Etimologia dei nomi botanici e micologici   e corretta accentazione 
     Home      Galleria      Forum oggi è Sabato 20 aprile 2019


    Lista dei lemmi etimologici (500 di 23738)                                         Trova:     
   Campo trova    nessun carattere: estrae tutti i lemmi (divisi in più pagine); da 1 a molti caratteri: ricerca i caratteri a partire da inizio lemma;
    per ricercare uno o più caratteri ovunque nel lemma utilizzare il carattere '%' seguito dai caratteri
 
Pagina 1    pagina successiva    ultima pagina    
ID Lemma Descrizione
22493 aa (Carex, Ada) epiteto di fantasia ideato perché risultasse sempre primo negli elenchi alfabetici
22494 Aa [Orchidaceae] il nome del genere sarebbe stato ideato nel 1854 da Reichenbach perché comparisse per primo negli elenchi alfabetici; secondo un'altra versione il genere sarebbe dedicato a Pieter van der Aa, tipografo che nel 1698 stampò il Paradisus Batavus del botanico tedesco Paul Hermann
22495 aaatus, a, um (Aloe, Quercus) etimologia incerta: forse dal greco ἀ-ᾱᾰτος a-āătos penoso, difficile o forse solo un nome di fantasia creato perché comparisse per primo negli elenchi alfabetici
22501 aageodontus, a, um (Aloe) dal greco ἀ-ᾱγής a-āges duro, forte e da ὀδούϛ, ὀδóντοϛ odoús, odóntos dente: con denti robusti
22504 aaron-rossi, ii (Euphorbia) in onore di Aaron Ross che raccolse il primo esemplare vicino al fiume Colorado in Arizona
22502 aaroni, ii
  • (Astragalus) in onore dell'agronomo e botanico israeliano d'origine romena Aaron Aaronsohn (1876-1919)
  • (Liparis/ Cestichis) da definire
22503 aaronis
  • (Barbula/ Didymodon/ Gyroweisia/ Trichostomopsis/ Trichostomum/ Weissia) specie di muschi dedicate ad Aaron Aronne, fratello di Mosè e primo sommo sacerdote ebraico
  • (Boucerosia/ Caralluma) dal monte Aaron (o Hor) in Giordania, presunto luogo di sepoltura di Aronne
22505 aaronsohni, ii (Anthemis, Campanula, Muscari, Onosma) in onore dell'agronomo e botanico israeliano d'origine romena Aaron Aaronsohn (1876-1919)
22506 Aaronsohnia [Asteraceae] genere dedicato all'agronomo e botanico israeliano d'origine romena Aaron Aaronsohn (1876-1919)
22507 aaronsohnianus, a, um (Astragalus) in onore dell'agronomo e botanico israeliano d'origine romena Aaron Aaronsohn (1876-1919)
22508 aaseae (Allium, ×Tritipyrum) in onore della botanica e citologa statunitense Hannah Caroline Aase (1883-1980)
22509 aavonis errata grafia per aaronis (vedi)
22510 abacophyllus, a, um (Cymbopetalum) da abaca, nome volgare della Musa textilis, e dal greco φύλλον phýllon foglia: con foglie simili a quelle dell'abaca
22511 abactus, a, um (Alcantarea, Carex, Rubus, Scirpus) participio passato di abigo portare via, rubare: tolto dal gruppo di appartenenza e inserito scorrettamente in un altro
22512 abadianus, a, um (Lomanthus, Merostaci, Senecio) di Abadia, un comune del Brasile nello Stato del Goiás
22513 abaetanus, a, um (Koellensteinia) dell'area brasiliana di protezione ambientale e Parco Metropolitano Lagos e Dunas do Abaeté nel Salvador, stato di Bahia. Il nome della località deriva dal termine tupi abaîté che significa terrore, orrore, perché la laguna era considerate infestata
23948 abagensis, e (Anthemis, Elatostema) del Monte Abago, Riserva Naturale della Biosfera, Caucaso (Russia)
11441 abakanensis, e (Agrostis, Astragalus, Brachythecium) dei dintorni di Abakan (in russo Абакан), città russa nella Siberia occidentale
22514 abalienatus, a, um (Piper, Taraxacum) da ab-alieno allontanare, alienare: non amichevole, estraneo
22515 Abarema [Fabaceae] probabilmente dal nome vernacolare locale di una pianta sudamericana
22516 Abasoloa [Asteraceae] genere dedicato al proprietario terriero e rivoluzionario messicano José Mariano de Abasolo Outón (1789-1816) che combatté per l'indipendenza messicana al fianco di Miguel Gregorio Antonio Ignacio Hidalgo e di Ignacio Allende; catturato morì in carcere a Cadice
22517 Abatia [Salicaceae] genere dedicato al farmacista botanico spagnolo Pedro Abat y Mestre (1747-1800), professore di botanica alla Real Sociedad Medicina di Siviglia
22518 abatus, a, um (Aster, Atriplex, Cryptantha, Muhlenbergia, Obione, Trigonotis) dal greco ἄβατος ábatos inaccessibile, impraticabile, puro: perché la pianta cresce in colonie dense che escludono altre specie
22522 Abauria [Fabaceae] vista già l'esistenza del genere Doria (vedi), Odoardo Beccari creò questo nome riprendendo un'antica forma ortografica del cognome della famiglia Doria costituita dal latino ab auro (d'oro) in onore del marchese sen. Giacomo Doria (1840-1913) naturalista, erpetologo ed entomologo, esploratore in Persia e Sarawak, fondatore del Museo di Storia Naturale di Genova e studioso della flora dell'Arcipelago Toscano
22519 Abaxianthus [Orchidaceae] dal latino botanico abaxialis abassiale (lontano dall'asse) e dal greco ἄνϑοϛ ánthos fiore: per la disposizione dei fiori
22520 abayensis, e (Angolluma, Caralluma, Ceropegia, Orbea, Pachycymbium) originario della zona del Lago Abaya in Etiopia
9030 abbaianus, a, um (Ranunculus) specie dedicata a Giacinto Abbà (1914-2002), studioso della flora del Piemonte e autore di numerosi contributi sulla flora di diverse aree piemontesi
22556 abbatiscellanus, a, um (Hieracium ssp.) da Abbatis Cella, antico nome latino di Appenzell, Cantone svizzero ove vennero raccolti i primi campioni
22557 abbayesi, ii (Coffea, Danguyodrypetes, Helychrisum, Ledermanniella, Lingelsheimia) in onore del botanico francese Henri Robert Nicollon des Abbayes (1898-1974)
22558 abbeokutae (Didymosalpinx, Gardenia) dei dintorni di Abeokuta, città nigeriana a nord di Lagos
22526 Abbotia [Juncaginaceae] genere dedicato da Rafinesque a John Abbot (1751-~1840), pittore naturalista, botanico, ornitologo ed entomologo statunitense d'origine inglese che erborizzò negli Stati Uniti
22528 abbotti, ii
  • (Anemia/ Ornithopteris, Cyathea/ Alsophila, Asplenium, Begonia, Brunfelsia, Clusia, Cyathea, Epidendrum, Euphorbia, Garciadelia, Guettarda, Jacaranda, Lindsaea, Mora, Ossaea/ Sagraea, Pithecellobium/ Abarema/ Jupunba, Salvia, Solanum) in onore del medico e botanico americano William Louis Abbott (1860-1936) che raccolse piante e animali negli Stati Uniti, nelle Antille (Cuba, Haiti e Rep. Dominicana), in Africa (Kenya, Madagascar, Seychelles, Tanzania), in Asia (Aden, Birmania, Ceylon, Cina, India, Malesia, Turkestan ecc.)
  • (Malvastrum/ Malacothamnus) in onore del canadese Edwin Kirk Abbott (1840-1918), botanico e collezionista di piante
  • (Apodytes, Aspalathus, Catha/ Lydenburgia, Delosperma, Erica, Maytenus, Psoralea) in onore dell'agricoltore e botanico sudafricano d'origine britannica Anthony Thomas Dixon Abbott (1936-2012) studioso dela flora del Sudafrica
22527 Abbottia [Rubiaceae] genere dedicato al botanico australiano d'origine inglese Francis Abbott (1834-1903), sovraintendente dei Botanical Gardens di Hobart dal 1859 al 1903
22559 abbreviatulus, a, um (Taraxacum – Cladonia) diminutivo di abbreviatus accorciato: di dimensioni alquanto ridotte
6529 abbreviatus, a, um da abbrevio abbreviare, ridurre, accorciare:
  • (Biarum, Cassia, Diuris, Dryopteris, Poa, Senecio, Uncarina ecc.) accorciato, più corto, talvolta utilizzato con il significato di stentato, striminzito
  • (Phyllobolus) per il piccolo formato delle piante, con poche foglie e fiori
  • (Mitrophyllum) per gli internodi molto corti nei rami laterali
  • (Ruschia) per la lamina fogliare ridotta
  • (Ceropegia) per le punte della corolla ridotte
  • (Odontochilus) riferito all'ovario
  • (Mediocalcar) riferito allo pseudobulbo
22560 abbrevilabius, a, um (Bulbophyllum, Epicranthes) da abbrevio abbreviare, ridurre, accorciare e da labium labbro: con labello corto
2450 abchasicus, a, um (Acer, Bupleurum, Aster, Cardamine, Helleborus ssp., Minuartia, Pancratium ecc.) da Abkhazia/Abchasia, una regione del Caucaso meridionale: dell'Abcasia o, più in generale, caucasico, del Caucaso
13454 abchazicus, a, um (Agropyron, Alcea, Euphorbia) da Abkhazia/Abchasia, una regione del Caucaso meridionale: dell'Abcasia o, più in generale, caucasico, del Caucaso
20005 abdelkuri (Euphorbia) dell'Isola di Abd El-Kuri nelle vicinanze di Socotra nell'Oceano Indiano al largo del Corno d'Africa
22561 abdessammadi, ii (Homalium) in onore del keniota Mohammed abd es-Ssamadi che accompagnò nelle sue spedizioni il botanico tedesco Georg August Schweinfurth (1836-1925)
22562 abdicatus, a, um (Calostemma) participio passato di abdicare rinunciare, negare: per l'assenza della corona staminale caratteristica del genere
22563 abditus, a, um (Bonamia, Carex, Chamaesyce, Corybas, Ophrys ×, Sphaerellothecium, Tillandsia ecc.) participio passato di abdo nascondere, sottrarre allo sguardo: nascosto, segreto, appartato, poco evidente
22529 Abdominea [Orchidaceae] dal latino abdōmen addome: riferimento alla forma del labello che ricorda l'addome di un insetto
22530 Abdra [Brassicaceae] anagramma del genere Draba appartenente alla stessa famiglia
22531 abdulghafoorianus, a, um (Euphorbia) in onore del botanico pakistano Abdul Ghafoor (1938-) studioso della flora pakistana e dell'Arabia Saudita
22532 Abela [Taxaceae] genere dedicato al medico britannico Clarke Abel (1780-1826) che nei primi anni Ottocento andò in Cina dedicandosi anche allo studio della flora
15703 abeli, ii
  • (Ficus) in onore del medico britannico Clarke Abel (1780-1826) che nei primi anni dell'Ottocento giunse in Cina dove si dedicò anche allo studio della flora
  • (Erica) specie dedicata dall'Autore, il botanico sudafricano Edward George Hudson Oliver (1938-), all'escursionista austriaco Ludwig Abel che aveva pubblicato la notizia della scoperta di questa specie inviando a Oliver i campioni raccolti
