (vedi), epiteto di un'entità congenere: simile a uno Hieracium bifidum ghiandoloso
22967 adenobupleuroides (Hieracium ssp.) dal greco ἀδήν, -ένος adén, -énos ghiandola e da bupleuroides (vedi), epiteto di un'entità congenere: simile a quell'entità da cui si differenzia per la presenza di ghiandole
22525 adenocalathius, a, um (Hieracium) dal greco ἀδήν, -ένος adén, -énos ghiandola e da κᾰλᾰϑος cálathos cestello, capitello: per i capolini ghiandolosi
10282 adenocarpus, a, um (Helichrysum) dal greco ἀδήν, -ένος adén, -énos ghiandola e da καρπός carpόs frutto: con frutti ghiandolosi
73 Adenocarpus [Fabaceae] dal greco ἀδήν, -ένος adén, -énos ghiandola e da καρπός carpόs frutto, seme: con frutti ghiandolosi
12339 adenocaulis, e (Rubus, Echinops, Ortosiphon, Cyphostemma, Cissus, Vitis ecc.) dal greco ἀδήν, -ένος adén, -énos ghiandola e καυλόϛ caulós gambo, stelo: che ha ghiandole sul caule
74 adenocaulus, a, um, os, on (Encyclia, Epidendrum, Deinostema, Gratiola, Epilobium, Oxalis) dal greco ἀδήν, -ένος adén, -énos ghiandola e καυλόϛ caulós gambo, stelo: che ha ghiandole sul caule
11288 adenocladus, a, um (Nepeta, Hieracium, Pilosella, Krokia ecc.) dal greco ἀδήν, -ένος adén, -énos ghiandola e κλάδος kládos ramo: con rami ghiandolosi
11497 adenoclinius, a, um (Hieracium) dal greco ἀδήν, -ένος adén, -énos ghiandola e da κλίνη clínē letto: per il ricettacolo ghiandoloso
10376 adenoclinus, a, um errata grafia per adenoclinius (vedi)
11976 Adenolinum [Linaceae] dal greco ἀδήν, -ένος adén, -énos ghiandola e da Linum genere delle Linaceae, di cui è ora considerato una sezione
19238 Adenolobus [Fabaceae] dal greco ἀδήν, -ένος aden, -enos ghiandola e da λοβός lobόs legume, siliqua: con legumi ghiandolosi
75 Adenophora [Campanulaceae] dal greco ἀδήν, -ένος adén, -énos ghiadola e φορέω phoréo portare: fornito di ghiandole
9312 adenophorus, a, um (Ageratina, Ditaxis, Eupatorium, Rubus) dal greco ἀδήν, -ένος adén, -énos ghiadola e φορέω phoréo portare: dotato di ghiandole
18174 adenophylloides (Rubus, Salix, Senecio) da adenophyllus (vedi), epiteto di una specie congenere, e dal greco εἷδος eidos aspetto, sembianza: simile alla specie adenophylla
11128 adenophyllus, a, um (Acetosella, Cerasus, Erica, Euphorbia, Hesperolinon, Hypericum, Mimosa, Oxalis, Polygala, Prunus, Rubus, Salix, Scutellaria, Senecio ecc.) dal greco ἀδήν, -ένος adén, -énos ghiandola e da φυλλον phyllon foglia: con foglie ghiandolose
8657 adenophyton (Hieracium) dal greco ἀδήν, -ένος adén, -énos ghiandola e da φυτόν phytόn pianta: pianta ghiandolosa
11129 adenopodus, a, um (Dalea, Petalostemon, Rhododendron) dal greco ἀδήν, -ένος adén, -énos ghiandola e πούς, ποδός poús, podós piede, stelo: che ha ghiandole sul fusto
11130 adenopus, a, um (Cecropia, Aeranthes, Begonia, Dalea, Petalostemon, Populus, Rhododendron ecc.) dal greco ἀδήν, -ένος adén, -énos ghiandola e πούς, ποδός poús, podós piede, stelo: che ha ghiandole sul fusto, sui piccioli o sui peduncoli
76 Adenostyles [Asteraceae] dal greco ἀδήν, -ένος adén, -énos ghiandola e da στῦλος stýlos stilo, stelo: con stilo o stelo ghiandoloso
77 adenóstylus, a, um (Rhododendron var.) dal greco ἀδήν, -ένος adén, -énos ghiandola e da στῦλος stýlos stilo, stelo: con stilo o stelo ghiandoloso
11134 adenotrichus, a, um, os (Rosularia, Arctostaphylos, Rubus, Senecio ecc.) dal greco ἀδήν, -ένος adén, -énos ghiandola e da ϑρίξ, τριχóϛ thríx, trichόs capello, pelo: con peli glandolari
11135 adenus, a, um dal greco ἀδήν, -ένος adén, -énos ghiandola: glandolare
23201 adesiformis, e (Hieracium ssp.) da adesus, a, um (vedi), epiteto di un'entità congenere, e da forma forma, aspetto, sembianza: simile a quella entità
13298 Adesmia [Fabaceae] dalla preposizione greca α- a- alfa privativo e da δεσμός desmos vincolo, legame, legaccio
13859 adesus, a, um (Hieracium ssp.) epiteto irrisolto con due possibili soluzioni: participio passato di adedo rodere, corrodere, levigare, significato non supportato da descrizioni o immagini della sottospecie; oppure da adhaedus aderire, essere vicino, ipotizzando un errore ortografico all'atto della pubblicazione (adesum per adhaesum)
78 adfinis, e (Androsace, Convolvulus, Senecio - Polypodium ecc.) affine, parente (= affinis)
7841 adhaerens da adhaereo aderire, restare attaccato:
  • (Ficus, Mimosa = Acacia, Smilax - Agaricus, Arthonia, Lentinus = Neolentinus ecc.) aderente al substrato
  • (Setaria) per la caratteristica della spiga di appigliarsi alle vesti
  • (Oedocephalum) per i conidi di questo fungo che si aggrappano fra loro formando palline di spore
79 adhaésus, a, um (Cyclopogon - Lentinus) da adhaéreo io aderisco: aderente
8795 adhatoda (Justicia) forma latinizzata del nome nativo indiano (o Sri Lanka) di questa pianta, adathodai (formato da ada capra e da thodai non toccare): evitato dalle capre
12028 Adhatoda [Acanthaceae] Adhatoda vasica è un sinonimo di Justicia adhatoda: vedi adhatoda (vedi)
12325 adianthifolius, a, um (Albizia, Mimosa, Polypodium ecc.) dal genere Adiantum e da folium foglia: con foglie/fronde come quelle del capelvenere, Adiantum capillus-veneris
12169 adiantifolius, a, um (Isopyrum, Cassia, Davallia, Salisburia ecc.) dal genere Adiantum e da folium foglia: con foglie come quelle del capelvenere, Adiantum capillus-veneris
80 Adiantum [Adiantaceae] da adiantum (in Plinio), forma latinizzata del greco άδίαντον adíanton (in Teofrasto) formato da α- senza e διαίνω diáino io bagno: non si bagna, non marcisce, con riferimento al fatto che le fronde di queste felci sono idrorepellenti
81 adiantum-nigrum (Asplenium) composto da Adiantum (vedi) capelvenere in Plinio e niger nero: per il colore del rachide
11236 adiposus, a, um (Agaricus, Corticium, Pholiota ecc.) da ădĭpātus grasso, adiposo; nel caso di Pholiota, per la presenza di glutine sia sul cappello che sul gambo
83 adnátus, a, um (Amblystegiella, Homomallium, Aster - Agaricus, Corticium, Amanita ecc.) da adnáscor io nasco in soprannumero: sovraggiunto, adnato
16416 adolphi, ii
  • (Camaridium = Maxillaria, Epidendrum = Oerstedella) in onore del botanico svizzero Adolphe Tonduz (1862-1921)
  • (Dendrobium = Pedilonum, Habenaria = Arachnaria, Microstylis = Malaxis, Nervilia = Bulbophyllum) in onore del tedesco Adolf Ferdinand Stolz (1871-1917), missionario, mercante e collezionista di piante in Angola e Malawi
  • (Duckeella) in onore del botanico, entomologo ed etnologo (Walter) Alphonso Ducke (1876-1959) nato in Italia da famiglia di etnia tedesca, naturalizzato brasiliano, studioso della flora dell’Amazzonia
  • (Secondatia) specie dedicata da David de Azambuja all’amico Adolpho Ducke (1876-1959) botanico ed entomologo brasiliano di origine tedesca
  • (Sedum) in onore del botanico e geologo tedesco Heinrich Gustav Adolf Engler (1844-1930), direttore sia del Giardino Botanico e Geologico che del Museo di Berlino
  • (Globularia) in testimonianza di affettuosa deferenza nei confronti di G.F. Adolphe, già Direttore dei Collegi di Bonanova e di Condal( da parte di Frère Sennen)
16415 adolphi-engleri (Kalanchoe) in onore del botanico e geologo tedesco Heinrich Gustav Adolf Engler (1844-1930), direttore sia del Giardino Botanico e Geologico che del Museo di Berlino
11509 Adonidia [Arecaceae] da Adone (Αδωνιϛ Adonis), figura della mitologia greca, bello per antonomasia: palma dal portamento nobile
6579 adonidifolius, a, um (Centaurea, Senecio, Mutellina ecc.) da Adonis (vedi) un genere delle ranunculacee e folium foglia: con foglie da adonide
11498 adoniifolius, a, um forma grafica errata per adonidifolius (vedi)
15711 adonis (Agaricus, Boletus, Marasmiellus, Mycena ecc.) da Adone (Αδωνιϛ Adonis), figura della mitologia greca, bello per antonomasia: per la bellezza di queste specie
