Etimologia dei nomi botanici e micologici   e corretta accentazione 
     Home      Galleria      Forum oggi è Venerdi 22 marzo 2019


    Lista dei lemmi etimologici (460 di 23446)                                         Trova:     
   Campo trova    nessun carattere: estrae tutti i lemmi (divisi in più pagine); da 1 a molti caratteri: ricerca i caratteri a partire da inizio lemma;
    per ricercare uno o più caratteri ovunque nel lemma utilizzare il carattere '%' seguito dai caratteri
 
prima pagina    pagina precedente   Pagina 4     
ID Lemma Descrizione
370 Aquilégia [Ranunculaceae] forse da áquila per l’habitat alpino preferenziale o per gli speroni florali simili al becco d'aquila
9641 aquilegifolius, a, um errata grafia per aquilegiifolius (vedi)
7970 aquilegiifolius, a, um (Angelica, Fumaria, Spiraea, Thalictrum ecc.) da Aquilegia (vedi), genere delle Ranunculaceae, e da folium foglia: con foglie da aquilegia
7613 aquilinus, a, um
  • (Pteridium) da aquila, per l'aspetto del rachide che sezionato mostra un disegno che ricorda il profilo di un'aquila;
  • (Centropogon) da aquila, aquilino, simile al becco di un'aquila
371 aquilonaris, e (Taraxacum, Crataegus, Dryopteris, Filix ecc.) da aquilo, onis vento del nord: settentrionale
372 áquilus, a, um (Arthrochilus, Hieracium, Hypoxylon = Rosellinia, Agaricus, Lichen, Marasmiellus) bruno, oscuro, fosco
373 aquósipes da áqua acqua e pes piede: per il gambo acquoso
12393 aquosus, a, um (Mesembryanthemum, Bromelia, Opuntia, Pyrus ecc.) da áqua acqua: acquoso
7264 arabicus, a, um
  • (Fumana, Medicago, Melomphis, Paronychia, Cladanthus = Anthemis, Ornithogalum ecc.) d'Arabia, arabo;
  • (Coffea) per la presunta origine, mentre questa pianta proviene dall'Etiopia, ed è incerta la presenza spontanea anche nello Yemen sudoccidentale
374 Arabidopsis [Brassicaceae] da Arabis (vedi), un genere delle Brassicaceae, e dal greco ὄψις ópsis sembianza: simile all'arabetta
375 arabiformis, e (Arabis, Draba, Romanschulzia) dal nome del genere Arabis (vedi) e forma aspetto sembianza: simile all'arabetta
12394 arabis (Draba, Crucifera) da Arabis (vedi), un genere delle Brassicaceae che in origine includeva queste specie
376 Arabis [Brassicaceae] secondo alcuni, il nome fa riferimento all'Arabia, improbabile luogo d'origine di questo genere; secondo altri, Linneo avrebbe fatto riferimento all'Arabia solo per definire l'habitat simile, arido e sassoso, di alcune specie; sembra più plausibile che abbia semplicemente ripreso il nome già in uso che, secondo il botanico fiammingo R. Dodoens (1518-1585), deriva da un'errata interpretazione di alcuni manoscritti di Dioscoride dove il nome Δράβη Drábe Draba, una crucifera con analogo portamento, sarebbe stata letta come Αράβη Arábe, successivamente corrotta in Aραβίς Arabís
8138 Arachis [Fabaceae] dal greco ἄρακος arachos pianta delle leguminose citata da Aristofane, Ipparco, Teofrasto
377 arachneícola (Cordyceps, Ophiocordyceps) dal greco ἀράκνιον arákhnion ragnatela e dal latino cólo abitare, risiedere
378 aráchnites (Dendrobium, Epipactis, Liparis, Ophrys, Hypochaerus, Licania ecc.) dal greco ἀράκνη, -ης arákhne, -es ragno: che sembra un ragno
7404 arachnitiformis, e (Ophrys, Thrixspermum) dal greco ἀράκνη, -ης arákhne, -es ragno e forma aspetto: simile a un ragno
12395 arachnoides (Aloe, Androsace villosa ssp., Apicra, Aerva, Haworthia, Cassia italica ssp. ecc.) dal greco ἀράκνη, -ης arákhne, -es ragno e da εἶδος eidos sembianza: simile a un ragno
379 arachnoídeus, a, um (Centaurea, Saxifraga, Sempervivum, Taraxacum, Stachys, Calceolaria ecc.), dal greco ἀράκνιον arákhnion ragnatela ed εἶδος eidos sembianza: per la pelosità che ricorda la tela di un ragno
380 Arachnopezíza [Hyaloscyphaceae] dal greco ἀράχνης arákhnes ragno e dal latino scientifico Peziza (vedi), per la presenza sotto i carpofori a forma di coppa di una più o meno estesa ragnatela giallastra
9749 Arachnospermum [Asteraceae] dal greco ἀράκνη, -ης arákhne, -es e da σπέρμα spérma seme: con semi ragnatelosi
381 Arália [Araliaceae] da aralei nome locale indigeno del Canada
9508 araneola (Liparis, Ophrys, Dendrobium ecc.) diminutivo di araneus ragno: simile a un ragnetto
382 araneósus, a, um
  • (Gonolobus, Matelea, Cacalia ecc.) da aráneum ragnatela: pieno di ragnatele;
  • (Rhodophyllus) riferimento alla decorazione ragnatelosa del gambo
10347 aranifer, era, erum (Orchis, Arachnites, Bulbophyllum, Habenaria, Ophrys ecc.) da araneus ragno e fero porto: per l'aspetto del labello che ricorda un ragno
10803 araucanus, a, um (Araucaria, Alstroemeria, Amaryllis, Hippeastrum, Gavilea ecc.) dal nome degli indiani Arauco abitanti dell’omonima provincia meridionale del Cile donde provengono queste piante
10804 Araucaria [Araucariaceae] dal nome degli indiani Arauco abitanti dell’omonima provincia meridionale del Cile donde proviene la pianta
16149 Arauja grafia alternativa utilizzata da A. Fiori per Araujia (vedi)
6649 Araujia [Asclepiadaceae] genere dedicato ad António de Araújo de Azevedo, Conde de Barca (1752-1817), politico e botanico portoghese
13440 arbelaezi, ii (Anthurium, Cecropia, Espeletia, Gentiana, Passiflora, Philodendron, Piper) in onore del botanico colombiano Enrique Pérez Arbeláez (1896-1972)
383 arboréscens (Artemisia, Colutea, Crassula, Viola, Heliotropium, Heteromorpha, Aloe ecc.) da árbor albero: che diviene albero, arbustivo
384 arbóreus, a, um (Erica, Medicago, Tamarix, Aeonium, Amelanchier, Acanthus, Lavatera, Linum, Oxydendrum ecc.) da árbor albero: con portamento arboreo
10918 arboricola, ae (Saccharomyces, Fuscidea, Amaryllis ecc.) da arbor albero e colo abitare, risiedere: che vive sugli alberi, epifita
11261 arboricolus, a, um (Schefflera, Viburnum, Euonymus) da arbor albero e dal suffisso diminutivo aggettivante -olus -ulus: che ha il portamento di un piccolo albero
6782 arbusculus, a, um (Artemisia, Seriphidium, Cylindropuntia, Daphne, Euphorbia ecc.) da arbusculus albero nano: col portameno da arbusto o alberello
8640 arbusensis, e (Genista) da Arbus comune della provincia del Medio Campidano in Sardegna
11334 arbutifolius, a, um (Aronia, Heteromeles) da Arbutus (vedi) corbezzolo e da folium foglia: con foglie simili a quelle del corbezzolo
385 Arbutus [Ericaceae] antico nome latino del corbezzolo citato in Virgilio, probabilmente da árbor albero
13623 Arcangelia [Didymellaceae] genere di funghi dedicato al botanico italiano Giovanni Arcangeli (1840-1921)
386 Arcangeliélla (Russulaceae] genere di funghi dedicato al botanico italiano Giovanni Arcangeli (1840-1921)
13624 Arcangelina [Poaceae] genere dedicato al botanico italiano Giovanni Arcangeli (1840-1921)
12396 Arcangelisia [Menispermaceae] genere dedicato al botanico italiano Giovanni Arcangeli (1840-1921)
8170 Arceuthobium [Viscaceae] dal greco ἄρκηυϑος arkeuthos ginepro e βίος bíos vita: perché le specie europee parassitano il ginepro
7955 archangelicus, a, um
  • (Angelica) dal prefisso rafforzativo arch- arci e Angelica (vedi) un'ombrellifera: Angelica per eccellenza, in sommo grado; secondo una leggenda l’epiteto arcangelica ricorderebbe l’intervento dell’Arcangelo Michele per indicare a Matteus Sylvaticus, medico di Mantova, che l’angelica poteva guarire dalla peste; secondo altri studiosi la fioritura dell’angelica coinciderebbe con la ricorrenza di San Michele Arcangelo, l’8 maggio;
  • (Ranunculus) da Archangel (o Archangelopolis o S. Michaeli Archangeli fanum), nome latino di Arkhangelsk, porto russo nel Mar Bianco, nelle cui vicinanze è stato raccolto l’olotipoio
11030 archeri
  • (Amphibromus, Carex, Corunastylis, Danthonia, Dasya, Dianella, Diselma, Eucalyptus, Mitrasacme, Plantago, Prasophyllum – Cortinarius, Lysurus = Anthurus = Clathrus, Xerotus = Anthracophyllumm) in onore dell’architetto australiano William H. Archer (1820-1874), botanico amatoriale e collezionista che collaborò con Joseph Dalton Hooker (1817-1911) col quale partecipò (come botanico e artista) alla spedizione antartica (1839-1843) guidata da sir James Clark Ross
  • (Ruschia, Drosanthemum, Tanquana) in onore dell’inglese Joseph Archer (1871-1954), collezionista di piante succulente e curatore del Karoo Garden a Worcester, Sud Africa
  • (Heterodermia) in onore del lichenologo australiano Alan W. Archer (1930-?)
