Etimologia dei nomi botanici e micologici   e corretta accentazione 
     Home      Galleria      Forum oggi è Martedi 17 settembre 2019


    Lista dei lemmi etimologici (500 di 24514)                                         Trova:     
   Campo trova
nessun carattere: estrae tutti i lemmi (divisi in più pagine); da 1 a molti caratteri: ricerca i caratteri a partire da inizio lemma;
 
per ricercare uno o più caratteri ovunque nel lemma utilizzare il carattere '%' seguito dai caratteri
 
Pagina 1    pagina successiva    ultima pagina    
ID Lemma Descrizione     (Legenda)
16179 la-farina grafia alternativa per lafarinae (vedi)
16612 la-farinae grafia alternativa per lafarinae (vedi)
16177 labati, ii (Euphorbia) in onore del botanico francese Jean-Noël Labat (1959-2011) studioso della flora del Messico e del Madagascar
16178 labbei, ii (Euphorbia) in onore del botanico francese Émile Labbé (1873-1927) che accompagnò A.A.H. Léveillé in alcune spedizioni
11554 labiatus, a, um (Aristolochia, Bignonia, Castilleja, Cattleya, Cetasetum, Cattleya, Epidendrum, Epipactis, Gladiolus, Goodyera, Lupinus, Veronica ecc.) da labium labbro: a forma di labbra, dotato di labbra, labiato
9645 labiosus, a, um (Aristolochia, Besleria, Endospermum, Epidendrum, Eremostachys, Ophrys, Phlomoides, Stachys, Teucrium, Viola ecc.) da labium labbro: dotato di labbra, labiato
8793 Lablab [Fabaceae] antico nome onomatopeico arabo o egiziano, riferimento al rumore sordo dei semi all'interno del legume secco
16698 labradoricus, a, um (Armeria, Astragalus, Galium, Gentiana, Luzula, Papaver, Poa, Viola ecc.) del Labrador, ampia penisola canadese
12907 Labramia [Sapotaceae] in onore disegnatore naturalista svizzero Jonas David Labram (1785-1852)
8087 labrusca (Vitis, Acrostichum, Aspidium, Bolbitis, Cissus, Colysis, Dictyopteris, Leptochilus, Nephrodium, Polypodium, Sagenia, Tectaria) nome latino utilizzato per indicare una vite selvatica (Columella, Virgilio e Plinio) da cui deriva anche il nome del lambrusco, famoso vino emiliano
3094 labúrni (Calycina, Carlia, Cercospora, Cucurbitaria, Puccinia, Uredo ecc.) genitivo di Laburnum (vedi), pianta ospite di questi funghi
16180 laburnifolius, a, um (Acetosella, Cleome, Crotalaria, Desmodium, Oxalis, Termopsis ecc.) da Laburnum (vedi) e da folium foglia: con foglie simili a quelle del maggiociondolo
11751 Laburnocytisus [Fabaceae] +Laburnocytisus 'Adami' o adamii (Poit.) C.K.Schneider è una chimera, ottenuta per innesto di Laburnum anagyroides e Chamaecytisus purpureus il cui nome fa riferimento a quello dei genitori
3095 Laburnum [Fabaceae] genere già citato in Plinio: avornio, maggiociondolo
3096 labyrinthómyces [Tuberaceae] dal greco λαβύρινθος labýrinthos labirinto e da μύκης mýces fungo: per l'aspetto delle venature nell'imenio (loggette labirintiformi)
3097 lacaitae (Armeria, Athamanta, Centaurea, Cerastium, Cirsium, Draba, Echium, Gagea, Knautia, Lathyrus, Micromeria, Ophrys, Silene, Thymus ecc.) in onore di Charles Carmichael Lacaita (1853-1933), inglese di famiglia italiana che visse a lungo ad Amalfi: profondo conoscitore della nostra flora, erborizzò in Italia, Grecia, Iran, Spagna, Portogallo e Gran Bretagna
16186 Lacaitaea [Boraginaceae] genere dedicato a Charles Carmichael Lacaita (1853-1933), inglese di famiglia italiana che visse a lungo ad Amalfi: profondo conoscitore della nostra flora, erborizzò in Italia, Grecia, Iran, Spagna, Portogallo e Gran Bretagna
16188 lacandona (Zamia) dalla foresta pluviale Lacandona nel Chiapas orientale (Messico) che a sua volta prende il suo nome dagli indiani Lacandona, discendenti dai Maya
3098 Laccária [Hydnangiaceae] dal latino medievale laccare tingere (dal persiano lak vernice, lacca): per la lucida colorazione di questi funghi
3099 laccátus, a, um (Acacia, Brickellia, Gladiolus, Juncus, Neuberia, Puya, Racosperma, Rapanea, Watsonia - Ganoderma, Laccaria, Clitocybe ecc.) dal latino medievale laccare tingere (dal persiano lak lacca, vernice): dai colori lucidi e brillanti
16189 lacei, ii (Euphorbia) in onore del botanico inglese John Henry Lace (1857-1918) dell'Indian Forest Service, che erborizzò in India, Afganistan e Birmania
6405 lacer, erus, era, erum lacero, lacerato, strappato, sfrangiato:
  • (Erepsia, Agoseris, Begonia, Conyza/ Blumea) riferito alle foglie
  • (Platanthera, Blephariglottis, Spiranthes, Zosterophyllanthos) riferito ai fiori
  • (Costus/ Cheilocostus) riferito alle brattee dopo l’antesi
  • (Chaenactis) riferito alle squame dei pappi
15111 laceratus, a, um lacero, lacerato, strappato, sfrangiato:
  • (Astragalus, Dendrobium, Corybas, Liparis, Mimosa, Allium, Anemone, Arum, Asplenium, Barleria, Begonia, Capsella, Centaurea, Gladiolus, Pedicularis, Primula, Sonchus ecc.) per la presenza di organi variamente sfrangiati
  • (Collybia) per l’aspetto del cappello
11069 laceridens (Hieracium bifidum ssp.) da lacer strappato, lacerato e da dens dente: con denti lacerati o sfrangiati
17718 lacertosus, a, um (Bacopa, Limonium, Rubus, Taraxacum) da lacerta lucertola: per il portamento strisciante
16190 Lachemilla [Rosaceae] anagramma del genere Alchemilla
3100 lachenali, ii (Androsace, Carex, Cirsium, Cnicus, Crepis, Festuca, Hieracium, Nardurus, Selinum, Vignea, Vulpia ecc.) specie dedicate al medico e botanico svizzero Werner de Lachenal (1736-1800), professore di Anatomia e Botanica a Basilea
13507 Lachenalia [Asparagaceae] in onore del medico e botanico svizzero Werner de Lachenal (1736-1800), professore di Anatomia e Botanica a Basilea
10977 Lachnagrostis [Poaceae] dal greco λαχναῖος lachnaíos lanuggine e da Agrostis (vedi)
16194 Lachnea [Pyronemataceae] dal greco λάχνη láchne lanuggine
3101 Lachnélla [Niaceae] diminutivo di Lachnea (vedi)
3102 Lachnéllula [Hyaloscyphaceae] diminutivo di Lachnella (vedi), per le piccole dimensioni del carpoforo
3103 láchneus, a, um (Catapyrenium, Dermatocarpon, Placidium, Lichen ecc.) dal greco λαχναῖος lachnaíos lanugine, peluria
3104 Lachnocládium [Lachnocladiaceae] dal greco λαχναῖος lachnaíos lanugine, peluria e da κλάδιον cládion ramoscello: con l'aspetto di un ramoscello lanuginoso
3105 láchnopus (Agaricus, Ossicaulis, Pleurotus) dal greco λάχνη láchne lanugine, peluria e da πούς poús piede, gambo: dal gambo lanuginoso
22965 laciniaris, e (Hieracium ssp.) dal latino botanico lăcĭnĭa lacinia: per i denti delle foglie che spesso in prossimità del picciolo risultano liberi assumendo l'aspetto allungato di lacinie
3106 laciniátus, a, um (Oenothera, Prunella, Rudbeckia, Crataegus, Cardamine, Dipsacus, Eremostachys, Erodium, Hesperis, Leucanthemum, Podospermun, Papaver var., Rubus, Scorzonera, Sebacina, Silene, Syringa × ecc.) da lăcĭnĭa lembo, orlo, frangia: diviso profondamente in sottili lacinie, lacerato, sfrangiato
16196 laciniosus, a, um (Carya) da lăcĭnĭa lembo, orlo, frangia: per la corteccia che si sfalda
8996 lacinius, a, um (Limonium) dal greco Λακινιον Lacinion Capo Lacinio, attuale Capo Colonna, presso Crotone, nelle vicinanze del quale sorgeva un tempio dedicato a Hera Lacinia
23348 lacistophylloides (Hieracium, Taraxacum) da lacistophyllum (vedi), epiteto di un'entità congenere, e dal greco εἷδος eídos aspetto, sembianza: simile a quella entità
23347 lacistophyllus, a, um (Hieracium, Taraxacum) dal greco λακιστός lacistós lacerato e da φύλλον phýllon foglia: con foglie lacerate, profondamente e irregolarmente incise
23466 lacistus, a, um (Gastrodia, Hieracium ssp.) dal greco λακιστός lacistós lacerato: riferimento alle foglie profondamente incise
11614 laconensis, e (Ophrys ×, Rubus) di Laconi, comume del Sarcidano in Sardegna (OR) dove è stata rinvenuta questa entità
9505 laconicus, a, um (Anthemis, Apium, Astragalus, Avena, Centaurea, Draba, Galium, Gypsophila, Leontodon, Onobrychis, Sedum, Silene, Thymus, Trisetaria ecc.) di Laconia, regione del Peloponneso dove sorgeva Sparta: laconico, spartano
18064 Lacrima-Jobi (Coix) variante grafica (A. Fiori) per lacryma-jobi (vedi)
16197 lacrimalis, e (Tremella) da lácrimo piangere: lacrimale, irritante per gli occhi
3107 lácrimans da lácrimo piangere: lacrimante, piangente
  • (Aspidostemon, Cryptocarya, Cycas, Eucalyptus) riferimento al fogliame pendente
  • (Delicatula, Mycena, Verrucaria) funghi gementi che stillano gocce come lacrime
3110 Lacrimária variante grafica per Lacrymaria (vedi)
8540 lacryma-jobi (Coix) lacrima di Giobbe in latino: riferimento all'aspetto dei chicchi di bianco perlaceo, simili a lacrime, utilizzati anche per fare rosari; da notare che la forma ortograficamente corretta sarebbe lacrima-jobi e che talvolta viene utulizzata anche la forma lachryma-jobi
16198 lacrymabundus, a, um (Lacrymaria) forma ortograficamente scorretta per lacrimabundus: lacrimoso, piangente, con le lacrime agli occhi; epiteto rafforzativo del genere
3109 lácrymans errata grafia per lacrimans (vedi)
3108 Lacrymária [Psathyrellaceae] forma ortograficamente scorretta da lácrima lacrima: funghi che gemono stille simili a lacrime aderenti alle lamelle
10164 lactaris (Hieracium, Salix) da lac, láctis latte: che si riferisce al latte, per la tipica emissione di lattice al taglio o alla frattura
3111 Lactárius [Russulaceae] da lac, láctis latte: che si riferisce al latte, per la tipica emissione di lattice al taglio o alla frattura
3112 lactéscens (Acer, Brosimopsis, Cactus, Chaerophyllum, Clitoria, Convolvulus, Hieracium, Mammillaria, Selinum, Senecio ecc.) da lactésco diventare lattiginoso: che tende a diventare biancastro
3113 lácteus, a, um (Baptisia, Androsace, Asperula, Cotoneaster, Neotinea, Orchis, Allium, Amaranthus, Celosia, Cineraria, Crepis, Cyperus, Draba, Erica, Luzula, Malva ecc. - Boletus, Marasmiellus, Mycena/ Hemimycena, Pertusaria, Psathyrella, Tyromyces ecc.) da lac, láctis latte: latteo, per il colore biancastro
10333 lacticolor (Hermione, Lupinus, Narcissus, Protea - Boidinia, Flammula, Lecidea, Poria ecc.) da lac, láctis latte e da cólor colore: bianco, color del latte
3114 lacticulárius (Agaricus) vezzeggiativo da lac, láctis latte: alquanto lattiginoso
16213 lactiflorus, a, um (Artemisia, Campanula) da lac, láctis latte e da flos, floris fiore: dai fiori color bianco latte
3115 lactífluus, a, um (Castilla, Chuncoa, Euphorbia, Lophostemom, Malouetia, Mimosa, Tabernaemontana, Tricularia, Tristania) da lac, láctis latte e da flúo far defluire: che lascia fluire del lattice
3116 Lactúca [Asteraceae] da lac, láctis latte: per l'abbondante lattice bianco presente nelle piante di questo genere
11122 lactucaceus, a, um (Hieracium, Potamogeton, Taraxacum) da Lactuca (vedi) lattuga: simile alla lattuga
7528 lactucella (Pilosella, Hieracium, Senecio) diminutivo di Lactuca (vedi) lattuga: lattughetta, lattughella, per la somiglianza con la lattuga
16214 Lactucella [Asteraceae] diminutivo di Lactuca (vedi) lattuga: lattughetta
10165 lactucifolius, a, um (Blumea, Centaurea, Conyza, Damasonium, Grevillea, Hibbertia, Hieracium, Othonna, Ottelia, Senecio, Strobilanthes) da Lactuca (vedi) lattuga e da folium foglia: con foglie da lattuga
23320 lactucoides (Chelidonium, Hieracium, Leontodon, Perezia, Primula, Senecio, Sonchus ecc.) dal genere Lactuca (vedi) e dal greco εἷδος eídos aspetto, sembianza: simile a una entità di quel genere
3117 lacunárum (Agrostis, Aster, Carex, Lachnagrostis - Inocybe, Lactarius, Mollisia) genitivo plurale di lăcūna laguna, stagno, pozza d'acqua morta: delle lagune, riferimento all'ambiente di crescita
3118 lacunósus, a, um da lăcūnā cavità, carenza:
  • (Allium, Cyperus, Andropogon, Aster, Convolvulus, Davilla, Dryopteris, Lippia, Oxalis, Polygonum, Vernonia, Villarsia ecc.) per il fusto cavo o per la mancanza di qualche parte
  • (Helvella) con delle cavità sul gambo
7758 lacuster, ris, re (Hydropus, Schoenoplectus, Andromeda, Armoracia, Cakile, Calamagrostis, Carex, Dendrobium, Epidendrum, Nasturtium, Panicum, Paspalum, Plantago, Poa, Ranunculus, Ribes, Rumex, Salix, Senecio, Silene, Taraxacum ecc.) da lacus lago: lacustre, del lago o degli stagni
8539 ladanifer, erus, era, erum (Cistus, Evaiezoa, Rosa, Saxifraga) da ladănum (in greco λήδανον lédanon), un essudato resinoso emesso da alcune piante e usato come fissativo dall'industria dei profumi, e da fero portare, produrre: che produce ladano
13926 ladanoides (Justicia, Arthrostemma, Chaetogastra, Pterolepis, Rhexia) da ladanum (vedi), epiteto di alcune specie aromatiche, e dal greco εἷδος eídos sembianza: simile a una di quelle specie
6841 ladanum (Galeopsis/ Dalanum, Ladanella, Lamium, Mercurialis, Tetrahit) da ladănum (in greco λήδανον lédanon), un essudato resinoso emesso da alcune piante e usato come fissativo dall'industria dei profumi
9295 ladinus, a, um (Draba - Godronia, Leptosphaeria, Nodulosphaeria, Cladosporium) della zona di lingua ladina, area dolomitica del Trentino-Alto Adige e Veneto
19371 Laelia [Orchidaceae] secondo la maggior parte delle fonti deriva dalla mitologia romana: Laelia era una delle sei vergini del tempio di Vesta preposte ad alimentare il fuoco sacro; secondo altri deriverebbe semplicemente dalla gens Laelia, il cui esponente più conosciuto fu il console Gaius Laelius
16215 laetelamellatus, a, um (Cortinarius) da laétus lieto, allegro, che rallegra e dal latino scientifico moderno lamellatus dotato di lamelle: riferimento al colore delle lamelle (da una relazione degli autori)
3119 laetícolor (Alchemilla, Hieracium, Ranunculus, Taraxacum - Agaricus, Bacidia, Ciliaria, Clavaria/ Clavulinops, Melastiza, Cortinarius, Entoloma ecc.) da laétus lieto, allegro, che rallegra, e da cólor colore: per i colori vivaci
3120 Laeticortícium [Corticiaceae] da laétus lieto, gaio, luminoso, splendente e dal genere di funghi Corticium (vedi)
6944 laetiflorus, a, um (Helianthus ×, Dodecatheon, Lathyrus, Senecio) da laétus liteo, che rallegra, e da flos, floris fiore: con fiori che rallegrano
16216 laetifolius, a, um (Encephalartos) da laétus lieto, che rallegra, e da folium foglia: con foglie lucide che rallegrano, in confronto a quelle tomentose di Encephalartos lanatus, una specie similare
3121 laétior, us (Albotricha, Biatora, Catillaria, Cortinarius, Patellaria ecc.) comparativo di laétus lieto, gradevole: più gradevole
3122 Laetíporus [Fomitopsidaceae] da laétus lieto, allegro, che rallegra, e da porus poro: dai pori che rallegrano per il loro colore
3123 laétus, a, um (Acacia, Acer, Aconitum, Adiantum, Allium, Asplenium, Carex, Cyperus, Echium, Eudianthe, Eupatorium, Helianthus ×, Hieracium, Jambosa, Limonium, Myoporum, Penstemon, Polygala, Ranunculus, Syzygium ecc. - Caloplaca, Cortinarius, Hygrocybe, Hygrophorus ecc.) lieto, rigoglioso, vivido, di aspetto gaio, allegro (per i colori, la lucentezza ecc.)