84 Adónis [Ranunculaceae] di Adone (in greco Αδωνιϛ Adonis), figura della mitologia greca, bello per antonomasia
85 Adoxa [Adoxaceae] dal greco ἄδοξος adoxos, formato da α privativo e da δόξα dóxa reputazione, gloria, splendore: senza gloria, oscuro, tenuto in poco conto
9813 adpressus, a, um (Cotoneaster, Muehlenbeckia, Mimosa, Hypericum) da adpressus supino del verbo "adprimo = apprimo" stringere, premere contro: piatto e compresso
9352 adriaticiformis, e (Hieracium) da adriaticus (vedi) epiteto di una specie e forma aspetto: simile alla specie 'adriatica'
6983 adriaticus, a, um
  • (Hieracium, Himantoglossum, Oenothera, Viola ecc.) della costa adriatica;
  • (Chondrus, Ectocarpus, Halopappus ecc.) alghe del mare Adriatico
12754 adrienneae (Ceropegia) in onore della francese Adrienne Rodolphe Robivelo (fl.1990-2008), missionaria, etnobotanica che erborizzò nel Madagascar
86 adscéndens (Pedicularis, Saxifraga, Acaena, Caralluma, Cotyledon, Harrisia ecc.) da adscéndo io ascendo: che tende verso l'alto, ascendente, eretto
8419 adscensionis (Aristida, Pteris, Oldenlandia) dell'Isola di Ascensione, possedimento britannico nell'Atlantico centro-meridionale
87 adscítus, a, um (Rubus) da adscisco io accolgo, approvo: approvato
88 adséntiens (Clitocybe) da adséntio io accondiscendo
89 adsístens (Hieracium) da adsísto io sto accanto, vicino
9343 adsurgens (Phlox, Helictochloa, Lupinus) da adsurgo elevarsi, innalzarsi: ascendente, che si eleva in alto
90 adulterinus, a, um
  • (Asplenium, Passiflora) da adulter adultero: che si accoppia con una specie diversa;
  • (Lepiota, Cystolepiota, Russula) falso, mistificatore, confondibile
7638 aduncus, a, um adunco, incurvato a forma di uncino:
  • (Ranunculus) per il becco dell'achenio;
  • (Piper) per l’apice dell’inflorescenza;
  • (Drepanocladus) per l’apice delle foglioline;
  • (Viola) per lo sperone;
  • (Acacia) per l’apice dei fillodi
  • (Lampranthus) per le punte ricurve delle foglie
10120 adusticeps (Hieracium) da adustus adusto, bruciato, bruno e dal suffisso -ceps (derivato da cáput) capo, testa: con capolini brunastri
91 Adustómyces [Pterulaceae] da adústus bruciato, bruno e dal greco μύκης mýces fungo
92 adústus, a, um da ădūrĕre bruciare, abbrustolire:
  • (Carex, Aster, Cyperus, Digitaria ecc.) di colore bruciato, bruciacchiato, abbronzato
  • (Echinocereus) per il colore bruciacchiato degli aculei
  • (Leucanthemum) per il colore del margine delle squame del ricettacolo
  • (Leptoporus, Plectania, Polyporus, Russula) per il colore del carpoforo
  • (Bjerkandera) per il colore della superficie poroide
9712 Adventina [Asteraceae] da advenio arrivare, sopraggiungere: che giunge nuova, avventizia
11510 Aechmea [Bromeliaceae] dal greco ἀκμέ àcme punta, per i sepali appuntiti
23501 aechmetes (Hieracium) dal greco αἰχμετής aichmetés portatore di lancia: riferimento alle foglie spesso di forma lanceolata
11387 aegadensis, e (Senecio) delle isole Egadi, in latino Aegates, dal greco Αιγουσσαι Aigoussai isole delle capre
15712 aegaeus, a, um (Rumex bucephalophorus ssp., Limonium) degli arcipelaghi del mar Egeo (Αιγαίοϛ πέλαγοϛ Egaios pélagos), egeo
13418 aegeicus, a, um (Crataegus) da Aegaeus egeo: degli arcipelaghi del mar Egeo (Αιγαίοϛ πέλαγοϛ Egaios pélagos)
11256 Aegerita [Meruliaceae] dal greco αἴγειρος aigeros pioppo: che ha come habitat i pioppeti
93 aegerítus, a, um (Agrocybe, Agaricus, Pholiota, Polyporus ecc.) dal greco αἴγειρος aigeros pioppo: che ha come habitat i pioppeti
15713 aegeus, a, um (Salsola, Lotus) egeo, degli arcipelaghi del mar Egeo (Αιγαίοϛ πέλαγοϛ Egaios pélagos)
8147 Aegialophila [Asteraceae] dal greco αιγιαλος aigialos spiaggia, lido e da φίλος phílos amico: amante delle spiagge
12423 aegilops (Quercus) dal greco αἰγιλωψ αἰγῐλωποϛ aigilops aigilopos avena selvatica, ma anche un tipo di quercia in Teofrasto (‘Historia Plantarum’)
8149 Aegilops [Poaceae] dal greco αιγῐλωψ aigilops avena selvatica, erba infestante dell'orzo citata da Plinio; secondo Clifford Bostock questo nome deriva dal greco aegiles erba (di cui si ignora l’identità) preferita dalla capre e da ὤψ óps aspetto, somiglianza: la radice αιγι- aigi- significa relativo alle capre
8148 Aegilotriticum [Poaceae] dal greco αιγιαλος aigialos spiaggia, lido e dal latino triticum grano, frumento: grano delle spiagge
9754 Aegle [Posidionaceae] da Aegle, una delle Naiadi, ninfe delle sorgenti, fiumi e laghi
21718 Aegonychon [Boraginaceae] dal greco αἴξ, αἰγός aix, aigós capra e da ὄνυξ, ὄνυχος ónyx, ónichos zoccolo, unghia: unghia di capra, riferimento all'aspetto dei semi
94 Aegopodium [Apiaceae] dal greco αἴξ, αἰγός aix aigós capra e da πóδιον pódion pedicello (diminutivo di πούς, ποδός poús, podós piede): piè di capra, per la forma delle foglie
95 aegusae (Limonium) genitivo di Aegusa, antico nome latino dell'Isola di Favignana nell'Arcipelago delle Egadi
96 aegyptiacus, a, um (Anchusa, Balanites, Orobanche, Salix, Phelipanche, Helianthemum, Hypericum, Saccharum, Sesban ecc.) da Aegyptus Egitto: egiziano, d'Egitto
7016 aegypticus, a, um (Hypericum, Salvia) da Aegyptus Egitto: egiziano, d'Egitto
6629 aegyptius, a, um (Dactyloctenium, Cynosurus, Capparis) da Aegyptus Egitto: egiziano, d'Egitto
21833 aelleni, ii (Amaranthus ×, Atriplex, Bassia, Caroxylon, Centaurea ×, Erigeron = Psychrogeton, Euphorbia = Tithymalus, Lycopodium, Marrubium, Oxytropis, Salix ×, Salsola, Sclerolaena, Silene, Taraxacum) in onore del botanico svizzero studioso di Chenopodiaceae e Amaranthaceae Paul Aellen (1896-1973) che erborizzò in Iran, Turchia, Turkmenistan, Siria, Iraq, Azerbaijan, Germania, Gran Bretagna, Francia e Svizzera
21834 Aellenia [Chenopodiaceae] in onore del botanico svizzero studioso di Chenopodiaceae e Amaranthaceae Paul Aellen (1896-1973) che erborizzò in Iran, Turchia, Turkmenistan, Siria, Iraq, Azerbaijan, Germania, Gran Bretagna, Francia e Svizzera
97 aelópodus, a, um (Agaricus, Hypholoma) dal greco ἧλος elos chiodo e da πούς, ποδός poús, podós piede, gambo, caule
98 Aeluropus [Poaceae] dal greco αἴλουρος ailouros gatto e da πούς, ποδός poús, podós piede
9642 aemili, ii
  • (Carduus, Centaurea, Eugenia, Scoparia) in onore del botanico svizzero Émile Burnat (1828-1920) che scrisse Flore des Alpes Maritimes
  • (Boletus) in onore del micologo francese Jean Louis Émile Boudier (1828-1920) che identificò questa specie
9086 aemilianus, a, um
  • (Taraxacum) dell'Emilia, regione geografica a sud del Po: emiliano
  • (Spiraea) in onore del botanico tedesco prof. Bernhard Adalbert Emil Koehne (1848-1918)
13521 aemulans
  • (Allium, Pachypleurum, Seseli, Cynanchum, Metastelma, Centaurea ecc.) participio presente di aemulo emulare, rivaleggiare: che sta cercando di eguagliare un'altra specie;
  • (Encephalartos) perché, a differenza delle altre specie congeneri, le dimensioni dei coni femminili e maschili sono simili
13520 aemulus, a, um da aemulo emulare:
  • (Serruria, Adiantum, Cheilanthes, Anthriscus, Centaurea, Hieracium, Dryopteris ecc.) che si sforza di eguagliare un'altra specie simile
  • (Lachnagrostis) perché le glume cercano di eguagliarsi fra loro
99 aeolicus, a, um
  • (Cytisus, Centaurea, Dianthus, Anthemis ecc.) eolico, delle isole Eolie;
  • (Pentachaeta ssp.) dal greco Αἴολος Aiolos Eolo, re dei venti: perché questo taxon è ad impollinazione anemofila;
  • (altre sp.) da αἰόλος aiólos mobile, agitato, variabile (derivato da Αἴολος Aiolos Eolo, re dei venti): perché variabili come il vento
100 Aeonium [Crassulaceae] da aeon traslitterazione latina dal greco ὁ αἰών ho aion sorta di demone di esistenza eterna e quindi la vita eterna stessa, con riferimento alla resistenza della pianta alla siccità