9502 archiducis-joannis (Nigritella, Gymnadenia) in onore di Giovanni Battista d'Asburgo-Lorena, arciduca d'Austria (1782–1859)
10392 archimedeus, a, um (Ophrys) in onore di Archimede celebre matematico, ingegnere, fisico e inventore greco di Siracusa
9514 archipelagi (Calophyllum, Dendroium, Draba, Ophrys, Rosa, Terminalia) dell'arcipelago, riferimento alla zona geografica d'origine
12714 Archontophoenix [Arecaceae] dal greco ἄρχων –οντος archon -ontos capo, principe e da φοῖνιξ phoinix palma: palma regale, maestosa
8746 arcimusci (Dipsacus) di Argimusco o Arcimusco, un altopiano della Sicilia, poco a nord dell'Etna, al confine tra i monti Nebrodi e i Peloritani
387 arctátus, a, um (Acronia, Andropogon, Carex, Erica, Vernonia, Arthonia, Clavaria, Pyrenopeziza ecc.) da árcto io lego insieme: ristretto
388 Arcticómyces [Exobasidiaceae] da árcticus artico e dal greco μύκης mýces fungo: fungo dell'Artico, per la sua diffusione nordica
7086 arcticus, a, um (Juncus, Artemisia, Hierochloë, Rubus, Arctanthemum) artico, posto a nord del Circolo Polare Artico; l’Artico deriva il suo nome dall’Orsa minore verso cui è allineato (in greco ἄρκτος árktos = orso)
9842 arctioides (Carduus, Cirsium, Cousinia, Leiboldia, Leysera, Vernonia) da Arctium (vedi) bardana, genere delle Asteraceae, e dal greco εἶδος eidos sembianza: simile alla bardana
389 Arctium [Asteraceae] dal greco ἄρκτοσ árktos orso: forse con riferimento ai frutti spinosi
13199 arctostaphylos (Vaccinium) dal greco ἄρκτοσ árktos orso e da σταφυλή staphylé grappolo d’uva: uva orsina
390 Arctostáphylos [Ericaceae] dal greco ἄρκτοσ árktos orso e da σταφυλή staphylé grappolo d’uva: uva orsina
391 Arctotheca [Asteraceae] dal greco ἄρκτοσ árktos orso e θήκη théke custodia, guaina, scrigno, capsula
10995 Arctotis [Asteraceae] dal greco ἄρκτοσ árktos orso e οὖς, ωτόϛ oús, otós orecchio: orecchio ursino, per la forma delle squame
13838 arctotoides (Arctotis) dal genere Arctotis (vedi) e dal greco εἶδος eidos aspetto, sembianza: epiteto rafforzativo del genere
9750 Arctous [Ericaceae] dal greco ἄρκτοσ árktos orso, per le bacche gradite dagli orsi
392 arcuatifólius, a, um (Agaricus, Pholiota) da arcuátus arcuato e fólium foglia, lamella: con lamelle arcuate
6527 arcuatus, a, um da arcus arco:
  • (Acacia, Asplenium, Barbarea, Carex, Cyrtorchis, Spiraea, Ornithogalum, Trigonella ecc. ecc.) arcuato, incurvato
  • (Mussaenda) per i rami incurvati
  • (Tricholoma) per il margine del cappello e le lamelle arcuate
393 arculárius, a, um (Polyporellus) da árcula cassetta: attinente a piccoli scrigni o cellette: per i pori larghi e poligonali di questo fungo
7369 arcusangeli (Linaria) da Arco dell'Angelo nome della località nei pressi di Cagliari in Sardegna dove venne rinvenuta la specie
394 Arcýria [Arcyriaceae] dal greco ἄρκυς árkys rete (attinente le reti): perché il capillizio è formato da una intricata rete di filamenti
395 ardénius, a, um dal greco ἄρδην árden in alto
11927 Ardisia [Primulaceae] dal greco αρδις ardis punta, per le antere appuntite
396 ardoini (Cytisus) specie dedicata a Honoré Jean Baptiste Ardoino (1819-1874), nizzardo e studioso della flora delle Alpi Marittime
9279 ardoinoi grafia alternativa per ardoini (vedi)
397 ardosíacus, a, um (Bovista, Clavaria, Mollisia, Xenasmatella ecc.) dal francese medioevale ardoise: di color ardesia cioè grigio bluastro
13625 Arduina [Apiaceae] genere dedicato al botanico veronese Pietro Ardoino (1728-1805) che fu direttore dell’Orto Botanico di Padova
9139 arduini, ii (Sesleria, Holcus, Armeria, Sorghum, Teucrium) in onore del botanico veronese Pietro Ardoino (1728-1805) che fu direttore dell’Orto Botanico di Padova
11516 Areca [Arecaceae] da areek nome vernacolare di questa pianta utilizzato nelle coste del Malabar, regione del sud-ovest dell’India
11517 arecinus, a, um (Pritchardia, Ptychococcus, Ptychosperma, Styloma, Veitchia) simile a una Areca (vedi) un genere di palme
398 Aremonia [Rosaceae] stessa derivazione di Agrimonia (vedi)
399 Arenaria [Caryophyllaceae] da arena sabbia, arena, per l'habitat di queste piante
400 arenárius, a, um (Ammophila, Armeria, Carex, Plantago, Helichrysum, Jovibarba, Onobrychis, Onosma, Phleum, Plantago, Polygonum, Leymus, Sporobolus ecc.) dell’arena, della sabbia: proprio dei luoghi sabbiosi
23621 arenasi, ii
  • (Monvillea phatnosperma var.) dedica a un certo Pastor Arenas, studioso di etnobotanica in Paraguay e in Argentina
  • (Colchicum) etimologia oscura, forse dedica a un qualche Arenas di cui non si sa nulla. Sembrerebbe da escludere un riferimento ad arena e arenili
7575 arenastrum (Polygonum) da arena sabbia e suffisso dispregiativo astrum: delle sabbiacce
13839 Arenga [Arecaceae] da aren(g) nome vernacolare malese di una palma appartenente a questo genere
401 arenícola (Cussonia, Aloe) da arena sabbia e cólo abitare, risiedere: che vegeta in luoghi sabbiosi
8399 arenosus, a, um (Arabidopsis, Cardaminopsis – Clityocybe, Geopora, Sepultaria ecc.) da arena sabbia: sabbioso, arenoso o dei luoghi sabbiosi
402 Areolária [Phelloriniaceae] da aréola, diminutivo di área area, per lo strato esterno dall'esoperidio cadente in grandi squame
403 areolátus, a, um (Conophytum, Eleutheranthera, Eupatorium, Mikania, Amanita, Boudiera ecc.) da aréola diminutivo di área: caratterizzato da areole differenziate dal contesto
10588 areschoughi, ii (Callithamnion hookeri f.) in onore dell’algologo svedese John Erhard Areschoug (1811-1887), professore di botanica all'Università di Uppsala
13626 Areschougia [Areschougiaceae] genere dedicato all’algologo svedese John Erhard Areschoug (1811-1887), professore di botanica all'Università di Uppsala
13581 Arethusa [Orchidaceae] da Arethusa Aretusa, una ninfa della mitologia greca (Ἀρέθουσα Aréthusa in greco), figlia di Nereo e Doride che, insidiata dal dio Alfeo, fuggì a Siracusa sull’isola di Ortigia, dove Artemide la tramutò in fonte: riferimento all’habitat acquatico di questa orchidea
9758 Aretia [Primulaceae] dal greco ἀρετή areté virtù, eccellenza, di pregio: per le presunte doti medicinali
9730 aretioides (Minuartia) da Aretia (vedi), un genere delle primulacee, e dal greco εἷδος eidos sembianza: simile a un'Aretia
13381 Argania [Sapotaceae] forma latinizzata da argan olio, nome vernacolare berbero di queste piante
404 árge dal greco ἀργός argós bianco
405 argemátus, a, um (Agaricus) dal greco ἀργεμόν árghemon albugine o macchia dell’occhio
406 argémone (Papaver) dal greco ἀργεμόν árghemon albugine o macchia dell’occhio. ἀργεμόνη árghemone è ’ il nome utilizzato da Dioscoride per questa pianta, utilizzata come rimedio per la cataratta
12397 Argemone [Papaveraceae] nome scelto da Linneo per questa papaveracea americana con riferimento a Papaver argemone (vedi) che assomiglia a questa pianta
10429 argemonoides (Carduus, Loasa, Nasa, Papaver, Roemeria) da Argemone (vedi), epiteto di un papavero, e dal greco εἷδος eidos sembianza: che assomiglia a Papaver argemone
12399 argentariensis, e (Ophrys ×) del Promontorio dell'Argentario in provincia di Grosseto
12398 argentarii (Orchis) del Promontorio dell'Argentario in provincia di Grosseto
9467 argentarius, a, um
  • (Limonium, Ophrys) del Promontorio dell'Argentario in provincia di Grosseto;
  • (Hieracium) latinizzazione di Silverhyttan, località svedese nella quale è stato raccolto l’olotipo
7130 argentatus, a, um genericamente, da argentum argento:
  • (Carduus) argentato, per il colore bianco argenteo;
  • (Parthenium, Lamium) per il colore delle foglie;
  • (Cortinarius) per il colore bianco-argenteo del cappello
7308 argenterius, a, um (Moehringia, Viola) da Argentera comune nell'alta Val di Stura in provincia di Cuneo in Piemonte: dell'Argentera
407 argenteus, a, um (Agrocybe, Amanita, Alyssum, Celosia, Geranium, Plantago, Potentilla, Salvia, Sesleria, Trisetaria, Verbascum, Bryum ecc.) da argentum argento: argenteo
9762 Argentina [Rosaceae] da argentum argento, per l'aspetto delle foglie coperte da un indumento dai riflessi argentati