10166 laevicaulis, e (Aconitum, Bartonia, Carex, Convolvulus, Epilobium, Panicum, Rubus, Saxifraga, Selinum, Senecio, Solidago, Valeriana ecc.) da laevis liscio, imberbe e da caulis caule, gambo, stelo: con stelo glabro
22936 laeviceps (Hieracium) da laevis liscio, lucido, lieve e dal suffisso -ceps (derivato da cáput) capo, testa: con capolini lisci
12835 laevifolius, a, um (Acmena, Banistera, Bassia, Clerodendrum, Doronicum, Hieracium, Myristica, Panicum, Uragoga, Verbesina ecc.) da laevis/ levis liscio, senza peli, lucido e da folium foglia: con foglie liscie, lucide
23467 laevigans (Hieracium) da levigo/ laevigo levigare, rendere liscio: che tende ad assumere un aspetto liscio, lucido
3124 laevigatus, a, um levigato, liscio, da levigo/ laevigo levigare, rendere liscio:
  • (Calycanthus, Celtis) con riferimento alle foglie
  • (Biscutella) con riferimento ai semi piatti e lisci
  • (Hydnum, Mycena) per la superficie liscia del cappello (mentre altri funghi congeneri hanno rugosità, imbricature ecc.)
  • (Arabis, Artemisia, Asperula, Asplenium, Bursa, Crataegus, Cyperus, Digitalis, Festuca, Galium, Hieracium, Hypochaeris, Lathyrus, Stylogyne, Stylogyne, Teucrium, Trifolium ecc.) riferimento a qualche organo caratteristico della pianta particolarmente liscio
23431 laevipedunculus, a, um (Hieracium ssp.) da laevis liscio, leggero, esile e da pedunculus (diminutivo di pes piede): con peduncoli esili
3125 laevipes (Cruciata, Fumana, Alchemilla, Bromopsis, Bromus, Cistus, Draba, Hakea, Helianthemum, Kennedia, Potentilla, Rosa ecc.) da laevis/ levis liscio, imberbe, lucido e da pes piede, stelo: con stelo o gambo liscio e senza peli
3126 laévis, e (Frankenia, Fumana, Ulmus, Bidens, Quercus, Jasione, Amelanchier, Angelica, Annona, Ardisia, Aristida, Aster, Cyperus, Dryopteris, Erica, Juncus, Myrtus, Salix, Spergularia, Stellaria ecc.) liscio, leggero, senza peli, lucido
3127 lafarinae (Muscari, Botryanthus) specie dedicate a S.V. La Farina (sec. XIX) botanico dilettante siciliano
16223 Lafoensia [Lythraceae] genere dedicato al nobile portoghese Joannis de Braganza, duca di Lafoens (1719-1806) che presiedette l'Accademia Reale delle Scienze di Lisbona
7083 lagarinianus, a, um (Jovibarba globifera ssp., Sempervivum globiferum ssp.) relativo alla Val Lagarina, in provincia di Trento e corrispondente al basso corso montano dell'Adige, con Rovereto come città di maggiore importanza
11119 lagarinus, a, um (Hieracium) riferito alla Val Lagarina, cioè alla parte della valle dell'Adige compresa tra Besenello a sud di Trento e Avio a nord di Verona
3128 Lagarosífon errata grafia per Lagarosiphon (vedi)
7126 Lagarosiphon [Hydrocharitaceae] dal greco λἄγαρός lagarós floscio, molle, debole e da σίφων síphon canna, tubo: per i fusti cavi e flaccidi
3129 lagascae (Aira, Aristida, Caloptilium, Echium, Erysimum, Euphorbia, Festuca, Malva, Sedum, Silene, Stipa, Acosta, Alyssum, Elaeoselinum, Euphorbia, Centaurea ecc.) in onore del medico e botanico spagnolo Mariano Lagasca y Segura (1776-1839) che fu direttore del Reale Giardino Botanico di Madrid e pioniere della flora iberica
13384 lagascanus, a, um (Anthyllis, Cerastium, Diplotaxis, Iberis, Indigofera, Pendulina, Potentilla, Ranunculus, Sideritis, Trifolium, Centaurea, Hieracium, Senecio ecc.) in onore del medico e botanico spagnolo Mariano Lagasca y Segura (1776-1839) che fu direttore del Reale Giardino Botanico di Madrid e pioniere della flora iberica
13374 Lagascea [Asteraceae] in onore del medico e botanico spagnolo Mariano la Gasca y Segura (1776–1839) che fu direttore del Reale Giardino Botanico di Madrid e pioniere della flora iberica
7150 Lagenaria [Cucurbitaceae] da lagena/ lagoena (latinizzazione dal greco λάγυνος lágynos) vaso stretto di collo, largo di ventre e con un ansa sola, ma anche bottiglia, brocca: riferimento all'utilizzo delle zucche di questo genere come contenitori per liquidi
11591 lagenicaulis, e (Hyophorbe, Mascarena) dal greco λάγυνος lágynos bottiglia, fiasco (in latino lagoena) e da καυλόϛ caulós caule, gambo: per il fusto a forma di bottiglia
3130 lagenifórmis (Barringtonia, Calycosia, Carex, Cereus, Deherainia, Echinopsis, Ficus, Pyrus, Senecio, Uragoga) da lagoéna brocca, bottiglia e da fórma figura, aspetto: a forma di bottiglia o fiasco
3131 Lagerstroemia [Lythraceae] genere dedicato a Magnus von Lagerstroem (1696-1759), naturalista svedese amico di Linneo
3132 laggeri (Salix, Achillea, Androsace, Carex, Fumaria, Hieracium, Jacobaea ×, Mentha, Pilosella, Primula, Ptarmica, Rosa, Sempervivum, Senecio, Thalictrum) in onore del botanico tedesco Franz Joseph Lagger (1799-1870), specialista di salici
16243 lagodechianus, a, um (Galanthus) dalla riserva naturale di Lagodekhi nella Georgia orientale
8248 Lagoecia [Apiaceae] dal greco λαγώς lagós lepre (λαγωός lagoós in Omero) e da οἰκία oikía casa: perché la pianta sarebbe abbondante nei luoghi ove le lepri stabiliscono i loro covili
3133 lagoenaefórmis forma grafica alternativa per lageniformis (vedi)
9865 lagopinus, a, um (Astragalus, Xylophacos - Chamaeceras, Marasmius) diminutivo di lagopus (vedi)
3134 lagopoides (Aeluropus, Aira, Astragalus, Coelachyropsis, Coelachyrum, Cynosurus, Dactylis, Eleusine, Hedysarum, Koeleria, Plantago, Poa) dal greco λᾰγώπους lagópus piè di lepre e da εἶδος eídos sembianza: simile a un piede di lepre
3135 lagópus (Astragalus, Trifolium, Ononis, Vicia, Plantago, Artemisia, Carex, Dalea, Eulalia, Evolvulus, Hieracium, Opuntia, Senecio ecc.) dal greco λἄγώπους lagópous, una sorta di trifoglio citato da Galeno e Dioscoride (da λἄγώς lagós" lepre e da πούς pous” piede: piè di lepre)
16244 Lagopus [Fabaceae] dal greco λἄγώπους lagópous, una sorta di trifoglio citato da Galeno e Dioscoride (da λἄγώς lagós" lepre e da πούς pous” piede: piè di lepre)
10251 Lagoseris [Asteraceae] dal greco λαγώς lagós lepre e da σέρις séris cicoria, indivia: cicoria leporina
8796 Lagunaria [Malvaceae] specie dedicata ad Andres de Laguna (1499-1559), medico e botanico spagnolo
8478 laguroides (Achyranthes, Aegopogon, Alopecurus, Andropogon, Astragalus, Bothriochloa, Calamagrostis, Saccharum, Trifolium ecc.) da Lagurus (vedi) e dal greco εἶδος eídos sembianza: simile a un Lagurus
7151 Lagurus [Poaceae] dal greco λαγώς lagós lepre e da οὐρά ourá coda: coda di lepre, per l'aspetto della spiga
16245 lainzi, ii (Colymbada, Fuirena, Geranium, Narcissus, Sideritis, Taraxacum, Valantia, Viola ecc.) in onore del botanico e gesuita spagnolo Manuel Laínz Gallo (1923-), studioso della flora della penisola iberica settentrionale
16246 lalandi, ii (Hypericum) in onore dell'esploratore e naturalista francese Pierre Antoine Delalande (1787-1823), che collezionò piante e insetti in Sudafrica
16247 lallavei, ii (Eupatorium) in onore del botanico e naturalista messicano Pablo de La Llave (1773-1833), studioso di orchidee
16248 Lallemantia [Lamiaceae] genere dedicato al botanico tedesco Julius Léopold Edouard Avé-Lallemant (1803-1867)
7129 Lamarckia [Poaceae] genere dedicato al biologo, zoologo e botanico francese Jean Baptiste Antoine Pierre de Monnet de Lamarck (1744-1829)
3137 lamarckianus, a, um (Aster, Bauhinia, Briza, Bucco, Celtis, Cissus, Croton, Cyperus, Hieracium, Oenothera, Senecio, Wallenia ecc.) specie dedicate a J. B. Antoine Pierre de Monnet de Lamarck (1744-1829), insigne botanico e naturalista francese, precursore dell'Evoluzionismo
7025 lamarckii (Amelanchier, Aconitum, Aristida, Astragalus, Biscutella, Cactus, Campanula, Carex, Digitalis, Eragrostis, Euphorbia, Linaria, Sporopolus, Vaccinium ecc.) in onore di Jean Bapiste Pierre Antoine de Monet, Chevalier de Lamarck (1744-1829), biologo, zoologo e botanico francese
9058 lamarmorae (Ruta) della Punta Lamarmora, la più alta cima della Sardegna, dedicata al conte Alberto Ferrero della Marmora (1789-1863), generale dell'esercito del Regno di Sardegna, inviato nell'Isola per realizzarne la cartografia
13504 lamberti, ii
  • (Berberis, Cotoneaster, Podocarpus, Ranunculus, Senecio, Banksia, Canna, Geranium, Grindelia, Hakea, Omphalobium, Oxytropis/ Aragallus/ Spiesia/ Astragalus, Verbena ecc.) in onore del botanico inglese Aylmer Bourke Lambert (1761-1842) autore di A description of the genus Pinus
  • (Naemacyclus) probabilmente in onore del micologo francese François Lambert (1859-1940)
13505 Lambertia [Proteaceae] genere dedicato al botanico inglese Aylmer Bourke Lambert (1761-1842) autore di A description of the genus Pinus, creatore a Boyton di un giardino botanico privato e possessore di un erbario di 50.000 esemplari comprendente le collezioni acquistate da J.R.Forster, A. Menzies e H. de Ponthieu, venendo consultato da botanici come Robert Brown, De Candolle, Martius, George e David Don che a lui dedicarono molte specie
9615 lambertianus, a, um (Acacia/ Calliandra, Adesmia, Campanula/ Neocodon, Clidemia, Eugenia, Eupatorium, Haemanthus, Helichrysum, Hibiscus, Ladenbergia/ Cinchona, Loranthus/ Helixanthera, Miconia, Momordica; Myrtus, Pachysa, Phaseolus, Pinus, Plumeria, Rubus, Salix/ Vetrix, Scaevola, Taxus ecc.) in onore del botanico inglese Aylmer Bourke Lambert (1761-1842) autore di A description of the genus Pinus