10779 Abelia [Caprifoliaceae] genere dedicato da Robert Brown nel 1818 al suo scopritore, il medico britannico Clarke Abel (1780-1826) che nel 1816-1817 viaggiò con Amherst giungendo in Cina dove si dedicò anche allo studio della flora, scoprendo fra l'altro l’Abelia chinensis
22534 abeliceus, a, um (Planera, Quercus, Ulmus, Zelkova) dal genere Abelia (vedi): simile a un'Abelia
22533 Abeliella [fossili] pianta fossile dedicata al paleontologo austriaco Othenio Lothar Franz Anton Louis Abel (1875-1946)
13957 Abeliophyllum [Oleaceae] dal genere Abelia (vedi) e dal greco φύλλον phýllon foglia: con foglie simili a quelle di un'Abelia
22535 abellianus, a, um (Corybas) in onore di Warren W. Abell e T. Abell che nel 1955 raccolsero i primi esemplari di questa orchidea nel Queensland (Australia)
22567 abellinensis, e (Melanconium, Cephalotheca) specie di funghi dei dintorni di Abellinum, attuale Avellino, provincia della Campania
10748 Abelmoschus [Malvaceae] da ab u-l-mosk, nome arabo della pianta che significa padre (sorgente) del muschio: per i semi che profumano di muschio e vengono utilizzati per produrre l’olio essenziale di muschio
22568 abendrothae (Neoregelia) dedicata da Lyman Smith ad Adda Abendroth (1898-1981), brasiliana d'origine tedesca che raccolse molti campioni di specie di Tillandsia e Bromelia
22569 aberconwayi, ii (Rhododendron) in onore di Henry Duncan McLaren secondo barone Aberconway di Bodnant (1879-1953), industriale e creatore dei Bodnant Gardens, presidente della Royal Horticultural Society
22570 aberdeenensis, e (Delosperma, Mesembryanthemum) di Aberdeen, Provincia orientale del Capo in Sudafrica
22573 Aberia [Flacourtiaceae] del Monte Aber in Etiopia, zona d'origine della specie tipo
15704 aberrans (Agrostis, Antennaria ssp., Arenaria, Asarum, Dendrobium, Galium, Oxalis, Restrepia ecc. – Conocybe, Inocybe, Leccinum, Puccinia ecc.) da aberro sviare, deviare: aberrante, anomalo
22574 Aberrantia [Orchidaceae] da ăberro sviare, deviare: aberrante, anomalo
22575 aberti, ii (Sanvitalia) in onore di James William Abert (1820-1897), ufficiale dell'esercito americano ed esploratore che descrisse in dettaglio geologia, flora e fauna della valle del Canadian River, con mappe e illustrazioni ad acquerello
22576 abertianus, a, um (Eriogonum) in onore di James William Abert (1820-1897), ufficiale dell'esercito americano ed esploratore che descrisse in dettaglio geologia, flora e fauna della valle del Canadian River, con mappe e illustrazioni ad acquerello
22577 abessinicus, a, um (Eragrostis) dell'Abissinia, regione dell'Etiopia: abissinico
22578 abessynicus, a, um (Crambe) dell'Abissinia, regione dell'Etiopia: abissinico
22579 abhaicus, a, um (Aloe, Kickxia) dei dintorni della città di Abha nella provincia Asir in Arabia Saudita
1 abhorrens (Agaricus/ Camarophyllopsis, Trichomerium) da abhórreo avere in orrore e avversione: che desta ribrezzo
2 abiectus, a, um forma scorretta per abjectus (vedi)
22580 abiegnus, a, um (Amphisphaeria, Cortinarius, Diplodia, Omphalina ecc.) da ăbĭegnus fatto con legno di abete: che vive nelle abetaie
22564 abies (Picea) dal genere Abies (vedi), passaggio da genere a epiteto per mutata tassonomia
3 Abies [Pinaceae] da Abies, nome classico latino (Virgilio, Egloghe, dalla radice sanscrita abh sgorgare [della resina])
22581 abies-marina (Cystoseira) dal genere Abies (vedi) abete e da marinus marino: perché questa alga marina ricorda lontanamente gli abeti
4 abietícola da Abies (vedi) abete e da colo abitare:
  • (Malaxis) che vegeta sugli abeti
  • (Hieracium, Prangos, Rubus, Verbascum ) che si rinviene nelle abetaie
  • (Boletus, Cyphella, Hygrophrus, Lactarius, Peziaza, Phliota, Pleurotus, Polyporus ecc.) funghi micorrizici o parassiti degli abeti
22582 abieticollinus, a, um (Rubus) dal genere Abies (vedi) abete e da collinus collinare: che vegeta nelle abetaie a quote non troppo alte
22583 abietifolius, a, um (Chusquea, Dalea, Helichrysum, Parosela, Rhododendron, Taraxacum, Tortuella, Verbesina) dal genere Abies (vedi) abete e da folium foglia: con le foglie simili a quelle dell'abete
9007 abietinus, a, um da Abies abete:
  • (Rosa, Arceuthobium, Campanula, Adenophorus, Dendrobium) degli abeti, che vive nelle abetaie o che assomiglia all'abete
  • (Coriolus/ Hirschioporus, Gloephyllum, Otidea, Ramaria ecc.) per l'habitat: che cresce sugli abeti o vive nelle abetaie
  • (Trichaptum) perché cresce su legno di conifere
  • (Amanita pantherina var.) variante grafica di abietum (vedi)
5 abietis (Viscum album ssp., Acanthophysium – Agaricus, Heyderia, Inocybe ecc.) genitivo di Abies: dell'abete, che vive nelle abetaie o sugli abeti
22584 abietorum (Agrostis, Avena, Delphinium, Rosa ecc.) genitivo plurale del genere Abies (vedi) abete: degli abeti, che vive nelle abetaie
15705 abietum (Quercus, Rubus, Silene, Sisyrinchium – Amanita pantherina) genitivo plurale di Abies abete: degli abeti, per l'ambiente di crescita
22585 Abildgaardia [Cyperaceae] genere dedicato nel 1806 dal botanico e zoologo danese-norvegese Martin Vahl allo zoologo e veterinario danese Peder Christian Abildgaard (1740-1801)
22586 abilo (Garuga, Guaiacum, Icica) dal nome locale in lingua tagalog, idioma in uso nelle Filippine
22607 abingdoni, ii (Acalypha) da Abingdon, antico nome dell'Isla Pinta, l'isola più settentrionale dell'Arcipelago delle Galapagos; il nome venne dato all'isola in onore del conte di Abington
22608 abisai, ii (Agave) in onore del botanico messicano Abisaí Josué García-Mendoza (1955-), noto raccoglitore di agavi nel suo paese
22609 abitaguae (Lepanthes, Polypodium) della località di Abitagua nell'Ecuador
12019 abjectus, a, um (Crataegus, Juncus, Opuntia, Pleurothallis – Agaricus, Conocybe, Inocybe ecc.) participio passato di abjicio/abicio gettare via: disprezzato, spregevole per le caratteristiche fisiche (es. l’odore sgradevole o le dimensioni ridotte)
22610 abjiciens (Carex, Fimbristylis) da abjicio (variante di abicio) buttare via, gettare a terra, scaricare, abbassare, disprezzare: tendente a un portamento prostrato
22611 ablatus, a, um (Carex luzulina var., Rubus – Hemiarcyria) participio passato di aufero rimuovere: rimosso, dimenticato
22612 ablepharon (Bulbophyllon) dal prefisso privativo greco ἀ- e da βλέφᾰρον blépharon palebra: privo di palpebre
22613 abludens (Digitaria, Panicum) da abludo discordare, essere diverso: perché differisce sensibilmente dalle specie congeneri
22614 abnormalis, e (Astragalus, Fuirena, Scirpus, Tilacora – Catastoma, Camarpsporium, Hendersonia, Pluteus) dal prefisso ab- al di fuori. lontano da e da norma norma, regola: abnorme, non regolare, inusuale
22615 abnormis, e (Agrosstis, Arthothelium, Cactus, Centaurea, Hieracium, Lepanthes, Ranunculus, Salix ecc.) dal prefisso ab- lontano da, al di fuori e da norma norma, regola: abnorme, non regolare, inusuale
22616 Abobra [Cucurbitaceae] dal nome vernacolare brasiliano
22617 aboënsis, e (Milletia, Phaseoloides – Parmelia) di Åbo (Turku) in Finlandia
11192 Abola [Poaceae] nome di fantasia creato da Adanson, Autore del genere
22618 Abolboda [Xyridaceae] dal prefisso privativo greco ἀ- senza, mancante e da βολβός bolbós bulbo: nelle piante di questo genere, a fiori glumacei disposti in globo, le glume inferiori sono prive di bulbo fruttificante
22619 abolini, ii (Arctium, Astragalus, Betula, Cousinia, Crepis, Euphorbia, Libanotis, Salsola, Seseli ecc.) specie dedicate al botanico lettone Robert Ivanovic Abolin (1886-1939)
22624 aborigina (Vernonia) sgrammaticata grafia per aboriginum (vedi)
22620 aborigineus, a, um (Phaseolus vulgaris var., Ullucus tuberosus ssp.) dal prefisso ab- da e da origo, -inis inizio, punto di partenza: presente in quei luoghi fin dall'inizio, autoctono, originario
22622 aboriginorum (Astragalus, Atelophragma, Homalobus, Phaca, Physostegia Tragacantha) grafia sgrammaticata per aboriginum (vedi): degli aborigeni che fino dagli inizi conoscevano queste piante
22621 aboriginum
  • (Agave, Astragalus, Carex, Crataegus, Eupatorium, Polygala, Polygonum, Rubus, Tragacantha ecc.) genitivo di aborigines, gli antichi abitatori dei luoghi: degli aborigeni che fino dagli inizi conoscevano queste piante
  • (Harrisia) perché l'olotipo cresceva su conchiglie accatastate dagli aborigeni della Florida
22623 aboriginus (Lothus, Ullucus) errata grafia per aboriginum (vedi)
22625 abortiens (Habenaria, Hieracium, Nectandra) da abórtus nascita a vuoto, prematura: tendenzialmente abortivo, con organi poco sviluppati, rudimentali
6 Abortíporus [Meruliaceae] da abórtus nascita a vuoto, prematura e da pórus poro, passaggio: con pori che si formano prematuramente
7182 abortivus, a, um da abórtus nascita a vuoto, prematuro, rudimentale:
  • (Digitaria) perché la spighetta sessile di ogni coppia è sterile
  • (Acalypha, Adonis/ Ranunculus, Agave, Arnica, Cryptantha, Euphorbia, Geranium, Hieracium, Panicum ecc.) per la presenza di fiori sterili, la nascita prematura o perché ritenuto in grado di provocare l'aborto
  • (Limodorum) perché ritenuto in grado di procurare l'aborto
  • (Pleurothallis) per il labello rudimentale
  • (Oncidium) per l’infiorescenza che può avere molti fiori sterili e pochi vitali
22626 Abortopetalum [Rubiaceae] da abórtus nascita a vuoto, prematura e dal latino botanico petalum petalo: con petali rudimentali
22627 abortum (Acoridium, Dendrochilum) errata grafia per abórtus nascita a vuoto, prematura: d'aspetto rudimentale
22628 abrahami, ii
  • (Ischaemum, Luisia, Osbeckia) specie dedicate al botanico indiano Arnfried Abraham (1914-?)