408 árges (???) dal greco ἀργός argós bianco
9101 arghireica (Silene) dall'antico nome di Argentiera, una frazione di Sassari ubicata nel nord-ovest della Sardegna, luogo del primo ritrovamento
11090 argillaceus, a, um da argilla–ae argilla, creta: che cresce in un terreno argilloso oppure del colore dell’argilla, biancastro:
  • (Hieracium lachenalii ssp.) per l’habitat;
  • (Digitaria) per il colore dei flosculi fertili;
  • (Sasa) per il colore delle spighette;
  • (Cribaria) per il colore delle spore
409 argolicus, a, um (Ophrys, Onopordum) della Argolide, storica regione geografica della Grecia nel Peloponneso
11668 argophyllus, a, um (Schefflera, Aster, Helychrysym, Lotus ecc.) dal greco ἀργός àrgόs candido, lucente e φυλλον phyllon foglia: con foglie bianco-argentee, lucenti
8660 argothrix (Hieracium) dal greco argos αργος candido, lucente e ϑρίξ, τριχóϛ thríx, trichόs peli, crini, capelli: dai peli lucenti
11375 argutifolius, a, um (Helleborus, Erica, Hieracium ×) da argutus aguzzo e da folium foglia: con foglie a punte aguzze
410 argútus, a, um (Aster, Actinidia, Acer, Comarostaphylis, Drypetes, Spiraea) da argutus aguzzo: per le foglie a punte aguzze
411 Argýlium [Paxillaceae] etimologia incerta: si tratta presumibilmente di un errore sul tema di argýrium, dal greco ἀργύριον argyrion argento, o di una deliberata variazione-invenzione sullo stesso tema
412 argyráceus, a, um (Leonuroides, Panzeria, Panzerina, Salix) dal greco ἄργυρος árgyros o ἀργύριον argyrion argento: d'argento, bianco argenteo
12400 argyraeus, a, um (Pteris) dal greco ἄργυρος árgyros o ἀργύριον argyrion argento: d'argento, bianco argenteo
14257 argyranthemoides (Chrysanthemum, Tanacetum) da Argyranthemum (vedi), un genere delle Asteraceae, e dal greco εἷδος eidos sembianza: simile all'Argyranthemum
413 Argyranthemum [Asteraceae] dal greco ἄργυρος árgyros o ἀργύριον argyrion argento e ἀνϑεμον anthemon fiore: fiore argenteo
12401 argyranthemus, a, um (Croton, Oxydectes) dal greco ἄργυρος árgyros o ἀργύριον argyrion argento e ἀνϑεμον anthemon fiore: dal fiore argenteo
13186 Argyreia [Convolvulaceae] dal greco ἄργυρος árgyros argento: d'argento, bianco argenteo, con riferimento al colore argenteo degli steli giovani e della faccia inferiore delle foglie
23415 argyrineus, a, um (Gamochaeta / Gnaphalium) aggettivo latinizzato dal greco ἀργύριον argýrion argento: argenteo, di colore argentato
414 argyroa (Carduus) dal greco ἄργυρος árgyros argento: d'argento, bianco argenteo
19186 Argyroderma [Aizoaceae] dal greco ἄργυρος árgyros argento e da δέρμα dérma pelle: per il colore delle foglie
415 Argyrolobium [Fabaceae] dal greco ἄργυρος árgyros/ἀργύριον argyrion argento e da λοβóς lobós lobo, legume: dal legume argenteo
7887 aria (Sorbus) da Aria oggi Herat, capitale di un'antica regione ariana, occupata dagli Arii, nell'Asia occidentale (oggi Iran)
11031 aridicola (Asparagus, Ceropegia, Hieracium, Justicia, Agaricus, Aspergillus ecc.) da aridus arido, secco e incolo abitare, risiedere: per l’habitat
8912 aridus, a, um (Allium, Cirsium, Helianthus, Pilosella, Agaricus, Coniophora ecc.) arido, secco, asciutto: probabile riferimento all'ambiente di crescita
6261 arietinus, a, um (Cicer, Paeonia officinalis ssp.) da aries ariete, montone: d'aspetto che ricorda la testa di un montone secondo Plinio
10569 arifolius, a, um (Rumex, Hemionitis, Asarum) da Arum (vedi) gigaro e folium foglia: con foglie da gichero
8472 Arisaema [Araceae] da Arum (vedi) gigaro e dal greco aima αιμα sangue: per la somiglianza con il gigaro e per la presenza di macchie rosse in alcune specie di questo genere
416 Arisarum [Araceae] da ἀρίσαρον arisaron (da ἂρις aris rapa e ἂρον aron arum. gigaro), nome greco di una pianta citata da Dioscoride
417 aristatus, a, um dotato di reste, da arista resta della spiga:
  • (Adiantum, Agrostis, Alopecurus, Anthoxanthum, Arachniodes, Asperula, Carex, Centaurea, Clematis, Eragrostis, Genista, Koeleria, Muhlenbergia, Ononis, Poa, Rhinanthus, Scorzonera, Stipa, Teloxys, Trisetum, Triticum, Xyris ecc. ecc.) che presenta organi terminati da una punta sottile
  • (Aloe, Galium) riferimento alla punta delle foglie
  • (Pinus) per le setole spinose degli strobili
13093 Aristea [Iridaceae] da arista resta, per le foglie aristate, terminanti con una resta rigida
9763 Aristella [Poaceae] diminutivo di arista resta, per le spighette dotate di piccole reste
8172 Aristida [Poaceae] da arista resta della spiga
16062 aristiger, era, erum (Clidemia = Leandra = Oxymeris , Erythroxylum, Quercus , Verbena = Glandularia) da arista resta e da gero portare: dotato di reste
418 Aristolóchia [Aristolochiaceae] dal greco ἀριστολοχία àristolokía formato da ἄριστος áristos ottimo e λοχεία locheía parto: ottimo per la partoriente o per il neonato, per le sue supposte proprietà medicinali
10068 aristulatus, a, um (Antimima, Eryngium, Anacyclus, Ifloga ecc.) da aristula, diminutivo di arista resta: che presenta piccole reste
12402 arizonensis, e (Carex, Helianthus, Rubus, Vitis ecc.) dello stato di Arizona negli USA
419 arizonicus, a, um (Callitropsis, Cupressus, Penstemon, Choisya ecc.) dello stato di Arizona negli USA
10820 armandi, ii (Clematis, Pinus ecc.) in onore dell'Abate Jean Pierre Armand David (1826-1900), missionario gesuita e raccoglitore di piante in Cina
11196 armatus, a, um (Osmanthus, Brahea, Dalbergia, Zanthoxylum ecc.) armato, cioè dotato di spine o aculei
420 armeniácus, a, um da Armenia stato eurasiatico indipendente del Caucaso meridionale
  • (Rubus, Althaea, Muscari) per la loro origine;
  • (Prunus) per la sua origine presunta
  • (Boletus, Cortinarius) del colore dell'albicocca, frutto del Prunus armeniaca
12403 armenus, a, um (Symphyandra, Aethionema, Allium, Apocynum ecc.) armeno, nato in Armenia stato eurasiatico indipendente del Caucaso meridionale
421 Arméria [Plumbaginaceae] etimologia incerta, secondo alcuni da una voce celtica ar mor che significa 'presso il mare'
12404 armeriifolius, a, um (Aster, Conyza, Eritrichium ecc.) da Armeria (vedi) un genere botanico e da folium foglia: con foglie simili a quelle dell’Armeria
422 armerioides (Allium, Hieracium, Hirpicium ecc.) da Armeria (vedi), un genere botanico, e dal greco εἷδος eidos aspetto: simile all'Armeria
423 Armillária [Physalacriaceae] da armílla braccialetto, per la presenza di un anello sul gambo
12405 armillariae (Dipodascus) genitivo di Armillaria (vedi) chiodino, il genere di funghi parassitato da questo della famiglia delle Dipodascaceae
424 Armillariélla [Physalacriaceae] diminutivo di Armillaria (vedi) un genere di funghi: simile a un'Armillaria di taglia minore
12406 armillaris, e (Melaleuca, Andropogon, Jacquinia, Oncidium, Coprinus, Llaboulbenia ecc.) cerchiato, da armilla braccialetto, anello
12407 armillatus, a, um (Acacia, Bartschella, Mammillaria, Cortinarius, Poroisariopsis ecc.) da armilla braccialetto, anello: per la presenza di decorazioni
426 Armorácia [Brassicaceae] da armoricus bretone: Armorica è una zona della Bretagna, dove la pianta veniva coltivata
7695 armoracioides (Rorippa ×) da Armoracia (vedi) cren, barbaforte o rafano e dal greco εἷδος eidos aspetto: simile al cren
13238 Arnebia [Boraginaceae] da shajaret el arneb nome arabo della pianta
427 Arnica [Asteraceae] dal greco πταρμικός ptarmikόs che fa starnutatire; oppure da ἀρνᾰκίς arnakís pelle di agnello, per il tessuto delle foglie o perché le foglie sono soffici
11778 arniciflorus, a, um (Senecio) da Arnica (vedi), un genere delle Asteraceae e da flos floris fiore: con fiori simili a quelli dell'Arnica
23319 arnicoides (Gnaphalium, Hieracium, Ligularia, Senecio, Spilanthes) dal genere Arnica (vedi) e dal greco εἷδος eidos aspetto, sembianza: simile a una entità di quel genere
10775 arnoldi, ii (Ophrys) in onore del botanico catalano prof. José Enrique Arnold (fl.1981-2009) orchidologo, autore di Notas para una revision del genero Ophrys L. (Orchidaceae) en Cataluna (David Hollombe, pers. comm.)