16260 lambii (Begonia, Dendrobium, Eulophia, Ipomoea, Solanum, Aeonium × ecc.) in onore del naturalista e orticultore inglese Edgar Lamb (1904-1980)
23743 lambinonii (Asplenium, Astragalus, Festuca, Limonium, Taraxacum) specie dedicata al botanico belga Jacques Ernest Joseph Lambinon (1936-2015), micologo, lichenólogo e briologo che partecipò a svariate spedizioni botaniche in Europa, Asia e Africa
3139 lamellíporus, a, um (Lentinus, Agaricus deliciosus var., Lactarius deliciosus var.) da lamélla lamella e da pórus poro
12178 lamellosus, a, um da lamella lamina, lamella:
  • (Echinocactus, Lockhartia, Zygopetalum, Polygonum ecc.) piante con organi, ad esempio squame, di forma lamellare
  • (Delicatula, Gloiocephala, Gloiothele, Spathulina ecc.) funghi con lamelle molto numerose
  • (Quercus) forse per le cupule delle ghiande formate da anelli concentrici di squame legnose
12256 lamerei (Pachypodium) in onore di un certo Lamère che raccolse l’olotipo vicino al fiume Mandrary e del quale non si hanno altri dettagli
16265 lami, ii (Polyalthia, Vernonia, Canarium) in onore del botanico olandese Herman Johannes Lam (1892-1977)
16266 lamianus, a, um (Coprosma) in onore del botanico olandese Herman Johannes Lam (1892-1977)
8205 Lamiastrum [Lamiaceae] dispregiativo del genere Lamium (vedi): falso Lamium, precedentemente confuso con quel genere
16269 laminosus, a, um (Ficus, Sparassis) da lamina lamina, lamella: di forma laminare, lamellato
3140 Lamium [Lamiaceae] da lamium ortica morta, già presente in Plinio, probabile latinizzazione dal greco λαιμός laimós gola, riferimento al tubo corollino
8790 lamottei, ii (Biscutella, Cerastium, Cirsium ×, Filago, Lens, Malva, Papaver, Potentilla, Reseda, Rubus, Saxifraga, Sempervivum, Senecio,Tragopogon,Verbascum × e, probabilmente, Knautia ×) specie dedicate al botanico francese Martial Lamotte (1820-1883)
8786 Lampranthus [Aizoaceae] dal greco λαμπρός lamprós splendido, raggiante e da ἄνϑοϛ ánthos fiore
8787 Lamprocapnos [Papaveraceae] dal greco λαμπρός lamprós splendido, raggiante e da καπνός kapnόs fumo: di color grigio brillante
10238 lamprocarpus, a, um (Paracaryum, Acacia, Anthriscus, Astragalus, Carex, Cerinthe, Cynoglossum, Euphorbia, Juncus, Lotus, Saussurea, Solanum ecc.) dal greco λαμπρός lamprós splendido, raggiante e da καρπός carpόs frutto: per i frutti lucidi
13599 Lamprocarpus [Commelinaceae] dal greco λαμπρός lamprós splendido, raggiante e da καρπός carpόs frutto: per i frutti lucidi
3141 Lamprodérma [Stemonitidaceae] dal greco λαμπρός lamprós splendido, lucido, raggiante e da δέρμα dérma pelle: per il colore iridescente della cuticola
9866 lamprophysa (Carex) dal greco λαμπρός lamprós splendido, splendente, lucente e da φῡσα physa vescica: per gli otricelli locidi
3142 lamprópodus, a, um (Tillandsia) dal greco λαμπρός lamprós splendido, splendente, lucente e da πούς, ποδός poús, pódos piede, gambo: dalla base lucida
3143 lámpropus, a, um (Agaricus, Entoloma, Leptonia, Rhodophyllus, Entoloma ecc.) dal greco λαμπρός lamprós splendido, splendente, lucente e da πούς pous piede, gambo: col gambo lucido
10318 lamprospermus, a, um (Cereus, Piptanthocereus, Cassia, Specularia, Triodanis, Rhynchospora, Goodenia, Calandrina, Cistanthe, Montia ecc.) dal greco λαμπρός lamprós splendido, splendente, lucente e da σπέρμα spérma seme: dai semi lucidi
3144 lampróspora (Backusella, Bactrospora, Gyalecta, Lecidea, Mycena) dal greco λαμπρός lamprós splendido, splendente, lucente e da σπoρά sporá spora, seme: per l'aspetto delle spore
3145 lamprósus, a, um (???) dal greco λαμπρός lamprós splendido, splendente, lucente
10134 Lampsana [Asteraceae] dal latino lampsana/ lapsana, pianta edule in Varrone e Columella, questa dal greco λᾰπάσσω lapásso svuoto, scarico, evacuo: riferimento in relazione alle sue supposte proprietà depurative
3146 Lampterómyces [Marasmiaceae] dal greco λαμπτήρ lamptér lanterna, fiaccola e da μύκης mýces fungo
6727 lamyi (Hieracium, Cerastium, Dianthus, Sagina, Turraea, Epilobium) in onore del botanico francese Pierre Marie Edouard Lamy de la Chapelle (1804-1886)
10465 Lamyra [Asteraceae] dal greco λᾰμῠρός lamyrós avido, sfrontato, ardito: per l'aspetto aggressivo dovuto alle numerose spine esibite da queste piante simili a cardi
7177 Lamyropsis [Asteraceae] dal genere Lamyra (vedi) e dal greco ὄψις ópsis aspetto: simile a una Lamyra
10169 lanatellus, a, um (Hieracium ×, Beilschmiedia, Rubus, Salix) diminutivo di lanatus lanoso: lanosetto, alquanto lanoso
3147 lanatus, a, um da lána lana: lanoso, tomentoso
  • (Antennaria, Artemisia, Carlina, Carthamus, Centaurea, Cineraria, Citrullus, Cousinia, Dalea, Dioscorea, Geranium, Holcus, Phlomis, Anthericum, Heracleum, Hieracium, Micromeria, Pastinaca, Rhynchospora, Scorzonera ecc.) per la presenza di abbondanti peli lanosi
  • (Cycas maconochiei ssp.) per i catafilli densamente pelosi
16281 lancasterianus, a, um (Euphorbia) in onore del botanico e orticultore inglese Charles Roy Lancaster (1937-) che effettuò numerose spedizioni botaniche in Cina
19537 lanceatus, a, um (Artanthe, Ascalea, Astronia, Barleria, Carduus, Carex, Hieracium, Medinilla, Orchis, Piper, Ventilago ecc. – Isthmolongispora, Scutomollisia) da lancea lancia, picca: avente la forma di un ferro da lancia
16282 lanceifolius, a, um (Capsicum, Castanea, Diospyrus, Echeveria, Euonymus, Galega, Laurus, Panicum, Pedicularis ecc.) da lancea lancia e da folium foglia: con foglie lanceolate
23463 lanceolatifolius, a, um (Arenaria, Capparis, Hieracium, Loranthus, Peponidium, Potamogeton ×) da lanceolatus (vedi) e da folium foglia: con foglie lanceolate
3148 lanceolátus, a, um (Alisma, Asplenium, Aster, Astragalus, Azara, Bromus, Coreopsis, Epilobium, Hieracium, Leucopogon, Odontites, Oligostachyum, Plantago, Symphyotrichum, Trachelium ecc.) da lanceola diminutivo di láncea lancia: a forma di piccola lancia, lanceolato (di solito riferito alle foglie)
13125 lancerottensis, e (Echium, Aeonium, Polycarpaea, Sedum, Sempervivum, Lotus) di Lanzarote, l'isola più nord-orientale dell'arcipelago spagnolo delle Isole Canarie
12941 lanceus, a, um (Asparagus, Aspidium, Asplenium, Carex, Cyperus, Lindsaea, Rhus, Setaria, Senecio, Trichomanes, Vinca, Viola, Adiantum, Artemisia, Justicia ecc.) da lancea lancia: a forma di lancia, lanceolato, slitamente con riferimento alle foglie
16297 lancifer, era, erum (Brosimum, Echinocactus, Ligularia, Palicourea, Pleurothallis, Stelis, Stenocactus, Trichosalpinx ecc.) da láncea lancia e da fero portare: che porta organi a forma di lancia, solitamente foglie
3149 lancifolius, a, um (Bupleurum, Acrostichum, Allium, Anthurium, Astragalus, Calathea, Cornus, Crepis, Dianthus, Diospyros, Epipactis, Gentiana, Gnaphalium, Hieracium, Sagittaria, Senecio, Adiantum, Artemisia, Justicia, Vinca ecc.) da láncea lancia e da folium foglia: con foglie lanceolate
22752 lancifrons (Hieracium) da láncea lancia e da frons, frondis fronda, fogliame: con fogliame lanceolato
3150 láncipes (Agaricus, Alternaria, Collybia, Stemphylium) da lanx, láncis vassoio, piatto e da pes piede, gambo: dal gambo appiattito
7132 Landoltia [Araceae] genere dedicato al botanico svizzero Elias Landolt (1926-2013)
7670 landra (Raphanus, Raphanistrum) dal germanico land campo, prateria (da cui landra, variante di landa,): riferimento all'habitat della pianta
16298 lane-poolei (Baissea, Crinum, Cycas, Dendrobium, Eucalyptus, Milletia, Mucuna ecc.) in onore del botanico australiano Charles Edward Lane-Poole (1885-1970), conservatore delle foreste dell'Australia occidentale
16299 langdoni, ii (Claviceps) in onore del micologo australiano Raymond Forbes Newton Langdon (1916-2014), che pubblicò studi su questo genere di funghi
10491 langeanus, a, um
  • (Aegilops caudata var./ Aegilotriticum ×, Carex ×, Centaurea, Dianthus, Gilibertia/ Dendropanax, Glyceria/ Phippsia/ Puccinellia, Koeleria, Medicago, Polygonum ×/ Persicaria ×, Potentilla, Salix, Scrophularia, Viola e, probabilmente, Armeria/ Statice, Epilobium ×, Papaver) in onore del botanico danese Johan Martin Christian Lange (1818-1898) che erborizzò in Danimarca, Groenlandia, Islanda, Svezia, Spagna ecc.
  • (Cestrum) specie dedicata a Carla Lange, del Missouri Botanical Garden
  • (Poa) in onore del botanico tedesco Karl Heinrich Lang (1800-1843) che raccolse l’olotipo in Germania
  • (Pleurothallis/ Cryptophoranthus/ Acianthera, Lobelia) in onore di R. Lange (fl.1910-1933), ingegnere minerario tedesco e botanico dilettante in Brasile
  • (Taraxacum) in onore del botanico svedese Thorvald Arthur Lange (1872-1957) che erborizzò in Scandinavia
  • (Begonia ×, Impatiens) da definire
11046 langei, ii
  • (Agrohordeum ×, Agropyron ×, Agrostis, Anthyllis, Armeria/ Statice, Batrachium, Calamintha, Centaurea, Colpodium, Dimorphostachys, Elytrordeum ×, Fedia, Fissidens, Galium, Helianthemum, Hieracium, Linaria/ Chaenorhinum, Orchis/ Androrchis, Orobanche, Panicum, Paspalum, Rubus, Sisymbrium, Spergularia, Tritordeum ×, Veronica) in onore del botanico danese Johan Martin Christian Lange (1818-1898) che erborizzò in Danimarca, Groenlandia, Islanda, Svezia, Spagna ecc.