  • (Paspalum) dedicato al collezionista A.A. Abraham (fl.1919) che raccolse piante in Guyana
  • (Dalbergia, Nesogordonia e probabilmente Cynometra, Leptolaena, Psychotria) in onore di Jean Prosper Abraham (1930-1996) del servizio forestale malgascio che raccolse piante nelle foreste del Madagascar
  • (Pteris) in onore di tale Abraham che raccolse questa pianta all'inizio del Novecento, in Natal
  • (Thottea) da definire
22629 abramsi, ii
  • (Amsinckia, Carex, Cryptantha, Dudleya/ Cotyledon/ Echeveria, Gilia, Heuchera, Lupinus, Navarretia/ Eriastrum/ Hugelia, Oenothera, Oxytheca/ Acanthoscyphus/ Eriogonum, Pogogyne, Salix var. – Agaricus, Flammula, Gymnopilus, Mycena, Prunulus, Puccinia, Tubaria) in onore di LeRoy Abrams (1874-1956), professore di botanica alla Stanford University che studiò la flora della California
  • (Allium, Verbena, Zeltnera ecc.) da definire
22666 Abramsia [Rubiaceae] genere dedicato allo statunitense LeRoy Abrams (1874-1956), professore di botanica alla Stanford University studioso della flora della California
22667 abramsianus, a, um
  • (Callitropsis, Chamaesyce, Cupressus, Euphorbia – Fomes, Pyropolyporus) in onore dello statunitense LeRoy Abrams (1874-1956), professore di botanica alla Stanford University studioso della flora della California
  • (Emerocarya, Hesperocyparis) da definire
22668 abregoensis, e (Rhipidocladum) dei dintorni del comune di Abrego nel dipartimento di Norte de Santander (Colombia)
22669 abreviatus, a, um
  • (Cyathea) forma ortograficamente errata per abbreviatus (vedi), ma valida
  • (Polystachya) dal prefisso privativo a- e dal participio passato di brevio accorciare, contrarre: non accorciato
22670 abricola (Cercospora, Phyllosticta, Pseudocercospora, Schefflera) contrazione di arboricola (da arbor albero e da colo abitare): che vegeta di preferenza sugli alberi
22671 Abrochis [Orchidaceae] dal greco ἀβρός abrós delicato, grazioso e dal genere Orchis (vedi): orchidea graziosa, delicata
22672 Abrodictyum [Hymenophyllaceae] dal greco ἀβρός abrós molle, delicato, grazioso e da δίκτυον díctyon rete: per l'aspetto del carpoforo
22009 Abroma [Sterculiaceae] dal prefisso privativo greco ἀ- e da βρῶμα bróma alimento, nutrimento: privo di valore alimentare trattandosi di piante leggermente tossiche
22673 Abromeitia [Myrsinaceae] genere dedicato all'esploratore botanico tedesco Johannes Abromeit (1857-1946) che operò in Sudamerica
22674 abromeitianus, a, um (Oryza, Salix – Pleospora) in onore dell'esploratore botanico tedesco Johannes Abromeit (1857-1946) che operò in Sudamerica
22675 Abromeitiella [Bromeliaceae] genere dedicato all'esploratore botanico tedesco Johannes Abromeit (1857-1946) che operò in Sudamerica
14505 Abronia [Nyctaginaceae] dal greco ἀβρός abrós molle, delicato: riferimento alle brattee
22676 Abrophyllum [Escalloniaceae] dal greco ἀβρός abrós delicato, grazioso e da φύλλον phýllon foglia: con foglie delicate
22677 Abrotanella [Asteraceae] diminutivo di abrotanum (vedi): per l'aspetto che ricorda quello dell'Artemisia abrotanum
22678 abrotanelloides (Oryza, Salix) dal genere Abrotanella (vedi) e dal greco εἶδος eidos aspetto, sembianza: simile a un'Abrotanella
7 abrotanifolius, a, um (Achillea, Anthemis, Jacobaea, Pelargonium, Senecio, Tanacetum ecc.) da abrotănum un tipo di pianta e da folium foglia: con foglie simili a quelle dell'abrotano (Artemisia abrotanum)
8 abrotanoides (Carpesium, Achillea) da ἀβρότονον abrotonón (da ἀβροτος abrotos divino), una specie di artemisia citata da Teofrasto e Dioscoride, e da εἶδος eidos aspetto: simile all’abrotano (Artemisia abrotanum)
9 abrotanum (Artemisia) da abrotonum, una pianta medicinale citata da Orazio e altri autori latini
22679 abrumpens (Eragrostis) da abrumpo rompere, spezzare: per le spighette che si disarticolano sotto le glume
22680 abruptibulbosus, a, um (Conocybe, Inocybe) da abruptus rotto, troncato e da bulbus bulbo: per l'evidente separazione tra il bulbo e il gambo sovrastante
10 abruptibulbus, a, um (Agaricus, Boletus, Leucocoprinus/ Chlorophyllum, Lepiota, Pholiota) da abruptus interrotto, troncato e da bulbus bulbo: per l'evidente separazione tra il bulbo e il gambo sovrastante
22681 abruptifolius, a, um (Hieracium, Myroxylon, Rubus) da abrúptus rotto, troncato, spezzato e da folium foglia: con foglie troncate, come se fossero state spezzate
22682 abruptus, a, um (Agave, Aspidium, Astragalus, Carex, Polypodium, Mesembryamthemum/ Octopoma/ Ruschia/ Schlechteranthus, Catasetum, Pterostylis ecc.) da abrumpo strappare, troncare: che sembra interrotto o spezzato
22683 Abrus [Fabaceae] dal greco ἀβρός abrόs grazioso, delicato: riferimento al fogliame
11100 abruzzicus, a, um (Helleborus) dell'Abruzzo, abruzzese
22684 abschasicus, a, um variante grafica di abchasicus (vedi)
22685 abscissus, a, um da abscindo troncare, dividere:
  • (Adiantum, Hieracium, Pilosella ecc.) con elementi suddivisi
  • (Asplenium/ Coleataenia) per l'inflorescenza costituita da numerosi panicoli ascellari
11792 absconditus, a, um (Bulbophyllum, Carex, Gastrodia, Hieracium, Thelidium ecc.) participio passato di abscondo nascondere: nascosto, celato, sconosciuto
22686 absconsus, a, um (Gyalecta, Ramonia) da abscondo nascondere: nascosto, celato
22687 absens (Lepanthes) da absum non esserci, essere assente: riferimento all'appendice mancante
22688 absimilis, e (Conophytum, Hyparrhenia, Ipogynium, Jasminum, Psilocaulon, Rosa – Arnium, Podospora) dal prefisso ab- lontano da, e da similis simile: dissimile, diverso, facilmente distinguibile dalle specie congeneri
22689 absinthi, ii (Artemisia) genitivo di absinthium assenzio e figurativamente amaro, ma salutifero: per le proprietà medicinali della pianta
22726 absinthifolius, a, um (Achillea, Anthemis, Bahia, Centaurea, Conyza, Heracleum, Pastinaca ecc.) da absinthium assenzio e da folium foglia: con foglie come quelle dell'assenzio (Artemisia absinthium)
11 absínthium (Artemisia) dal greco ἀψίνθιον apsínthion assenzio, pianta citata da Ippocrate e nell'Anabasi di Senofonte
22727 absinthoides (Achillea, Erica, Erodium, Geranium, Hippia, Sisymbrium, Tessaria ecc.) da absinthium assenzio e dal greco εἶδος eidos aspetto: simile all'assenzio (Artemisia absinthium)
12 absístens (Abortiporus, Bacidia/ Lecidea) da absísto allontanarsi: discordante, differente
22728 Absolmsia [Asclepiadaceae] genere dedicato al botanico e briologo tedesco Hermann Maximilian Carl Ludwig Friedrich zu graf Solms-Laubach (1842-1915)
22729 absolutus, a, um (Baeomyces, Dibaeis, Tubercularia) da absolvo sciogliere, slegare, portare a termine: concluso dopo approndito studio
22730 absonus, a, um (Hieracium, Pandanus) stonato, discordante, difforme: dissimile dalle specie congeneri
22731 Abstoma [Agaricaceae] dal prefisso latino ab- significante allontanamento, separazione, contrario e dal greco στóμα stóma apertura, bocca: per l'assenza di stoma, la deiscenza avviene per l'irregolare rottura dell'esoperidio e dell'endoperidio
13 abstrusus, a, um (Abromeitiella, Paspalum, Ranunculus, Rubus – Parmelia, Pholiota ecc.) da abstrúdo nascondere bene: ben nascosto, celato
10660 absurdus, a, um (Gagea ×, Galium, Specklinia, Taraxacum) senza senso, assurdo, incongruo
22903 Absus
  • (Cassia/ Chamaecrista/ Grimaldia/ Senna) nome di una specie tipica dell'India e dell'Egitto pubblicato da Linneo senza spiegazioni; secondo alcuni dal fiume Absus che scorre in Palestina, secondo altri dal nome vernacolare usato in Egitto, ma è anche possibile la derivazione dal nome vernacolare indiano chaksu
  • (Sphaeropsis) riferimento alla Cassia absus, pianta ospite di questo fungo in India
22732 abulensis, e (Bivonaea, Cochlearia, Ionospidium, Klasea, Malva, Pastorea, Serratula, Thlaspi, Viola) da Abula, antico nome dell'attuale città di Avila in Spagna: dei dintorni di Avila
22733 abundans da abundo avere qualcosa in abbondanza:
  • (Ctenitis, Dryopteris, Hieracium, Megalastrum, Pitcairnia, Taraxacum, Viola ×) abbondante, copioso
  • (Clitocybula, Trichophaea ecc.) perché si presenta in gruppi di numerosi individui
22734 abundiflorus, a, um (Alpinia, Rubus, Vanilla) da abundans abbondante, copioso e da flos floris fiore: con molti fiori
22735 abundus, a, um (Rubus, Parakohleria, Pearcea) da abundo abbondare: abbondante
22736 Abuta [Menispermaceae] da abouta/abuta, nome vernacolare dell'Abuta rufescens usato dai Garipons della Guiana francese
22737 abutaefolius, a, um errata grafia per abutifolius (vedi)
22738 abutifolius, a, um
  • (Elaeophora, Plukenetia) dal genere Abuta (vedi) e da folium foglia: con foglie simili a quelle di un'Abuta
  • (Ryssopterys, Sida) grafia errata per abutilifolius (vedi)
22739 abutiformis, e (Tylopetalum) dal genere Abuta (vedi) e da forma forma, aspetto: pianta simile a quelle di quel genere
22740 abutilifolius, a, um (Artanthe, Ayenia, Croton, Ficus, Grewia, Piper, Ryssopteris, Sida, Solanum, Urostigma ecc.) dal genere Abutilon (vedi) e da folium foglia: con foglie simili a quelle di un Abutilon
22741 abutilodes (Ipomoea, Oxydectes, Sphaeroma) dal genere Abutilon (vedi) e dal greco εἶδος eidos aspetto: simile a un Abutilon
22742 abutiloides (Abutilon, Anoda, Convolvulus, Croton, Malva, Rivea, Sida ecc.) dal genere Abutilon (vedi) e dal greco εἶδος eidos aspetto: simile a un Abutilon
12020 abutilon (Malva, Sida) nome di origine araba, che significa malva indiana; usato da Avicenna (Ibn Sinā, alias Abū ʿAlī al-Ḥusayn ibn ʿAbd Allāh ibn Sīnā ~980-1037) per una malvacea a fiori gialli; per ulteriori notizie vedi QUI
6547 Abutilon [Malvaceae] nome di origine araba, che significa malva indiana, usato da Avicenna (Ibn Sinā, alias Abū ʿAlī al-Ḥusayn ibn ʿAbd Allāh ibn Sīnā ~980-1037) per una malvacea a fiori gialli; per ulteriori notizie vedi QUI
22743 abutilopsis (Croton) dal genere Abutilon (vedi) e dal greco ὄψις ópsis aspetto sembianza: simile a un Abutilon
22744 Abutilothamnus [Malvaceae] dal genere Abutilon (vedi) e dal greco θάμνος thámnos arbusto: genere simile a quello, ma con portamento arbustivo
22745 abyssi genitivo del tardo latino abyssus abisso, burrone, gola (dal greco α-βυσσος a-byssos senza fondo):
  • (Ctenitis, Dryopteris) che vegeta in profonde gole o burroni
  • (Cylindropuntia/ Grusonia/ Opuntia) per la zona d'origine, un canyon vicino al Grand Canyon in Arizona
22746 abyssicola (Aloe, Pitcairnia, Raveniopsis) dal tardo latino abyssus abisso, burrone, gola (dal greco α-βυσσος a-byssos senza fondo) e da colo abitare: che vegeta nei burroni
6915 abyssinicus, a, um (Bulbine, Ceropegia, Commiphora, Crambe, Delosperma, Euphorbia, Guizotia, Hagenia, Hypagophytum, Rosa, Rumex, Schlechterella, Stephania ecc.) dell'Abissinia, regione dell'Etiopia (dall’arabo habesc misto o bastardo): abissino
22757 Acacallis [Orchidaceae] dal greco Ακακαλλις Acacallis, nome di una mitologica bellissima ninfa di Creta, amante di Apollo
14 Acacia [Fabaceae] dal nome greco ακακια acacía (raddoppiamento di ακέ ακις acé acís ago, punta, spina) con cui Teofrasto e Dioscoride indicavano una specie di Acacia egiziana