101 aequalis, e (Alopecurus, Geranium, Phygelius, Polygonum) uguale, proporzionato, uniforme
9884 aequicolorum (Caucalis) da aequus eguale e da color colore: degli stessi colori
102 aequidentatus, a, um (Onobrychis, Saxifraga, Hedysarum) da aequus eguale, piano e da dens dente: a denti eguali o appiattiti
22833 aequilaterus, a, um equilatero, da aequus eguale e da latus lato, fianco:
  • (Carpobrotus / Mesembryanthemum) riferimento alla sezione delle foglie aventi la forma di un triangolo equilatero
  • (Philodendron, Piper, Ranunculus) per la presenza di elementi caratterizzati da lati eguali
23233 aequilobiformis, e (Taraxacum) da aequilobum (vedi), epiteto di un'entità congenere, e da forma forma, aspetto, sembianza: simile a quella entità
23232 aequilobus, a, um (Alocasia, Bellucia, Hypecoum, Iris, Maxillaria, Taraxacum, Valeriana ecc.) da aequus eguale e da lobus lobo: con lobi eguali, solitamente riferito alle foglie o ai fiori
7139 aequinoctialis, e (Lemna, Aneilema, Argyrolobium, Cydista ecc.) da aequinoctium equinozio: equinoziale, in senso lato equatoriale (delle regioni prossime all’equatore)
6460 aequitrilobus, a, um (Linaria, Cymbalaria) da aequus eguale, da ter tre e da lobus lobo: con tre lobi eguali
9960 aequoreus, a, um (Heliotropium, Cymodocea, Gelonium, Suregada) da aequor la superficie del mare e il mare stesso: del mare, marino
12913 Aerangis [Orchidaceae] dal greco ἀήρ aér aria e da ἄγγος àngos vaso, recipiente: vaso d'aria, per l'aspetto del labello che mostra una sorta di piccola coppa piena d'aria
13668 aeranthe (Anthurium) dal greco ἀήρ aér aria e da άνϑοϛ ánthos fiore: perchè queste piante traggono nutrimento dall’aria, in habitat umidi
6933 Aeranthes [Orchidaceae] dal greco ἀήρ aér aria e da άνϑοϛ ánthos fiore: perchè queste orchidee traggono nutrimento dall’aria, in habitat umidi
13667 aeranthos (Tillandsia, Begonia, Pourretia, Anoplophytum) dal greco ἀήρ aér aria e da άνϑοϛ ánthos fiore: perchè queste piante traggono nutrimento dall’aria, in habitat umidi
103 aéreus, a, um (Artabotrys, Delosperma, Desmoncus, Paepalanthus, Peperomia, Piper, Quercus, Sapium, Taraxacum - Boletus ecc.) da aes-aeris bronzo: color del bronzo, bronzeo
104 aérinus, a, um (Callistosporium var.) da aerinus del colore del cielo, azzurro
105 aerugíneus, a, um (Linaria - Russula) da aerugo-aeruginis ruggine, verderame: per il suo colore verdazzurro
106 Aeruginóspora [Tricholomataceae] da aerúgo, aerúginis ruggine (del rame), il verderame e dal greco σπορά sporá spora, seme
107 aerumbonátus, a, um dal greco αἴρω áiro io sollevo, tolgo e dal latino úmbo umbone: privo di umbone
13139 Aerva [Amaranthaceae] da aerua, arua, eroua nomi arabi di una pianta di questo genere
10784 Aeschynanthus [Gesneriaceae] dal greco αισχυνω aischyno mi vergogno e da ἄνϑοϛ ánthos fiore: dai fiori pudibondi
11359 Aeschynomene [Fabaceae] dal greco αισχύνη aischýne pudore, vergogna e da μένος ménos anima: persona pudica, per le foglie sensitive, che si chiudono toccandole
12327 aeschynomenes (Colletotrichum) da Aeschynomene (vedi) genere di piante ospiti di questo fungo
108 aésculi (Aecidium, Daedalea, Bisporella ecc.) genitivo di aésculus ischio o rovere: fungo dell'ischio o del rovere
109 Aesculus [Hippocastanaceae] da Aesculus specie di quercia che cresce sui monti sacra a Giove (forse Quercus robur?), nome utilizzato da Linneo assegnandolo a questo genere
9595 aesontinus, a, um (Ranunculus) da Aesontium nome latino del fiume Isonzo, che nasce in Slovenia e sfocia in Friuli-Venezia Giulia: del fiume Isonzo
110 aestivális, e estivo, dell'estate:
  • (Adonis, Allium, Benzoin, Carex, Gaillardia, Pelargonium, Solidago, Spiranthes ecc.) che fiorisce d'estate
  • (Boletus, Bovista, Ciboria, Hebeloma, Psalliota ecc.) che si manifesta d'estate
7167 aestivus, a, um (Allium, Asphodelus, Erica, Lampranthus, Leucojum, Potentilla, Taraxacum, Triticum - Inocybe, Lactarius, Mycena, Rhizopogon, Tuber ecc.) estivo, per la stagione di crescita o fioritura
111 aéstuans
  • (Bejaria, Corchorus) da aéstuo io ardo: bruciante, piccante: le loro foglie vengono utilizzate come condimento nella cucina asiatica;
  • (Agaricus = Gyrophila = Tricholoma) per la carne dal sapore amarognolo poi immediatamente acre
112 aetaliae (Centaurea) genitivo di Aetalia (forma scorretta per Aethalia), latinizzazione del nome che i greci attribuirono all'isola d'Elba: elbano, dell'Elba
8612 aethaliae (Festuca gamisansii ssp.) genitivo di Aethalia, latinizzazione del nome che i greci attribuirono all'isola d'Elba: dell'Elba. Durante l'Antichità classica l'isola era chiamata Aithàle (Αιθάλη), Aithàleia (Αιθάλεια) e Aithalìa (Αιθαλία), tutti nomi derivanti dal termine greco αἰϑᾰλόειϛ aithàleis fuliggine, in riferimento alle attività di lavorazione del ferro estratto nelle miniere elbane. Per i Latini era invece Ilva, toponimo di probabile origine preromana, che durante il Medioevo si trasformò in Ilba e Helba.
8150 Aetheorhiza [Asteraceae] dal greco ἀήθης aethes insolito e ῥίζα rhíza radice: con radici insolite
11720 Aetheorrhiza forma ortograficamente scorretta per Aetheorhiza (vedi)
6549 Aethionema [Brassicaceae] dal greco ἀήθης aethes insolito e νῆμα nēma filo: per gli stami congiunti tra loro in basso aventi un filamento alato o dentato
6258 aethiopicus, a, um
  • (Antholyza, Chasmanthe, Hypericum, Hibiscus, Justicia, Stachys, Zantedeschia, Asparagus ecc.) da Aethiopia Etiopia: etiopico, e più in generale africano, come ad es. Zantedeschia a. originaria della zona di Capetown
  • (Trichoderma) con riferimento alla nazione in cui è stato scoperto per la prima volta questo fungo (da una relazione dell’autore)
12328 aethiopium (Borassus) da Αἰϑιοπία Aethiopía Etiopia: etiopico, anche nel senso di africano in generale
113 aethíops, is, e
  • (Salvia, Pycreus, Kirschsteiniothelia - Entoloma) dal greco Αἰϑιοψ Aithiops (derivato da αἰϑός aithós bruciato, bruno e ὄψις opis volto, oppure dall’arabo atiób, paese degli aromi) che individuava gli africani (da Aithiops deriva il termine geografico “Αἰϑιοπία Aethiopia"): etiopico, ma anche africano in generale;
  • (Cereus) forse per il colore scuro della colonna e delle spine (trattasi di pianta originaria del Sudamerica)
12329 aethiopum (Kiggelia, Sotor, Euphorbia) genitivo plurale latinizzato dal greco Αἰϑιοψ Aithiops etiope (derivato da αἰϑός aithós bruciato, bruno e ὄψις opis volto): 'degli etiopi', in senso più esteso 'degli africani'
7764 aethnensis, e (Viola, Senecio squalidus ssp.) da Aetna Etna: etneo, dell'Etna
114 Aethusa [Apiaceae] dal greco αἰθυσσω aithusso mi agito, tremolo, per le ombrelle che si agitano al vento. Per David Gledhill e A. Gentil deriva dal greco αιθω, -ων aitho –on che significa bruciante, per il succo acre e velenoso
8360 aethusanus, a, um (Allium) da Αἰθοῦσσα Aethusa che era l’antico nome dell'odierna Linosa, isola siciliana in provincia di Agrigento: di Linosa
115 aetítes (Mycena) dal greco ἀετός aetós aquila: del colore dell'aquila, scuro
116 aetnénsis, e (Sedum, Anthemis, Berberis, Galium, Genista, Senecio, Celtis, Rumex, Scleranthus, Viola, Spartium ecc.) da Aetna Etna: del monte Etna
23681 aetneus, a, um (Hypericum, Rubus, Umbilicus) da Aetna Etna, vulcano siciliano in provincia di Catania sulle cui pendici crescono questi endemismi
6843 aetnicus, a, um (Galium, Rubus) da Aetna Etna: dell'Etna, vulcano della Sicilia
117 afer, ra, rum, rus (Ptilostemon, Costus, Portulacaria, Plantago, Artemisia, Ischaemum, Lycium ecc.) dell'Africa, africano
6679 affinis, e
  • (Carduus, Dryopteris, Thunbergia, Asclepias, Exacum, Melandrium, Aloe, ecc.) affine, parente (ad altra specie simile);