  • (Philoteca) in onore del botanico e paleologo australiano Robert Terence Lange (1934-)
  • (Cyclopogon, Senecio) in onore di R. Lange (fl.1910-1933), ingegnere minerario tedesco e botanico dilettante in Brasile
  • (Cortinarius, Entoloma, Inocybe, Psalliota/ Agaricus, Russula) in onore del micologo danese Jakob Emanuel Lange (1864-1941)
  • (Calanthe, Cotoneaster, Crataego-mespilus, Crataegus) da definire
16300 langloisi, ii (Sisyrinchium) in onore di padre Auguste Barthélemy Langlois (1832-1900), religioso e botanico francese che visse ed erborizzò per 45 anni negli Stati Uniti
23242 languidus, a, um (Acalypha, Alchemila, Caesalpinia, Hieracium, Panicum, Poa, Rubus, Salvia, Taraxacum ecc.) da langueo languire, essere debole, stentato, fiacco: debole, fiacco, sofferente
23570 laniceps da lana lana, vello e dal suffisso -ceps (derivato da cáput) capo, testa:
  • (Carduus, Cousinia, Hieracium, Mimosa, Olgaea, Pulicaria, Saussurea) per i capolini lanosi
  • (Achyropsis, Borzicactus, Cereus, Cleistocactus, Eria ecc.) da definire
3151 lanícutis (Agaricus) da lána lana e da cútis pelle: dalla cuticola lanosa
9764 lanifer, era, erum (Bulbostylis, Cactus, Cerastium, Euphorbia, Festuca, Hieracium, Salix, Senecio, Sonchus, Viola ecc.) da lána lana e da fero portare: dotato di un indumento lanoso
3152 laniflorus, a, um (Bassia, Asclepias, Bartsia, Campanula, Cirsium, Eragrostis, Erica, Melastoma, Salsola, Solanum, Xerochloa ecc.) da lána lana, vello e da flos, floris fiore: dai fiori lanosi
3153 lániger, era, erum (Agrostis, Alyssum, Cirsium, Convolvulus, Cytisus, Dryopteris, Eupatorium, Hieracium, Inula, Leucheria, Mammillaria, Onopordum, Senecio, Taraxacum – Coprinus, Cortinarius, Gomphos, Hydnangium, Hydrocybe, Meliola, Octaviana, Pseudotricharina) da lána lana e da gero portare: dotato di un indumento lanoso
3154 lánipes (Aristida, Dryopteris, Epidendrum, Eragrostis, Eulalia, Hieracium, Hydrocotyle, Ligularia, Scutellaria, Stellaria ecc. - Agaricus, Gymnopus, Mycena) da lána lana e da pes piede, gambo: per il gambo lanoso
23039 lanjouwi, ii (Anthurium, Gravisia, Taraxacum) in onore del botanico olandese Joseph Lanjouw (1902-1984) esperto della flora del Suriname che raccolse piante anche in Colombia, Olanda, Sud Africa, Spagna, Svezia, Svizzera e USA
3155 Lanopíla [Agaricaceae] da lána lana e dal greco πῖλος pilos cappello: per il cappello lanoso
16301 lanosus, a, um da lána lana: lanoso, tomentoso
  • (Ajuga, Allosurus, Aristidia, Camellia, Cineraria, Convolvulus, Datura, Gagea ecc.) per la presenza di un indumento lanoso
  • (Cheilanthes) riferito alla faccia inferiore delle fronde
9136 lanseanus, a, um (Hieracium) di Villard-de-Lans, comune francese situato nel dipartimento dell'Isère della regione del Rodano-Alpi
9137 lansicus, a, um (Hieracium, Rosa) di Villard-de-Lans, comune francese situato nel dipartimento dell'Isère della regione del Rodano-Alpi
16302 lansingi, ii (Euphorbia) in onore del botanico statunitense Odelle Edward Lansing jr. (1867-1918)
12568 lansium (Clausena, Quinaria) da langsat o lanseh, nome vernacolare malese di queste piante
16303 Lansium [Meliaceae] da langsat o lanseh, nome vernacolare malese di queste piante
16304 lanssensianus, a, um (Melocactus) in onore del belga Etienne Lanssens (fl.1986), appassionato di cactacee
16305 lantana
  • (Salix, Solanum) da lénto piegare, incurvare: incurvato
  • (Viburnum) secondo la Treccani dal nome comune italiano di questa pianta
3156 Lantána [Verbenaceae] da lénto piegare, incurvare
12100 lantanoides (Viburnum) da lantana (vedi), epiteto di un Viburnum e dal greco εἷδος eídos sembianza: simile al Viburnum lantana
9638 lantoscanus, a, um (Hieracium, Rosa, Saxifraga) di Lantosque, villaggio della Vésubie, nelle Alpes Maritimes in Francia
8759 lanudae (Hieracium) del Monte La Nuda in Emilia-Romagna, provincia di Reggio Emilia
7646 lanuginosus, a, um da lana lana: lanuginoso
  • (Ranunculus, Silene, Alsophila, Arenaria, Astragalus, Carex, Conyza, Euphorbia, Galium, Geranium, Hieracium ecc.) per l'indumento lanoso
  • (Androsace) per le foglie pelose
  • (Inocybe) per l'aspetto del cappello
16306 lanulosus, a, um (Achillea) da lána lana: che sembra di lana, riferimento all'aspetto dello stelo
16307 Lapageria [Philesiaceae] genere dedicato da Hipólito Ruiz y José Antonio Pavón a Maria Giuseppa Rosa de Tascher de la Pagerie, meglio nota come Giuseppina di Beauharnais (1763-1814), prima moglie di Napoleone Bonaparte
7491 lapathifolius, a, um (Persicaria, Agoseris, Atriplex, Convolvulus, Discolenta, Ipomoea, Ligularia, Polygonum, Polypodium, Senecio, Urostigma, Valeriana ecc.) dal greco λἄπᾰθον lápathon romice e dal latino folium foglia: con foglie da romice
3157 lapathus, a, um (???) dal greco λἄπᾰθον lápathon romice (da λἄπάττω lapatto evacuare, svuotare): quindi romice o purgativo
16308 Lapeirousia [Iridaceae] genere pubblicato da P.A. Pourret (1754-1818) nel 1788 e dedicato al francese Philippe Isidore Picot de Lapeyrouse (1744-1818) naturalista francese (mineralologo, botanico, zoologo, paleontologo), professore presso l'Università di Tolosa, autore di Le figures de la flore des Pyrénées
Asteraceae] genere invalido pubblicato da K.P. Thunberg (1743-1828) nel 1801 dedicato allo stesso P.I. Picot de Lapeyrouse
16309 lapeyrouseanus, a, um (Alyssum, Braya, Hormathophylla, Koniga, Linaria, Papaver, Viola) in onore del francese francese Philippe Isidore Picot de Lapeyrouse (1744-1818) naturalista francese (mineralologo, botanico, zoologo, paleontologo), professore presso l'Università di Tolosa, autore di Le figures de la flore des Pyrénées
16310 lapeyrousei, ii (Hieracium, Senecio, Davallia, Alchemilla, Lindsaea, Saxifraga ecc.) in onore del francese francese Philippe Isidore Picot de Lapeyrouse (1744-1818) naturalista francese (mineralologo, botanico, zoologo, paleontologo), professore presso l'Università di Tolosa, autore di Le figures de la flore des Pyrénées
16311 Lapeyrousia [Asteraceae] sinonimo invalido di Lapeirousia (vedi) pubblicato da Curt Polycarp J. Sprengel nel 1818 e da K.P. Thunberg nel 1823, sempre dedicato allo stesso P.I. Picot de Lapeyrouse
[Iridaceae] grafia errata per Lapeirousia
7127 Laphangium [Asteraceae] anagramma di Gnaphalium (vedi) un genere molto simile
11592 lapideus, a, um da lapis, lapidis pietra:
  • (Attalea, Camellia, Cocos - Boletus, Leucoporus, Phellinus, Polyporus, Sphaerites) di consistenza, aspetto o colore della pietra
  • (Bambusa) latinizzazione del nome vernacolare cinese che significa bambù di pietra
11600 Lapiedra [Amaryllidaceae] genere dedicato da Mariano Lagasca alla botanica spagnola Maria Josefa Lapiedra (sposata Martinez) di Cadice, sua corrispondente
16312 Laportea [Urticaceae] genere dedicato al francese François Louis Nompar de Caumat de Laporte Castelnau (1810-1880), diplomatico, esploratore, naturalista e botanico
3158 lappa (Anisomeles, Arctium, Aplotaxis, Bardana, Saussurea) nome latino della lappola, in Virgilio e Plinio; secondo alcuni il nome latino deriverebbe dal celtico llap mano perché il fiore si attacca a qualunque cosa lo sfiori, come farebbe una mano; secondo altri deriverbebbe dal greco λαβεῑν labein attaccarsi
8001 lappaceus, a, um (Trifolium, Acinodendron, Alyssum, Arctium, Centaurea, Cirsium, Galium, Hedysarum, Holcus, Melica, Nephelium, Ranunculus, Smilax ecc.) da lappa (vedi): che ricorda la lappola
6628 lapponicus, a, um (Dactylorhiza, Oxytropis, Acetosa, Antennaria, Astragalus, Atriplex, Calamagrostis, Carex, Epilobium, Euphrasia, Orchis, Papaver, Poa, Salix, Sonchus, Taraxacum ecc.) lappone, di Lapponia
18516 lapponum (Polemonium, Salix) dei lapponi, abitanti della Lapponia, regione della Finlandia settentrionale
16313 lappula (Alisma, Daucus, Eragrostis, Myosotis, Rumex, Triumfetta ecc.) diminutuvo di lappa (vedi) lappola, per la tendenza ad impigliarsi negli abiti e nel vello degli animali
7157 Lappula [Boraginaceae] diminutuvo di lappa (vedi) lappola, in Virgilio e Plinio
7158 Lapsana [Asteraceae] dal latino lampsana/ lapsana pianta edule in Varrone e Columella, dal greco λᾰπάσσω lapásso svuoto, scarico, evacuo, riferimento alle proprietà depurative
3159 laqueátus, a, um (Syzigium - Acarospora, Armillaria, Collybia, Lecanora, Lobaria, Agaricus ecc.) da láqueo soffittare: soffittato, munito di copertura
16314 Larbrea [Caryophyllaceae] genere dedicato al botanico francese Antoine Delarbre (1724-1813)
16315 Lardizabala [Lardizabalaceae] genere dedicato da Hipólito Ruiz y José Antonio Pavón al politico e penalista spagnolo Miguel de Lardizábal y Uribe (Messico 1744-1820)
16316 largenti, ii (Alboleptonia, Entoloma, Ramaria) in onore del micologo statunitense David Lee Largent (1937-)
16317 largentianus, a, um (Entoloma) in onore del micologo statunitense David Lee Largent (1937-)
8077 laricicola (Viola, Hieracium - Celosporium, Clitocybe, Dermatea, Pezicula ecc.) da Larix (vedi) larice e da colo abitare, risiedere: che si trova nei lariceti o di funghi ospitati dai larici
7284 laricifolius, a, um (Minuartia, Alsine, Arenaria, Artemisia, Aster, Cerastium, Dianthus, Erica, Genista, Stellaria, Stoebe ecc.) da Larix (vedi) larice e da folium foglia: con foglie simili a quelle del larice
3160 Laricifómes [Fomitopsidaceae] da Larix (vedi) larice e dal genere di funghi Fomes (vedi): perché è un fungo che cresce su piante di larice
3161 larícinus, a, um (Acacia, Alsine, Asparagus, Calamagrostis, Carex, Hieracium, Larix, Minuartia, Salsola, Spergula ecc. - Armillaria, Caloplaca, Conocybe, Galera, Russula, Boletus, Marasmius ecc.) da Larix (vedi) larice: attinente il larice: per l'ambiente di crescita
8359 laricio (Pinus) probabibile un'etimologia eguale a quella di Larix (vedi): assonanza con il termine greco λᾶρός láros gradevole, con riferimento all'aroma
11702 laricus, a, um (Euphorbia/ Tirucalia, Cousinia, Tragacantha, Echinops, Helioptropium, Marrubium, Astragalus) dai monti del Laristan (o Lārestān o Luristan), grande regione dell'Iran sudorientale
3162 Larix [Pinaceae] dal nome latino del larice, assonante con con il termine greco λᾶρός láros gradevole, riferito all'aroma
12792 laro (Euphorbia) dal nome vernacolare in uso nel Madagascar
10507 larpentae (Aerides, Plumbago - Phyllosticta) in onore di Lady Larpent, moglie di Sir George Gerard de Hochepied Larpent, baronetto e uomo politico inglese del XIX secolo
16318 larranagae (Euphorbia) in onore del botanico uruguayano Dámaso Antonio Larrañaga (1771-1848)
14620 Larrea [Zygophyllaceae] genere dedicato da Cavanilles al sacerdote e botanico spagnolo Don Juan Antonio Hernandez Perez de Larrea (1730-1803)
16319 Larryleachia [Asclepiadaceae] genere dedicato al botanico dilettante (Larry) Leslie Charles Leach (1909-1996) nato in Inghilterra ed emigrato nello Zimbabwe
10170 laschi, ii (Hieracium, Dryopteris ×, Rubus - Agaricus, Armillaria, Belonium, Hypoxylum, Puccinia ecc.) in onore del botanico tedesco Wilhelm Gottfried Lasch (1786-1863)
3163 Láschia [Marasmiaceae] genere di funghi dedicato a Wilhelm Gottfried Lasch (1787-1863)
3164 lascívus, a, um (Clitoria, Erica, Ericodes, Gypsocallis, Ternatea - Gyrophila, Melanoleuca, Tricholoma, Agaricus) allegro, scherzoso, lascivo
8454 lasenii (Alchemilla) specie dedicata al florista, fitosociologo e geobotanico Cesare Lasen (1950-) che si occupa prevalentemente della flora feltrina e bellunese
8272 Laser [Apiaceae] da laser, succo o resina di un'ombrellifera e per metonimia la pianta stessa
3165 laserpitii-sileris (Orobanche - Aecidium) genitivo di Laserpitium siler, pianta ospite di questi vegetali parassiti
7160 Laserpitium [Apiaceae] da laserpitium (a sua volta derivato da laser, succo del silfio, e per corruzione da silphium > silphicium > serpitium corrispondente a σίλφιον silphion, nome greco della stessa pianta)
10254 Lasiagrostis [Poaceae] dal greco λἄσιος lásios irsuto, peloso e da Agrostis (vedi): agrostide pelosa
16322 lasianthus, a, um (Aconitum, Agrostis, Astragalus, Avena, Bromelia, Capparis, Cistus, Clematis, Galium ecc. ecc.) dal greco λἄσιος lásios peloso e da ἄνϑοϛ ánthos fiore: con fiori villosi
16323 lasiatherus, a, um (Dalea, Parosela) dal greco λἄσιος lásios peloso e da ἀθήρ athér resta: con reste villose
3166 lasiocarpus, a, um, os, on (Carex, Abies, Acer, Aconitum, Alyssum, Arabidopsis, Arabis, Calceolaria, Delphinium, Draba, Filago, Hibiscus, Lepidium, Linum, Sanguisorba, Veronica ecc.) dal greco λἄσιος lásios peloso, villoso e da καρπός carpόs frutto: con frutti pelosi
16324 lasiocaulis (Scrophularia) grafia alternativa a lasiocaula (vedi)
16325 lasiocaulus, a, um, os, on (Amasonia, Astracantha, Astragalus, Euphorbia, Geranium, Gnaphalium, Helichrysum, Rubus, Senecio ecc.) dal greco λἄσιος lásios peloso, villoso e da καυλόϛ caulós gambo, stelo: con stelo peloso
10257 Lasiopera [Scrophulariaceae] dal greco λἄσιος lásios peloso, villoso e da πήρα péra bisaccia, sacca: probabile riferimento all'aspetto dei fiori (sinonimo di Parentucellia (vedi))