22758 acaciae (Loranthus, Plicosepalus, Tapinostemma, Viscum ecc. – Brycekendrickomyces, Tremella, Uredo ecc.) genitivo del genere Acacia (vedi) a cui appartengono le piante ospiti di questi parassiti: dell'Acacia
22759 acaciaefolius, a, um forma ortograficamente scorretta per acaciifolius (vedi)
12344 Acaciella [Fabaceae] diminutivo del genere Acacia (vedi)
22761 acacifolius, a, um grafia errata per acaciifolius (vedi)
22762 acaciformis, e grafia errata per acaciiformis (vedi)
22764 acacigenus, a, um grafia errata per acaciigenus (vedi)
22760 acaciifolius, a, um (Ceraia, Dalbergia, Dendrobium, Macrolobium, Plazia, Tephrosia ecc.) dal genere Acacia (vedi) e da folium foglia: con foglie simili a quelle di un'acacia
22763 acaciiformis, e (Eucalyptus, Gyrostemon/ Hymenotheca) dal genere Acacia (vedi) e da forma forma, aspetto: pianta simile a un'acacia
22765 acaciigenus, a, um (Diaporthe) dal genere Acacia (vedi) e dal greco γένος génos nascita: riferimento all‘Acacia retinodes, pianta ospite sulla quale fu rinvenuto questo fungo (da una relazione dell'autore)
22766 acacioides (Capparis, Dendrophthoe, Eucalyptus, Grevillea, Loranthus, Melaleuca, Mimosa ecc.) dal genere Acacia (vedi) e dal greco εἶδος eidos aspetto, sembianza: simile a un'acacia
12345 Acaciopsis [Fabaceae] dal genere Acacia (vedi) e dal greco ὄψις ópsis aspetto: simile al genere Acacia
22767 academicus, a, um (Cinchona, Jarava, Stipa) relativo all'Accademia perché raccolto nei pressi dell'Università di Cordoba, Argentina
22768 acadiensis, e (Agropyron, Aster, Atriplex, Polygonum, Rubus ecc.) originario della zona del Canada che nel XVII secolo costituiva la colonia francese chiamata Acadia
13301 Acaena [Rosaceae] dal greco ἄκαινα ácaina pungolo, aculeo: riferimento al calice spinoso o agli aculei del frutto
22769 acaenicola (Phragmidium) dal genere Acaena (vedi) e da colo abitare: che vive sulle piante di Acaena
22770 acaenoides (Coula, Leptinella, Leucosidea) dal genere Acaena (vedi) e dal greco εἶδος eidos aspetto, sembianza: simile a un'Acaena
22771 acalcaratus, a, um (Anoectochilus, Habenaria, Odontochilus, Pteroglossa) dal prefisso privativo a- e da cálcar, calcáris sperone: privo di sperone
22772 acalephoides (Acinodendron, Miconia) dal greco ἀκᾰλήφη acaléphe ortica e da εἶδος eίdos aspetto, sembianza: simile a un'ortica
22773 acallosus, a, um (Catasetum) dal prefisso privativo greco ἀ- a- e da καλλός callόs bellezza: privo di bellezza, brutto (contrapposizione alla specie congenere Catasetum callosum)
22774 acalycinus, a, um (Liquidambar) dal prefisso privativo greco ἀ- a- e da κάλυξ cályx calice: privo di calice
6548 Acalypha [Euphorbiaceae] dal greco ἀκᾰλήφη acaléphe ortica (dal prefisso privativo α-, da καλóς calós bello, piacevole, e da ἀφή afé tocco, contatto: non piacevole da toccare), nome utilizzato da Ippocrate per la somiglianza con il genere Parietaria
22775 acalyphaceus, a, um (Batidea, Rubus) dal greco ἀκᾰλήφη acaléphe ortica: che ricorda un'ortica
22776 acalyphoides (Cnemidostachys, Euphorbia, Mecostylis, Tithymalus, Tragia ecc.) dal genere Acalypha (vedi) e dal greco εἶδος eidos aspetto, sembianza: simile a un'Acalypha
22777 Acalyphopsis [Euphorbiaceae] dal genere Acalypha (vedi) e dal greco ὄψις opsis aspetto: simile al genere Acalypha
11442 Acampe [Orchidaceae] dal greco ἄκαμπτος ácamptos rigido: riferimento ai fiori piccoli e fragili, probabilmente alludendo ai fiori aerei rigidi citati da Rheede
22779 Acamptoclados [Poaceae] dal greco ἄκαμπτος ácamptos duro, rigido e da κλάδοϛ cládos ramo: con i culmi rigidi, non flessibili
22780 acamptocladus, a, um (Coutarea, Eragrostis) dal greco ἄκαμπτος ácamptos duro, rigido e da κλάδοϛ cládos ramo: con i rami principali della pannocchia rigidi
22791 Acamptopappus [Asteraceae] dal greco ἄκαμπτος ácamptos duro, rigido e da πάππος páppos pappo: con il pappo costituito da setole rigide
22792 acamptophyllus, a, um (Ficus, Festuca, Urostigma) dal greco ἄκαμπτος ácamptos duro, rigido e da φύλλον phýllon foglia: con foglie rigide ed erette
22793 acanthaceus, a, um (Oxytropis, Cephaëlis) dal genere Acanthus (vedi): simile a un acanto
22794 Acanthambrosia [Asteraceae] dal greco ἄκανϑα ácantha spina e dal genere Ambrosia (vedi): simile a un'Ambrosia spinosa
22795 Acanthanthus [Cactaceae] dal greco ἄκανϑα ácantha spina e da ἄνϑοϛ ánthos fiore: fiore spinoso
22799 acanthelius, a, um (Herbertus juniperoideus ssp.) dal greco ἄκανϑα ácantha spina e da ϑηλή thelé capezzolo: fornito di pustole spinose
22800 Acanthella [Melastomataceae] diminutivo dal greco ἄκανϑα ácantha spina
22801 acanthephippiiflorus, a, um (Eriopexis) dal genere Acanthephippium (vedi) e da flos, floris fiore: con fiori simili a quelli delle piante di quel genere
11443 Acanthephippium [Orchidaceae] dal greco ἄκανϑα ácantha spina, da ἐφίππιον ephíppion sella: probabilmente per la forma del labello che, con molta immaginazione, potrebbe ricordare una sella fornita di creste dentate parallele
22802 acanthicarpus, a, um (Ambrosia, Franseria, Gaertneria) dal greco ἄκανϑα ácantha spina e da καρπός carpόs frutto: con frutti spinosi
17 acanthifolius, a, um (Anemone, Aphelandra, Berberis, Carduus, Carlina, Cirsium, Grevillea, Justicia, Sonchus ecc.) dal genere Acanthus (vedi) e da folium foglia: con foglie simili a quelle dell'acanto; oppure dal greco ἄκανϑα ácantha spina e da folium foglia: con foglie spinose
22804 Acanthinophyllum [Moraceae] dal greco ἀκάντινος acánthinos spinoso e da φύλλον phýllon foglia: con foglie spinose
7385 acanthium, on (Cardus/ Onopordon, Echinocactus) dal greco ἀκάνϑιον acánthion, nome di un piccolo cardo citato da Dioscoride
18 Acanthobasídium [Stereaceae] dal greco ἄκανϑα ácantha spina e dal latino botanico basidium basidio: per i basidi finemente aculeati
22805 Acanthobotrya [Fabaceae] dal greco ἄκανϑα ácantha spina e da βότρυς bόtrys grappolo d'uva: con frutti spinosi disposti in grappolo
22806 acanthobotryus, a, um (Caesalpinia) dal greco ἄκανϑα ácantha spina e da βότρυς bόtrys grappolo d'uva: con frutti spinosi disposti in grappolo
22807 Acanthocalycium [Cactaceae] dal greco ἄκανϑα ácantha spina e da κάλυξ cályx calice: per le squame sul tubo e sull'ovario modificate in spine
22809 acanthocalyx (Eremostachys, Solanum) dal greco ἄκανϑα ácantha spina e da κάλυξ cályx calice: con calice spinoso
22808 Acanthocalyx [Morinaceae] dal greco ἄκανϑα ácantha spina e da κάλυξ cályx calice: con calice spinoso
22811 Acanthocardamum [Brassicaceae] dal greco ἄκανϑα ácantha spina e da κάρδᾰμον cárdamon crescione, nasturzio: crescione spinoso
17755 acanthocarpus, a, um (Tragopogon, Acacia, Asclepias, Atriplex, Cylindropuntia, Ficus, Mimosa, Opuntia, Tetraglochin, Vincetoxicum ecc.) dal greco ἄκανϑα ácantha spina e da καρπός carpόs frutto: con frutti spinosi
22812 Acanthocarpus [Lomandraceae] dal greco ἄκανϑα ácantha spina e da καρπόϛ carpόs frutto: con frutti spinosi
22813 Acanthocaulon [Euphorbiaceae] dal greco ἄκανϑα ácantha spina e da καυλόϛ caulós stelo, caule: con caule spinoso
22814 Acanthocephala [Cactaceae] dal greco ἄκανϑα ácantha spina e da κεφαλή cephalé testa, sommità: con sommità spinosa
22816 acanthocephalus, a, um (Carduus, Costus, Erodiophyllum, Rubus) dal greco ἄκανϑα ácantha spina e da κεφαλή cephalé testa, capo, sommità: con capolini o sommità spinose
22815 Acanthocephalus [Asteraceae] dal greco ἄκανϑα ácantha spina e da κεφαλή cephalé testa: con capolino spinoso
22817 Acanthocereus [Cactaceae] dal greco ἄκανϑα ácantha spina e dal genere Cereus (vedi): cactus colonnare spinoso
22819 acanthochiton (Amaranthus) dal greco ἄκανϑα ácantha spina e da χῐτών chitón veste, tunica: coperto di spine
22818 Acanthochiton [Amaranthaceae] dal greco ἄκανϑα ácantha spina e da χῐτών chitón veste, tunica: coperto di spine
22820 Acanthochlamys [Anthericaceae] dal greco ἄκανϑα ácantha spina e da χλαμύς chlamýs mantello, clamide: coperto di spine
22821 Acanthocladium [Asteraceae] dal greco ἄκανϑα ácantha spina e da κλάδιον cládion rametto, ramoscello: con ramoscelli spinosi
9336 acanthocladus, a, um (Acacia, Convolvulus, Desmodium, Genista, Haageocereus, Hovea, Polygala) dal greco ἄκανϑα ácantha spina e da κλάδοϛ cládos ramo: con rami spinosi
12021 Acanthocladus [Polygalaceae] dal greco ἄκανϑα ácantha spina e κλάδοϛ cládos ramo: con rami spinosi
22822 Acanthococos [Arecaceae] dal greco ἄκανϑα ácantha spina e dal genere Cocos (vedi): cocco spinoso
22823 acanthocomus (Trithrinax) dal greco ἄκανϑα ácantha spina e da κόμη cóme chioma, capelli: dalla chioma spinosa essendo l'apice dei segmenti fogliari terminati da una spina bifida
12022 Acanthocystis [Pleurotaceae] dal greco ἄκανϑα ácantha spina, spinoso, munito di aculei e da κύστις cýstis vescica, cistidio: con cistidi muniti di aculei
19 acanthocýstis dal greco ἄκανϑα ácantha spina, spinoso, munito di aculei e da κύστις cýstis vescica, cistidio:
  • (Phlebia) con cistidio spinoso
  • (Stropharia) l’epiteto specifico di questo fungo si riferisce agli acantociti simili a cistidi presenti nell’imenio
22824 acanthodes
  • (Ferocactus, Pleurothallis) dal genere Acanthus (vedi) e dal greco εἷδος eidos aspetto, sembianza: simile a un acanto
  • (Echinocactus) da acanthion (vedi), epiteto di un'entità congenere, e dal greco εἷδος eidos aspetto, sembianza: simile a quella entità
22825 Acanthodesmos [Arecaceae] dal greco ἄκανϑα ácantha spina e da δεσμός desmós legame, corda
22826 Acanthodium [Acanthaceae] dal genere Acanthus (vedi): per la vicinanza con quel genere
15707 acanthodon (Hieracium) dal greco ἄκανϑα ácantha spina e da ὀδούϛ, ὀδóντοϛ odoús, odóntos dente: che ha denti spinosi
8656 acanthodontoides (Hieracium) da acanthodon (vedi), epiteto specifico di una specie congenere, e da εἶδος eidos aspetto: simile a Hieracium acanthodon
22834 acanthodontus, a, um (Cirsium) dal greco ἄκανϑα ácantha spina e da ὀδούϛ, ὀδóντοϛ odoús, odóntos dente: con denti spinosi
22832 Acanthodus [Acanthaceae] grafia alternativa utilizzata da C.S. Rafinesque per Acanthus (vedi)
22835 Acanthogilia [Polemoniaceae] dal greco ἄκανϑα ácantha spina e dal Gilia (vedi): simile a quel genere da cui differisce per la presenza di spine
22836 Acanthoglossum [Orchidaceae] dal greco ἄκανϑα ácantha spina e da γλῶσσα glóssa lingua: lingua spinosa, riferimento alle papille del labello
22837 acanthoglossus, a, um (Hapalochilus/ Bulbophyllum) dal greco ἄκανϑα ácantha spina e da γλῶσσα glóssa lingua: lingua spinosa, riferimento alle papille del labello
22838 Acanthogonum [Polygonaceae] dal greco ἄκανϑα ácantha spina e da γόνυ góny ginocchio, nodo: con nodi spinosi
20 acanthoides
  • (Carduus, Barleria, Justicia ecc.) dal genere Acanthus acanto e da εἶδος eidos aspetto: simile all'acanto
  • (Boletus/ Grifola/ Polyporus ecc.) dal greco ἄκανϑα ácantha spina e da εἶδος eidos aspetto: con parti spinose
22839 Acantholepis [Asteraceae] dal greco ἄκανϑα ácantha spina e da λεπίϛ lepís scaglia, squama: per le brattee interne e mediane del capolino che si trasformano gradatamente in squame oblunghe con margini ispidi e punte aristate
12674 Acantholimon [Plumbaginaceae] dal greco ἄκανϑα ácantha spina e dal genere Limonium (vedi): simile a un Limonium spinoso