  • (Macrolepiota) affine: per la sua somiglianza con Macrolepiota procera
118 afflátus, a, um (Scirpus, Eleocharis) da áfflo io soffio: rigonfiato
1937 afflíctus, a, um (Piper) da afflígo rovinare, deprimere, abbattere: malridotto, abbattuto
11007 affomarcoi (Sedum) ibrido dedicato a Marco Afferni, chiamato familiarmente Affo, (1985-2009), figlio di uno degli autori, perito in un incidente stradale
119 affricátus, a, um (Omphalina = Agaricus) da affríco io stropiccio: stropicciato
12844 Aframomum [Zingiberaceae] da afro prefisso che indica una provenienza africana e Amomun (vedi) pianta aromatica dell’Asia meridionale
16530 africana-lutea (Salvia) da africanus africano e da luteus giallo: gialla e africana
6713 africanus, a, um (Commelina, Commiphora, Malcolmia, Tamarix, Aspharagus, Cyclamen, Eriocephalus, Aloe, Celtis, Gossypium herbaceum ssp. - Strelitziana ecc.) africano, d'Africa
13837 Afroaster [Asteraceae] da afro prefisso che indica una provenienza africana e dal genere Aster (vedi): pianta africana simile a un Aster
14348 Afrocarpus [Podocarpaceae] da Africa e da Podocarpus (vedi): equivalente africano del Podocarpus
11368 afzeli, ii (Anubias, Dalbergia, Crotalaria, Euphorbia, Vigna, Strychnos ecc.) in onore del botanico svedese Adam Afzelius (1750-1837), ultimo allievo di Linneo, che erborizzò in Africa occidentale
12012 afzelia (Richea, Gerardia) in onore del botanico svedese Adam Afzelius (1750-1837), ultimo allievo di Linneo, che erborizzò in Africa occidentale
11367 Afzelia [Fabaceae] genere dedicato al botanico svedese Adam Afzelius (1750-1837), ultimo allievo di Linneo, che erborizzò in Africa occidentale
11291 afzelianus, a, um (Kalanchoe, Cassia, Eriocaulon, ecc.) in onore del botanico svedese Adam Afzelius (1750-1837), ultimo allievo di Linneo, che erborizzò in Africa occidentale
12330 Afzeliella [Melastomataceae] genere dedicato al botanico svedese Adam Afzelius (1750-1837), ultimo allievo di Linneo, che erborizzò in Africa occidentale
11511 Agalinis [Scrophulariaceae] dal greco ἀγᾰνός aganós amabile, dolce, blando, propizio e da λίνον línon lino: che ricorda un ottimo lino
11156 Agapanthus [Alliaceae] dal greco ἀγάπη agàpe oggetto d'amore e da ἄνϑοϛ ánthos fiore: dai fiori che suscitano amore
11237 agardhi, ii (Oscillatoria, Inocybe = Pholiota) in onore del botanico svedese Carl Adolph Agardh (1785-1859), specialista di alghe
12331 Agardhia [Vochysiaceae] genere dedicato al botanico svedese Carl Adolph Agardh (1785-1859), specialista di alghe
12332 agardhianus, a, um
  • (Aspalathus, Crassula, Mentha) in onore del botanico svedese Carl Adolph Agardh (1785-1859), specialista di alghe;
  • (Lupinus) in onore del botanico svedese Jacob Georg Agardh (1813-1901), figlio di Carl Adolph, fondatore del Lund Botanical Garden ed anche lui specialista di alghe
12333 Agardhiella [Soleriaceae] genere dedicato al botanico svedese Jacob Georg Agardh (1813-1901), figlio di Carl Adolph, fondatore del Lund Botanical Garden e anche lui specialista di alghe
12334 agardhiellae (Acrochaetium = Audouinella) in onore del botanico svedese Carl Adolph Agardh (1785-1859), specialista di alghe
12335 Agardhina [Hapalidaceae] genere di alghe dedicato al botanico svedese Carl Adolph Agardh (1785-1859), specialista di alghe
12336 Agardhinula [Rhodymeniales] genere dedicato al botanico svedese Jacob Georg Agardh (1813-1901), figlio di Carl Adolph e come lui specialista di alghe, fondatore del Lund Botanical Garden
121 agaricoídes (Calvatia, Endopthychum, Helvella, Verpa ecc.)da Agáricus (vedi) agarico e dal greco εἷδος eidos sembianza: simile a un agarico
122 Agáricus [Agaricaceae] dal greco αγαρικόν agarikón agarico, fungo degli Agari, perché secondo il medico, farmacista e botanico greco Dioscoride veniva importato da Agaria, paese dei Sarmati
12940 Agarista [Ericaceae] dal nome di ῎Αγαρίστη Agariste mitica figlia del re Clistene VI sec. a.C.
16675 Agastache [Lamiaceae] dal greco ἄγαν agan molto, troppo e da στάχυϛ stáchys spiga: per le numerose infiorescenze a spiga
12337 Agathosma [Ranunculaceae] dal greco ἀγαθός agathós buono e ὀσμή osmé odore: per il piacevole profumo aromatico di alcune specie di questo genere
123 agathósmus, a, um (Hygrophorus) dal greco ἀγαθός agathós buono e ὀσμή osmé odore: profumato
12939 Agauria [Ericaceae] dal greco ἀγαυρός agauròs splendido, superbo
124 Agave [Agavaceae] dal greco ἀγαυός agauόs ammirabile, glorioso, illustre, nobile: per l’aspetto spettacolare dell’Agave sisalana in fiore. Nella mitologia greca, Agave (in greco Ἀγαυή Agayé), figlia di Cadmo re di Tebe e di sua moglie Armonia, fu moglie di Echione, dal quale ebbe una figlia, Epiro, e un figlio, Penteo, ucciso da lei stessa, invasata dalla furia dell’estasi dionisiaca
20223 Agelaea [Connaraceae] dal greco ἀγελαῖοϛ agelaĩos appartente al gregge, gregario
20224 agelaeus, a, um (Lecanora, Lichen, Meliola, Opegrapha, Peltigera, Phlyctis ecc.) dal greco ἀγελαῖοϛ agelaĩos appartente al gregge, gregario
8028 agenensis, e (Tulipa) da Agen, città nel sud-ovest della Francia
10481 ageratifolius, a, um (Achillea) da Ageratum (vedi) agerato, genere delle composite, e folium foglia: con foglie da agerato
8456 Ageratina [Asteraceae] diminutivo di Ageratum (vedi) agerato, genere delle composite: simile a un piccolo agerato
11793 ageratoides (Conyza, Hieracium racemosum ssp.) da Ageratum (vedi) genere delle Asteraceae e dal suffisso greco εἶδος eidos aspetto: simile a un agerato
125 Ageratum [Asteraceae] dal prefisso privativo greco α- a- senza e da γῆρας ghéras vecchiaia: che non invecchia, perché i fiori durano a lungo anche da secchi
12338 ageratus, a, um (Achillea, Santolina, Conforata) dal prefisso privativo greco α- a- senza e da γῆρας ghéras vecchiaia: che non invecchia, perché i fiori durano a lungo anche da secchi
15725 ageri, ii (Vicia, Ranunculus) in onore di Nikolaus Ager (detto anche Nicolas o Nicholas e Agerius o Acker, in italiano Niccolò Agerio) (1658-1734), francese dell’Alsazia, professore di medicina e di botanica a Strasburgo, corrispondente del Bauhin
15726 ageria (Paederota, Wulfenia) in onore di Nikolaus Ager (detto anche Nicolas o Nicholas e Agerius o Acker, in italiano Niccolò Agerio) (1658-1734), francese dell’Alsazia, professore di medicina e di botanica a Strasburgo, corrispondente del Bauhin
15727 Ageria [Aquifoliaceae] genere dedicato da M. Adanson a Nikolaus Ager (detto anche Nicolas o Nicholas e Agerius o Acker, in italiano Niccolò Agerio) (1658-1734), francese dell’Alsazia, professore di medicina e di botanica a Strasburgo, corrispondente del Bauhin
11238 aggregatus, a, um
  • (Lyophyllum, Alchemilla, Hormuzakia, Berberis, Gilia, Cyperus ecc.) messo insieme, cespitoso, aggregato, associato, riunito
  • (Sinningia) per i numerosi fiori aggregati nell'ascella delle foglie
9163 aginnensis, e (Taraxacum) da Aginnum (attualmente Agen, dipartimento Lot-et-Garonne, Aquitania) che fu capitale dell'antica provincia francese dell'Agenois o Agenais
127 agnátus, a, um (Anthurium, Pinguicola, Eucalyptus, Rubus ecc.) da adnáscor io nasco in sovrappiù: sovraggiunto
8084 agnus-castus (Vitex) dal greco α- a- particella privativa e γόνος gónos stirpe: senza prole, casto, sterile, ulteriormente rafforzato da castus casto. La pianta già presso gli antichi godeva fama di anafrodisiaco e appare nella letterature greca come ἀγνός hagnós = puro, casto o ἄγιος hagiós sacro, santo", vocabolo ripreso successivamente da Plinio e interpretato come agnus agnello, trasmesso poi con tale significato negli scritti medioevali come simbolo della purezza (Albertus Magnus) con l'aggiunta di castus casto.