428 arnoserioides (Pilosella) da Arnoseris (vedi), un genere botanico, e dal greco εἷδος eidos aspetto: simile ad Arnoseris
8139 Arnoseris [Asteraceae] dal greco ἀρνός arnos agnello e σέρις séris cicoria: insalata fragrante, aromatica, da consumare giovane, come l’ 'agnellino' o la 'valerianella'
12408 arnoti, ii (Talinum) in onore di David Arnot (1821-1894) collezionista di piante che inviava ai Royal Botanic Gardens di Kew
12409 Arnottia [Orchidaceae] genere dedicato al botanico scozzese George Walker Arnott (1799-1868), che fu anche viaggiatore, collezionista di piante e direttore del Botanic Garden di Glascow
11518 arnottianus, a, um (Hibiscus, Astragalus, Tragacantha) in onore del botanico scozzese George Walker Arnott (1799-1868) che fu anche viaggiatore, collezionista di piante e direttore del Botanic Garden di Glascow
8692 arolae (Hieracium) dal latino mons Arolae oggi Arlberg, massiccio montuoso fra Vorarlberg e Tirolo in Austria
8531 aromaticus, a, um (Chaerophyllum, Petalidium, Rhus, Curcuma, Syzygium) aromatico, profumato
11499 aronia (Crataegus, Mespilus) dal greco ἀρωνία aronía nome di una specie di nespolo citato da Dioscoride
9860 Aronia [Rosaceae] da Aria antica regione iraniana ed epiteto del Sorbus aria a cui questo genere assomiglierebbe; per altri dal greco ἀρωνία aronía nome di una specie di nespolo citato da Dioscoride
9781 Aronicum [Asteraceae] variante di Doronicum (vedi), un genere delle asteracee, del quale per alcuni Autori costituirebbe una sezione
8888 arpadianus, a, um (Hieracium) specie dedicata alla dinastia degli Arpad che regnò in Ungheria dall'896 al 1301
20247 arquatus, a, um (Agaricus, Cortinarius, Gomphos, Karoowia, Myxacium, Parmelia, Phlegmacium, Xanthoparmelia) da arquus = arcus arco: arcuato, incurvato
23496 arrectariicaulis, e (Hieracium) da arrectarius verticale, perpendicolare e da caulis gambo, stelo: col gambo verticale, perpendicolare al suolo
429 arrectus, a, um (Astragalus, Centaurea, Euphorbia, Gentiana, Hieracium, Melica, Mesembryanthemum, Neofuscelia ecc.) da arrigo rizzare, tendere: ritto, eretto
430 Arrenatherum errata grafia per Arrhenatherum (vedi)
6557 Arrhenatherum [Poaceae] dal greco ἄρρην árren maschio e da ἀθήρ athér resta, per la lunga resta del fiore maschile della spighetta
431 Arrhénia [Tricholomataceae] genere di funghi dedicato al micologo e lichenologo svedese Johan Peter Arrhenius (1811-1889)
432 arrhízus, a, um (Cyperus, Horkelia, Wolffia, Caliciopsis, Rhizopus ecc.) dal prefisso privativo greco α- a- senza e da ῥίζα rhíza radice: privo di radice
433 Arrhytídia [Dacrymycetaceae] dal greco ρυτις, –ιδος rytís, -ídos ruga, crespa, grinza, preceduto dal prefisso privativo α- alfa: senza rughe
434 arrigoni, ii (Centaurea, Ferula, Rubus, Salix) specie dedicate al botanico italiano Pier Virgilio Arrigoni (1932- )
435 arrosti, ii (Dianthus, Gypsophila) specie dedicate ad Antonio Arrosto, botanico messinese (1778-1846) autore della Farmacopea messinese
9761 Arrostia [Caryophyllaceae] genere dedicato ad Antonio Arrosto, botanico messinese (1778-1846) autore della Farmacopea messinese
9755 Artedia [Apiaceae] genere dedicato da Linneo all'amico Peter Artedi (Petrus Arctaedius) (1705–1735), naturalista svedese noto come il ‘padre dell'Ittiologia’
436 Artemisia [Asteraceae] da Ἄρτεμις Artemis Artemide, nome greco della dea Diana: genere già citato in Plinio; secondo alcuni autori, Artemisia II di Caria (Αρτεμισία Artemisía ?-350 a.C.), sorella e moglie di Mausolo, avrebbe dato il suo nome a questa pianta
7427 artemisiae-campestris (Orobanche) genitivo di Artemisia campestris pianta ospite di questo succiamele
437 artemisiifolius, a, um (Ambrosia) da Artemisia (vedi), un genere delle composite, e da folium foglia: con foglie da artemisia
13313 artemisioides (Senna, Ambrosia, Aster, Conyza, Erigeron, Helichrysum, Cassia ecc.) da Artemisia (vedi), genere delle Asteraceae, e dal greco εἶδος eidos aspetto: simile all’artemisia
438 artemísius, a, um (Leonurus) dal greco ἀρτεμής artemés sano e salvo, per le proprietà curative della pianta
11445 artheniensis, e (Cristinia) da Artegna (UD), locus classicus il cui antico nome latino era Arthenea
23150 arthrocarpus, a, um (Angiopteris) dal greco ἄρθρον árthron articolazione e da καρπόϛ carpόs frutto: con frutti divisi in articoli
23151 arthrocaulis, e (Amyema) dal greco ἄρθρον árthron articolazione e da καυλόϛ caulós caule, gambo: col gambo dotato di giunture articolate
23152 Arthrocaulon [Amaranthaceae] dal greco ἄρθρον árthron giuntura, articolazione e da καυλόϛ caulós caule, gambo, fusto: con fusto dotato di giunture articolate
439 Arthrocnemum [Chenopodiaceae] dal greco ἄρθρον árthron giuntura, articolazione e da κνήμη knéme gamba: dotato di giunture articolate
13509 Arthrolobium [Fabaceae] dal greco ἄρθρον árthron giuntura, articolazione e da λοβóϛ lobós legume: con legumi articolati
12807 Arthrophyllum [Bignoniaceae] dal greco ἄρθρον árthron giuntura, articolazione e da φύλλον phýllon foglia: con foglie articolate
19980 Arthropodium [Anthericaceae] dal greco ἄρθρον árthron giuntura e da πούς, ποδός poús, podós piede: per i peduncoli fiorali articolati
16801 arthu-schotti, ii (Astragalus = Cystium) in onore del naturalista, geologo, topografo, artista ed esploratore tedesco Arthur Carl Victor Schott (1814-1875) che erborizzò in Germania, Stati Uniti, Messico, Colombia e Panama
440 articulatus, a, um (Callitris, Oxalis, Limonium, Corynephorus, Juncus, Lathyrus, Senecio, Vicia) articolato: suddiviso in elementi distinti
13634 Artocarpus [Cucurbitaceae] dal greco ἄρτος artos pane e καρπός carpόs frutto, per l'infruttescenza edule ricca di amido: l’Artocarpus altilis è comunemente detto albero del pane (breadfruit, arbre à pain, árbol del pan)
441 Artolenzítes [Polyporaceae] da ártus arto, articolazione e dal genere di funghi Lenzites (vedi)
442 Artómyces [Auriscalpiaceae] da ártus arto, articolazione e dal greco μύκης mýces fungo, per l'aspetto del carpoforo
443 Arum [Araceae] dal greco ἂρον aron (in Teofrasto e Dioscoride); Plinio scrisse: 'è un bulbo che gli egiziani chiamano aron ed è buono da mangiare': gighero o gigaro
444 Aruncus [Rosaceae] dal greco dorico ἤρυγγοσ heryngos barba di capra, riferimento alla pannocchia fiorale simile nella forma alla barba delle capre. Già citato da Plinio il Vecchio
6434 arundanus, a, um (Clinopodium vulgare ssp.) da arundo canna: delle canne, dei canneti
445 arundinaceus, a, um (Calamagrostis, Phalaroides, Alopecurus, Schedonorus, Festuca, Molinia, Phalaris) da arùndo canna: simile a una canna
8140 Arundinaria [Poaceae] dal latino arundo, -dinis: canna in genere
446 arundinetórum (Piper) genitivo plurale di arundinétum canneto: dei canneti
12410 arundinifolius, a, um (Breutelia, Endotrichella) dal genere botanico Arundo (vedi) e da folium foglia: con foglie simili a quelle delle canne
447 arúndinis (Galeandra, Cytospora, Endoxylina ecc.) genitivo di arúndo canna: della canna
448 Arundo [Poaceae] dal latino arúndo, -dĭnis canna in genere
449 arvális, e (Anchusa, Euphorbia, Stellaria ecc.) da árvum campo arato: per l'habitat
450 arvénsis, e (Allium, Anagallis, Anchusa, Anthemis, Aphanes, Asperula, Bromus, Buglossoides, Calendula, Cerastium, Cirsium, Convolvulus, Equisetum, Filago, Knautia, Linaria, Lycopsis, Lysimachia, Melampyrum, Mentha, Moricandia, Myosotis, Nigella, Ononis, Plycnemum, Ranunculus, Rosa, Sherardia, Sinapis, Sonchus, Spergula, Stachys, Thlaspi, Torilis, Trifolium, Veronica, Viola ecc. – Agaricus, Clitocybe, Fusarium, Psalliota, Ramularia ecc.) da arvum campo, suolo arativo: dei campi arativi e coltivati, per l'ambiente di crescita
8891 arvernensis, e (Festuca) da Arvernia città o territorio degli Arverni, popolazione gallica dell'Aquitania, oggi Auvergne (Alvernia)
451 arveti, ii (Euphrasia, Hieracium, Pinguicula) specie dedicata a Jean Maurice Casimir Arvet-Touvet (1841-1913), botanico francese
452 arvináceus, a, um (Cortinarius) da arvína lardo, grasso animale, per l'aspetto
453 asarifolius, a, um (Cardamine, Ipomoea) da Asarum (vedi), pianta delle Aristolochiaceae, e da folium foglia: con foglie simili a quelle della renella
11784 asaroides (Asarum, Ainsliaea, Dorstenia ecc.) da Asarum (vedi), pianta delle Aristolochiaceae e dal greco εἷδος eidos aspetto: simile a un Asarum
454 Asarum [Aristolochiaceae] dal greco ἄση áse nausea e da Arum (vedi) gigaro: gigaro che provoca il vomito. Secondo alcuni autori dal greco ἄσαρον ásaron usato da Dioscoride per l’asarabacca, forse composto da α- privativo e da σειρά seirá corda, laccio: perché veniva scartato per fare corone di fiori
8361 ascalonicus, a, um (Allium) di Ascalona antica città della Palestina a sud di Tel Aviv
6344 ascendens (Clinopodium, Saxifraga, Taxodium ecc.) da ascendo salire, ascendere, innalzarsi: che tende verso l'alto, ascendente
10328 aschersoni, ii (Bosea, Narcissus, Mikania, Rubus ecc.) specie dedicate a Paul Friedrich August Ascherson (1834-1913), botanico a Berlino, autore con P. Graener di una fondamentale Flora della Mitteleuropa
11385 Aschersónia