10171 lasiophyllus, a, um (Aphelandra, Cheilanthes, Allium, Hieracium, Lepidium, Astragalus, Bursaria, Cheilanthes, Cousinia, Echium, Eragrostis, Hieracium, Sporobolus, Styphelia, Viburnum, Vitex ecc.) dal greco λἄσιος lásios peloso, irsuto e da φύλλον phýllon foglia: con foglie pelose
10255 lasiopodus, a, um (Capparis, Centaurea, Draba, Gentiana, Hieracium, Linaria, Oxytropis, Panicum, Polygala, Rhododendron, Stipa ecc.) dal greco λἄσιος lásios peloso, irsuto e da πούς, ποδός pous, podos piede, stelo, gambo: dal gambo peloso
3167 lasiospérmus, a, um (Arnica, Convolvulus, Scabiosa, Hibiscus, Pterocephalus - Cortinarius) dal greco λἄσιος lásios peloso e da σπέρμα spérma semenza: con semi o spore pelosi
3168 lasiosphaéra (Schefflera) dal greco λἄσιος lásios peloso, irsuto e da σφαῖρα sphaíra sfera
16334 lasiostachyus, a, um (Dalea) dal greco λἄσιος lásios peloso, irsuto e da στάχυϛ stáchys spiga: con spiga villosa
10754 Lastrea [Woodsiaceae] in onore di Charles Jean Louis Delastre (1792-1859), avvocato e botanico francese, autore di una Flore analytique et descriptive du département de la Vienne
11593 Latania [Arecaceae] forma latinizzata del nome vernacolare delle palme delle Mascarene utilizzato nelle Isole Mauritius
3169 latebrícola (Elaphoglossum - Bacidia, Botrytis, Lachnum, Lecidea, Mycena ecc.) da látebra nascondiglio, luogo nascosto e da cólo abitare: che vive in luoghi riparati
16335 latebricolum errata grafia per latebricola (vedi)
22830 latebrosus, a, um (Acaena, Alsophila, Bryonia, Carex, Crataegus, Dryopteris, Justicia, Polypodium, Rosa, Thelipteris ecc.) da latebra rifugio, nascondiglio, luogo oscuro: che vegeta in luoghi oscuri oppure segreto, oscuro, nascosto, di difficile disvelamento
9693 latemarensis, e (Aconitum -- Asteromella, Guignardia, Kabatia ecc.) del Latemar, gruppo montuoso dolomitico che si estende dal Trentino all'Alto Adige
3170 latemarginátus, a, um (Anthurium, Elaphoglossum -- Amandinea, Buellia, Diploicia, Odontia, Poria, Oxiporus ecc.) da láte largamente e da márgo, márginis margine: dotato di un ampio bordo
3171 laterális, e (Aechmea, Andropogon, Aspidistra, Calamus, Carex, Conyza, Panicum, Scirpus, Securidaca, Sorghum, Viburnum ecc.) da látus, láteris lato: che cresce lateralmente
3172 laterárius, a, um (Inocybe, Melanoleuca, Tricholoma, Agaricus, Phaeocollybia ecc.) da later, -is mattone di terra cotta: color rosso mattone
16337 latericius, a, um (Dimerium, Inocybe, Mycena ecc.) da lătĕrīcĭus relativo al mattone: per il colore rosso mattone
3173 lateriflorus, a, um (Agrostis, Anchusa, Anthyllis, Arenaria, Aster, Daphne, Euphorbia, Hieracium, Juncus, Potentilla, Ranunculus, Sanguisorba, Solidago, Stellaria, Utricularia, Vincetoxicum ecc. ecc.) da látus, láteris lato e da flos, floris fiore: con fiori disposti su un lato
16338 lateritius, a, um (Abutilon, Amaryllis, Astragalus, Epidendrum, Impatiens, Lilium, Lobivia, Malva, Polypodium, Scleria, Taraxacum ecc. – Agaricus, Botrytis, Clitocybe, Conocbe, Cortinarius, Fusarium, Hypholoma, Laccaria, Lecanora, Mycena, Peziza, Russula ecc.) da lătĕrīcĭus relativo al mattone: per il colore rosso mattone
3174 Lathraea [Orobanchaceae] dal greco λᾰθραῖος lathraios nacosto, occulto, perché la pianta si sviluppa in gran parte sotto terra
9371 lathraeus, a, um (Hieracium, Pilosella, Ribes - Ocellularia, Thelotrema) dal greco λᾰθραῖος lathraios nascosto, occulto, clandestino, furtivo: per la tendenza a infestare
6793 lathyris (Euphorbia/ Tithymalus, Epurga, Galarhoeus, Keraselma) dall'antico nome greco λᾰθῠρίς láthyrís latiride, titimalo (in Dioscoride e Galeno)
8064 lathyroides (Corydalis, Crotalaria, Diasperus, Lotus, Phaseolus, Phyllanthus, Physalis, Tephrosia, Senecio, Thunbergia, Vicia ecc.) da Lathyrus (vedi) e dal greco εἶδος eídos aspetto: simile al Lathyrus
3175 Láthyrus [Fabaceae] dal greco λάθυρος láthyros veccia o altra leguminosa non meglio identificata in Teofrasto e Anassandride; secondo alcuni da λα la intensificativo e da θέρο théro riscaldare, per le sue presunte proprietà afrodisiache
9953 latialis, e (Crepis, Hieracioides - Hohenbuehelia) da Latium Lazio: del Lazio, laziale
3176 latibúndus (???) da láteo essere nascosto: che si nasconde
3177 laticarpus, a, um (Bolboschoenus - Porina, Pseudosagedia) dal latino latus largo e dal greco καρπός carpόs frutto, seme: dai grandi frutti
10712 laticuspis (Carex, Dulongia, Phyllonoma, Valerianella) da latus largo, esteso e da cuspis cuspide: dalla lunga cuspide
3178 latifólius, a, um da latus largo, esteso e da fólium foglia:
  • (Asclepias, Aloë, Acanthus, Kalmia, Antirrhinum, Campanula, Cerastium, Crucianella, Eriophorum, Euonymus, Laserpitium, Lathyrus, Lavandula, Lepidium, Oxalis, Parentucellia, Phillyrea, Primula, Sagittaria, Silene, Sium, Typha ecc.) con foglie larghe
  • (Ceratozamia) riferito alle foglioline
16339 latifrons da latus largo, esteso e da frons, frondis fronda, foglia:
  • (Aspidium, Carex, Cereus, Crataegus, Dryopteris, Ilex, Mentha, Polypodium, Taraxacum ecc.) per le grandi fronde o foglie
  • (Acacia, Encephalartos) per le larghe foglioline
8761 latilepidotus, a, um (Hieracium) da latus largo, esteso, ampio e dal greco λεπίς lepìs squama, scaglia: dalle squame larghe
16340 latilobus, a, um (Campanula)) da latus largo, esteso e da lobus lobo: dai grandi lobi
6731 latinus, a, um (Trifolium, Epipactis, Saxifraga - Stigmatomyces) da Latium Lazio: latino, del Lazio
7350 latipetalus, a, um (Oenothera, Abutilon, Adenia, Bulbophyllum, Crepidium, Epidendrum, Habenaria, Impatiens, Saxifraga, Stelis, Xilopia ecc.) da latus largo, esteso e dal latino botanico petalum petalo: dai grandi petali
11804 latisectus, a, um da latus largo, esteso, ampio e da sectus suddiviso, tagliato:
  • (Alsophila, Calamus, Ceroxylon, Ferula, Linanthus, Morenia, Primula, Ranunculus, Taraxacum, Trichomanes ecc.) per le foglie largamente suddivise
  • (Trachycarpus) riferimento alla caratteristica peculiare di questa palma cioè foglie costituite da molte (fino a 70) foglioline, larghe circa 5 cm ciascuna, formanti ampi ventagli quasi circolari
14077 latispathus, a, um (Heliconia, Crassula, Tillandsia, Bihai, Diospyros) da latus largo, ampio e da spatha spata, spatola: dalla larga spata
16342 latispinus, a, um (Acacia, Bisnaga, Cactus, Calamus, Discocactus, Echinocactus, Ferocactus, Melocactus, Mimosa, Rosa, Taraxacum, Vacchellia ecc.) da latus largo, esteso e da spina spina: con grandi spine
3179 latísporus, a, um (Aleuria, Arctomia, Caloplaca, Galerina, Inocybe, Entoloma, Oidium, Boletus, Coprinus, Xerocomus ecc.) da latus largo, esteso e dal greco σπορά sporá spora, semenza: con spore grandi
3180 latisquamósus, a, um (Orobanche, Polybotrya - Lepiota) da latus largo, esteso e da squáma squama: con squame grandi
9404 latisquamus, a, um (Antennaria, Boltonia, Carduus, Centaurea, Carex, Erigeron, Hieracium, Orobanche, Pinus, Verbesina ecc.) da latus largo, esteso e da squáma squama: con squame grandi
16343 latissimus, a, um (Ocellochloa, Panicum) superlativo di latus largo, esteso, ampio: per le lamine fogliari molto larghe
3181 látitans (Carex, Schoenus) da látito nascondersi, occultarsi: che resta nascosto
9440 latobrigorum (Hieracium) dei Latobrici/ Latovici, antica popolazione germanica che risiedeva presso le sorgenti del Danubio
9703 latronum (Acacia, Agropyron, Centaurea, Lysimachia, Mimosa, Senecio, Triticum) genitivo plurale di latro, -onis mercenario, bandito, brigante: dei briganti
23125 lattanziae (Pinguicula) in onore di Edda Lattanzi (vivente), naturalista presso l'Università La Sapienza di Roma e specialista del genere Rosa
10024 lattinicciae (Draba ×) della Punta Lattiniccia, sottogruppo del Monte Cardo, massiccio del Monte Rotondo, Haute Corse, Francia, luogo del ritrovamento
3182 látus, a, um (Agave, Aspidium, Astragalus, Capsella, Crataegus, Cystium, Erigeron, Euphorbia, Galium, Geranium, Lolium, Lysimachia, Opuntia, Panicum, Polypodium, Senecio, Taraxacum ecc.) largo, ampio, di grandi dimensioni
16349 lau-multicostatus, a, um (Parodia salmonea var.) taxon costituito dalla dedica al botanico e missionario tedesco padre Alfred Bernhard Lau (1928-2007), specialista di piante succulente, e dall'epiteto multicostatus (vedi)
16348 laui, ii (Copiapoa, Coryphantha, Echinocereus, Echinomastus, Epiphyllum, Eriosyce, Lobivia, Mammillaria, Melocactus, Parodia, Parodia salmonea v. lau-multicostata, Rebutia, Sulcorebutia breviflora var., Sulcorebutia vizcarrae var., Turbinicarpus) in onore del botanico e missionario tedesco padre Alfred Bernhard Lau (1928-2007), specialista di piante succulente
7461 Launaea [Asteraceae] in onore dell'avvocato francese Jean Claude Mien Mordant de Launay (1750-1816), autore con Jean Loiseleur-Deslongchamps di un Herbier général de l'amateur ed editore de Le Bon Jardinier
10394 laurensis, e (Ophrys) del monte Lauro, appartenente alla catena dei Monti Iblei in provincia di Siracusa nella Sicilia sud-orientale
16352 laurenti, ii (Euphorbia) in onore del botanico belga Émile Ghislain Laurent (1861-1904) che erborizzò in Congo
3183 Laurentia [Campanulaceae] genere dedicato a M. A. Laurenti (inizio sec. XIX), professore di Medicina a Bologna e amico del Micheli
16353 laurentianus, a, um (Encephalartos) in onore del botanico belga Émile Ghislain Laurent (1861-1904) che erborizzò in Congo
6639 laureolus, a, um (Daphne, Callilepis, Leucadendron, Acetosella, Ficus, Hieracium, Ilex, Oxalis, Polygala, Rhododendron, Thymelaea ecc.) diminutivo di Laurus (vedi) alloro: con l'aspetto di un piccolo alloro
3184 láuri (Astoma, Calocera, Clavaria, Fumago, Stegia, Xyloma ecc.) genitivo di Laurus (vedi) alloro: dell'alloro, pianta ospite di questi funghi
6297 laurifolius, a, um (Cistus, Cocculus, Arbutus, Asclepias, Bassia, Capsicum ecc. ecc.) da Laurus (vedi) alloro e da folium foglia: con foglie simili a quelle dell'alloro
3185 Laurília [Echinodontiaceae] genere di funghi dedicato a Matti Laurila (1915-1942)
9372 laurinus, a, um (Acer, Hakea, Berberis, Diospyros, Hieracium, Ilex, Trochocarpa ecc. ecc.) da Laurus (vedi) alloro: che ricorda o attiene all'alloro
3186 Laurobasídium [Exobasidiaceae] da Laurus (vedi) alloro e dal latino scientifico basidium basidio: fungo basidiomicete parassita dell'alloro
3187 laurocérasi riferimento al Prunus laurocerasus:
  • (Agaricus, Bacidia, Cytospora, Lecidea, Lentinellus, Phacidium, Trochila ecc.) perché funghi ospiti di questa pianta, per l'habitat o per altre caratteristiche che richiamano il lauroceraso
  • (Russula) per l'odore di mandorle amare, come le foglie e i fiori del lauroceraso
3188 Laurocérasus [Rosaceae] da Laurus (vedi) alloro e da cérasus ciliegio: ciliegio con foglie d'alloro
3189 Laurus [Lauraceae] assonante con il celtico lauer sempreverde e con il sanscrito daru albero, nome latino del lauro o alloro, pianta sacra ad Apollo
3190 lausianus, a, um [Limonium] specie dedicata a Duilio Lausi (1923-1997), amico e collaboratore di Sandro Pignatti
16354 Lauterbachia [Monimiaceae] genere dedicato al botanico tedesco Karl Adolf Georg Lauterbach (1864-1937) che esplorò l'attuale Papua-Nuova Guinea
11162 lavalleei (Crataegus, Schismatoglottis)in onore del botanico francese Pierre Alphonse Martin Lavallée (1836-1884)
23124 lavalvae (Pinguicula) in onore di Vincenzo La Valva (1947-2010), professore ordinario di Botanica a Napoli
3191 Lavándula [Lamiaceae] diminutivo di lavanda (da lavo lavare)
7509 lavandulaceus, a, um dal genere Lavandula (vedi):
  • (Aechmea, Buddleja, Caladenia, Columnea, Erigeron, Gnaphalium, Grevillea, Lantana, Rosmarinus, Sideritis, Viola ecc.) del colore della lavanda
  • (Phelipanche, Orobanche) dal nome della pianta ospite
9338 lavandulaefolius, a, um (Calophylus, Junellia) da Lavandula (vedi) lavanda e da folium foglia: con foglie da lavanda
16367 lavandulus, a, um (Lactarius) dal genere Lavandula (vedi), per il colore
3192 Lavatera [Malvaceae] genere dedicato a J.R. Lavater (sec. XVIII), medico e naturalista di Zurigo
16368 lavaudianus, a, um (Hebe) dedicata a C.F. Lavand, comandante della nave Aube su sui era imbarcato il botanico francese Étienne Fiacre Louis Raoul (1815-1852) che raccolse questa specie ad Akaroa, Isola del Sud (Nuova Zelanda)
16369 lavisi, ii (Lampranthus, Ruschia, Drosanthemum) in onore del vescovo sudafricano Sidney Warren Lavis che raccolse piante nel periodo 1927-1928
16370 lavisiae (Delosperma) in onore di Mary Gwendolene Lavis (Mrs. O'Connor-Fenton) (1902-?), sudafricana, assistente di Louisa Bolus e figlia del vescovo Sidney Warren Lavis
16371 lavisianus, a, um (Corophytum) in onore di Mary Gwendolene Lavis (Mrs. O'Connor-Fenton) (1902-?), sudafricana, assistente di Louisa Bolus e figlia del vescovo Sidney Warren Lavis
16372 lavrani, ii (Bulbine, Euphorbia) in onore del botanico sudafricano d'origine greca John Jacob Lavranos (1926-?)