8127 agrarius, a, um (Euphorbia, Fumaria, Barbula, Trifolium) da ager campo, campagna: dei campi, di campagna
129 agrestis, e (Rosa, Veronica, Astragalus, Fritillaria, ecc.) da ager, agri campo, campagna: agreste, campagnolo
23656 agricola (Berberis, Cardiandra ×, Jacquemontia, Panicum ssp., Silene) da ager, agri campo, podere, coltivo e da colo abitare: che vegeta nei coltivi
14956 agrigentinus, a, um (Allium, Cracca, Ervum, Lavatera = Malva, Salsola = Caroxylon, Silene, Vicia ecc.) dei dintorni di Agrigento, città e provincia siciliana
130 Agrimonia [Rosaceae] distorsione di argemónia, dal greco ἀργεμόν árgemon leucoma dell'occhio, poiché si pensava che la pianta fosse curativa della cateratta degli occhi. Per altri invece dal greco ἄγριος agrios selvaggio e μόνοσ monos solitario, per indicare una pianta di luoghi selvaggi e solitari o dal latino agri moenia difensore dei campi
12340 agrimonioides (Acaena, Sanguisorba, Verbascum ecc.) dal nome del genere Agrimonia (vedi) e dal greco εἶδος eidos sembianza: simile all'Agrimonia
131 agrimonoides (Aremonia, Geum, Potentilla, Cenchrus ecc.) dal nome del genere Agrimonia (vedi) e dal greco εἷδος eidos sembianza: simile all'Agrimonia
132 Agrócybe [Strophariaceae] dal greco ἀγρός agrós campo e κύβη cýbe testa (cappello): testa dei campi, cappello dei campi
8116 Agropogon [Poaceae] dal greco ἀγρός agrós campo e πώγων pógon barba: barba dei campi
11722 agropyroides (Avena, Avenastrum, Avenochloa, Elymus ecc.) da Agropyron (vedi) genere delle Poaceae e dal greco εἶδος eidos aspetto: simile ad Agropyron
8113 Agropyron [Poaceae] dal greco ἀγρός agrós campo e πυρός pyrós grano, frumento: grano dei campi
11721 Agropyrum errata grafia per Agropyron (vedi)
133 Agrostémma [Caryophyllaceae] dal greco ἀγρός agrós campo e στέμμα stémma corona, perché Linneo riteneva questa pianta adatta a fare ghirlande
8398 agrostideus, a, um (Aira, Airopsis, Avena, Panicum, Podosemum, Trisetum ecc.) da Agrostis (vedi) e dal greco εἷδος eidos aspetto: simile a un'Agrostis
14688 agrostiflorus, a, um (Agrostis, Calamagrostis) da Agrostis (vedi) e da flos, floris fiore: con spighette simili a quelle di Agrostis
134 Agrostis [Poaceae] dal greco ἀγρός agrós campo e ὄστις ostis pronome generico: quella dei campi
12488 ailanthifolius, a, um errata grafia per ailantifolius (vedi)
11197 ailanthoides (Zanthoxylum) da Ailanthus (vedi) genere delle Simarubaceae e dal greco εἷδος eidos aspetto: simile a un Ailanthus
135 Ailánthus [Simaroubaceae] alterazione di aillanitol, nome con cui viene chiamata la pianta nelle isole Molucche che significa raggiungere il cielo (da cui il nome inglese Tree of Heaven e il nome volgare italiano Albero del paradiso)
11198 ailantifolius, a, um (Juglans, Euodia) da Ailanthus (vedi) e da folium foglia: con foglie come quelle dell'ailanto
16006 Ailantus grafia alternativa utilizzata da De Candolle (DC.) per Ailanthus (vedi)
12180 Ainsliaea [Asteraceae] genere dedicato al britannico sir Whitelaw Ainslie (1767-1837), chirurgo della East India Company, autore di trattati di medicina e di Treatise upon Edible Vegetables
136 Aira [Poaceae] da αιρα aira nome greco di un erba simile al loglio
137 airoides (Festuca, Agrostis, Avena, Statice ecc.) da Aira (vedi) una graminacea e dal greco εἷδος eidos apparenza: simile a un'Aira
8117 Airopsis [Poaceae] da Aira un genere delle poacee e dal greco ὄψις ópsis aspetto, somiglianza: simile a un'Aira
23106 Aizoanthemopsis [Aizoaceae] dal genere Aizoanthemum (vedi) e dal greco ὄψις ópsis aspetto, sembianza: simile a quel genere
8151 Aizoanthemum [Aizoaceae] dal prefisso greco αει- aéi- sempre, ζωο zóo io vivo e ἄνθεμον ánthemon fiore: dai fiori durevoli
6673 aizoides (Antennaria, Arabis, Draba, Saxifraga, Aichryson × ecc.) da Aizoon (vedi), genere delle Aizoaceae, e dal greco εἶδος eidos aspetto: simile a un Aizoon
12341 aizóon (Saxifraga) dal greco ἀείζωον aeízoon semprevivo, formato dal prefisso αει- aéi- sempre e da ζῷον zóon (essere) vivente
138 Aizóon [Aizoaceae] dal greco ἀείζωον aeízoon semprevivo, formato dal prefisso αει- aéi- sempre e da ζῷον zóon (essere) vivente
6361 ajacis (Consolida, Delphinium ecc.) genitivo di Aiax Aiace, nome di due mitici eroi omerici: d'Aiace
9702 Ajax [Amaryllidaceae] genere dedicato a un Aiace, nome di due eroi omerici che parteciparono all'assedio di Troia
6551 Ajuga [Lamiaceae] dal prefisso a- privativo e jugum giogo: per indicare probabilmente l'assenza del labbro superiore della corolla
20226 akaka (Allium) secondo Reinhard M. Fritsch e Mehrdad Abbasi1 l'epiteto si riferisce probabilmente a un nome locale, come chiaramente indicato dalla forma non declinata e dalla iniziale maiuscola del nome nella descrizione originale. La derivazione dal greco ἄκᾰκος ákakos innocuo, inerme, sarebbe convincente se rispettasse la concordanza col neutro di Allium uscendo in -akon o in -akum
6650 Akebia [Lardizabalaceae] nome latinizzato dal giapponese akebi con cui vengono chiamati i frutti dell’Akebia quinata
139 akenocarpus, a, um (Euphorbia) dal greco ἄ-κενος a-kenos privo di vuoti, di cavità e καρπός carpόs frutto: con frutti pieni, indeiscenti
140 alabastrínus, a, um (Kickxella, Pachydisca ecc.) dal greco ἀλάβαστρος alábastros alabastro
12906 Alafia [Apocynaceae] dal nome vernacolare malgascio
9885 alagnensis, e (Caulinia, Najas) di Alagna in provincia di Pavia oppure di Alagna Valsesia in provincia di Vercelli, Piemonte
14229 Alangium [Cornaceae] da alangi o alangolam, nome vernacolare del Malabar (Stato di Kerala, India) dell’Alangium salviifolium
12553 Alania [Anthericaceae] genere dedicato al botanico inglese Allan Cunningham (1791–1839), che erborizzò in Brasile, studiò la flora australiana e neozelandese e fu Sovrintendente dei Botanical Gardens di Sydney
12870 Alantsilodendron [Fabaceae] dal nome malgascio alantsili che indica la foresta secca e dal greco δένδρον déndron albero: albero della foresta secca
7677 alaternus (Rhamnus) da alaternus linterno, nome di un arbusto citato da Plinio; fu usato da Linneo per l'assonanza con alternus ossia alternato, riferito alle foglie alterne della specie
7355 alatus, a, um
  • (Gladiolus, Nepenthes, Ammobium, Scrophularia, Crassula, Nicotiana ecc.) alato, che presenta delle ali;
  • (Bulbine, Sesamum) per i semi alati;
  • (Schrebera, Thunbergia) per i piccioli fogliari alati;
  • (Euphorbia, Pseudorhipsalis, Ruschia) per i rami alati;
  • (Erythrophysa) per il rachide alato;
  • (Myrmecodia) per le creste sul caudice (porzione inferiore rigonfia del fusto)
10676 albanus, a, um
  • (forse Berengeria = Hagenia = Rinodina) di Albano di Lucania, comune italiano della provincia di Potenza in Basilicata;
  • (Androsace, Allium) dalle antiche Porte Albane (Pylae Albaniae), nel Daghestan russo
13830 albaredanus, a, um (Hieracium laevigatum ssp.) Engler in das Pflanzenreich (Compositae, Hieracium) come provenienza di questo taxon indica un'inesistente Albareda (BG), probabilmente si tratta invece di Albaredo per San Marco (SO), zona confinante con il territorio bergamasco
142 Albatréllus [Albatrellaceae] da albatrello (alberello) nome italiano generico di fungo e in particolare del fungo edule Boletus scaber)
11239 albatus, a, um
  • (Gnaphalium, Echinocactus, Juttadinteria, Celastrus ecc.) da álbus bianco: sbiancato, riferito di solito al colore del fiore;
  • (Crepidotus, Entoloma, Physcia, Tricholoma ecc.) per il colore del carpoforo
143 albéllus, a, um (Croton, Lecanora, Sedum ecc.) diminutivo di álbus bianco: bianchiccio, quasi bianco
144 albenensis, e (Primula) del Monte Alben, in provincia di Bergamo
12346 albertensis, e
  • (Lupinus) originario dell’Alberta, provincia del Canada;
  • (Panicum) di Albert, cittadina del New South Wales, Australia;
  • (Aridaria, Conophytum, Ebberlanzia, Helichrysum, Mesembryanthemum, Nycteranthus, Ruschia, Euphorbia) in onore di Francis Albert Augustus Charles Emmanuel (1819-1861) principe di Sassonia Coburgo Gotha, principe consorte della regina Vittoria
  • (Euphorbia) dalla località di Prince Albert, Sudafrica
12347 alberti, ii
  • (Hieracium, Orchis) in onore di sant’Alberto Magno (~1200-1280), protettore delle scienze
  • (Agaricus) dedicato dal micologo francese Marcel Bon al micologo ceco Albert Pilat (1903-1974)
  • (Ceropegia fusca ssp.) dal nome del suo scopritore nelle isole Canarie: Albert Leroy
  • (Stelis) in onore di Albert Bruchmueller che raccolse l’olotipo