  • [Clavicipitaceae] genere di funghi dedicato da Jean Pierre François Camille Montagne (1784-1866) al botanico tedesco Ferdinand Moritz Ascherson (1798-1879);
  • [Hydrocharitaceae] genere dedicato da Ferdinand Jacob Heinrich von Mueller a Paul Friedrich August Ascherson (1834-1913) botanico a Berlino, autore con P. Graener di una fondamentale Flora della Mitteleuropa
455 aschersonianus, a, um (Allium, Amaranthus, Echinodorus, Lycopodium, Ochna, Rosa ecc.) specie dedicate a Paul Friedrich August Ascherson (1834-1913), botanico a Berlino, autore con P. Graener di una fondamentale Flora della Mitteleuropa
12411 aschersoniellus, a, um (Rubus) diminutivo di aschersoni (vedi)
12412 Aschersoniodoxa [Brassicaceae] genere dedicato a Paul Friedrich August Ascherson (1834-1913), botanico a Berlino, autore con P. Graener di una fondamentale Flora della Mitteleuropa, con l’aggiunta del greco δόξα dóxa fama, gloria
12413 aschersonioides (Pavonia, Vernonia) da Aschersonia (vedi), genere delle Hydrocharitaceae e dal greco εἷδος eidos aspetto: simile a un’Aschersonia
13633 Aschersoniopsis [Hipocreales] da Aschersonia (vedi) genere di funghi e dal greco greco ὄψις ópsis aspetto: simile ad Aschersonia
456 asclepiádeus, a, um (Gentiana) da Ἀσκληπιός Asclépios Esculapio, divinità protettrice della medicina
457 Asclépias [Asclepiadaceae] dal greco ασκληπιαϛ asklēpias, pianta citata da Dioscoride, questa da ἀσκελής askelés sempre ed ἤπιος épios mitigatore, benigno, ovvero dal latino Asclepius Esculapio, dio greco della medicina, a cui il genere sarebbe dedicato da Linneo riprendendo l'antica dedica al dio
6708 asclepium (Elaeoselinum, Laserpitium, Thapsia) da Ἀσκληπιός Asclépios Asclepio o Esculapio, divinità protettrice della medicina: per le proprietà medicinali della pianta
458 Ascóbolus [Ascobolaceae] dal greco ασκος ascós otre, urna e da βόλoς bόlos lancio, getto: riferimento alle spore lanciate dall'ascocarpo
459 Ascocóryne [Helotiaceae] dal greco ἀσκός askós asco, otre e da κορύνη kóryne mazza, clava: con gli aschi a forma di clava
460 Ascocorýnium [Ascocorticiaceae] dal greco ασκος ascós asco, otre, urna e da κορύνη kóryne mazza, clava: con gli aschi a forma di clava
461 Ascotremèlla [Helotiaceae] dal greco ἀσκός askós sacco, otre e da Tremella (vedi), un genere di funghi
19099 ascyron (Hypericum) dal greco ἄσκιρον áscyron iperico (Hypericum androsaemum) in Dioscoride e Galeno
462 ásemus, a, um (Agaricus, Marasmius) dal prefisso privativo greco α- a- senza e σημα séma segno: privo di ornamentazioni
463 Aséroe [Phallaceae] dal greco ἀσηρός aserós disgustoso, a causa dell'odore del carpoforo
464 Aseroëphállus [Clathraceae] dalla fusione del nome dei generi di funghi Aseroe (vedi) e Phallus (vedi)
465 aseroifórmis, e (Schizmaturus, Anthurus) dal genere di funghi Aseroe (vedi) e da forma forma: simile a un Aseroë
8981 asiaticus, a, um
  • (Narthecium, Ranunculus, Centella, Crinum ecc.) asiatico, dell'Asia;
  • (Teucrium) indicazione geografica errata perché questa pianta è originaria delle isole Baleari
19020 Askidiosperma [Restionaceae] dal greco ἀσκίδιον askídion otricello e da σπέρμα spérma sperma, seme: con semi simili a otricelli
11376 aspalathifolius, a, um (Erica) da Aspalathus (vedi), genere delle Fabaceae, e da folium foglia: con foglie simili a quelle di un Aspalathus
466 aspalathoides (Genista) da Aspalathus (vedi), genere delle Fabaceae, e dal greco εἷδος eidos aspetto: arbusto spinoso simile ad Aspalathus
11377 Aspalathus [Fabaceae] genere imposto da Linneo riprendendo l’antico nome greco di una pianta spinosa, ασπάλαϑος aspalathos aspalato, forse corrispondente a Genista acanthoclada
467 asparagoides
  • (Caesia, Annesorhiza, Euryops, Wahlenbergia ecc.) da Asparagus (vedi), genere delle Asparagaceae, e dal greco εἶδος eidos sembianza: simile all'asparago;
  • (Asparagus = Myrsiphyllum = Elide ecc.) epiteto assegnato originariamente da Linneo che aveva attribuito questa specie al genere Medeola (vedi)
9770 Asparagopsis [Asparagaceae] da Asparagus (vedi) asparago e dal greco ὄψις ópsis aspetto, somiglianza: simile all'asparago
468 Aspáragus [Asparagaceae] dal greco ἀσπάραγος aspáragos (in Teofrasto); secondo alcuni composto da α- alpha rafforzativo e σπαργάω spargáo io sono lussureggiante, turgido, assonante con il sanscrito sparga germoglio; secondo altri da σπαράσσω sparásso io lacero, che deriva dalla radice sper spina presente in molte parole greche, latine, ecc., riferimento alle spine di cui sono provviste molte specie di questo genere
469 asper, era, erum (Bromus, Sonchus, Gentianella, Saxifraga, Centaurea, Draba, Smilax, Galium, Pelargonium, Achyranthes, Symphytum, Taeniatherum, Xysmalobium - Amanita, Echinoderma, Lycoperdon ecc.) da ásper ruvido (al tatto), rugoso, scabro, ispido, irto, pungente
12415 asperatus, a, um (Picea, Trachyandra) da ásper ruvido (al tatto), rugoso, scabro, ispido, irto, pungente
8617 asperifolius, a, um (Pachycarpus, Festuca trichophylla ssp.) da asper ruvido e da folium foglia: dalle foglie ruvide
23048 aspernatus, a, um (Hieracium, Rosa, Rubus) da aspernor trascurare, disdegnare, non prendere in considerazione: trascurato, non esaminato con cura
470 asperrimus, a, um (Echium) superlativo di asper ruvido: ruvidissimo
471 Asperugo [Boraginaceae] da asper ruvido, scabro, con riferimento alle foglie
472 Asperula [Rubiaceae] dal diminutivo di asper ruvido, con riferimento a fusto e foglie delle piante del genere
473 aspérulus, a, um (Asclepias, Leucanthemum ircutianum ssp.) diminutivo di ásper aspro, ruvido, ispido: ispidetto
474 Asphodeline [Asphodelaceae] diminutivo di Asphodelus (vedi) a cui questo genere assomiglia
6894 asphodeloides (Geranium, Xerophyllum) dal genere Asphodelus (vedi) e dal greco εἷδος eidos apparenza: simile all'asfodelo
475 Asphódelus [Asphodelaceae] dall’antico nome greco di questa pianta ἀσϕοδελος asphodelos composto dal prefisso privativo α- e da σφάλλω sphállo cadere, vacillare: che non vacilla, che perdura. Secondo Pignatti il nome deriverebbe invece da α- , σποδός spodós cenere e da ἔλος elos valle, bassura: valle di ciò che non è stato ridotto in cenere e si riferirebbe alla particolare ecologia di queste piante. Non sembra però convincente il passaggio della consonante "p" (π pi greco) alla "ph" (φ fi)
476 Aspidélla [Amanitaceae] diminutivo del greco ἀσπίς aspís scudo (letteralmente piccolo scudo), per l'aspetto dal cappello
478 aspídeus, a, um (Lactarius) dal greco ασπις aspis scudo rotondo: a forma di scudo
479 Aspidístra [Convallariaceae] dal greco ἀσπίς aspís scudo tondo e piccolo, per la forma dello stigma
9777 Aspidium [Dryopteridaceae] dal greco ἀσπίδιον aspídion piccolo scudo, dischetto, per la presenza dell'indusio simile a un piccolo scudo a protezione dei sori
480 asplenifolius, a, um (Pedicularis, Coptis, Dodonaea, Pithecellobium, Grevillea) da Asplenium (vedi), una felce, e da folium foglia: con foglie d'asplenio
8317 aspleniifolius, a, um (Pedicularis, Corchorus, Fagus sylvatica cvar.) da Asplenium (vedi), una felce, e da folium foglia: con foglie da asplenio
481 Asplénium [Aspleniaceae] dal nome greco di questa felce, citato da Dioscoride, ἀσπλήνος asplénos derivato dal prefisso privativo α- e da σπλήν –ηνόϛ splén, splenós milza: pianta ritenuta curativa per i disturbi della milza
483 aspréllus, a, um (Ilex, Prinos, Bryodesma, Selaginella, Entoloma ecc.) diminutivo di ásper aspro: aspretto
23518 aspreticola (Astragalus, Hieracium, Rosa, Rubus) da aspretum luogo aspro, roccioso, impraticabile e da colo abitare: che vegeta in luoghi inaccessibili
6476 aspromontanus, a, um (Agrostis canina ssp., Armeria, Centaurea, Crepis, Epipactis leptochila ssp., Dianthus vulturius ssp., Ranunculus monspeliacus ssp.) d'Aspromonte, massiccio montuoso dell'Appennino meridionale calabrese
9499 assoanus, a, um (Narcissus, Queltia, Sisymbrium ecc.) in onore del botanico spagnolo Ignacio Jordan Claudio de Asso y del Rio (1742-1814)
484 Aster [Asteraceae] dal greco αϛτήρ -έροϛ astēr -eros stella, astro, assonante con il sanscrito astr arciere (le frecce sono i suoi raggi): che ha l'aspetto di una stella
13832 asterinus, a, um (Hieracium leucophaeum ssp.) da aster stella: per le bratteole lunghe e acuminate
485 asterisciflorus, a, um (Filago, Evax, Gnaphalium) da Asteriscus (vedi) asterisco e flos floris fiore: con fiore simile a quelli dell’asterisco
6625 Asteriscus [Asteraceae] dal greco άϛτερίσκϛ ásteriskos (in Teofrasto), diminutivo di αϛτήρ -έροϛ astér stella: asterisco, stellina, con riferimento alla corona a forma di stella costituita dalle brattee fogliacee poste sotto i capolini
486 Astérodon [Hymenochaetaceae] dal greco ἀστήρ astér stella e dal greco ionico ὀδών odón dente, per la presenza di asterosetae (strutture sterili dell'imenio a forma di stella) e per l'imenio idnoide
8152 Asterolinon [Primulaceae] dal greco ἀστήρ astér astro, stella e λίνον línon lino: lino stellato. Vedi anche l'epiteto linum-stellatum (vedi) che ne è la versione latina
16150 Asterolinum grafia alternativa utilizzata da A. Fiori per Asterolinon (vedi)
12891 Asteropeia [Asteropeiaceae] dal greco Αστερόπη Asterope una delle Esperidi della mitologia greca