22840 Acantholippia [Verbenaceae] dal greco ἄκανϑα ácantha spina e dal genere affine Lippia (vedi)
22841 Acantholobivia [Cactaceae] dal greco ἄκανϑα ácantha spina e dal genere affine Lobivia (vedi)
22842 Acantholoma [Polygonaceae] dal greco ἄκανϑα ácantha spina e da λῶμα lōma orlo, frangia: orlato di spine
22844 Acanthomintha [Lamiaceae] dal greco ἄκανϑα ácantha spina e da μίνθα míntha menta: pianta simile a una menta spinosa
22845 Acanthonema [Gesneriaceae] dal greco ἄκανϑα ácantha spina e da νῆμα néma filo: per le appendici presenti all'apice dei filamenti dei due stami anteriori
22846 acanthoneurus, a, um, os, on (Leucolepis, Perotis, Pteris) dal greco ἄκανϑα ácantha spina e da νεῦρον neúron venatura: con venature spinose
22848 acanthonotus, a, um (Selaginella) dal greco άκανϑα ákantha spina e da νῶτος nōtos dorso: con il dorso spinoso
22847 Acanthonotus [Fabaceae] dal greco άκανϑα ákantha spina e da νῶτος nōtos dorso: con il dorso spinoso
22849 Acanthopale [Acanthaceae] dal greco ἄκανϑα ácantha spina e da πάλη pále polvere sottile, polline: per l'aspetto spinoso del polline
22853 Acanthopanax [Araliaceae] dal greco ἄκανϑα ácantha spina e dal genere Panax (vedi): simile a un Panax spinoso
22854 Acanthopetalus [Cactaceae] dal greco ἄκανϑα ácantha spina e da πέταλον pétalon foglia, lamina, petalo: con petali spinosi
22855 Acanthophaca [Fabaceae] dal greco ἄκανϑα ácantha spina e da φᾰκóς phacós lenticchia: lenticchia spinosa
22856 acanthophippiiflorus, a, um (Dendrobium, Eriopexis) dal genere Acanthophippium (vedi) e da flos floris fiore: con fiori simili a quelli caratteristici di quel quel genere
22857 Acanthophippium, a, um variante grafica di Acanthephippium (vedi)
22858 acanthophlegmus, a, um (Cactus, Lobivia, Mammillaria) dal greco ἄκανϑα ácantha spina e da φλέγμα phlégma muco, infiammazione
22859 Acanthophoenix [Arecaceae] dal greco ἄκανϑα ácantha spina e dal genere Phoenix (vedi): simile a quel genere da cui si differenzia per la presenza di spine
22860 Acanthophora [Araliaceae] dal greco ἄκανϑα ácantha spina e da φορέω phoréo portare: dotato di spine
22861 acanthophorus, a, um (Alsophila, Barleria, Cyathea, Mimosa, Onopordum, Rochefortia, Rubus ecc.) dal greco ἄκανϑα ácantha spina e da φορέω phoréo portare: dotato di spine
22862 Acanthophyllum [Caryophyllaceae] dal greco ἄκανϑα ácantha spina e da φυλλον phyllon foglia: con foglie spinose
22863 acanthophyllus, a, um, os, on (Acacia, Aiphanes, Aspidium, Calamus, Carlina, Cicer, Plantago, Rubus, Viola ecc.) dal greco ἄκανϑα ácantha spina e da φυλλον phyllon foglia: con foglie spinose o aristate
21 Acanthophyséllum [Stereaceae] diminutivo del genere Acanthophysium (vedi)
11253 Acanthophysium [Stereaceae] dal greco ἄκανθα ácantha spina, spinoso, munito di aculei e φῡσα physa bolla d'aria, vescica, rigonfiamento: per la presenza di acanthohyphidia (cistidi aculeati) in micologia
22 acanthophýsus, a, um (Cousinia, Heteroacanthella) dal greco ἄκανϑα ácantha spina, spinoso, munito di aculei e φῡσα physa physa bolla d'aria, vescica, rigonfiamento: per la presenza di acanthohyphidia (cistidi aculeati) in micologia
22864 acanthopodius, a, um (Astrocaryum, Fagara, Zanthoxylum) dal greco ἄκανϑα ácantha spina e da ποδιον podion piedino, pedicello: con gambo spinoso
22865 acanthopodus, a, um (Banksia, Blechnum, Cyathea, Dryandra, Fagara, Rubus ecc.) dal greco ἄκανϑα ácantha spina e da πóδιον pódion pedicello, stelo, gambo: con gambo o caule spinoso
9227 Acanthoprasium [Lamiaceae] dal greco ἄκανϑα ácantha spina e dal genere Prasium (vedi) the siciliano: the siciliano spinoso
22866 Acanthopsis [Acanthaceae] dal genere Acanthus (vedi) e dal greco ὄψις ópsis somiglianza, aspetto: simile a quel genere, ma fornito di spine
22867 Acanthopteron [Fabaceae] dal greco ἄκανϑα ácantha spina e da πτερóν pterόn penna, ala
22868 Acanthopyxis [Euphorbiaceae] dal greco ἄκανϑα ácantha spina e da πυξίς pyxís vasetto, pisside
22869 acanthorachis (Lessertia) dal greco ἄκανϑα ácantha spina e da ῥάχις ráchis rachide, spina dorsale: dal rachide spinoso
22870 Acanthorhipsalis [Cactaceae] dal greco ἄκανϑα ácantha spina e dal genere Rhipsalis (vedi): simile a quel genere da cui differisce per la presenza di spine
22871 Acanthorhiza variante grafica di Acanthorrhiza (vedi)
22872 Acanthorrhinum [Scrophulariaceae] dal greco ἄκανϑα ácantha spina e dal genere Antirrhinum (vedi): simile a quel genere da cui differisce per la presenza di spine
22873 Acanthorrhiza [Arecaceae] dal greco ἄκανϑα ácantha spina e da ῥίζα rhíza radice: con radice spinosa
22874 Acanthosabal [Arecaceae] dal greco ἄκανϑα ácantha spina e dal genere Sabal (vedi): simile a quel genere da cui differisce per la presenza di spine
22875 Acanthoscyphus [Polygonaceae] dal greco ἄκανϑα ácantha spina e da σκύφος scýphos tazza, coppa, calice, boccale: riferimento alla disposizione dei fiori racchiusi in un involucro spinoso
22876 acanthosetus, a, um (Echinocereus ssp.) dal greco ἄκανϑα ácantha spina e dal latino seta setola: per le spine setolose
22877 Acanthosicyos [Cucurbitaceae] dal greco ἄκανϑα ácantha spina e da σίκυος sícyos zucca: zucca spinosa
22879 acanthospermoides (Pilea) dal genere Acanthospermum (vedi) e dal greco εἶδος eidos sembianza: simile a quel genere da cui differisce per la presenza di spine
22878 Acanthospermum [Asteraceae] dal greco ἄκανϑα ácantha spina e da σπέρμα spérma seme: con semi spinosi
22880 acanthostachys (Astragalus, Rubus, Selaginella) dal greco ἄκανϑα ácantha spina e da στάχυϛ stáchys spiga: per le spighe spinose
22881 acanthostachyus, a, um (Lycopodioides, Xanthorrhoea) dal greco ἄκανϑα ácantha spina e da στάχυϛ stáchys spiga: per le spighe spinose
22882 acanthostephanus, a, um (Cousinia) dal greco ἄκανϑα ácantha spina e da στέφανος stéphanos corona: circondato da spine
22884 acanthostephes (Coryphantha, Echinocactus, Mammillaria/ Cactus) dal greco ἄκανϑα ácantha spina e da στέφος stéphos corona: circondato da spine
13414 acanthothamnos (Euphorbia, Tithymalus) dal greco ἄκανϑα ácantha spina e da θάμνος thámnos cespuglio: cespuglio spinoso
22885 Acanthothecis [Graphidaceae] dal greco ἄκανϑα ácantha spina e da θήκη théce teca, custodia: con aschi spinosi
22886 acanthotrichus, a, um (Hieracium) dal greco ἄκανϑα ácantha spina e da ϑρίξ, τριχóϛ thríx, trichόs capelli, peli: con peli pungenti
22887 acanthurus, a, um (Binghamia, Borzicactus, Cereus, Cleistocactus, Echinopsis, Loxanthocereus) dal greco ἄκανϑα ácantha spina e dal greco οὐρά ourá coda: per gli steli spinosi che sono addensati come una grossa coda
23 Acanthus [Acanthaceae] dal greco ἄκανϑος ácanthos (ἄκανϑιον in Dioscoride, derivato da ακέ aké punta, ago e da ἄνϑοϛ ánthos fiore: fiore spinoso, per via delle estremità aculeate delle foglie e delle capsule che racchiudono i semi). Nella mitologia greca, Acantha è una ninfa amata Apollo che il Dio trasformò nell’acanto
22888 acapulcensis, e (Acalypha, Anneslia, Caesalpinia, Calliandra, Casimira, Cassia, Clematis, Diospyros, Lysiloma, Wedelia ecc.) dei dintorni di Acapulco, località balneare sulla costa pacifica del Messico
24077 acariaeanthus, a, um (Aglaia, Chisocheton, Dalbergia, Phaseolus, Pseudosicydium/ Pteropepon, Sicyos, Trichilia) dal greco ἀκᾰρής acarés piccolo, minuto, esiguo e da ἄνϑοϛ ánthos fiore: con fiori assai piccoli
22890 acarifer, era, erum (Neyraudia/ Panicum/ Thysanolaena) dal latino scientifico acarus acaro (in greco ἄκᾰρι ácari) e da fero portare: per le spighette piccole come acari, piccoli aracnidi dal corpo indiviso e 4 paia di arti spesso ridotti o assenti
22891 acarinus, a, um (Lepanthes, Ocotea, Senecio) dal greco ἀκᾰρής acarés piccolo, minuto, esiguo
24 acarna
  • (Carduus/ Cirsium/ Picnomon, Carlina, Cnicus) dal greco ἄκορνα/ἄκαρνα ácorna/ácarna acorna o acarna, pianta spinosa affine ai cardi citata da Teofrasto
  • (Bromelia) dal prefisso privativo greco α- a- e da κάρνον cárnon tromba, corno: privo di tromba in piante solitamente con fiori campanulati
15468 Acarna [Asteraceae] dal greco ἄκορνα/ἄκαρνα ácorna/ácarna acorna o acarna, pianta spinosa affine ai cardi citata da Teofrasto
22892 acarnanicus, a, um (Campanula, Centaurea, Polygala) della Acarnania, regione storica della Grecia occidentale (in greco Ακαρνανία Acarnanía)
22778 acaromdomatifer, era, erum (Aiouea) dal latino scientifico acarodomatium acarodomazio e da fero portare: pianta dotata di acarodomazi (formazioni costituenti un ricettacolo di acari)
22893 Acarospora [Acarosporaceae] dal greco ἄκᾰρι ácari acaro (piccoli aracnidi dal corpo indiviso e 4 paia di arti spesso ridotti o assenti) e da σπoρά sporá spora, seme: con spore simili a degli acari
22894 acarus (Oberonia) dal latino scientifico acarus acaro (piccoli aracnidi dal corpo indiviso e 4 paia di arti spesso ridotti o assenti): per il fiore simile a un acaro
22902 acata (Celtis) dal nome vernacolare indù akata/kataya
22895 acaulescens (Carduus, Cirsium, Cyperus, Pandanus) dal prefisso privativo greco α- a- senza, da καυλόϛ caulós gambo e dal suffisso incoativo latino -escens: tendente a essere privo di fusto, acaule
25 acáulis, e, on
  • (Aletes, Astragalus, Carlina, Centaurea, Cirsium, Erodium, Gentiana, Jonopsidium, Oenothera, Onopordum, Pedicularis, Saussurea, Silene, Verbascum, Tradescantia ecc.) dal prefisso privativo greco α- a- senza e da καυλόϛ caulós gambo: acaule, privo di gambo
  • (Senecio) epiteto non corrispondente al vero, non trattandosi di pianta acaule
14687 acaulos (Cirsium, Protea, Polycantha) dal prefisso privativo greco α- a- senza e καυλόϛ caulós gambo: privo di gambo
22896 acaulothrix (Hibbertia) dal prefisso privativo greco α- a- senza, da καυλόϛ caulós gambo e da ϑρίξ, τριχóϛ thríx, trichόs capelli, peli: con peli senza stipite, sessili, diversamente dalla specie simile Hibberta hermanniifolia
6867 Acca [Myrtaceae] da aka, nome locale per la Feijoa nel distretto di Santo Domingo in Peru
22897 accedens (Acalypha, Arabis, Calamus, Carex, Cirsium, Eucalyptus, Ranunculus, Salix, Senecio ecc.) da accedo accostarsi, assomigliare: che assomiglia a una simile specie congenere
26 accéssitans (Stropharia) da accéssito avvicinarsi, assomigliare: che assomiglia a un taxon congenere simile
22905 accidens (Astragalus, Hesperonix) da accĭdo cadere sopra: che cade in avanti
22906 accipitrinus, a, um (Hieracium) da accipiter falco: epiteto rafforzativo del genere (vedi)
27 acclínis, e (Cassia, Hieracium, Senna, TournefortiaAgaricus, Bacidia, Bilimbia, Lecidea, Patellaria ecc.) da acclíno piegarsi verso: inclinato
22909 acclivatatis (Lupinus) genitivo di acclivitas pendio, altura, collina: dei pendii, delle alture
22907 acclivis, e (Allosurus, Begonia, Cincinalis, Crataegus, Paesia, Pteris) dalla preposizione ad- verso e da clivus pendio, erta: che tende verso l'alto
22908 acclivitatus, a, um (Rubus) da acclivitas pendio, ripidezza: che si è spinto verso l'alto
22910 acclivus, a, um grafia alternativa per acclivis (vedi)
28 áccola (Acacia – Agaricus, Entoloma) da accolo abitare presso: colui che abita nei dintorni, il vicino
29 accómodans (Aspicilia, Lecanora) da accómodo adattare, accomodare, commisurare, accordarsi