  • (Allium, Chloris, Eminium, Eremurus, Helicophyllum, Arctium = Cousinia ecc.) in onore del medico e botanico russo (Johann) Albert von Regel (1845-1909), figlio di Eduard August von Regel che erborizzò in Turkestan, Cina, Kazakistan, Afghanistan
  • (Artemisia ×) dedicata dal botanico francese Marcel Georges Charles Petitmengin (1881-1908) alla famiglia Albert di l’Echalp (Hautes Alpes) che l’ospitò durante le sue esplorazioni botaniche
  • (Serapias ×) in onore del botanico francese Jacques Antoine Abel Albert (1836-1909), autore del Catalogue des Plantes Vasculaires: qui croissent naturellement dans le département du Var
  • (Cortinarius) in onore dello scienziato ungherese Laszlo Albert (1967-), possessore di questo fungo nella sua raccolta personale
  • (Mentha) specie dedicata da padre Sennen (Étienne Marcelin Grenier-Blanc) ad Alberto I, re del Belgio
  • (Acarospora) specie dedicata dal botanico e lichenologo portoghese Gonçalo António da Silva Ferreira Sampaio (1865-1937) alla memoria dell’adorato figlio Alberto
  • (altro?) in onore di Francis Albert Augustus Charles Emmanuel (1819-1861) principe di Sassonia Coburgo Gotha, principe consorte della regina Vittoria
  • (Acantholimon, Anacamptis x, Calathea, Cardamine, Caryota, Cattleya ×, Centaurea, Chrysosplenium, Dorstenia, Elle Acantholimonanthus, Fusarium, Gymnospermium, Goeppertia, Henningia, Lepisorus, Maranta, Maxillaria, Neocodon, Palisota, Pleuranthium, Poa ecc.) da definire
10767 albertianus, a, um
  • (Marasmius) probabilmente dall’Albert National Park nello Zaire, dove è stato raccolto
  • (Ophrys ×) in onore del botanico e micologo italiano Antonio Alberti (‘Florentino Real’ 1785-1861) autore di Del modo di conoscere i funghi mangerecci e distinguerli dai sospetti o velenosi
  • (Picea glauca var.) in onore di Augustus Albert Francis Charles Emmanuel (1819-1861) principe di Sassonia Coburgo Gotha, principe consorte della regina Vittoria
  • (Aristolochia, Achillea, Crotalaria, Tillandsia) in onore del botanico sudamericano Alberto Castellanos (1896-1968) specialista di cactacee che raccolse piante in Sudamerica e autore di Genera et Species Plantarum Argentinarum
  • (Phragmipedium caudatum var.) varietà dedicata ad Albert, figlio unico di Albert Eugene Victor Jules Hye de Crom, con l'augurio di diventare un florista amatoriale altrettanto famoso e appassionato del padre
  • (Abies = Tsuga, Cypripedium, Erythroxylum, Peperomia, Picea alba var. ecc.) da stabilire
12348 albertinus, a, um (Draba) originario della provincia canadese Alberta
14125 albertisi, ii (Myrmecodia) in onore del naturalista, etnografo ed esploratore italiano Luigi Maria d’Albertis (1841-1901), che esplorò le foreste della Nuova Guinea
12342 Albertisia [Menispermaceae] genere dedicato da O. Beccari al naturalista, etnografo ed esploratore italiano Luigi Maria d’Albertis (1841-1901), che esplorò con lui le foreste della Nuova Guinea
12343 albertisianus, a, um (Ptychococcus, Dillenia, Bacularia, Dendrobium undulatum var.) in onore del naturalista, etnografo ed esploratore italiano Luigi Maria d’Albertis (1841-1901), che esplorò le foreste della Nuova Guinea
145 albéscens
  • (Koeleria, Antennaria, Aster, Chionodoxa, Commelina, Kniphofia) da albésco divento bianco: bianco, biancastro, di solito riferito ai fiori;
  • (Agave) per il colore delle foglie;
  • (Mammillaria decipiens ssp.) per il colore delle spine
146 albicans
  • (Iris, Plantago, Sesleria, Agropyron, Asclepias) da álbus bianco: biancastro;
  • (Mammillaria) per le spine biancastre
16107 albicaulis, e (Achillea, Anthurium, Cereus, Oenothera, Pinus, Leucocraspedum, Mentzelia, Salvia ecc. - Hydrocybe) da álbus bianco e da caulis gambo, stelo: dallo stelo o tronco o gambo biancastro
14623 albidior (Agave mitis var.) comparativo di albidus (vedi): più pallido, biancastro o bianchiccio
147 albídipes (Boletus, Coltricis, Cortinarius, Suillus ecc.) da álbidus bianco e pes piede: per il colore del gambo
148 albidodíscus, a, um (Inocybe, Cortinarius) da álbidus bianco e díscus disco: con il disco bianco o più chiaro del resto del cappello
149 albídulus, a, um (Notholaena, Hieracium, Begonia - Biatorella, Agaricus, Cortinarius, Lachnum) diminutivo di álbidus bianco: bianchiccio
150 álbidus, a, um
  • (Arabis, Crepis, Pseudorchis, Cistus, Limonium - Boletus, Antrodia, Ascobolus, Hydnum ecc.) bianco, biancastro, bianchiccio;
  • (Faidherbia) con lo stelo bianco;
  • (Aloe, Dischidia, Erythronium, Luzula, Polygala ecc.) con fiori bianchi;
  • (Pseudorchis) per il colore bianco-giallastro dei fiori;
  • (Sassafras) per il colore della faccia inferiore delle foglie;
  • (Machairophyllum) per il colore biancastro delle foglie cerose
  • (Tuber) per il colore della gleba giovane
6420 albiflorus, a, um (Crocus, Nemesia, Rhododendron, Hemizygia, Hieracium, Chironia, Jonopsidium, Moraea ecc.) da albus bianco e flos, floris fiore: dai fiori bianchi
12769 albiflos (Haemanthus, Clerodendron, Paeonia, Pitcairnia, Primula ecc.) da albus bianco e flos, floris fiore: dal fiore bianco
9695 albifrons (Lupinus, Actinodaphne, Hydrophyllum) da álbus bianco e frons fronda: con fogliame (o fiori) bianchi
9630 albinus, a, um (Hieracium, Xanthium, Didymocarpus, Octomeria, Utricularia - Codonoboea, Agaricus, Ascolobus, Lycoperdon, Clitocybe ecc.) da albus bianco: biancastro, albino
151 álbipes (Agaricus, Hygrophorus, Entoloma, Hebeloma ecc.) da álbus bianco e pes pedis piede: con il gambo biancastro
152 albíssimus, a, um (Urceolaria, Diploschistes, Graphis, Leucopaxillus, Lepiota ecc.) superlativo di álbus bianco: bianchissimo
6553 Albizia [Fabaceae] ricorda il nobile fiorentino Filippo degli Albizzi che nel 1749 introdusse l’Albizia julibrissin a Firenze, reduce da un viaggio a Costantinopoli
8153 Albizzia La grafia accettata per questo genere è Albizia (vedi)
17846 albo-tremulus, a, um (Populus) albus (vedi) e da tremulus (vedi), entrambi epiteti di specie del genere Populus: per i caratteri intermedi fra quelli delle due specie
10122 albofloccosus, a, um (Amanita, Psathyrella, Russula ecc.) da albus bianco e da flóccus fiocco: cosparso di fiocchi bianchi
13810 albolanatus, a, um (Hieracium villosum ssp., Mimosa, Onopordon, Senecio ecc.) da albus bianco e lanatus lanoso, lanuto: coperto da abbondanti peli bianchi
14488 albomarginatus, a, um (Euphorbia, Barleria, Agave, Amaranthus, Taraxacum, Callitriche, Sedum, Cyperus, Scilla, Iris, Romulea, Bambusa, Panicum ecc.) da albus bianco e da marginatus orlato: orlato di bianco, riferimento alle foglie
11240 alboniger, era, erum
  • (Carex, Lagenocarpus, Scleria) da álbus bianco e niger, nigra, nigrum nero: bianco e nero;
  • (Agaricus, Calicium, Russula ecc.) per le lamelle bianche ed il cappello nerastro
10498 albotremula (Populus ×) fusione di due epiteti alba e tremula associati a due specie di Populus: pioppo bianco-tremulo
11241 alboviolaceus, a, um (Cortinarius, Monilia ecc.) da álbus bianco e violaceus violetto: color lilla biancastro
8473 Albuca [Hyacinthaceae] da albus bianco
22962 albulensis, e (Malva, Taraxacum) del Passo dell'Albula (Albulapass in tedesco), un valico alpino del Canton Grigioni (Svizzera, 2.312 m s.l.m.) ove venne rinvenuto l'olotipo
153 álbulus, a, um (Narcissus, Hieracium, Astragalus, Polypodium, Rubus, Buellia, Lecanora, Puccinia ecc.) diminutivo di álbus bianco: bianchiccio
9834 alburnicus, a, um (Campanula) del monte Alburnus, oggi Monte di Postiglione, dell'antica Lucania nella catena del sub-appennino lucano. Attualmente i monti Alburni sono completamente in territorio campano (SA)
154 albus, a, um
  • (Amaranthus, Arrhenatherum, Artemisia, Asparagus, Asphodelus, Basella, Bryonia, Calochortus, Carex, Chenopodium, Cornus, Dictamnus, Drosera, Lamium, Melilotus, Mycena, Orobanche, Populus, Quercus, Rhododendron, Sedum, Veratrum, Viscum ecc. - Amanita, Amanitopsis, Lepiota, Tricholoma ecc.) color bianco (opaco) riferito ai fiori, alla corteccia, ecc.;
  • (Abies) per il colore bianco-grigio argenteo della corteccia degli esemplari giovani;
  • (Crassula) epiteto inappropriato perché i petali sono rossi
155 alcálinus, a, um
  • (Ammannia, Paspalum, Primula) dal latino scientifico moderno alcalinus alcalino, derivato dall'arabo al-qáli potassa;
  • (Mycena, Entoloma = Agaricus) per il forte odore di ipoclorito
12579 alcea (Malva) dal greco ἀλκε alké rimedio; secondo alcuni testi ἀλκέα alkéa era l'antico nome greco, usato da Dioscoride, per un tipo di malva
156 Alcéa [Malvaceae] dal greco ἀλκέ alké rimedio; secondo alcuni testi, ἀλκέα alkéa era l'antico nome greco, usato da Dioscoride, per un tipo di malva