487 Asteróphora [Lyophyllaceae] dal greco αϛτήρ astér stella e da φορέω phoréo portare: per le clamidospore a forma di stella
488 asterospérmus, a, um (Rhodophyllus, Blastocladiella) dal greco ἀστήρ astér astro e σπέρμα sperma seme: per le spore stellate
10717 asterósporus, a, um (Inocybe, Clavaria, Hygroaster, Octaviania, Omphaliaster) da ἀστήρ astér stella e dal greco σπορά sporá seme, spora: con spore o semi a forma di stella
489 Asterostróma [Lachnocladiaceae] dal greco ἀστήρ astér stella e στρῶμα strôma tappeto, tessuto (di ife), per la presenza di asterosetae (strutture sterili dell'imenio a forma di stella)
490 Asterostromélla diminutivo di Asterostroma (vedi), genere di funghi delle Lachnocladiaceae
23497 astictus, a, um (Andropogon, Diplusodon, Hieracium ssp.) dal prefisso privativo greco α- a- e da στικτός stictós punteggiato, screziato: con foglie prive di punteggiature o screziature
491 Astílbe [Saxifragaceae] dal prefisso privativo greco α- a- senza e da στίλβη stilbe lucentezza, perché i singoli fiori sono molto piccoli
9783 Astracantha [Fabaceae] dal greco ἀστήρ astér astro e ἄκανθα ácantha spina: con spine stellate
492 astraeícola (Gelatinipulvinella, Pseudoboletus, Bryopa ecc.) da Astraéus (vedi), un genere di funghi e cólo io abito: per il genere su cui si insediano
493 Astraeus [Diplocystidiaceae] dal greco ἀστέριος asterios stellato (derivato αστήρ astér stella): di forma stellata, con riferimento al carpoforo
494 astragalínus, a, um (Pholiota) dal greco αστράγαλινοϛ astragalinos cardellino: forse per la somiglianza dovuta al colore vistoso
495 Astrágalus [Fabaceae] dal nome greco ἀστράγαλοϛ astrágalos astragalo, citato da Plinio; forse da un osso del tarso (utilizzato da greci e romani per ottenere dadi da gioco) a cui si richiama la forma spigolosa dei semi (secondo A. Gentil e Dave’s Garden) o delle radici nodose (secondo D. Gledhill e Flowers in Israel). Secondo A.Neill, il nome greco della pianta deriverebbe da αστήρ astér astro e da γάλα gála latte per la forma e colore del fiore e perché gli antichi ritenevano che incrementasse la produzione di latte delle capre che se ne cibavano; anche il nome comune inglese (‘Milk vetch’) sembrerebbe avvalorare questa teoria
496 astránthus, a, um (Oncidium, Odontoglossum, Collare-stuartense, Erigeron) dal greco ἀστήρ astér astro e ἄνϑοϛ ánthos fiore: con il fiore a forma di stella
497 Astrantia [Apiaceae] dal greco αστήρ astér stella, astro e ἄνϑοϛ ánthos fiore: con il fiore a forma di stella
498 astrántius, a, um (Sanicula) dal greco αστήρ astér stella, astro e ἄνϑοϛ ánthos fiore: con il fiore a forma di stella
9789 astrocarpus, a, um (Bassia, Tribolus ecc.) dal greco ἀστήρ astér astro e da καρπός carpόs frutto: con frutti stellati
499 astroídeus, a, um (Agaricus, Radiococcus, Coprinus niveus var. ecc.) dal greco ἀστήρ astér astro, stella e dal greco εἷδος eidos sembianza: di forma stellata
10398 astroites (Croton, Medicago, Erica ecc.) dal greco ἀστροειδης astroeides stellato, simile alle stelle, allusione alla disposizione stellata dei frutti
9790 Astrolabium [Fabaceae] dal greco ἀστήρ astér astro e dal latino labium labbro: con labbra stellate
16151 Astrolobium [Fabaceae] dal greco ἀστήρ astér astro, stella e da λοβóϛ lobós legume, baccello: con legumi disposti a stella
13189 Astydamia [Apiaceae] dal greco Αστυδάμια Astydamia Astidamia, nome di diversi personaggi femminili della mitologia greca
500 Asyneuma [Campanulaceae] dal prefisso privativo greco α- a- senza, da σύν sýn insieme e da νευμα neuma ordine: senza un ordine complessivo
23049 asyngamicus, a, um (Hieracium) dal prefisso privativo greco α- a- senza, da σύν sýn insieme e da γάμος gámos nozze, unione: asingamico, privo di singamia (vedi) per la mancata unione di una coppia di gameti
11753 Asystasia [Acanthaceae] dal greco α-σύστᾰσις, a-sýstasis privo di relazione, contradittorio, non conforme: questo genere presenta fiori a simmetria raggiata insoliti nelle Acanthaceae
501 áter, ra, rum, rus (Cyperus, Achyranthes, Hieracium, Helvella ecc.) oscuro, scuro, nero
502 atérrimus, a, um (Centaurea, Hieracium, Jacea, Alsophila, Carex, Cyperus, Scleria, Mucuna, Sorghum, Carex atrata ssp. - Acladium ecc.) superlativo di áter scuro: scurissimo
503 Athamanta [Apiaceae] dal greco Ἀθάμας Athamas Atamante, figlio di Eolo e re di Tebe oppure dal monte Athamas in Tessaglia
14127 Athamantha forma ortograficamente scorretta per Athamanta (vedi)
7290 athamanticus, a, um (Meum, Seseli, Araiostegia, Davallia, Aspidium, Dryopteris, Nephrodium, Lastrea) da Athamanta (vedi): simile a un'atamanta
13405 Athanasia [Asteraceae] dal prefisso privativo greco α- a- senza e θάνᾰτος thànatos morte: immortale, per la lunga persistenza delle squame involucrali
504 Athélia [Atheliaceae] dal greco ἄθηλος áthelos svezzato, senza latte (composto dal perfisso privativo α- alfa e da θηλή thelé mammella, capezzolo): probabilmente riferito all’aspetto mammellonare
505 Athelídium [Stephanosporaceae] dal genere Athelia (vedi) e dal suffisso diminutivo greco -ιδιον -idion: funghi che richiamano quel genere, ma di taglia minore
506 Athelodérma [Corticiaceae] dal greco ἀθηλος áthelos senza latte e da δέρμα dérma pelle: con la cuticola senza lattice
507 Athelópsis [Corticiaceae] dal genere di funghi Athélia (vedi) e dal greco ὄψις ópsis aspetto, somiglianza: simile a un'Athélia
10624 atheniensis, e (Acer, Crepis, Alsine, Cerastium, Corion, Spergula, Spergularia, Satureja, Tulipa, Populus, Verbascum) ateniese, di Atene, capitale della Grecia
6524 atheranthus, a, um (Avena) dal greco ἀθήρ athér resta delle spighe, spiga e da ἄνϑοϛ ánthos fiore: per i fiori aristati
6719 athericus, a, um (Agropyron, Elymus, Elytrigia, Psammopyrum, Triticum) dal greco ἀθήρ athér resta delle spighe, spiga: con spighe aristate
12416 athyrioides (Ascogrammitis, Aspidium, Asplenium, Dryopteris, Grammitis, Lastrea, Polypodium, Tectaria, Terhsichore ecc.) dal genere Athyrium (vedi) e dal greco εἶδος eidos sembianza, aspetto: felce simile a un Athyrium
508 Athyrium [Woodsiaceae] dal prefisso greco α- a- privativo e ϑυρεός thyreòs scudo: privo di scudo, riferimento all'indusio e alla sua precoce scomparsa
23678 atkinsianus, a, um
  • (Petunia) in onore del florovivaista britannico James Atkins (1802–1884) che nel 1834 realizzò il primo ibrido colturale di Petunia nel suo vivaio a Painshill, Gloucestershire
  • (Acacia, Calceolaria, Kochia, Maireana, Nicotiana ×, Pelargonium, Racosperma) da definire
509 atlanticus, a, um
  • (Cedrus) dell'Atlante, monte della Mauritania, all’estremità occidentale del Nord Africa
  • (Rhododendron, Muscari, Nigella papillosa ssp. - Lactarius) che cresce sulle coste europee dell'Oceano Atlantico
  • (Miconia) che cresce nella regione della Mata Atlântica o Atlantic Forest, in Brasile
510 Atocion [Caryophyllaceae] dal prefisso greco α- a- privativo e τόκοϛ tokos parto (divenuto atocium in latino): antifecondativo
511 atomátus, a, um (Phyllosticta, Panaeolus, Coprinarius ecc.) dal greco ἄτομος atomos indivisibile, composto dal prefisso privativo α- a- e τέμνω témno dividere: indiviso
512 Atractylis [Asteraceae] dal greco ἄτρακτος atraktos fuso: i capolini venivano infatti utilizzati come fusi nella filatura. Il nome della pianta si trova già negli scritti di Aristototele e Plinio
9791 Atragene [Ranunculaceae] da ater scuro e dal greco γένος génos origine, nascita: che cresce in luoghi scuri; era il nome usato da Dioscoride per una Clematis
513 atramentárius, a, um da atramentum inchiostro, cioè nero come l'inchiostro
  • (Acacia, Anthurium, Brachystele, Habenaria, Ilex, Jacobinia, Justicia, Pilosella, Spiranthes ecc.) per l'aspetto nerastro
  • (Coprinus, Anellaria, Venturia, Thelephora, Agaricus ecc.) riferimento alla deliquescenza nera
514 atrátus, a, um (Achillea, Anthemis, Aquilegia, Artemisia, Carex, Plantago, Chrysanthemum, Dryopteris, Hieracium, Juncus, Leptinella, Leucanthemum, Ophrys, Ptarmica, Sedum, Taraxacum ecc. – Agaricus, Boletopsis, Ceratobasidium, Collybia, Patellaria, Tephrocybe, Tremolecia ecc.) da áter oscuro, vestito a lutto: annerito, scurito
5194 atrichus, a, um (Eleocharis, Epilobium, Erica, Eugenia, Panicum, Podostemum, Rhododendron, Scirpus, Tristachya, Urtica, Viola ecc.) dal suffisso privativo greco α- a- e da ϑρίξ, τριχóϛ thríx, trichόs pelo, capello: senza chioma
515 atrídes (Agaricus, Englera, Passalora, Uredopeltis ecc.) da áter oscuro e dal greco εἷδος eidos sembianza
516 átripes (Agaricus, Cortinarius, Inocybe ecc.) da áter oscuro, nero e da pes piede, gambo: con il gambo scuro
517 Atriplex [Chenopodiaceae] da atriplex latinizzazione del greco ατραφαξυς atraphaxys e questo dal prefisso privativo α- a- e τρέφω trefo nutrire: non nutriente, per lo scarso valore nutritivo di questo genere
6455 atriplicifolius, a, um (Arnoglossum, Cycloloma, Perovskia, Halimium, Thunbergia ecc.) da Atriplex (vedi) atriplice e da folium foglia: con foglie da atriplice
18186 atrocalyx (Hieracium, Rubus, Salvia) da ater oscuro, fosco e da calix (in greco κᾱλυξ calyx) calice: con il calice scuro
9035 atrocinereus, a, um (Hieracium, Salix) da ater oscuro e cinereus cinerino: di color grigio scuro