16373 Lavrania [Apocynaceae] genere dedicato al botanico sudafricano d'origine greca John Jacob Lavranos (1926-?)
16374 lavranisi, ii (Eriospermum) in onore del botanico sudafricano d'origine greca John Jacob Lavranos (1926-?)
16375 lawrenceae (Aerides) in onore di Lady Elizabeth Lawrence nata Matthew, moglie di sir John Trevor Lawrence Bart. (1831-1913) di Burford Lodge, uomo politico, orticultore e collezionista di piante inglese nonché presidente della Royal Horticultural Society
16376 lawrenceanus, a, um (Cattleya, Paphiopedilum) in onore di Sir James John Trevor Lawrence Bart. (1831-1913) di Burford Lodge, uomo politico, orticultore e collezionista di piante inglese nonché presidente della Royal Horticultural Society
16377 lawrencei (Masdevallia) in onore di Sir James John Trevor Lawrence Bart. (1831-1913) di Burford Lodge, uomo politico, orticultore e collezionista di piante inglese nonché presidente della Royal Horticultural Society
16378 lawrenciae forma ortografica alternativa per lawrenceae (vedi)
3194 lawsoni, ii
  • (Pinus) in onore dell'orticultore e botanico scozzese Charles Lawson (1794-1873), proprietario del Vivaio Lawson & Son di Edinburgo, fondato dal padre, Peter Lawson (<1770-1821)
  • (Hieracium) in onore del rev. Thomas Lawson (1630-~1691), collezionista di piante
  • (Euphorbia) in onore del botanico inglese Marmaduke Alexander Lawson (1840-1896), botanico coloniale in India (1882-1885) dove raccolse piante
  • (Acacia, Andropogon, Arundinella, Erica, Euonymus, Oxalis, Senecio, Utricularia, Vitis ecc.) da definire
16379 lawsonia (Erica) in onore del botanico inglese Marmaduke Alexander Lawson (1840-1896) botanico coloniale in India (1882-1885) dove raccolse piante
16380 Lawsonia [Lythraceae] genere dedicato da Linneo all'amico ed editore Isaac Lawson (†1747)
3193 lawsonianus, a, um
  • (Chamaecyparis, Cupressus) in onore dell'orticultore e botanico scozzese Charles Lawson (1794-1873), proprietario del Vivaio Lawson & Son di Edinburgo, fondato da suo padre, Peter Lawson (<1770-1821)
  • (Arctotis, Callista, Clematis ×, Combretum, Cymbomotus, Ericodes, Grewia, Passiflora ×, Retinospora, Zamia) da definire
3195 laxiflorus, a, um (Agrostis, Alcea, Allium, Amaranthus, Anacamptis, Astragalus, Calamagrostis, Carex, Clinopodium, Dioscorea, Festuca, Herorchis, Hieracium, Hydrocotyle, Linaria, Lobelia, Orchis, Paludorchis, Triglochin ecc.) da laxus allentato, lasco, lasso e da flos-floris fiore: a fiori distanziati, radi nell'infiorescenza
16381 laxifolius, a, um (Athrotaxis ×, Brachyglottis) da laxus aperto, allargato, lasco e da folium foglia: dalle foglie lasse, allargate
12965 laxinervius, a, um (Dissilaria, Lasianthus, Prunus, Phyllarthron, Kopsia, Sisyrinchium) da láxus allentato, rilassato, lasco e da nervus nervo: con nervature lasse
3196 Laxitéxtum [Hericiaceae] da láxus allentato, rilassato e da téxtum tessuto: costituito da fibre lasse
16382 Laxmannia [Anthericaceae] genere dedicato a (Erik) Erich Gustavovich Laxmann (1737-1796), nato in Finlandia da famiglia svedese, pastore in Siberia, naturalista e botanico dilettante
3197 laxmannii (Typha, Ajuga, Anemone, Arenaria, Astragalus, Klasea, Parnassia, Persicaria, Polygonum, Saussurea, Serratula, Stellaria, Teucrium ecc.) specie dedicate a (Erik) Erich Gustavovich Laxmann (1737-1796), nato in Finlandia da famiglia svedese, pastore in Siberia, naturalista e botanico dilettante
22709 laxulus, a, um (Carex, Elymus, Elytrigia, Faramea, Oxalis, Pelargonum ×) diminutivo di laxus (vedi): alquanto lasco, poco compatto
3198 láxus, a, um (Absibthium, Cistus ×, Aichryson, Anomatheca, Acetosella, Aconitum, Andropogon, Bromus, Cyperus, Epidendrum, Epilobium, Holcus, Poa, Polypodium, Sedum, Stellaria, Trollius, Vincetoxicum ecc.) da láxo allargare: aperto, allargato, lasco: di solito riferito all'inflorescenza o al portamento
16391 Laya [Asteraceae] genere dedicato a George Tradescant Lay (~1800-1845), missionario e naturalista inglese che partecipò a una spedizione nello Stretto di Bering e nel Pacifico (1825-1828), raccolse piante in Kamchatka, Alaska, California, Messico, Sudamerica, Hawaii, Filippine e Cina
16392 layneae (Astragalus, Mimulus) in onore della botanica americana Mary Katharine Layne, poi Curran, poi Brandegee (1844-1920), moglie di Townshend Stith Brandegee (1843-1925); vedi anche brandegeeae
3199 Lazulinóspora [Ganodermataceae] da lázulum lazulite, un minerale di colore azzurro, nome di origine araba (lazuward azzurro) e dal greco σπορά sporá spora, seme: per il colore blu delle spore in K_OH
3200 lazulínus, a, um
  • (Hyacinthella, Merwilla, Moraea, Muscari, Rhynchoglossum, Scilla, Utricularia) da (lápis)lazulínus lapislazzuli (dal persiano lazvard azzurro): dai fiori azzurri
  • (Rhodophyllus) per il colore blu nerastro del fungo
16393 leachi, ii (Aloë, Dombeya, Huernia) in onore del botanico dilettante (Larry) Leslie Charles Leach (1909-1996) nato in Inghilterra ed emigrato nello Zimbabwe
16394 leachianus, a, um (Kalmiopsis) in onore del botanico dilettante (Larry) Leslie Charles Leach (1909-1996) nato in Inghilterra ed emigrato nello Zimbabwe
16395 Leachiella [Choreocolacaceae] genere dedicato al botanico dilettante (Larry) Leslie Charles Leach (1909-1996) nato in Inghilterra ed emigrato nello Zimbabwe
3201 Leáia [Bondarzewiaceae] genere di funghi dedicato a Thomas Gibson Lea (1785-1844)
12242 Leandra [Melastomaceae] genere dedicato al botanico brasiliano Frei Leandro do Santissimo Sacramento (1778-1829)
16447 leandrae (Auerswaldia/ Bagnisiopsis/ Coccostroma/ Dothidina/ Coccodiella, Candida, Cercospora/ Pseudocercospora) genitivo di Leandra (vedi): per l’abitat di questi funghi costituito da foglie o frutti di specie appartenti al genere Leandra
16436 leandreanus, a, um grafia alternativa per leandrianus (vedi)
12243 leandri, ii
  • (Aloë, Androstachys, Barleria, Begonia, Cassia/ Senna, Chassalia, Chrysogonum, Clerodendrum, Croton, Cyphostemma, Dicliptera, Dombeya, Gerbera, Homollea, Hymenodictyon, Meineckia, Neuracanthus, Pleiokirkia/ Kirkia, Poecilostachys, Polyalthia, Rhynchosia, Ruizia/ Dendroleandria/ Helmiopsiella, Senecio, Stadmannia, Streptocarpus, Tricyclandra/ Ampelosicyos, Uncarina, Uvaria, Vernonia, Vitex, Xerophyta) in onore del botanico e micologo francese Jacques Désiré Leandri (1903-1982) che erborizzò in Corsica, Marocco e Madagascar
  • (Angelonia, Dalechampia, Dichorisandra, Lophophytum, Panicum, Pera/ Spixia, Tetraplandra/ Algernonia) in onore del botanico brasiliano Leandro do Santissimo Sacramento (1778-1829), frate carmelitano che fu anche il primo direttore del Giardino Botanico di Rio de Janeiro
16396 Leandria [Ascomycota] genere di funghi dedicato al botanico brasiliano Frei Leandro do Santissimo Sacramento (1778-1829)
16437 leandrianus, a, um
  • (Aeranthes, Asplenium, Badula, Basella, Benthamia, Blotia/ Wielandia, Brachiaria, Bulbophyllum, Commiphora, Crotalaria, Cuphocarpus/ Polyscias, Erythroxylum, Euphorbia, Falya/ Carpolobia, Habenaria, Ludia, Microsorum, Neobeguea, Noronhia, Terminalia, Thesium, Tisonia, Vepris) in onore del botanico e micologo francese Jacques Désiré Leandri (1903-1982) che erborizzò in Corsica, Marocco e Madagascar
  • (Eugenia/ Pseudocaryophyllum) in onore del botanico brasiliano Leandro do Santissimo Sacramento (1778-1829), frate carmelitano che fu anche il primo direttore del Giardino Botanico di Rio de Janeiro
12244 Leandriella [Acanthaceae] genere dedicato al botanico e micologo francese Jacques Désiré Leandri (1903-1982) che erborizzò in Corsica, Marocco e Madagascar
16438 leandroanus, a, um (Scheelea/ Attalea) in onore del botanico brasiliano Leandro do Santissimo Sacramento (1778-1829), frate carmelitano che fu anche il primo direttore del Giardino Botanico di Rio de Janeiro
10486 learii, ii (Ipomoea, Pharbitis) specie dedicata a Mr. Lear, collector to Mr. Knight of King's Road, Chelsea
16397 Leavenworthia [Brassicaceae] genere dedicato al botanico statunitense Melines Conklin Leavenworth (1786-1862)
16409 lebani (Cedrus) grafia alternativa per libani (vedi)
11164 lebbeck (Acacia, Albizia, Mimosa) per Gledhill dal nome vernacolare indiano, per alytri da Lebbeck, una località egiziana da cui la pianta prenderebbe il nome
11437 lebbek grafia alternativa per lebbeck (vedi)
8587 lebeli, ii
  • (Erodium, Geranium, Myosotis) in onore del botanico francese Jacques Eugene Lebel (1801-1878)
  • (Margelliantha) in onore del missionario salesiano canadese Jean-Paul Lebel (1959-), botanico e ornitologo che raccolse piante in Ruanda
16928 lebelianus, a, um
  • (Rubus, Spergula/ Spergularia) in onore del botanico francese Jacques Eugene Lebel (1801-1878)
  • (Bolusiella) in onore del missionario salesiano canadese Jean-Paul Lebel (1959-), botanico e ornitologo che raccolse piante in Ruanda
13614 lebomboensis, e (Delosperma, Encephalartos, Pachycarpus) delle Lebombo Mountains, catena montuosa nel Natal settentrionale, Sudafrica
3202 lebruni, ii
  • (Moehringia, Begonia, Carex, Coleus, Crotalaria, Draba, Lotus, Pavetta, Psychotria, Smilax, Tephrosia, Vitex ecc.) specie dedicate a Pierre Le Brun (1894-1970), florista francese
  • (Pyrenacantha) in onore del botanico belga Jean-Paul Antoine Lebrun (1906-1985) che erborizzò in Belgio e Congo
16410 Lebrunia [Clusiaceae] genere dedicato al botanico belga Jean-Paul Antoine Lebrun (1906-1985) che erborizzò in Belgio e Congo
16411 Lebruniodendron [Fabaceae] da Lebrun, dedica al botanico belga Jean-Paul Antoine Lebrun (1906-1985) che erborizzò in Belgio e Congo, e dal greco δένδρον déndron albero: albero di Lebrun
3203 leccínus, a, um (Actinidia, Alchemilla, Ardisia, Berberis, Lagerstroemia, Loranthus, Uragoga, Vernonia ecc.) da (i)líceus, derivato da ílex, -icis leccio: del leccio, attinente al leccio
16418 Lechleria [Apiaceae] genere dedicato al botanico tedesco Wilibald Lechler (1814-1856)
16417 lechuguillus, a, um (Agave) diminutivo dello spagnolo lechuga lattuga: lattughino
16419 Leclercqia [Lycopsida] genere dedicato alla paleobotanica belga Suzanne Céline Marie Leclercq (1901-1994)
16420 Lecointea [Cesalpiniaceae] genere dedicato al botanico francese Paul Le Cointe (1870-?), attivo in Amazzonia (Brasile)
16421 lecointei (Astronium, Brosimum, Peltogyne, Zamia ecc.) in onore del botanico francese Paul Le Cointe (1870-?), attivo in Amazzonia (Brasile)
16422 Lecokia [Apiaceae] genere dedicato da Le Candolle al botanico francese Henri Lecoq (1802-1871), direttore del museo di Storia Naturale di Clermont-Ferrand
12569 Lecomtea [Podostemaceae] genere dedicato al botanico francese Paul Henri Lecomte (1856-1934) che partecipò a spedizioni scientifiche in Nord Africa, Antille, Guiana francese, Indocina
12570 lecomteanus, a, um (Huperzia, Laggera, Oricia, Pentadesma, Sphaeranthus, Urostachys, Vepris, Blumea, Quercus, Viola ecc.) in onoe del botanico francese Paul Henri Lecomte (1856-1934) che partecipò a spedizioni scientifiche in Nord Africa, Antille, Guiana francese, Indocina
12571 Lecomtedoxa [Sapotaceae] nome composto dalla dedica a Paul Henri Lecomte (1856-1934), botanico francese che partecipò a spedizioni scientifiche in Nord Africa, Antille, Guiana francese e Indocina, e dal greco δόξα dóxa fama, gloria: in onore di Lecomte
12572 lecomtei, ii (Actinidia, Alchemilla, Ardisia, Berberis, Lagerstroemia, Loranthus, Uragoga, Vernonia, Corypha, Primula ecc.) specie dedicate al botanico francese Paul Henri Lecomte (1856-1934) che partecipò a spedizioni scientifiche in Nord Africa, Antille, Guiana francese e Indocina
12573 Lecomtella [Poaceae] genere dedicato al botanico francese Paul Henri Lecomte (1856-1934) che partecipò a spedizioni scientifiche in Nord Africa, Antille, Guiana francese, Indocina
16423 Lecontea [Rubiaceae] in onore del maggiore statunitense John Eatton Le Conte (o Leconte o LeConte, 1784-1860), militare, ingegnere topografico, naturalista, collezionista di piante e insetti, padre dell'entomologo John Lawrence LeConte (1825-1883)
16424 leconteanus, a, um (Hypericum, Paspalum, Viola) in onore del maggiore statunitense John Eatton Le Conte (o Leconte o LeConte, 1784-1860), militare, ingegnere topografico, collezionista di piante e insetti, padre dell'entomologo John Lawrence LeConte (1825-1883) e zio di John Leconte (1818-1891)
16425 lecontei
  • (Ferocactus) in onore del naturalista ed entomologo statunitense John Lawrence Leconte (1825-83), che raccolse l'olotipo in Arizona
  • (Baptisia, Cirsium, Cyperus, Malva) in onore del maggiore statunitense John Eatton Le Conte (o Leconte, LeConte, 1784-1860), militare, ingegnere topografico, naturalista, collezionista di piante e insetti, padre dell'entomologo John Lawrence LeConte (1825-1883) e zio di John Leconte (1818-1891)