157 Alchemílla [Rosaceae] Secondo Giuseppe Dalla Fior dall’arabo alkemelyck alchimia, perché gli alchimisti impiegavano nella ricerca della pietra filosofale le stille d'acqua che si generano all'apice dei denti delle foglie per il fenomeno della guttazione, particolarmente frequente e vistoso nelle piante di Alchemilla; A. Coombes precisa che il modo in cui le foglie idrorepellenti respingono l’acqua era considerato magico
15756 alcicornis, e (Bulbophyllum, Crassula, Dryopteris, Oncidium, Phalaenopsis, Platycerium, Senecio ecc.) da alces alce e da cornū corno: che richiama le corna di un alce
158 Aldovranda grafia errata per Aldrovanda: genere dedicato al naturalista, botanico ed entomologo italiano Ulisse Aldrovrandi (1522-1605), detto anche Aldovrandi
8118 Aldrovanda [Droseraceae] genere dedicato al naturalista, botanico ed entomologo italiano Ulisse Aldrovandi (1522-1605)
13564 Aldrovandia [Droseraceae] variante grafica per Aldrovanda (vedi)
9579 aleae (Ranunculus) di Aléa (in greco: Αλέα) comune greco della prefettura dell'Argolide
7683 alectorolophus (Rhinanthus) dal greco ἀλεκτορ alektor gallo e da λόφος lóphos cresta: cresta di gallo, per una certa somiglianza con il fiore, in particolare le brattee seghettate richiamano la cresta
11230 Alectryon [Sapindaceae] dal greco ἀλεκτρυών alektruon gallo: perché l’arillo rosso e carnoso del frutto assomiglia a una cresta di gallo
16555 alefeldi, ii (Lathyrus) in onore del botanico e orticultore tedesco Friedrich Christoph Wilhelm Alefeld (1820-1872)
8591 aleppicus, a, um (Astragalus, Crocus, Daucus, Euphorbia, Geum ecc.) riferito ad Aleppo, l’attuale città di Haleb nella Siria settentrionale
8903 aletschensis, e (Pilosella) del Ghiacciaio dell'Aletsch il più esteso ghiacciaio delle Alpi Bernesi, nei cantoni Berna e Vallese in Svizzera
159 Aléuria [Pyronemataceae] dal greco αλευρον áleuron farina (attinente la farina), per la coppa esternamente forforacea
160 aleuriátus, a, um (Bolbitius, Psilocybe, Stilbella) dal greco ἂλευρον áleuron fior di farina: infarinato
164 aleuriósmus, a, um (Cortinarius, Mycena) grafia errata, ma valida, per aleurósmus, dal greco ἂλευρον áleuron fior di farina e ὀσμή osmé odore: con odore di farina
23157 aleuroclinus, a, um (Hieracium) dal greco ἂλευρον áleuron farina (farinoso) e da κλίνη clíne letto, giaciglio: per il ricettacolo farinoso
161 Aleurocortícium [Corticiaceae] dal greco ἂλευρον áleuron farina (farinoso) e dal genere Corticium (vedi): Corticium farinoso
162 Aleurocystidiéllum [Stereaceae] dal greco ἂλευρον áleuron fior di farina e dal latino scientifico cystidiéllus piccolo cistidio (derivato dal greco “κύστις, -ιδος kýstis, -idos” vescica)
163 Aleurodíscus [Stereaceae] dal greco ἂλευρον áleuron fior di farina, δίσκος dískos disco: con il disco farinoso
165 álex dal greco ἄλς hals mare
11214 alexanderae (Eriogonum ochrocephalum var.) in onore dell’esploratrice, botanica e paleontologa dilettante statunitense Annie Montague Alexander (1867-1950) che, accompagnata da Louise Kellogg, raccolse migliaia di campioni di piante, animali e fossili nel Nord America occidentale
11215 alexandrae
  • (Ectosperma, Swallenia) in onore dell’esploratrice, botanica e paleontologa dilettante statunitense Annie Montague Alexander (1867-1950) che, accompagnata da Louise Kellogg, raccolse migliaia di campioni di piante, animali e fossili nel Nord America occidentale;
  • (altro?) alcune altre specie sono state dedicate alla regina Alexandra Caroline Mary Charlotte Louisa Julia (1844-1925), moglie di Edoardo VII
10752 alexandri, ii
  • (Anisodontea, Erica, Sterculea, Stachys) in onore del medico e botanico inglese Dr. Richard Chandler Alexander Prior (1809-1902);
  • (Catophractes) in onore del militare, esploratore e naturalista scozzese Alexander (1803-1885);
  • (Lepista = Paxillus = Clitocybe) in onore del raccoglitore francese Alexandre;
  • (Masdevallia, Rodrigoa) in onore dell’ingegnere minerario e botanico Alexander C. Hirtz;
  • (Aspicillia) in onore del micologo e lichenologo austriaco Alexander Zahlbruckner (1860-1938)
  • (Silene, Trigonospermum, Clethra, Aphelandra, Cynometra, Justicia, Alyssum, Coccothrinax, Juncus, Diellia erecta f., Crocus biflorus ssp. - Amanita, Boletus, Gerronema, Mycena, Podospora ecc.) dedica non rintracciata
8000 alexandrinus, a, um
  • (Anacyclus = Cyrtolepis, Astragalus, Barbula, Centaurea, Chenopodium, Erodium, Euphorbia, Fissidens, Gagea, Scorzonera, Senna = Cassia, Tragacantha, Trifolium e, probabilmente, anche Atriplex, Bellevalia, Biarum = Ischarum = Leptopetion, Carthamus, Onopordon, Silene) di Alessandria d'Egitto
  • (Riocreuxia) prende il nome dalla Alexandria Forest in South Africa
  • (Ruscus, Laurus, Hypoglossum) d'Alessandria, che si trova nella regione di Troia dove sorge il monte Ida nei dintorni del quale crescono queste piante
  • (Cecropia) della zona di San Alejandro, distretto di Irazola (Perù)
  • (Fumaria, Magnolia) da definire
9741 Alexitoxicum [Apocynaceae] dal greco αλεξω alexo tengo lontano e τοξικον toxicon veleno: antitossico, contravveleno
16542 alfredi, ii
  • (Erica, Metalasia) in onore di Alfred Bolus (1871-1952, nipote di Harry Bolus (1834-1911) botanico e filantropo sudafricano) che erborizzò in gioventù insieme a F. Guthrie
  • (Aloe, Beccariophoenix, Euphorbia) in onore del botanico malgascio Alfred Razafindratsira (fl. 1987-1999)
  • (Cousinia, Crepis, Polygonum) specie dedicate da Joseph Friedrich Nicolaus Bornmüller a suo fratello, il botanico tedesco Alfred Bornmüller (1868-1949)
  • (Asplenium, Cranichis, Dryopteris = Lastrea = Thelypteris, Elaphoglossum, Epidendrum, Hymenophyllum = Mecodium, Polybotrya, Polypodium = Pecluma, Stelis) in onore del botanico tedesco Alfred Brade (1867-1955) che, insieme al fratello Alexander Curt Brade, raccolse gli olotipi
  • (Miconia, Oncidium) in onore del botanico belga Célestin Alfred Cogniaux (1841-1916)
  • (Combretum, Lysimachia, Sedum) in onore di Alfred Hance, figlio del botanico inglese Henry Fletcher Hance (1827-1866)
  • (Weltia) specie dedicata dai botanici Andrew James Henderson e Isabel Villalba ad Alfred Henderson
  • (Salix) in onore del botanico statunitense d'origine tedesca (Georg) Alfred Rehder (1863-1949)
  • (Polygala) in onore del botanico inglese Alfred William Bennett (1833-1902)
  • (Livistona) in onore di Alfred, Duke of Edinburgh (1844-1900)
  • (Lathyrus) grafia alternativa per alefeldii (vedi)
  • (Grimmia = Schistidium, Declieuxia, Pottia, Serapias, Diaphananthe, Cypripedium ×) da definire
9116 alfredianus, a, um (Festuca) in onore di Alfred Marie Augustin Saint-Yves (1855-1933), militare e botanico amatoriale francese, studioso delle graminacee e in particolare del genere Festuca di cui descrisse alcune varietà; erborizzò in Francia, Italia, Svizzera e Algeria
16556 alfredicus (Craterocapsa) dell’Alfred District, in Sudafrica
16557 alfredo-laui, ii (Tillandsia) in onore del botanico e missionario tedesco padre Alfred Bernhard Lau (1928-2007), specialista di piante succulente
16036 algarbiensis, e (Cynara, Helichrysum, Helminthotheca, Arenaria, Carex, Teucrium, Genista ecc.) dell'Algarve, la regione più meridionale del Portogallo
7563 algeriensis, e (Hedera, Platanthera, Labyrinthula, Sporisorium, Taphridium - Mycena ecc.) algerino, d'Algeria
12135 Algernonia [Euphorbiaceae] genere dedicato al botanico e medico britannico naturalizzato francese Hugh (Hugues) Algernon Weddell (1819-1877), specialista della flora del Sudamerica
166 álgidus, a, um da álgeo io sento freddo: intirizzito;
  • (Erica, Hulsea, Primula ecc.) riferito all’habitat freddo preferito dalla pianta;
  • (Acanthocystis) per l’aspetto del cappello
8799 algusae (Limonium) da Algusa, antico nome dell'isola siciliana di Linosa (AG): dell'Isola di Linosa
167 alienéllus, a, um (Agaricus, Inocybe, Thrombium, Verrucaria) diminutivo di aliénus estraneo
12349 alienus, a, um (Asplenium, Helianthus, Croton, Quercus ecc. - Alternaria, Asterella ecc.) estraneo, straniero
22393 aliger, era, erum (Carmichaelia, Guarea, Hieracium, Miconia, Pleurothallis, Solanum, Valeriana, Verbesina ecc.) da ala ala e da géro portare: alato, dotato di ali
12350 alisma (Damasonium) simile al genere Alisma (vedi)
168 Alisma [Alismataceae] dal greco ἄλισμα álisma nome di una pianta acquatica citata da Plinio e Dioscoride
10822 alismatifolius, a, um (Curcuma, Malvastrum, Pimpinella ecc.) da Alisma (vedi) mestolaccia, un genere botanico, e da folium foglia: con foglie da Alisma