13937 accomodatus, a, um (Erica/ Ericoides, Linzia, Quercus, Vernonia) da accómodo adattare, accomodare: adattato, accomodato, ben disposto
22911 accorsi, ii (Apinagia, Wettsteiniola) dedica al botanico brasiliano Walter Radames Accorsi (1912-2006), figlio di immigrati italiani
24078 accrensis, e (Amorphophallus) da Accra, capitale del Ghana da dove provennero i campioni inviati ai Kew Gardens sui quali si basò la descrizione originale
22912 accrescens da accresco accrescersi, aumentare:
  • (Asperula, Eriosorus, Hieracium, Philodendron, Strobilanthes, Viola ecc.) accrescente, che cresce man mano
  • (Cyrtococcum) per le spighette che continuano a crescere anche dopo l'antesi
22913 accretus, a, um (Epiblastus) participio passato di accresco accrescersi, aumentare: accresciuto, aumentato
30 accúmbens da accúmbo sdraiarsi:
  • (Astragalus, Batidophaca, Rosa) che ha portamento sdraiato, prostrato
  • (Discina) fungo che giace appoggiandosi ai simili
22914 accumulatus, a, um (Hieracium) da accumulo accumulare, ammucchiare: ammucchiato
22939 aceguaensis, e (Frailea pygmaea var., Notocactus concinnus var.) della località di Acegua nel Rio Grande do Sul in Brasile
22940 acehensis, e (Calamus, Daemonorops, Globba, Goniothalamus, Impatiens, Manota, Salacca) del Territorio di Aceh situato all'estremità settentrionale dell'isola di Sumatra
22941 Acena grafia errata per Acaena (vedi)
22942 acephalus, a, um (Brassica oleracea var., Syngonanthus) dal greco ἀκέφαλος acéphalos senza capo o sommità
31 Acer [Aceraceae] nome latino dell'acero citato in Plinio e Ovidio che potrebbe derivare da acer acris a punta, pungente, per i lobi appuntiti delle foglie o per l’uso dell’acero per fabbricare lance
32 ácer, ris, re acre, aspro, piccante, ma anche pungente, acuminato, aguzzo:
  • (Aster, Cardamine, Erigeron, Inula, Persicaria, Polygonum, Ranunculus, Rubus, Sedum, Taraxacum ecc.) acre o acuminato
  • (Agaricus, Clavaria, Hydnum, Lactarius, Russula ecc.) per il sapore acre della carne
22943 Aceraherminium [Orchidaceae] ibrido intergenerico il cui nome è ottenuto dalla fusione dei generi parentali Aceras (vedi) e Herminium (vedi)
12023 aceras (Calanthe) dal prefisso privativo greco α- a- senza e da κέρας céras corno: senza corno, per il fiore privo di sperone
8144 Aceras [Orchidaceae] dal prefisso privativo greco α- a- senza e da κέρας céras corno: senza corno, per il fiore privo di sperone
22944 Acerasherminium variante grafica di Aceraherminium (vedi)
22945 aceratoides (Asclepias, Vernonia) dal genere Aceras (vedi) e dal greco εἶδος eidos aspetto: simile a un'Aceras
22956 aceratorchis (Orchis) dal genere Aceratorchis (vedi): passaggio da nome di genere a epiteto specifico per mutato ordinamento tassonomico
22957 Aceratorchis [Orchidaceae] dal prefisso privativo greco α- a- senza, da κέρας -ατοϛ céras -atos corno e dal genere Orchis (vedi): orchidea senza corno, riferimento al labello privo di sperone
22958 acerbianus, a, um (Clerodendrum, Kickxia, Linaria, Nanorrhinum, Volkameria) in onore del botanico italiano Giuseppe Acerbi (1773-1846)
10296 acerbus, a, um
  • (Arbutus, Astragalus, Homalobus, Hovenia, Malus, Mimosa, Pyrus ecc.) acerbo, astringente, amaro, immaturo
  • (Agaricus, Clitocybe, Colletotrichum, Cortinarius, Gyrophila, Suillus, Tricholoma) per il sapore amarognolo o aspro della carne
22959 acericola (Agaricus, Agrocybe, Cercospora, Depazea, Entoloma, Nodularia, Pholiota, Sphaeria ecc.) dal genere Acer (vedi) acero e da colo abitare: che si rinviene sugli aceri o negli acereti o che ha un rapporto di simbiosi micorrizica con gli aceri
22969 aceriflorus, a, um (Engelhardia, Pterilema) dal genere Acer (vedi) acero e da flos, floris fiore: con fiori simili a quelli degli aceri
10488 acerifolius, a, um (Abutilon, Brachychiton, Chenopodium, Clematis, Lavatera, Malva, Platanus, Viburnum, Vitis ecc.) dal genere Acer (vedi) e da folium foglia: con foglie simili a quelle di un acero
33 ácerinus, a, um attinente il genere Acer (vedi):
  • (Actaea/ Cimicifuga/ Pityrosperma, Litsea, Malapoenna, Mitella, Pelargonium) per le foglie che richiamano quelle dell’acero
  • (Anthostoma, Rhytisma, Synchaetomella/ Stilbella) funghi che crescono sugli aceri
22970 Aceriphyllum [Saxifragaceae] dal genere Acer (vedi) acero e dal greco φύλλον phýllon foglia: con foglie simili a quelle di un'acero
34 áceris (Aecidium, Cercosporella, Phloeospora ecc.) genitivo del genere Acer (vedi) acero: epiteto di funghi che hanno gli aceri come piante ospiti
10346 aceroides (Begonia, Croton, Heuchera, Negundo ecc.) dal genere Acer (vedi) acero e dal greco εἷδος eidos aspetto: simile a un acero
35 acerósus, a, um secondo alcuni autori deriva da ăcŭs ago, mentre per D.Gledhill, Clifford & Bostock e altri da acer acris appuntito:
  • (Dendrodium/ Callista, Phymaspermum) per le foglie o brattee aghiformi, aciculari
  • (Danthonia, Halochloa ecc.) per i lemmi terminanti in un apice appuntito
  • (Agaricus, Arrhenia, Marasmius, Omphalina, Pleurotellus, Pleurotus, Saccodontia ecc.) dal genere Acer (vedi) a cui appartengono le piante ospiti di questi funghi
36 acérrimus, a, um superlativo di ācer acre, pungente:
  • (Croton, Ribes) pungentissimo o assai acre
  • (Agaricus, Lactarius) per il sapore pepato della carne
22971 acervatulus, a, um (Taraxacum) diminutivo di acervatus affastellato, ammucchiato: alquanto ammucchiato, addensato
37 acervátus, a, um (Astroloma, Crotalaria, Eria, Euphorbia, Grevillea, Inula, Potentilla, Senecio – Collybia, Gymnopus ecc.) da acérvo affastellare, ammucchiare: affastellato, cespitoso, ammassato, numeroso, tale da formare un cuscinetto
22972 acestrochilus, a, um (Trichosalpinx) dal prefisso privativo greco α- a- senza, da κέστρον céstron punteruolo, bulino e da χεῖλος cheílos labbro: con labello privo di un apice acuto
22973 acestrophyllus, a, um (Acronia, Pleurothallis/ Zosterophyllanthos) dal prefisso privativo greco α- a- senza, da κέστρον céstron punteruolo, bulino e da φύλλον phýllon foglia: riferimento alle foglie prive di un apice acuminato
11254 Acetábula [Helvellaceae] da acetabŭlum recipiente per l'aceto: per il carpoforo a forma di ampolla
12024 Acetabularia [Polyphysaceae] da acetabŭlum recipiente per l'aceto: per la forma del cappello rovesciato di questa alga marina, simile a una coppa
22974 acetabularioides (Geopyxis) da acetabŭlum recipiente per l'aceto e dal suffisso greco εἶδος eidos aspetto: simile a un'ampolla
22975 acetabuliformis, e (Aspidistra) da acetabŭlum recipiente per l'aceto e da forma forma, aspetto, sembianza: concavo, simile a un'ampolla
10792 acetabulosus, a, um (Ballota, Beringeria, Marrubium, Astragalus, Acetabularia, Locellina - Agaricus ecc.) da acetabŭlum recipiente per l'aceto: a forma di ampolla
38 acetábulum da acetabŭlum recipiente per l’aceto:
  • (Allium/ Geboscon, Megyathus) a forma di ampolla
  • (Acetabula, Aleuria, Helvella, Parmelia, Peziza, Sphaeria) per la forma del carpoforo
  • (Lepanthopsis) perché la cavità del labello ricorda l'acetabolo del corpo umano
22976 acetolens (Russula) da acētum aceto e da ŏlēre odorare: con odore d'aceto
22977 acetophyllus, a, um (Allium) da acētum aceto e dal greco φύλλον phýllon foglia: con foglie acidule
22978 Acetosella [Oxalidaceae] diminutivo di acetosus acetoso, acido, quindi acidulo; era il nome classico, pre-Linneano, dell'acetosella e di altre piante con foglie acidule
23321 acetoselloides
  • (Acetosa, Rumex) da acetosella (vedi), epiteto di un'entità congenere, e dal greco εἷδος eidos aspetto, sembianza: simile a quella entità
  • (Eriogonum) da definire
7439 acetosellus, a, um (Acetosa, Begonia, Hybiscus, Oxalis, Rumex ecc.) diminutivo di acetosus acetoso, acido: acidulo
39 acetósus, a, um (Ciconium, Hibiscus, Pelargonium, Polygonum, Rumex ecc.) da acētum aceto: acido come l'aceto
22979 achabensis, e (Conophytum) della località Farm Achab, Northern Cape (Sudafrica)
22989 Achaeta [Poaceae] dal prefisso privativo greco α- a- senza e da χαίτη chaíte criniera: senza criniera poiché la rachilla termina con un'estensione piumosa e non setolosa come nei generi affini
22990 achaetus, a, um (Calycothrix, Calytrix, Haageocereus, Heterosperma, Pseudanaphothrips, Scabiosa, Schoenus) dal prefisso privativo greco α- a- senza e da χαίτη chaíte criniera: senza criniera poiché l'estensione della rachilla è piumosa, mentre nei generi simili è setolosa
22991 achaicus, a, um (Dichoropetalum, Hieracium, Holandrea, Peucedanum) dal latino Achaĭcus (dal greco Αχαϊκός Achaïcós): dell'Acaia, antica regione del Peloponneso (Grecia) abitata dagli Achei
22992 achaius, a, um (Allium, Centaurea, Colymbada, Gypsophila, Hieracium, Peucedanum ecc.) da achaeus acheo, abitante della Grecia quando era una provincia romana, oppure dell'Acaia, antica regione del Peloponneso (Grecia): del Peloponneso o genericamente greco
23064 achalensis, e (Aa, Arenaria, Aristida, Aspidium, Gentianella, Hieracium, Nothoscodum, Plantago, Senecio, Stevia ecc.) della Sierra de Achala nella provincia di Cordoba (Argentina)
23065 Acharagma [Cactaceae] dal prefisso privativo greco α- a- e da χάραγμα cháragma impronta, scanalatura: perché i tubercoli delle piante di questo genere sono privi di solchi a differenza di quelle del genere affine Escobaria
11290 achari, ii (Rosa, Aphyteia, Hydnora - Aspilia, Graphina ecc.) in onore del medico, botanico e lichenologo svedese Erik Acharius (1757-1819), allievo di Linneo, che dette inizio alla tassonomia dei licheni
11946 Acharia [Achariaceae] genere dedicato da C.P. Thunberg al medico, botanico e lichenologo svedese Erik Acharius (1757-1819), allievo di Linneo, che dette inizio alla tassonomia dei licheni
15157 acharianus, a, um (Lecanora, Melanotheca ecc.) in onore del medico, botanico e lichenologo svedese Erik Acharius (1757-1819), allievo di Linneo, che dette inizio alla tassonomia dei licheni
23066 achelensis, e errata grafia per achalensis (vedi)
9013 acheruntinus, a, um (Rubus) dal greco Ἀχέρων -οντος Achéron -ontos, in latino (Ăchĕrōn, -ontis) Acheronte, nome di alcuni fiumi della mitologia greca e latina, posti alla soglia dell'inferno; uno di questi si trova presso Cuma in provincia di Napoli
9582 acheruntius, a, um (Agaricus, Paxillus, Tapinella) dal greco Ἀχέρων -οντος Achéron -ontos, in latino (Acheron, -ontis) Acheronte, nomi di alcuni fiumi della mitologia greca e latina, posti alla soglia dell'inferno; uno di questi si trova presso Cuma in provincia di Napoli
23067 Achicodonia [Gesneriaceae] dalla fusione dei nomi Achimenes ed Eucodonia dei generi parentali di questo ibrido intergenerico
40 Achillea [Asteraceae] genere dedicato ad Achille (in greco Aχιλλειοϛ Achilleios), mitico eroe greco che avrebbe usato qualche specie di questo genere per curare le ferite riportate in battaglia dai suoi soldati; un rimedio molto antico tanto che questa è una delle erbe medicinali rinvenute in una necropoli dell'uomo di Neandertal irachena risalente a 60.000 anni fa. Il nome Achillea era già presente nel De simplicium medicamentorum facultatibus del medico greco Galeno (129-200 d.C.)