  • (Macranthera) probabilmente in onore di (Lewis) Louis LeConte (1782-1838) botanico e giardiniere statunitense
  • (Plagiochila) attribuzione incerta: il Bulletin de l'Herbier Boissier, sér. 2 4: 165. 1904 riporta solo l'indicazione, non datata, "Hab. Congo français (Leconte)", mentre JSTOR segnala due esemplari raccolti nel Congo rispettivamente da J.E.Leconte (John Eat(t)on Le Conte) che però erborizzò esclusivamente negli Stati Uniti e da H.Leconte che, secondo David Hollombe, potrebbe essere un'errata grafia riferita al botanico francese Paul Henri Lecompte (1856-1934) che raccolse piante nel Congo francese nei primi anni ‘900
16426 lecontianus, a, um (Vitis) probabilmente in onore del maggiore statunitense John Eatton Le Conte (o Leconte o LeConte, 1784-1860), militare, ingegnere topografico, collezionista di piante e insetti, padre dell'entomologo John Lawrence LeConte (1825-1883) e zio di John Leconte (1818-1891)
7454 lecoqii (Carlina, Centranthus, Papaver) in onore di Henri Lecoq (1802-1871), florista e fitogeografo francese
3204 lecoquii (Heracleum) in onore di Henri Lecoq (1802-1871), florista e fitogeografo francese
16430 Leda [Acanthaceae] da Leda, figura femminile della mitologia greca che si accoppiò con Zeus che la sedusse nelle vesti di un cigno
14178 ledebouri, ii (Achillea, Carex, Draba, Euphorbia, Gentiana, Lilium, Sedum, Alchemilla, Asparagus, Campanula, Capraria, Cirsium, Hieracium, Larix, Lonicera, Peucedanum, Pinus, Senecio, Trollius ecc.) in onore del botanico tedesco-estone Carl Friedrich von Ledebour (1785-1851), studioso della flora russa e autore di Flora Rossica e di Flora Altaica
14179 Ledebouria [Hyacinthaceae] genere dedicato al botanico tedesco-estone Carl Friedrich von Ledebour (1785-1851), studioso della flora russa e autore di Flora Rossica e di Flora Altaica
14180 ledebourianus, a, um (Allium, Corydalis, Hemisphaéra, Oligosporus, Salix, Saxifraga, Thalictrum, Arenaria, Artemisia, Cerastium, Draconia, Galatella, Papaver, Potentilla, Prunus ecc.) in onore del botanico tedesco-estone Carl Friedrich von Ledebour (1785-1851), studioso della flora russa e autore di Flora Rossica e di Flora Altaica
14181 Ledebouriella [Apiaceae] genere dedicato al botanico tedesco-estone Carl Friedrich von Ledebour (1785-1851), studioso della flora russa e autore di Flora Rossica e di Flora Altaica
16427 ledermannianus, a, um (Euphorbia) in onore del botanico e orticultore svizzero Carl Ludwig Ledermann (1876-1958) che erborizzò nell'Africa tropicale
16428 ledgerianus, a, um (Cinchona) in onore di Charles Ledger (1818-1905), avventuriero inglese che per quasi 50 anni esportò piante e animali provenienti dal Perù, Australia e Bolivia
16429 ledieni, ii (Euphorbia) specie dedicata nel 1906 da Alwin Berger (1871-1931) all'amico Fr. Ledien (fl.1890), giardiniere capo del Giardino Botanico di Dresda
8652 ledifolius, a, um (Helianthemum, Aster, Buddleja, Cistus, Helichrysum, Miconia, Saxifraga ecc.) dal nome latino leda (in Plinio, derivato dal greco λῆδον ledon in Dioscoride) del Cistus ladanifer e da folium foglia: con foglie simili a quelle del Cistus ladanifer
13584 ledon (Cistus) dal nome greco λῆδον ledon usato da Dioscoride per il Cistus ladanifer, pianta che produce una resina gommosa, il ladano (in latino ladănum, in greco λήδανον lédanon)
10334 ledroensis, e (Narcissus) di Ledro, comune della provincia di Trento nel Trentino-Alto Adige
13583 Ledum [Ericaceae] da ledon (vedi), epiteto di un Cistus che produce una resina il cui aroma assomiglierebbe a quello prodotto da qualche pianta di questo genere
16431 Leea [Leeaceae] genere dedicato al botanico scozzese James Lee (1715-1795)
16432 leedsi, ii (Narcissus) in onore del vivaista britannico Edward Leeds (1802-1877)
16433 leemanianus, a, um (Diplolaena) dalla località di Leeman, Australia occidentale, vicina alla zona di distribuzione della specie
16434 leendertziae (Blepharis, Delosperma, Indigofera, Stapelia) in onore della botanica sudafricana d'origine olandese Reino Pott-Leendertz (1869-1965) del Transvaal Museum Herbarium di Pretoria
3205 Leersia [Poaceae] genere dedicato a Johann Georg Daniel Leers (1727-1774), farmacista e botanico tedesco, studioso della flora germanica
3206 leersii (Agrostis, Aira, Arundo, Calamagrostis, Carex, Hypericum, Juncus) specie dedicate a Johann Georg Daniel Leers (1727-1774), farmacista e botanico tedesco, studioso della flora germanica
3207 Legousia [Campanulaceae] genere dedicato a Benigne Le Gouz de Gerland (1695-1774) accademico francese che fondò il giardino botanico di Digione (David Hollombe, pers. comm.)
18678 Legouzia grafia alternativa per Legousia (vedi)
14733 legraeanus, a, um (Hieracium, Leucanthemum) in onore dell'avvocato francese Ludovic Legré (1838-1904) appassionato di botanica e difensore della lingua Provenzale
3208 lehmanni, ii
  • (Corpuscularia, Encephalartos, Parakeelya) in onore di Johann Georg Christian Lehmann (1792-1860), direttore del Giardino Botanico di Amburgo e raccoglitore di Cycadales
  • (Agrostis, Alternanthera, Andropogon, Azorella, Barnadesia, Berberis, Blechnum, Calathea, Calliandra, Centropogon, Cleome/ Pedicellaria, Coccoloba, Diplazium, Erigeron, Ficus, Guatteria, Gymnogramma, Gynoxys, Iochroma, Mutisia, Myrcia, Pescatoria, Pithecellobium, Pterygostachyum, Rodriguezia, Saurauia, Senegallia, Taonabo/ Ternstroemia, Viguiera) in onore di Friedrich Carl Lehmann (1850-1903), console tedesco in Colombia appassionato di botanica che erborizzò in Colombia, Costa Rica, Guatemala, Ecuador, Venezuela, Indie occidentali e in altri luoghi
  • (Abarema, Acacia, Ada, Agave, Alkanna, Allium, Andropogon, Anthurium, Aster, Biarum ecc. ecc.) specie dedicata a uno dei tanti botanici aventi cognome Lehmann
16435 lehmannianus, a, um
  • (Agrostis, Bulbophyllum, Calceolaria, Elaphoglossum, Eleocharis, Euphorbia, Guzmania, Habenaria, Leochilus, Octoceras, Paspalum, Thecophyllum) in onore di Friedrich Carl Lehmann (1850-1903), console tedesco in Colombia appassionato di botanica che erborizzò in Colombia, Costa Rica, Guatemala, Ecuador, Venezuela, Indie occidentali e in altri luoghi
  • (Eragrostis) in onore di Johann Georg Christian Lehmann (1792-1860), botanico e medico tedesco, fondatore e direttore dell'Hamburg Botanic Garden
  • (Acalypha, Allium, Allocasuarina, Andersonia, Androsace, Arianthe, Artemisia, Astragalus ecc. ecc.) specie dedicate a uno dei tanti botanici aventi cognome Lehmann
16439 lehmbachi, ii (Euphorbia) in onore del botanico tedesco Hermann Lehmbach (fl.1897-1898) che raccolse piante in Cameroon
16440 leibergi, ii (Panicum, Poa) in onore del botanico statunitense John Bernhard Leiberg (1853-1913)
16441 leiboldi, ii (Luzula, Oncidium, Zamia ecc.) in onore del giardiniere e raccoglitore di piante tedesco Friedrich Ernst Leibold (1804-1864) che erborizzò in Sudafrica, Cuba e Messico
16442 leiboldianus, a, um (Solanum, Tillandsia, Vernonia ecc.) in onore del giardiniere e raccoglitore di piante tedesco Friedrich Ernst Leibold (1804-1864) che erborizzò in Sudafrica, Cuba e Messico
16443 leichtlini, ii (Camassia, Crocus, Lilium) in onore del botanico e orticultore tedesco Maximilian Leichtlin (1831-1910) che fu tra i primi a occuparsi dell'ibridazione delle orchidee
16444 leightoni, ii (Haworthia cooperi var) in onore dell'orticultore scozzese James Leighton (1855-1930)
16445 leightoniae (Conophytum, Delosperma, Mesembryanthemum, Bergeranthus, Ruschia) in onore della botanica sudafricana Frances Margaret Isaac nata Leighton (1909-2006), moglie del botanico gallese William Edwyn Isaac (1905-1995)
3209 leiocárpus, a, um dal greco λεῖος leios liscio e da καρπός carpόs frutto:
  • (Adenostemma, Ageratina, Alkanna, Alyssum, Astragalus, Callirhoe, Glaucium, Carex, Draba, Heliotropium, Papaver, Psychotria, Salix, Saussurea, Solidago, Valerianella, Veronica ecc.) per i frutti lisci
  • (Leiocarpa, Plicaria, Puccinia ecc.) per la superficie liscia del carpoforo
3210 leiocéphalus, a, um (Carduus, Cousinia, Dasyphyllum, Elastotema, Flotovia, Hieracium, Hyptis, Mimosa, Plantago, Scabiosa) dal greco λεῖος leios liscio e da κεφαλή cephalé testa: per i capolini con involucro liscio
23475 leiophaeus, a, um (Hieracium) dal greco λεῖος leios liscio e da φαιός phaiós oscuro: liscio e oscuro
16446 leiophloius, a, um (Eucalyptus, Sida) dal greco λεῖος leios liscio e da φλοιός phloiós corteccia: con corteccia liscia
12804 leiophyllus, a, um (Acacia, Aphelandra, Aster, Astragalus, Calamagrostis, Carduus, Carex, Epilobium, Galium, Hieracium, Penstemon, Pinus, Psychotria, Senecio, Taraxacum ecc.) dal greco λεῖος leios liscio e da φύλλον phýllon foglia: con foglie lisce, inermi
3211 leiopogon (Hieracium) dal greco λεῖος leios liscio e da πώγων pógon barba: con tomento liscio
11114 leiopsis (Hieracium) dal greco λεῖος leios liscio e da ὄψις ópsis aspetto: dall'aspetto levigato
16450 leistneri, ii (Androcymbium, Colchicum, Dicliptera, Euphorbia) in onore del botanico sudafricano d'origine tedesca Otto Albrecht Leistner (1931-?), studioso della flora sudafricana
8446 leithneri (Hieracium, Lithospermum) in onore del botanico austroungarico Joseph Baron von Leithner (1809-?)
16451 Leitneria [Leitneriaceae] genere dedicato all'americano d'origine tedesca (Friedrich August Ludwig) Edward Frederick Leitner (1812-1838) medico, botanico ed esploratore
9587 lejeunei (Argirolobium, Eriosema, Heleogiton, Mentha, Oxalis, Poa, Polygala, Rubus, Scirpus, Viola) in onore del botanico belga Alexandre Louis Simon Lejeune (1779-1858)
9927 lejocarpus, a, um (Malva, Oryzopsis, Potentilla - Ceratostomella, Detonia, Peziza ecc.) grafia alternativa per leiocarpus (vedi)
9796 lejocolea (Avena) dal greco λεῖος leios liscio e da κολεός coléos guaina, fodero: con guaina liscia, non scabra
12805 lejophyllus, a, um ((Pandanus, Carduus nutans ssp.)) dal greco λειος lejos liscio e da φυλλον phyllon foglia: con foglie liscie, inermi, non scabre al margine
16452 lemairei, ii (Sorindeia, Echinocactus, Melocactus, Diastatea, Zanthoxylum) in onore del botanico francese Charles Antoine Lemaire (1800-1871), specialista di Cactaceae
16453 Lemaireocereus [Cactaceae] nome composto da Lemaire, dedica al botanico francese specialista di Cactaceae Charles Antoine Lemaire (1800-1871), e dal genere Cereus (vedi): Cereus di Lemaire
16454 Lemanea [Lemaneaceae] genere di alga dedicato al botanico francese di origine italiana Dominique Sébastien Léman (1781-1829)
9332 lemani, ii (Festuca, Rosa) in onore del botanico e naturalista francese Dominique Sébastien Léman (1781-1829)
8249 Lembotropis [Fabaceae] dal greco λέμβος lémbos scialuppa e da τρόπις trópis carena: con la carena a forma di scialuppa
16455 lemmoni, ii (Asarum, Asclepias, Brickellia, Eriochloa, Eschscholzia, Phalaris, Puccinellia, Stipa) in onore del botanico ed esploratore americano John Gill Lemmon (1832-1908)
7237 Lemna [Araceae] dal greco λέμνα lémna lenticchia d'acqua in Teofrasto e Ippocrate
10091 lendiger, erus, era, erum (Adiantum, Agrostis, Aira, Airopsis, Avena, Cheilanthes, Milium, Molineria, Pteris, Salmasia ecc.) da lens, lendis lendine, uovo di pidocchio e da gero porto: che presenta formazioni simili a lendini
16456 lenewtoni, ii (Angolluma, Cynanchum, Euphorbia, Huernia) in onore del botanico inglese (‘Len') Leonard Eric Newton (1936-), attivo in Ghana e successivamente in Kenya
3212 lenisulcus, a, um (Callitriche) da lenis leggero, lieve e da sulcus solco: leggermente solcato
10541 lenormandi, ii, ei (Agatea, Alstonia, Davallia, Elaeocarpus, Lomaria, Odontosoria, Paspalum, Polypodium, Psychotria, Ranunculus, Trichomanes ecc.) in onore del botanico francese Sebastien Rene Lenormand (1796-1871)
3213 Lens [Fabaceae] da lens, lentis lente, lenticchia presso gli Autori Peripatetici
3214 Lentária [Lentariaceae] da léntus tenace, flessibile, pieghevole
3215 lentátus, a, um (Rumex - Clitocybe, Agaricus) da lénto rendere curvo, piegare: curvato
10030 lenticula (Agathis, Aspalathus, Crotalaria, Ervum, Lathyrus, Lens, Lotononis, Vicia) diminutivo di lens lente: lenticchia, lenticola, lenticella
3216 lenticuláris, e da lenticŭla piccola lente, diminutivo di lens, léntis lente: lenticolare
  • (Limacella) come una piccola lente, per le goccioline che può avere sul gambo
  • (Acacia, Asprella, Atriplex, Carex, Helianthus, Herniaria, Isolepis, Lepanthes, Scirpus, Sporobolus ecc.) per la presenza di elementi d'aspetto lenticolare, come lenticelle sul gambo ecc.