169 alismoides (Damasonium, Ottelia, Heteranthera ecc.) da Alisma (vedi) un genere botanico e dal greco εἷδος eidos aspetto: simile all'Alisma
6555 Alkanna [Boraginaceae] dall'arabo al-kanne radice, perché utilizzata dai farmacisti arabi; per Gledhill e Sue C. Eland deriva dall’arabo al-henna
170 alkekéngi (Physalis) dallo spagnolo alquequenje, derivato dal nome arabo al kakendi che significa sale nella pentola o da al kakanj ciliegia di terra, forse dal persiano kākunaj
11512 Allamanda [Apocynaceae] genere dedicato da Linneo al botanico svizzero Frédéric-Louis Allamand (1735-1803), professore di Storia Naturale a Leida, che introdusse in Europa l'Allamanda cathartica
13728 allardi, ii
  • (Aneilema, Murdannia, Lathyrus, Clidemia ecc.) dedicato al botanico britannico Edgard John Allard (~1877-1918)
  • (Anaptychia = Heterodermia, Septoria, Lactarius = Lactifluus, Parmelia) in onore del botanico e fitopatologo statunitense Harry Ardell Allard (1880-1963) prima assistente di William Chambers Coker e poi all’U.S. Dept. of Agriculture, che erborizzò in Usa, Perù e Rep. Dominicana
  • (Fomes = Fulvifomes = Phellinus) in onore di R.P.Allard (fl.1910) che raccolse l’olotipo in Congo
13727 allardianus, a, um (Juglans) specie dedicata dal dendrologo francese Louis-Albert Dode (1875-1943) a Gaston Allard (1838-1918) che tra il 1863 ed il 1915 realizzò, nella fattoria familiare alla periferia di Angers (Francia), un giardino botanico chiamato Arboretum de la Maulévrie; venne acquistato nel 1959 dal comune di Angers che lo rinnovò e lo denominò Arboretum Gaston Allard
16351 alleghaniensis, e (Aster, Betula, Clintonia, Crataegus, Hieracium, Hypnum, Prunus, Solidago, Viola ecc.) dei Monti Allegani, catena montuosa nella parte nord-orientale degli Stati Uniti
17710 alleizettei (Angraecum, Bulbophyllum, Moehringia, Panicum, Statice = Limonium, Tarenna, Vernonia) specie dedicate al botanico francese Aymar Charles d'Alleizette (1884-1967)
8980 allemanni, ii (Ranunculus) specie dedicata al botanico e algologo Franz Allemann (sec. XX), di cui non si hanno ulteriori notizie
13565 Allescheria [Monaschaceae] genere di funghi dedicato al botanico tedesco Andreas Allescher (1828-1903)
171 Allescheriélla [Botryobasidiaceae] genere di funghi dedicato al botanico tedesco Andreas Allescher (1828-1903)
13566 Allescherina [Sordariomycetes] genere di funghi dedicato al botanico tedesco Andreas Allescher (1828-1903)
172 alliáceus, a, um (Armeria, Mansoa, Thlaspi, Tulbaghia ecc. - Clavaria, Dendrothele, Marasmius ecc.) da állium aglio: agliaceo (per aspetto o odore)
173 Alliaria [Brassicaceae] da allium aglio, per l'odore delle foglie stropicciate
174 alliariae (Adenostyles) con foglie simili a quelle dell’ Alliaria (vedi), un genere delle Brassicaceae
17865 Alliariae (Adenostyles) variante grafica utilizzata da Adriano Fiori per alliariae (vedi)
14126 alliarifolius, a, um (Cineraria) da Alliaria (vedi), genere delle Brassicaceae e da folium foglia: con foglie da Alliaria
13205 alliariifolius, a, um (Valeriana, Cacalia, Prenanthes, Senecio, Campanula, Ranunculus, Viola) da Alliaria (vedi), un genere delle crucifere, e da folium foglia: con foglie da alliaria
175 alligátus, a, um (Carex) da álligo io lego: collegato con altri
176 allioni, ii (Arabis, Erysimum, Helianthemum, Jovibarba, Primula, Sempervivum, Veronica ecc.) specie dedicate a Carlo Allioni (1725-1804), botanico torinese, autore di una fondamentale Flora Pedemontana
8119 Allionia [Nyctaginaceae] genere dedicato a Carlo Allioni (1725-1804), botanico torinese,autore di una fondamentale Flora Pedemontana
12354 Allioniella [Nyctaginaceae] genere dedicato da A.Rydberg a Carlo Allioni (1728-1804), botanico torinese, autore di una fondamentale Flora Pedemontana
177 Allium [Alliaceae] dall’antico nome latino allium, alium (citato da Plauto, Plinio ed altri) di origine incerta. Secondo il Pianigiani deriva dal greco ἄγλῑς áglis capo d'aglio
8460 Allocasuarina [Casuarinaceae] dal greco ἂλλος àllos altro, differente e Casuarina (vedi) genere delle Casuarinaceae: diversa dalla Casuarina
11245 Alloplectus [Gesneriaceae] dal greco ἂλλος àllos altro, differente e πλέκτος pléctos pieghettato, intrecciato: riferimento ai lobi del calice che sono piegati all’indietro
23143 Allosorus [Adiantaceae/Pteridaceae] dal greco ἂλλος àllos altro, diverso e da σωρός sorόs cumulo, mucchio: per i sori (nelle felci l'insieme degli sporangi prodotti da sporofiti maturi) di forma variabile
9719 Allosurus [Adiantaceae] grafia errata per Allosorus (vedi)
12293 alluaudi, ii (Euphorbia) specie dedicata all’entomologo francese Charles Alluaud (1861-1949), che raccolse questa pianta nel Madagascar
12292 Alluaudia [Didiereaceae] in onore dell’entomologo francese Charles Alluaud (1861-1949), che raccolse piante in Africa, soprattutto Madagascar
12291 Alluaudiopsis [Didiereaceae] da Alluaudia, un genere appartenente alla stessa famiglia, e dal greco ὄψις ópsis aspetto: simile all’Alluaudia
178 allútus, a, um (Cortinarius) da álluo io bagno: bagnato, unto
179 alluvionális, e (Saponaria, Inocybe) da allúvio incremento del terreno a seguito di un'alluvione: per l'habitat
12548 Almyra [Amaryllidaceae] nome invalido per Halmyra (vedi)
180 álneus, a, um (Erica, Cyrtandra ×, Pelargonium, Asteroma, Tympanis, Cladosporium, Gnomonia ecc.) da Alnus ontano: che cresce presso o sopra o in simbiosi micorrizica con gli ontani
12355 alnicola (Pholiota) dal genere Alnus (vedi) ontano e da incolo abitare, risiedere: che cresce presso gli ontani
11259 Alnicola [Strophariaceae] da Alnus ontano e cólo abitare, risiedere: per l'habitat preferito
8584 alnifolius, a, um (Clethra, Viburnum, Maesa, Amelanchier, Rhamnus, Sorbus, Erodium) da Alnus (vedi) ontano e folium foglia: con foglie da ontano
9720 alnobetula (Alnus, Betula) da Alnus (vedi) alno, ontano e Betula (vedi) betulla: pianta con caratteristiche intermedie dei due generi
12137 alnoides (Betula, Quercus, Piper ecc.) da Alnus (vedi) ontano e dal greco εἶδος eidos aspetto, apparenza: simile all’ontano
12356 alnus (Frangula) da Alnus (vedi) ontano: con foglie simili a quelle dell’ontano
183 Alnus [Betulaceae] da Alnus, nome latino dell'ontano
13015 Alocasia [Araceae] dal greco ἀ- a- alfa privativo e da (Co)locasia (vedi): diverso da Colocasia
184 Aloë [Xanthorrhoeaceae] dal latino alŏe (in Plinio), forse dal greco ἁλς, ἁλός hals-halós mare o, più probabilmente, dall'arabo aluat cosa amara, per il suo succo amarissimo
21835 Aloe grafia alternativa per Aloë (vedi)
23153 Aloiampelos [Xanthorrhoeaceae] dal genere Aloë (vedi) e dal greco ἄμπελος ámpelos vite selvatica: aloe rampicante
14503 Aloidendron [Xanthorrhoeaceae] dal genere Aloe (vedi) e dal greco δένδρον déndron albero: riferimento al portamento arborescente
185 aloídes (Stratiotes, Urginia, Agave, Hieracium, Crassula, Echeveria, Stratites ecc.) dal nome del genere Aloe (vedi) e dal greco εἷδος eidos sembianza: simile all'aloe
186 aloifolius, a, um (Yucca, Anthericum, Eryngium, Tillandsia, Epidendron, Cymbidium ecc.) da Aloe (vedi) e da folium foglia: con foglie d'Aloe
187 alopécia (Coprinus) dal tardo latino alopecĭa, dal greco ἀλωπεκία alopekía alopecia, perdita di capelli (derivato da ἀλώπηξ alópex volpe, poiché la volpe perde il pelo a chiazze): perché questo fungo, da adulto, perde i peli argentei
 
prima pagina    pagina precedente   Pagina 2    pagina successiva    ultima pagina    

Acta Plantarum - Flora delle regioni italiane - Un progetto "open source"
  Licenza Creative Commons
Acta Plantarum è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale . Tutti i diritti di Copyright © riservati agli autori se citati a cui va richiesta autorizzazione scritta per copia ed uso.    Acta Plantarum is licensed under a Creative Commons Attribution-NonCommercial-NoDerivatives 4.0 International License . All Copyright © rights reserved by mentioned authors; written authorization to be required for copy and use.

Come citare questa pagina: Acta Plantarum, 2007 in avanti - "Etimologia dei nomi botanici e micologici". Disponibile on line (data di consultazione: 22/03/2019): http://www.actaplantarum.org/etimologia/etimologia.php?n=a&o=1,0,0,0,0,0,1,2,3,4,5&p=2
How to cite this page: Acta Plantarum, from 2007 on - "Etimologia dei nomi botanici e micologici". Available on line (access date: 22/03/2019): http://www.actaplantarum.org/etimologia/etimologia.php?n=a&o=1,0,0,0,0,0,1,2,3,4,5&p=2