10973 achilleae (Gnaphalium, Pyrethrum, Chrysanthemum ecc.) genitivo o dativo di Achillea (vedi), probabilmente sottintendendo similis significando quindi simile all'Achillea per qualche aspetto ritenuto significativo dall'Autore dell'epiteto. Nel caso della subsp. del Tanacetum corymbosum il riferimento è alle foglie
23076 achilleaefolius, a, um forma ortograficamente errata per achilleifolius (vedi)
23077 achilleifolius, a, um (Alchemilla, Artemisia, Gilia, Pedicularis, Polemonium, Tanacetum, Senecio ecc.) dal genere Achillea (vedi) e da folium foglia: con foglie come quelle di un'Achillea
23078 achilleoides (Artemisia, Gnaphalium, Ixodia, Pithocarpa, Tanacetum, Villanova ecc.) dal genere Achillea (vedi) e dal greco εἶδος eidos aspetto, sembianza: simile a un'Achillea
41 achilléus, a, um (Argentina, Chamaemelum, Disynaphia, Eupatorium, Potentilla ecc.) dal genere Achillea (vedi): simile a un'Achillea
23079 achillis (Dendrobium, Ophrys) genitivo di Achilles Achille, in onore del medico e botanico francese Achille Richard (1794-1852) che erborizzò in Francia, Spagna, Italia ed Etiopia, figlio di Louis Claude Marie Richard (1754-1821) giardiniere, illustratore e collezionista di piante
23090 Achimenantha [Gesneriaceae] nome di un ibrido intergenerico ottenuto dalla fusione dei nomi dei generi parentali Achimenes e Trichantha
23091 achirasensis, e (Gymnocalycium) della località di Achiras in provincia di Córdoba (Argentina)
23092 Achlaena [Poaceae] dal prefisso privativo greco α- a- e da χλαίνα chlaína mantello: perché le glume mancano o sono ridotte
12323 Achlya [Saprolegniaceae] dal greco ἀχλύς achlýs oscurità, foschia, nebbia: oscuro
23094 achlydis (Ascochyta, Neodidymelliopsis, Peronospora, Stagonospora) genitivo del genere Achlys (vedi) a cui appartengono le piante ospiti di questi funghi
23095 Achlydosa [Orchidaceae] dal greco ἀχλύς achlýs oscurità, foschia, nebbia: molto scura
42 Achlys [Berberidaceae] in onore di Ἀχλύς Achlýs Aclys, divinità minore greca, dea dei luoghi nascosti o dell'oscurità, forse alludendo all'ambiente boschivo e ombroso, o ai fiori incospicui privi di perianzio. Secondo altre fonti mitologiche Achlys era la Notte Eterna (forse l'annebbiamento della Morte, che offusca la vista di chi muore), il primo essere creato esistente prima ancora del Caos. Esiodo afferma che è figlia di Nyx (la Notte) personificante miseria e tristezza, rappresentata sullo scudo di Ercole come una donna pallida, emaciata, piangente e battente i denti, ginocchia gonfie, unghie lunghe, guance rosse e spalle coperte di polvere
11444 achlysophilus, a, um (Thrasya, Hieracium, Paspalum, Crocion, Viola) dal greco ἀχλύς achlýs oscurità, foschia, nebbia e da φίλος filos amante, amico: pianta che cresce sulle rocce umide, vicino a cascate
23627 achmadi, ii (Elaeocarpus, Gigantochloa) in onore del raccoglitore di piante indonesiano Achmadi (fl. 1917-20)
23628 achnanthus (Habenaria) dal greco ἄχνη achne gluma, paglietta e da ἄνϑοϛ ánthos fiore
43 Achnatherum [Poaceae] dal greco ἄχνη achne pula, lemma e da ἀθήρ athér resta: con lemma aristato
23629 Achnella [Poaceae] ibrido intergenerico derivante dall'incrocio di Achnatherum e Nassella
23630 Achneria [Poaceae] probabile anagramma imperfetto del genere Eriachne
23631 Achnodon [Poaceae] dal greco ἄκνη achne gluma, paglietta e dal greco ionico ὀδών odón dente: per le glume terminanti con un mucrone o una resta
23632 Achnodonton [Poaceae] grafia alternativa per Achnodon (vedi)
23633 achotensis, e (Piper) dalla regione del Fiume Achote, in Ecuador
23634 achradifolius, a, um (Myrsine, Rapanea) dal genere Achras (vedi) e da folium foglia: con foglie simile a quelle delle piante di quel genere
23636 achras (Manilkara, Nispero, Pyrus, Sapota) dal greco αχραϛ achras un pero selvatico utilizzato per steccati (forse Pyrus amygdaliformis)
23635 Achras [Sapotaceae] dal greco αχραϛ achras un pero selvatico utilizzato per steccati (forse Pyrus amygdaliformis): Linneo riutilizzò questo nome adottandolo per questo genere
23637 Achroanthes [Orchidaceae] dal prefisso privativo greco α- a-, da χρῶμα chroma colore e da ἄνϑοϛ ánthos fiore: riferimento al fiore di un banale verde
23638 achroanthus, a, um (Habenaria, Rhododendrum) dal prefisso privativo greco α- a-, da χρῶμα chroma colore e da ἄνϑοϛ ánthos fiore: riferimento al fiore di un banale verde
23639 Achrochloa [Poaceae] dal prefisso privativo greco α- a-, da χρῶμα chroma colore e da χλόα chlóa erba: riferimento al colore di un banale verde
23640 achromatolepis (Piper) dal prefisso privativo greco α- a-, da χρῶμα chroma colore e da λεπιϛ, λεπιδοϛ lepís, lepidos scaglia, squama: con squame prive di colore, pallide
23641 Achromolaena [Asteraceae] dal prefisso privativo greco α- a-, da χρῶμα chroma colore e da χλαίνα chlaina mantello: riferimento ai fillomi biancastri di alcune specie
44 Achroómyces [Platygloeaceae] da ἄχροος achroos (da α- alfa privativo e da χρόα chróa color pelle) e da μύκης mýces fungo: fungo scolorito, pallido
23642 achtarovi, ii (Centaurea, Cyanus, Dianthus, Festuca, Sesleria) in onore del botanico e raccoglitore di piante bulgaro Boris T. Achtarov (o Achtaroff, 1885–1959)
23643 achteni, ii (Andropogon, Ceropegia, Dorstenia, Grumilea, Leptoderris, Millettia, Scilla, Scleria) in onore del collezionista di piante belga (Maria) Lode Théodoor Achten (1883-1933) che operò in Congo
23644 Achyrachaena [Asteraceae] dal greco ἄχυρον áchyron paglia e dal latino botanico achenium achenio (dal prefisso privativo greco α- e da χαίνειν chainein aprire): per l'achenio color paglierino
45 Achyranthes [Amaranthaceae] dal greco ἄχυρον áchyron paglia e da ἄνϑοϛ ánthos fiore: con fiori d'aspetto paglierino
23645 achyranthoides (Alternathera, Cyathula, Desmochaeta, Indigofera) dal genere Achyranthes (vedi) e dal greco εἶδος eidos aspetto, sembianza: simile a un Achyranthes
9724 achyranthus, a, um (Alternathera, Cyathula, Illecebrum, Lantana ecc.) dal greco ἄχυρον áchyron paglia e da ἄνϑοϛ ánthos fiore: con fiori paglierini
23646 Achyrocline [Asteraceae] dal greco ἄχυρον áchyron paglia, squama e da κλίνη clíne letto, ricettacolo: con ricettacolo paglierino
23647 Achyrodes [Poaceae] dal greco ἄχυρον áchyron paglia, pula e da εἶδος eidos aspetto, sembianza: per la presenza di numerose spighette sterili
23648 Achyronychia [Illecebraceae] dal greco ἄχυρον áchyron paglia, pula e da ὄνυξ, ὄνυχος ónyx onychos unghia, artiglio: con unghie paglierine, riferimento alle lacinie del calice
7023 achyrophorus, a, um
  • (Crepis, Hypochaeris, Hieracium, Viola) dal greco ἄχυρον áchyron paglia, squama e da φορέω phoréo portare, avere: per la presenza di pagliette sul ricettacolo
  • (Viola) da definire
23655 Achyrophorus [Asteraceae] dal greco ἄχυρον áchyron paglia, squama e da φορέω phoréo portare, avere: per la presenza di pagliette sul ricettacolo
46 achýropus, a, um (Agaricus, Marasmius) dal greco ἄκυρον ákyron paglia e da πούς pous piede, gambo: per il gambo paglierino
23660 Achyrospermum, a, um [Lamiaceae] dal greco ἄκυρον áchyron paglia e da σπέρμα spérma seme: per i semi paglierini
23661 achyrostachys (Tillandsia) dal greco ἄκυρον áchyron paglia, pula e da σταχυϛ stachys spiga: con spighe paglierine
47 ácia (Calotropis, Madorius) da acia (da acus ago) filo, refe: sottile come un filo o utilizzato per filare
14374 Acia da acia (derivante da acus ago) filo, refe:
  • [Meruliaceae] sinonimo di Mycoacia: sottile come un filo o utilizzabile per filare
  • [Chrysobalanaceae] nom. invalid. sinonimo di Acioa: sottile come un filo, riferimento agli stami filamentosi
23663 Acianthella [Orchidaceae] diminutivo di Acianthus (vedi)
23664 Acianthera [Orchidaceae] dal greco ακίς, -ίδος acís, -ídos punta, spina, ago e dal latino botanico anthera antera: con antera appuntita, riferimento alla piccola sporgenza sull'opercolo dell'antera
23665 aciantherus, a, um (Humboltia/Pleurothallis) dal greco ακίς, ίδος acís, ídos punta, spina, ago e dal latino botanico anthera antera: con antere apicolate
23683 acianthiformis, e (Centrogenium/ Nothostele/ Pelexia/ Stenorrhynchos) dal genere Acianthus (vedi) e da forma forma, aspetto, sembianza: simile alle piante di quel genere
23684 acianthoides (Habenaria/Malaxis/Microstylis) dal genere Acianthus (vedi) e dal greco εἶδος eidos aspetto, sembianza: simile alle piante di quel genere
23685 Acianthopsis [Orchidaceae] dal genere Acianthus (vedi) e dal greco ὄψις opsis aspetto, somiglianza: simile a quel genere
23686 acianthus, a, um (Aporum/Dendrobium/Oxystophyllum) dal greco ακίς, ίδος acís, ídos punta, spina, ago e da ἄνϑοϛ ánthos fiore: con fiori a tepali appuntiti
23662 Acianthus [Orchidaceae] dal greco ακίς, ίδος acís, ídos punta, spina, ago e da ἄνϑοϛ ánthos fiore: per i fiori dai tepali appuntiti
23687 acicularifolius, e (Dracophyllum, Panicum/Poa) dal latino botanico acicularis sottile come un ago (da aciculus aghetto, diminutivo di acus ago) e da folium foglia: con foglie aghiformi
48 acicularis, e appuntito come un ago, da aciculus aghetto (diminutivo di acus ago):
  • (Carduus, Eleocharis, Cyperus, Dendrobium ecc.) con foglie aghiformi
  • (Agave) per le foglie terminanti con una spina
  • (Echinocereus engelmannii var.) per il tipo di aculei
  • (Colletotrichum, Cudoniella, Dissoconium, Smittium ecc.) funghi sottili, a forma di ago
11719 aciculatus, a, um
  • (Rhaphis, Chrysopogon, Opuntia ecc.) da aciculus aghetto: dotato di organi sottili e appuntiti come aghi
  • (Pelargonium) per i petali con striature irregolari
23688 aciculifer, era, erum (Bikinia, Callistachys, Dicella, Oxylobium, Podolobium) da aciculus aghetto (diminutivo di ácus ago) e da fero portare: che possiede organi sottili come piccoli aghi