3217 lenticulátus, a, um (Dracontomelon, Dryopteris, Herniaria, Paronychia, Medicago, Elaphoglrossum) da lentícula diminutivo di lens, léntis lente: provvisto di lenticelle
3218 lentifórmis da lens, lentis lente e da forma forma, aspetto:
  • (Obione, Erica, Astragalus, Tragacantha, Vicia - Filaspora, Helvella, Lachnea, Mollisia ecc.) a forma di lente
  • (Atriplex) riferito al frutto
3219 lentiginósus, a, um (Cordyline, Stapelia, Hieracium, Cyperus, Astragalus, Salvia, Ficus, Ardisia, Paspalum, Thalictrum ecc.) da lentígo lentiggine: per la presenza di punteggiature
3220 Lentinéllus [Auriscalpiaceae] diminutivo di Lentínus (vedi)
3221 Lentínus [Polyporaceae] da léntus tenace, pieghevole, elastico
7557 lentìscus (Pistacia, Terebinthus) nome latino del lentisco
3222 lentodiópsis [Pleurotaceae] dal genere di funghi Lentodium e dal greco ὄψις ópsis aspetto, somiglianza: simile a un Lentodium
3223 Lentoramária da léntus tenace, flessibile, pieghevole e dal genere di funghi Ramaria (vedi)
3224 léntulus, a, um (Couroupita, Crataegus - Agaricus, Aspergillus, Clitopilus) diminutivo di léntus tenace, flessibile, elastico: alquanto tenace e/o elastico
3225 léntus tenace, flessibile, elastico:
  • (Betula, Aster, Penstemon) flessibile
  • (Pholiota, Agaricus, Lactarius, Leucoporus, Polyporus) tenace, per la consistenza della carne
3226 Lenzítes [Polyporaceae] genere dedicato al botanico tedesco Harald Othmar Lenz (1798-1870)
3227 Lenzitópsis [Thelephoraceae] dal genere di funghi Lenzites (vedi) e dal greco ὄψις ópsis aspetto, somiglianza: simile a un Lenzites
3228 Leocárpus [Physaraceae] dal greco λέων léon leone e da καρπός carpós frutto: con plasmodio di colore fulvo, giallo-arancione, come il mantello del leone
14764 Leodiensis (Billbergia ×, Tillandsia ×, Vriesea x) dalla località in cui è stato ottenuto l’ibrido, cioé a Liegi (Belgio), anticamente chiamata Leodium
16478 Leonardendron [Fabaceae] nome composto da Leonard, dedica al botanico belga Jean Joseph Gustave Léonard (1920-2013), e dal greco δένδρον déndron albero: albero di Leonard
16485 leonardi, ii
  • (Euphorbia) in onore del botanico statunitense Emery Clarence Leonard (1892-1968), specialista di Acanthaceae e della flora di Haiti
  • (Astragalus, Cissus) in onore del botanico belga Jean Joseph Gustave Léonard (1920-2013) che diresse una spedizione scientifica botanica in Iran
16486 leonardianus, a, um (Crotalaria, Phyllanthus) in onore del botanico belga Jean Joseph Gustave Léonard (1920-2013) che diresse una spedizione scientifica botanica in Iran
16487 Leonardoxa [Fabaceae] nome composto da Leonard, dedica al botanico belga Jean Joseph Gustave Léonard (1920-2013) e dal greco δόξα dóxa fama, reputazione, gloria: in onore di Leonard
16489 leoncroizati, ii (Euphorbia) in onore del botanico e biogeografo italiano di origine francese naturalizzato venezuelano Léon Camille Marius Croizat (Chaley, 1894-1982)
23508 leonensis, e
  • (Hieracium ssp.) dei dintorni della località Colle Leone in sponda Ovest del Lago di Campotosto in provincia de L'Aquila in Abruzzo
  • (Acalypha, Aframomum, Amaryllis, Amorphophallus, Ampelicissus, Anoda, Aristolochia ecc. ecc.) da definire
16490 leoninus, a, um (Pluteus) da lĕōnīnus leonino, per il colore simile a quello del manto del leone
16491 leonis genitivo di leo, leonis leone: del leone
  • (Pennisetum) originario della Sierra Leone
  • (Panicum, Paspalidium) in onore di Joseph Sylvestre Sauget-Barbier, conosciuto come Brother o Frère o Hermano León (1871-1955) botanico cubano di origine francese
  • (Angraecum) secondo alcuni perché ricorda i baffi del leone, per altri dedicata al naturalista francese Léon Henri Joseph Humblot (1852-1914) che raccolse un migliaio di piante alle Comore dove aveva fondato una compagnia che sovrintendeva alle attività agricole dell'arcipelago, diventando poi Residente, carica che dovette abbandonare in quanto accusato di corruzione
  • (Dendrobium) per la somiglianza del fiore con le fauci di un leone
  • (Boletus) per il colore fulvo come il mantello del leone
  • (Terfezia) probabilmente perché si trova anche in Africa settentrionale, terra ritenuta abitata da leoni
12711 Leonotis [Lamiaceae] dal greco λέων léon leone e da οὖς, ωτόϛ oús, otós orecchio: per la supposta somiglianza della sua corolla pelosa con l'orecchio di un leone
16501 Leontice [Berberidaceae] secondo il De Theis abbreviazione del nome greco usato da Dioscoride λεοντοπέταλον leontopétalon (da λέων λέοντος léon léontos leone e da πέταλον pétalon foglia): per la forma delle foglie che ricorderebbe l'impronta della zampa di un leone
3230 leontinus, a, um (Astragalus, Hieracium, Glandula, Solenotus, Tragacantha) di Lienz, capoluogo del Tirolo Orientale
3231 Leóntodon [Asteraceae] dal greco λέων léon leone e dal greco ionico ὀδών odón dente: dente di leone
6406 leontodontoides (Crepis, Aegoseris, Hieracium, Hypochaeris, Lagoseris, Lapsana, Leontodon, Saussurea, Taraxacum ecc.) dal genere Leontodon (vedi) e dal greco εἶδος eídos aspetto: simile a un Leontodon
3232 leontopódii (Puccinia/ Pleospora/ Leptopuccinia/ Dicaeoma) genitivo di Leontopodium (vedi), genere delle piante ospiti di questi funghi
3233 Leontopódium [Asteraceae] dal greco λέων léon leone e da πóδιον pódion (diminutivo di πούς, ποδός poús, podós piede) piedino, pedicello: piè di leone, per la forma dei capolini che ricordano una zampa di leone
13421 leontopodium dal genere Leontopodium (vedi)
  • (Antennaria, Chrysanthemum, Filago, Gnaphalium, Helychrysum, Leucogenes, Pyrethrum, Richteria, Saussurea ecc.) passaggio da genere a epiteto per variazione dell'ordinamento tassonomico
  • (Lentinus/ Pocillaria) dal genere delle piante ospiti di questi funghi
  • (Cerastium, Solanum) da definire
13409 leonurus (Hermisodon, Leonitis, Phlomis, Amomum, Cardamomum, Greenwaya, Hornstedtia) dal greco λέων léon leone e da οὐρά ourá coda: coda di leone
3229 Leonurus [Lamiaceae] dal greco λέων léon leone e da οὐρά ourá coda: coda di leone
16502 Leopoldi, ii (Acer pseudoplatanus cv.) in onore del re Leopoldo I del Belgio (1790-1865)
3234 Leopoldia [Amaryllidaceae] genere dedicato al granduca di Toscana Leopoldo II (1797-1870), protettore delle Scienze e fondatore dell'Herbarium Centrale Italicum
3235 Leótia [Hypocreaceae] dal greco λειότης leiótes levigatezza, per la superficie liscia, levigata del cappello
16503 leotius (Leotia) dal greco λειότης leiótes levigatezza: rafforzativo dell'uguale nome del genere
10264 Lepachys [Asteraceae] dal greco λέπις lépis squama e da παχύς pachýs spesso, grosso, panciuto: con grosse squame
11594 Lepechinia [Lamiaceae] genere dedicato da Willdenow al naturalista, zoologo, botanico ed esploratore russo Ivan Ivanovich Lepechin (1737-1802)
11595 Lepechiniella [Boraginaceae] genere dedicato dal botanico russo Mikhail Popov al naturalista, zoologo, botanico ed esploratore russo Ivan Ivanovich Lepechin (1737-1802)
16504 lepervanchei, ii (Elaphoglossum) dedicato a M. Lépervanche che raccolse l'olotipo nell'isola di Réunion
16505 lepervanchi, ii errata grafia per lepervanchei (vedi)
3237 lepidéllus, a, um (Begonia, Hieracium, Premma, Stelis - Opegrapha, Pannaria) diminutivo di lépidus grazioso: graziosetto
3238 lepídeus, a, um (Agaricus, Lentinus, Leucoporus, Neolentinus, Polyporus ecc.) dal greco λεπίϛ lepís squama: squamoso
7238 Lepidium [Brassicaceae] dal greco λεπίδιον lepídion diminutivo di λεπίϛ lepís squama (di pesce), scaglia: per la forma delle siliquette simili a piccole scaglie
3239 lepidocarpus, a, um (Carex, Chrozophora, Corispermum, Epiphyllum, Eugenia, Euphorbia, Phyllanthus, Protea, Psychotria, Quercus, Uragoga ecc.) dal greco λεπίϛ λεπίδοϛ lepís lepídos squama, scaglia e da καρπός carpòs frutto: con frutti squamosi
3240 Lepidodérma [Didymiaceae] dal greco λεπίϛ λεπίδοϛ lepís lepídos squama, scaglia e da δέρμα dérma pelle: con la pelle squamosa
3241 lepidómyces (Agaricus) dal greco λεπίϛ λεπίδοϛ lepís lepídos squama, scaglia e da μύκης mýces fungo: fungo squamoso
16508 Lepidómyces [Agaricaceae] dal greco λεπίϛ λεπίδοϛ lepís lepídos squama, scaglia e da μύκης mýces fungo: fungo squamoso
8939 Lepidophyllum [Asteraceae] dal greco λεπίϛ λεπίδοϛ lepís lepídos squama, scaglia e da φύλλον phýllon foglia: con foglie simili a squame, squamiformi
16509 lepidophyllus, a, um (Alona, Aster, Baccharis, Erybia, Helichrysum, Loranthus, Selaginella, Tecoma, Vernonia ecc.) dal greco λεπίϛ λεπίδοϛ lepís lepídos squama, scaglia e da φύλλον phýllon foglia, lamella: con foglie simili a squame, squamiformi
3242 lepídopus, a, um (Acrostichum - Agaricus, Cortinarius, Hygrocybe, Hygrophorus ecc.) dal greco λεπίϛ λεπίδοϛ lepís lepídos squama, scaglia e da πούς pous piede, gambo: dal gambo squamoso
16510 lepidostylus, a, um (Rhododendrum) dal greco λεπίϛ λεπίδοϛ lepís lepídos squama, scaglia e da στῦλος stýlos colonna, stilo: con stilo squamoso
16511 Lepidothamnus [Podocarpaceae] dal greco λεπίϛ λεπίδοϛ lepís lepídos squama, scaglia e da θάμνος thámnos arbusto: arbusto squamoso
8214 Lepidotis [Lycopodiaceae] dal greco λεπίϛ λεπίδοϛ lepís lepídos squama, scaglia: per i fiori maschili nascosti da brattee aventi l'aspetto di scaglie
13692 lepidotus, a, um (Acinodendron, Acrostichum, Ardisia, Calceolaria, Cistus, Cereus, Combretum, Hieracium, Loranthus, Polygala, Polypodium, Solanum, Erigeron, Glycyrrhiza, Rhododendron, Tabebuia, Tetramolopium, Tibouchina ecc.) dal greco λεπίϛ λεπίδοϛ lepís lepídos squama, scaglia: squamoso
13919 Lepidozamia [Zamiaceae] dal greco λεπίϛ λεπίδοϛ lepís lepídos squama, scaglia e dal genere Zamia (vedi): riferimento alle squame simili a fronde che rivestono i fusti
23112 lepiduliformis, e (Hieracium ssp.) da lepidulum (vedi), epiteto di un'entità congenere, e da forma forma, aspetto, sembianza: simile a quella entità
 
Pagina 1    pagina successiva    ultima pagina    

Acta Plantarum - Flora delle regioni italiane - Un progetto "open source"
  Licenza Creative Commons
Acta Plantarum è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale . Tutti i diritti di Copyright © riservati agli autori se citati a cui va richiesta autorizzazione scritta per copia ed uso.    Acta Plantarum is licensed under a Creative Commons Attribution-NonCommercial-NoDerivatives 4.0 International License . All Copyright © rights reserved by mentioned authors; written authorization to be required for copy and use.

Come citare questa pagina: Acta Plantarum, 2007 in avanti - "Etimologia dei nomi botanici e micologici". Disponibile on line (data di consultazione: 17/09/2019): http://www.actaplantarum.org/etimologia/etimologia.php?p=1&o=1,0,0,0,0,0,1,2,3,4,5&n=l
How to cite this page: Acta Plantarum, from 2007 on - "Etimologia dei nomi botanici e micologici". Available on line (access date: 17/09/2019): http://www.actaplantarum.org/etimologia/etimologia.php?p=1&o=1,0,0,0,0,0,1,2,3,4,5&n=l