23689 aciculifolius, a, um (Lepanthese, Myoxanthus, Oritrophium, Phlox, Stelis) da aciculus aghetto (diminutivo di ácus ago) e da folium foglia: con foglie simili a piccoli aghi
23690 aciculiformis, e (Oligochaetochilus/ Pterostylis) da aciculus aghetto (diminutivo di ácus ago) e da forma forma, aspetto: che ricorda piccoli aghi, riferimento alle punte dei sepali
23694 aciculinus, a, um (Syzygium) da aciculus aghetto (diminutivo di ácus ago): che ricorda piccoli aghi, riferimento alle foglie aghiformi
49 acículus, a, um (Agaricus/Mycena, Pachnocybe, Tricladium) piccolo ago (ma anche spillone per capelli), diminutivo di ácus ago: per la forma di questi funghi
23695 Acidanthera [Iridaceae] dal greco ακίς, ίδος acís, ídos punta, spina, ago e dal latino botanico anthera antera: con antere apicolate
23696 acidissimus, a, um (Cicca, Diasperus, Limonia, Phyllanthus ecc.) superlativo di acidus acido, agro, acre aspro: acidissimo, molto aspro
23697 Acidocroton [Euphorbiaceae] dal greco ακίς, ίδος acís, ídos punta, spina e dal genere Croton (vedi): simile a un Croton spinoso
23013 acidodontophyllus, a, um (Hieracium) dal greco ἀκῐδώδης acidódes appuntito, acuto, dallo ionico ὀδούϛ, ὀδóντοϛ odoús, odóntos dente, e da φύλλον phýllon foglia: con foglie acute e dentate
23017 acidodontum (Hieracium) dal greco ἀκῐδώδης acidódes appuntito, acuto e dallo ionico ὀδούϛ, ὀδóντοϛ odoús, odóntos dente: per la presenza di denti acuminati
23018 acidolepis (Hieracium) dal greco ἀκῐδώδης acidódes appuntito, acuto e da λεπίϛ lepís scaglia, squama: per le squame del ricettacolo acuminate
23698 acidophilus, a, um (Acidomyces, Acidothrix, Cortinarius, Entoloma, Torula ecc.) da acidus: acido e da φίλος phílos amante: per la caratteristica del substrato di crescita
23020 acidophorum (Hieracium) dal greco ἀκῐδώδης acidódes appuntito, acuto e da φορέω phoréo portare, avere: dotato di organi appuntiti
23019 acidophyllum (Hieracium) dal greco ἀκῐδώδης acidódes appuntito, acuto e da φύλλον phýllon foglia: con foglie acute
23699 acidosus, a, um (Morus) da acidus: acido, aspro, probabile riferimento al sapore dei frutti
23700 acidothamnus (Acidoton, Flueggea, Securinega) dal greco ακίς, ίδος acís, ídos punta, spina e da θαμνος thamnos arbusto: arbusto spinoso
23015 acidotiformis, e (Hieracium) da acidotum (vedi), epiteto di un'entità congenere, e da forma forma, aspetto, sembianza: simile a quella entità
23016 acidotoides (Hieracium) da acidotum (vedi), epiteto di un'entità congenere, e dal greco εἷδος eidos aspetto, sembianza: simile a quella entità
23014 acidotus, a, um (Aspalathus, Hieracium, Lacinaria, Liatris, Ranunculus, Taraxacum) dal greco ἀκῐδώδης acidódes puntuto, acuto: per la presenza di organi con estremità appuntite
23703 acidulus, a, um (Acronychia, Epilobium, Ficus, Jambolifera, Owenia, Pemphis, Polygonum, Pyrus) diminutivo di acidus (vedi) acido: leggermente acido, aspro, acidulo
23704 acidus, a, um (Begonia, Britoa, Calamus, Cereus, Citrus, Eulychnia, Phyllanthus, Polygonum, Ribes, Rumex, Sonchus ecc. – Aspergillus, Boletus, Suillus ecc.) di sapore acido, aspro
23705 acifer, era, erum (Aspalathus, Calligonum, Cereus/Echinocereus, Elodes, Hypericum) da acus ago e da fero portare: per la presenza di spine
23706 aciformis, e (Anthurium, Isolepis, Ophiopogon, Scirpus) da acus punta, ago e da forma forma, aspetto: sottile o pungente come un ago
23707 aciliatus, a, um (Cleisostoma) dal prefisso privativo a- e da cilium ciglia: privo di ciglia
15918 acinaceus, a, um (Acacia/ Racosperma, Heteranthocidium, Oncidium) da acinaces scimitarra, spada ricurva tipica dei Persiani usata dai Medi e dagli Sciti (in greco ἀκινάκης acinaces): a forma di scimitarra, riferito alle foglie
23718 acinacifolius, a, um (Aloe, Epidendrum, Gasteria, Gastrochilus, Hieracium, Phyllanthus, Urginea ecc.) da acinaces scimitarra, spada ricurva tipica dei Persiani e da folium foglia: con foglie falcate
50 acinaciformis, e (Carpobrotus, Cereus, Crassula, Dendrobium, Mesembryanthemum ecc.) da acinaces scimitarra, spada ricurva tipica dei Persiani e da forma aspetto: per la forma falcata delle foglie
23719 acinacispinus, a, um (Gymnocalycium ssp., Haageocereus var.) da acinaces scimitarra, spada ricurva tipica dei Persiani e da spina spina, aculeo: per la forma falcata delle spine
23720 Acinbreea [Orchidaceae] ibrido intergenerico fra Acineta ed Embreea
23721 Acineta [Orchidaceae] dal greco ἀκίνητος acinetos fisso, immobile: riferimento al labbro rigido, privo di giunzioni
51 acinifolius, a, um (Agerella, Cuphea, Dianthus, Lythrum, Nepeta/Origanum, Veronica ecc.) dal genere Acinos (vedi) e da folium foglia: con foglie simili a quelle di un Acinos
23722 aciniformis, e (Cereus – Arthonia) da acinus acino, chicco d'uva e di altri frutti, e da forma forma, aspetto: simile a un chicco d'uva
23724 acinoides (Calamintha, Hedeoma, Justicia, Melissa, Thymus, Ziziphora) dal genere Acinos (vedi) e dal greco εἶδος eidos aspetto, sembianza: simile a piante di quel genere
6343 acinos (Calamintha) dal genere Acinos (vedi) a cui apparteneva originariamente questa specie
12324 Acinos [Lamiaceae] dal greco ακινος acinos basilico
7524 acinosus, a, um (Phytolacca) da acinus acino, granello: per le infruttescenze che paiono composte da acini
23726 acinus, a, um (Ophrys ×) dal greco ακίς, ίδος acís, ídos punta, spina, ago: appuntito
23725 Acinus grafia alternativa per Acinos (vedi)
23727 Acioa [Chrysobalanaceae] per D. Gledhill e Dave's Garden da acus ago, per le brattee che in alcune specie sono aghiformi, ma Bassett Maguire su ‘Brittonia' vol. 7, 1951 scrive che il nome, proposto nel 1775 da Aublet, deriva dall'uso vernacolare
23728 Aciphylla [Apiaceae] dal greco ακίς, ίδος acís, ídos punta, spina, ago e da φύλλον phýllon foglia: per le foglie appuntite
23729 aciphyllus, a, um (Acacia, Aira, Allium, Bupleurum, Dianthus, Ferula, Galium, Grevillea, Oxytropis ecc.) dal greco ακίς, ίδος acís, ídos punta, spina, ago e da φύλλον phýllon foglia: per le foglie appuntite
10740 Acis [Amaryllidaceae] da Aci mitico pastore innamorato e ricambiato della ninfa Galatea e per questo ucciso dal ciclope Polifemo
23731 Ackermania [Orchidaceae] genere dedicato al botanico e fitologo statunitense James David Ackerman (1950-)
23732 ackermanianus, a, um forma ortograficamente scorretta per ackermannianus (vedi)
23733 ackermanii (Astragalus, Epidendrum) in onore del botanico e fitologo tedesco Jacob Fidelis Ackermann (1765-1815) (forma ortograficamente scorretta per ackermannii)
23735 ackermanni, ii
  • (Cactus, Epiphyllum, Nopalxochia, Teucrium) in onore del botanico tedesco Jacob Fidelis Ackermann (1765-1815)
  • (Disocactus/Cactus/Cereus/Phyllocactus/Nopalxochia) in onore di Georg Ackermann (fl.1824) importatore di Cactaceae e vivaista redesco
  • (Aconitum, Adenocalymma, Amaryllis ×, Calathea, Goeppertia, Justicia ecc.) da definire
23734 ackermannianus, a, um
  • (Cieca, Croton) in onore del botanico tedesco Jacob Fidelis Ackermann (1765-1815)
  • (Julocroton, Waltheria) da definire
23736 Ackersteinia [Orchidaceae] ibrido intergenerico fra Ackermania e Kefersteinia
23738 acklandiae errata grafia per aclandiae (vedi)
23754 acklinicola (Agave) da Acklin, isola delle Bahamas, e da colo abitare: riferimento al luogo d'origine
52 Acládium [Botryobasidiaceae] dal prefisso privativo greco α- a- e da κλάδιον cladíon rametto (diminutivo di κλάδος cládos ramo): senza ramuli, per le ife non ramificate
23737 aclandiae (Cattleya) in onore di Lady Acland di Killerton, Inghilterra, moglie del primo importatore di questa orchidea
23745 Acleisanthes [Nyctagynaceae] dal prefisso privativo greco α- a-, da κλειστός cleistόs chiuso e da ἄνϑοϛ ánthos fiore: dai fiori non chiusi, perché trattasi di un genere i cui fiori si aprono di notte, quando la maggior parte degli altri li hanno chiusi
23755 aclinia (Dendrobium) dal genere Aclinia (vedi): passaggio a epiteto (1856) del nome generico (1851) a causa del mutato rango tassonomico
23747 Aclinia [Orchidaceae] dal prefisso privativo greco α- a- e da κλίνη clíne letto, ricettacolo
11666 Acmella [Asteraceae] etimologia incerta: per Gledhill dal greco ἀκμή acmé punta, apice nel senso di appuntito o vigoroso; secondo Daniel F. Austin in Florida Ethnobotany stessa etimologia, ma per il sapore pungente delle foglie; per Coombes invece dal nome vernacolare singalese dell'Acmella oleracea, ma è poco credibile perché si tratta di un genere originario del Sudamerica
 
Pagina 1    pagina successiva    ultima pagina    

Acta Plantarum - Flora delle regioni italiane - Un progetto "open source"
  Licenza Creative Commons
Acta Plantarum è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale . Tutti i diritti di Copyright © riservati agli autori se citati a cui va richiesta autorizzazione scritta per copia ed uso.    Acta Plantarum is licensed under a Creative Commons Attribution-NonCommercial-NoDerivatives 4.0 International License . All Copyright © rights reserved by mentioned authors; written authorization to be required for copy and use.

Come citare questa pagina: Acta Plantarum, 2007 in avanti - "Etimologia dei nomi botanici e micologici". Disponibile on line (data di consultazione: 20/04/2019): http://www.actaplantarum.org/etimologia/etimologia.php?p=1&o=1,0,0,0,0,0,1,2,3,4,5&n=h
How to cite this page: Acta Plantarum, from 2007 on - "Etimologia dei nomi botanici e micologici". Available on line (access date: 20/04/2019): http://www.actaplantarum.org/etimologia/etimologia.php?p=1&o=1,0,0,0,0,0,1,2,3,4,5&n=h