8486 atrofuscus, a, um (Hieracium, Senecio, Cordia, Carex, Pelargonium, Juncus, Plantago, Digitaria, Panicum, Linaria ecc.) da ater oscuro e fuscus fosco, bruno, nero: di color bruno scuro
518 Atropa [Solanaceae] dal greco Ἄτροπος Átropos (in nessun modo, l'immutabile, l'inevitabile) quella delle tre Parche che provvedeva a recidere il filo della vita dei mortali, trattandosi di pianta assai velenosa
23519 atropaniculatus, a, um (Hieracium) da ater, ra, rum scuro, nerastro e da paniculatum (vedi), epiteto di un'entità congenere: simile a uno Hieracium paniculatum nerastro
9861 Atropis [Poaceae] dal prefisso greco α- alfa privativa e τρόπις trópis carena: riferimento alle glume non carenate
6491 atropurpureus, a, um da ater scuro e da purpureus purpureo:
  • (Abutilon, Acer, Allium, Arabis, Arisaema, Bulbophyllum, Cotoneaster, Dianthus, Echinacea, Eleocharis, Epipactis, Gladiolus, Helianthus, Helleborus, Iris, Lysimachia, Potentilla, Pedicularis, Salix, Scabiosa, Schizoglossum ecc. – Agaricus, Biatora, Lecidea, Marasmius, Poria, Russula, Tuber ecc.) per la presenza di qualche organo (fiore, foglie, carpoforo ecc.) di color porpora scuro
  • (Agathis) per il colore porpora scuro della corteccia
6657 atrorubens (Allium, Arisaema, Echinacea, Epipactis, Helianthus, Arabis, Dianthus, Helleborus, Potentilla, Pedicularis ecc. - Agaricus, Biatora, Lecidea, Marasmius, Poria, Russula, Tuber ecc.) da ater scuro, bruno e rubens rosseggiante: di color rosso scuro
519 atroviolaceus, a, um (Allium, Dipladenia, Micradenia, Senecio, Aspidistria, Gentiana, Euphrasia, Verbascum, Bellevalia, Romulea ecc.- Collybia, Lecanra, Peziza, Entoloma, Agaricus, Aspergillus, Boletus, Cortinarius, Lactarius ecc.) da ater scuro e violaceus violaceo: di colore viola scuro
520 atrovirens (Agave, Artemisia, Tecoma, Lobivia, Alsophila, Potentilla, Eragrostis, Scirpus, Thuja, Urtica ecc. - Abacina, Agaricus, Calloria, Cortinarius, Coryne, Diderma, Lecidea, Leotia, Lichen ecc.) da ater scuro e virens verdeggiante: color verde scuro
6475 attenuatus, a, um
  • (Agave, Ilex, Persicaria, Osteospermum, Dudleya, Ilex × ecc.) assottigliato, diminuito, magro, fiacco;
  • (Pinus) per la forma assottigliata degli strobili
6744 atticus, a, um (Aristolochia, Centaurea, Cirsium, Erigeron, Hieracium, Alsine, Arenaria, Minuartia, Crocus, Astragalus ecc.) da Αττική Attiké Attica, regione greca con Atene per capitale: attico, dell'Attica
9385 auberti, ii
  • (Elaphoglossum, Bryum, Isotachis) in onore di Louis Marie Aubert Du Petit-Thouars (1758-1831), botanico francese, visse anche in Madagascar e raccolse piante in Madagascar, Mauritius e la Réunion;
  • (altro?) in onore di padre George Aubert, missionario francese in Cina (~1899);
  • (altro?) in onore di Edgar Aubert de la Rüe (1901-1991), geografo e geologo francese
13836 Aubretia forma ortograficamente scorretta per Aubrieta (vedi)
522 Aubrieta [Brassicaceae] genere dedicato a Claude Aubriet (Chalons-sur-marne 1665 - Parigi 1742), miniatore e disegnatore di corte parigino, accompagnò Desfontaines nelle sue esplorazioni botaniche in Oriente e illustrò numerose opere di storia naturale. I suoi raffinati disegni e miniature si conservano nel Gabinetto delle stampe della Biblioteca Nazionale di Parigi
12417 Aubrietia forma ortograficamente corretta, ma non accettata dall’ICBN, per Aubrieta (vedi)
12418 aubrietioides (Arabis, Diomysia, Draba) dal genere Aubrieta (vedi) e dal greco εἶδος eidos sembianza: simile ad Aubrieta
523 Aucúba [Aucubaceae] da Aokiba nome giapponese dell’alloro, assonante con il latino aucúpium caccia agli uccelli
7888 aucuparius, a, um (Sorbus Alsodeia, Aster, Crataegus, Hippomane, Mespilus, Polybotrya, Pyrenia, Pyrus, Rinorea, Rosa, Sapium, Sorbus, Stillingia) da avis uccello e capio prendere, catturare: i frutti di queste piante sono appetiti dalla piccola avifauna migratoria e per questo viengono piantate negli appostamenti fissi per la caccia e utilizzati come esca in panie e archetti
7957 audiberti, ii (Tanacetum) specie dedicata al botanico francese Urbain Audibert (1791-1846)
20580 Augusta [Rubiaceae] genere dedicato al botanico, entomologo ed esploratore francese economicamente indipendente Augustin François César Prouvençal de Saint-Hilaire (1779-1853) che nel 1816-22 esplorò il Sud America (Uruguay, Paraguay, Brasile fino al Rio de la Plata) raccogliendo 20.000 campioni tra piante, uccelli, insetti e mammiferi, autore di Flora Brasiliae meridionalis e di Plantes usuélles des Brésiliens
[Asteraceae] nome inval. dedicato allo stesso botanico
7834 augustanus, a, um (Saxifraga retusa ssp.) da Augusta Pretoria nome latino dell'attuale Aosta: valdostano
14150 augustini, ii
  • (Rhododendron = Azalea, Goodyera, Hypericum, Impatiens, Quercus = Cyclobalanopsis, Syzygium, Wendlandia) specie dedicate al medico, sinologo e botanico irlandese Augustine (Austin) Henry (1857-1930) che visse e raccolse piante in Cina dal 1810 al 1900 (25 nuovi generi e 500 nuove specie identificate dai suoi campioni), coautore di Trees of Great Britain and Ireland;
  • (Parodia, Sulcorebutia = Weingartia) in onore del botanico tedesco Karl Augustin (fl. 1987-2002) che erborizzò in Bolivia;
  • (Epilobium) forse in onore del botanico francese Augustin Abel Hector Léveillé (1863-1918), prete missionario in India e Cina
14151 augustinianus, a, um (Henrya = Neohenrya = Tylophora) specie dedicate al medico, sinologo e botanico irlandese Augustine (Austin) Henry (1857-1930) che visse e raccolse piante in Cina dal 1810 al 1900 (25 nuovi generi e 500 nuove specie identificate dai suoi campioni), coautore di Trees of Great Britain and Ireland
8917 aurantellus, a, um (Hieracium, Pilosella, Taraxacum) diminutivo di aurántius arancione: tendente all'arancio, di un arancio sbiadito
10127 aurantiacoides (Hieracium) da aurantiacum (vedi), epiteto di una specie e dal greco εἷδος eidos sembianza: simile alla specie Aurantiaca
525 aurantíacus, a, um (Pilosella, Daphne, Tephroseris, Hieracium, Gerbera, Lampranthus, Cattleya, Cestrum - Boletus, Hydnum, Hygrophoropsis, Peniophora ecc.) dal latino moderno (málum) aurántium arancia: generalmente per il color giallo-arancione
11446 Aurantioporellus forma alternativa per Aurantiporellus (vedi)
527 aurántipes (Diachea, Didymium, Entoloma, Hygrocybe, Leotia, Pluteus) da aurántium arancio (latino moderno) e da pes pedis piede: con il gambo arancione
526 Aurantiporéllus [Fomitopsidaceae] diminutivo di Aurantiporus (vedi)
11884 aurantiporus, a, um (Pseudowrightoporia, Wrightoporia, Boletus, Suillus) dal latino moderno aurántium arancione e dal greco πόρος póros poro, passaggio: per il colore dei pori
528 Aurantíporus [Polyporaceae] dal latino moderno aurántium arancione e dal greco πόρος póros poro, passaggio: per il colore dei pori che va dal bianco, al rosa, al crema
529 aurántius, a, um
  • (Citrus) da málum aurántium arancia;
  • (Aster, Diplacus, Lathyrus, Lotus, Narcissus, Orobus, Cheilanthes, Columnea, Senna, Solanum Vicia ecc. - Aleuria, Peziza, Scleroderma, Tricholoma) dal latino moderno aurántium arancione: di color arancione o simili a un'arancia
23713 aurasensis, e (Antimima) dei Monti Auras, gruppo montuoso sito nel Lüderitz-Süd (Namibia)
23702 aurasicus, a, um (Senecio squalidus ssp.) da Aurasius mons, nome con cui gli antichi romani chiamavano i Monti dell'Awrās, massiccio montuoso nell'est dell'Algeria (in berbero e in arabo Jibāl al-Awrās, in francese spesso trattato come plurale les Aurès)
530 aurátus, a, um (Astragalus, Betula, Cereus, Lisianthus, Rumex, Senecio, Festuca, Scutellaria, Senna, Hieraciium, Trichomanes ecc. - Arachnopeziza, Laurera, Lecidea, Parmelia, Puccinia, Russula, Sicta, Tricholoma, Tubercularia ecc.) da áurum oro: dorato (per il colore)
12771 aureatus, a, um (Primula) decorato, adorno
9509 aurelia (Ophrys - Arachnopeziza, Belonidium, Lachnella, Peziza, Polynema, Tapesia) aureliana: dedica a Marco Aurelio (121–180 d.C.) imperatore, filosofo e scrittore romano
23712 aurensis, e (Hieracium, Rubus) della Valle d'Aure nei Pirenei francesi, dipartimento degli Alti Pirenei, regione dell'Occitania
531 Aureobolétus [Boletaceae] da áureus d'oro e da Boletus (vedi): boleto dorato, per il colore giallo oro dei tubuli e dei pori
9112 aureocucullatus, a, um (Taraxacum) da áurum oro e da cucúllus cappuccio
532 aureofloccósus, a, um (Amanita, Aspidella, Hiatula, Lepiota, Leucocoprinus) da áureus dorato e floccósus fioccoso: per la decorazione a fiocchi giallastri
533 auréolus, a, um (Antennaria, Chamaesyce, Cyperus, Draba, Paspalum, Restio, Rubus, Solidago, Utricularia ecc. - Amanita, Calycella, Cucurbitaria, Lecanora, Lecidea, Lepiota, Pezizella, Russula, Stilbella, Xanthoria ecc.) da aureolus fatto d’oro, aureo, ma anche splendido: per il colore dorato
551 aureostipes (Dictyostelium, Inocybe) da áureus dorato e stípes stipite, gambo: dal gambo dorato
14648 aureosulcatus, a, um (Phyllostachys) da áureus dorato e da sulcus solco: con delle scanalature giallo-oro sul gambo
534 aureus, a, um da aureus d’oro: dorato, color oro:
  • (Agave, Alstroemeria, Bidens, Chaerophyllum, Corydalis, Crepis, Crocus, Daucus, Erigeron, Lamarckia, Lampranthus, Matricaria, Phyllostachys, Potentilla, Ramaria, Ribes, Trentepohlia, Trifolium, Trisetum, Tritonia = Cocosma ecc.) di solito riferito al colore dei fiori;
  • (Helichrysum) per il colore delle brattee involucrali;
  • (Coleocephalocereus) per il colore del fiore e delle spine;
  • (Boletus, Hygrophorus ecc.) per il colore del cappello
11669 auriceps da áurum-áuri oro e dal suffisso -ceps (derivato da cáput) capo, testa:
  • (Helichrysum) con i capolini color oro
  • (Mammillaria) per le spine dorate nella parte superiore del fusto
536 aurícola (Primula) errata grafia per auricula (vedi)
535 aurícolor (Actinodaphne, Haageocereus, Litsea, Narcissus, Neolitsea, Pinguicula, Trichocereus, Viola - Agaricus, Calloria, Cistellina, Hyalinia, Hyphodiscus, Lentinus, Orbilia, Peziza, Pocillaria, Psalliota) da áurum-áuri oro e cólor colore: di colore dorato
537 aurícomus, a, um (Arenaria, Arundinaria, Chenopodium, Convolvulus, Cyperus, Hermannia, Ranunculus, Senecio, Setaria Pleioblastus ecc. - Byssonectria, Cucurbitaria, Inocybe, Mycena, Nectria, Parasola, Poria, Ozonium, Agaricus, Coprinus ecc.) da áurum -áuri oro e cóma chioma: con peli o tomenti o fogliame dorati
544 aurícula da auricula orecchietta, diminutivo di auris orecchio: a forma d’orecchio;
  • (Primula) per la forma delle foglie basali, riprendendo il nome comune (italiano: orecchia d’orso, francese: oreille d'ours; spagnolo: oreja de oso, inglese: bear's ear);
  • (Hieracium) per la presenza di orecchiette fogliari
  • (Peziza, Otidea, Omphalia ecc.) per la forma auriculare del carpoforo
11032 auricula-judae (Auricularia, Exidia, Hirneola, Peziza, Tremella) da auricula orecchietta, diminutivo di auris orecchio e Judae di Giuda: per la forma di questi funghi, riprendendo il nome comune 'orecchio di Giuda'
538 Auriculária [Auriculariaceae] da auricula orecchietta, diminutivo di auris orecchio: per la forma del carpoforo
539 Auriculariélla [Auriculariaceae] diminutivo di Auricularia (vedi)
540 Auriculariópsis [Schizophyllaceae] dal genere di funghi Auricularia (vedi) e dal greco ὄψις ópsis aspetto, somiglianza: simile a un’Auricularia
12419 auricularis, e da aurícula orecchietta:
  • (Centaurea, Hieracium, Lorentea, Mikania, Pectis, Erica ecc.) per la presenza di auricole;
  • (Hirneola, Aspergillus, Auricularia, Hirneola, Lecanora, Tremella ecc.) per la forma del carpoforo
541 auriculárius, a, um da aurícula orecchietta
  • (Aristolochia, Asplenium, Pogestemon, Euphorbia, Fagraea, Chamaesyce, Mentha ecc.) per la presenza di auricole;
  • (Tremella) Per la forma del carpoforo
542 auriculatus, a, um
  • (Kernera, Arabis, Nicotiana, Scrophularia, Melandrium, Plumbago, Nidorella, Hygrophilla ecc.) da auricula orecchietta, diminutivo di auris orecchio: dotato di organi a forma di orecchiette o auricole;
  • (Buddleja, Ammannia) per la forma delle stipole; (Agalinis) per la forma delle foglie
8918 auriculiformis, e (Acacia, Cicerbita, Hieracium, Ocotea, Paraprenanthes, Pilosella, Racosperma, Stenoseris) da auricula orecchietta, epiteto di una qualche specie e forma aspetto: simile alla specie Auricula
543 auriculoídes (Hieracium, Pilosella) da aurícula orecchietta, epiteto di una specie congenere, e dal greco εἶδος eidos sembianza, aspetto: simile alla specie Auricula;
(Hydnum) da Auricula (vedi) orecchietta e dal greco εἶδος eidos sembianza, aspetto: simile a un'Auricula
545 auriflámmeus, a, um (Boletus, Ceryomyces, Pulveroboletus, Suillus) da áurum-áuri oro e flámmeus fiammante: di color oro splendente
546 Aurinia [Brassicaceae] dal latino aureum per il colore giallo-oro delle infiorescenze
547 Auripória [Fomitopsidaceae] da áurum -áuri oro e dal greco πόρος póros poro, passaggio: per il colore dorato dei pori
548 auríporus, a, um (Aureoboletus, Boletus, Ceriomyces, Pulveroboletus, Suillus, Xerocomus) da áurum-áuri oro e pórus poro: dai pori dorati
12420 auriscalpium (Hydnum, Acanthocystis, Auriscalpium, Fomes, Ganoderma, Laschia, Leptodon, Physarum, Pleurodon, Scutiger ecc.) da áuris orecchio e scalpo, scalpĕre grattare, incidere, intagliare: simile a uno strumento per la pulizia degli orecchi
549 Auriscálpium [Auriscalpiaceae] da auris orecchio e da scalpellum lancetta, coltello chirurgico: simile a uno strumento per la pulizia degli orecchi, per lo stipite attenuato che è inserito lateralmente nel cappello a forma di orecchio
9037 auritus, a, um auricolato, dotato di orecchie, da auria orecchia:
  • (Salix, Syngonium) con organi vegetali simili a lunghe orecchie
  • (Elymus, Fargesia, Panicum) riferito alle foglie
  • (Triodia) riferito alle guaine fogliari
  • (Manisuris, Rottboellia) riferito alle glumette inferiori, asimmetriche di cui una termina con una piccola ala
550 aurivéllus, a, um (Pholiota = Agaricus, Dryophila, Stropharia, Hypodendrum) da áurum-áuri oro e véllus vello, pelo di animale: per il colore del velo del cappello
13770 auropurpureus, a, um (Cyrtochilum, Epidendrum, Hieracium, Masdevallia, Odontoglossum, Oncidium, Pilosella aurantiaca ssp.) da áureus aureo e purpureus rosso porpora: di colore rosso-porporino
7047 aurosicus, a, um (Iberis) da Aurouze, monte delle Hautes-Alpes francesi: del M.Aurouze
23346 aurosuloides (Taraxacum) da aurosulum (vedi), epiteto di un'entità congenere, e dal greco εἷδος eidos aspetto, sembianza: simile a quella entità
23345 aurosulus, a, um (Ranunculus, Taraxacum) da aurum oro e da rosula (diminutivo di rosa) rosetta: che ha rosette dorate
10669 aurulentus, a, um (Arachnorchis, Caladenia, Hieracium, Pilosella, Potentilla - Auriporia, Parmelia / Parmelina / Hypotrachyna / Myelochroa, Ocellularia) da aurum oro: dorato, del colore dell'oro
6502 ausonius, a, um (Ophrys, Armeria majellensis ssp.) da Ausonia antica regione dell'Italia centro-meridionale
9344 ausserdorferi (Cirsium ×, Hieracium, Avenastrum, Helicotrichon, Salix) in onore del botanico austriaco Anton Ausserdorfer (1836-1885)
13753 australasiae genitivo di Australasia di solito utilizzato impropriamente con riferimento alla sola Australia, come riportato anche da diversi testi di etimologia botanica:
  • (Tristellateia) specie scoperta in Nuova Guinea;
  • (Myrcia, Ionidium = Pigea) specie endemiche dell’Australia;
  • (Didymodon = Trichostomopsis = Tortula = Barbula = Asteriscium) l’olotipo è stato scoperto nell'Australia occidentale, ma la specie è presente anche in Africa e nelle Americhe;
  • (Nicotiana) specie presente in Australia, dove è chiamata ‘Australian tobacco’, e in Africa nella zona del fiume Congo
13754 australasicus, a, um (Amaryllis, Asplenium, Asystasia, Citrus, Crinum, Diplopappus, Dipteracanthus, Microcitrus, Neopaxia, Pothos ecc.) da Australasia, cioè dell’area costituita dall’Australia e dall’Asia meridionale
13755 australasius, a, um (Eriostemon, Panax) dell’Australasia, cioè dell’area costituita dall’Australia e dall’Asia meridionale
552 austrális, e (Hieracium, Acalypha, Astragalus, Celtis, Utricularia, Hypericum, Cotula, Digitalis lutea ssp., Hierochloë, Koeleria, Orobanche, Phragmites, Pulmonaria, Scandix, Tulipa, Hymenochaete, Achnanthes ecc.) da áuster austro, il vento del sud: proprio della regione meridionale
6568 australpinus, a, um (Carex, Hieracium, Pritzelago, Hornungia alpina ssp., Pulsatilla alpina ssp., Cerastium carinthiacum ssp.) da áuster austro, il vento del sud e da alpinus delle Alpi: delle Alpi meridionali
553 áustreus, a, um (???) da áustrum secchio per attingere acqua
554 austriacus, a, um (Astragalus, Conringia, Cota, Doronicum, Dracocephalum, Galium, Gentianella, Gymnadenia, Heracleum, Linum, Minuartia, Pleurospermum, Pteroselinum, Rorippa, Scorzonera, Seseli, Sisymbrium, Veronica, Dryopteris, Eleocharis, Chamaecytisus, Scirpus, Achnanthes ecc.) austriaco, dell'Austria
11671 austro-africanus, a, um (Neuradopsis, Tamarix) da áuster austro, il vento del sud, e da africanus africano: dell’Africa del Sud
23672 austro-europeus, a, um (Ribes ssp.) da áuster austro, il vento del sud, e da europeus europeo: sud-europeo, dell'Europa meridionale
12938 austro-orientalis, e (Phyllopentas, Pisonia, Canthium, Typha, Parthenocissus, Athyrium ecc.) da áuster austro, il vento del sud, e orientalis orientale: sudorientale
11670 austroafricanus, a, um (Cynoglossum, Diospyros, Gnaphalium, Hieracium, Scabiosa, Abutilon ecc.) da áuster austro, il vento del sud, e africanus africano: dell’Africa del Sud
6440 austroalpinus, a, um (Carex, Hieracium, Pritzelago, Hornungia alpina ssp., Pulsatilla alpina ssp., Cerastium carinthiacum ssp.) da áuster austro, il vento del sud e alpinus delle Alpi: delle Alpi meridionali
6895 austroapenninus, a, um (Geranium) da áuster austro, il vento del sud e apenninus Appennino: dell'Appennino meridionale
555 Austrocylindropuntia [Cactaceae] dalla composizione di tre termini: Auster austro (vento del sud), dal greco κύλινδρικóς kylindrikos cilindrico e Opuntia (vedi): un cactus meridionale di forma più o meno cilindrica
556 austrodolomiticus, a, um (Festuca) da auster austro, vento del sud e quindi il sud, meridione e dolomiticus delle Dolomiti: delle Dolomiti meridionali
7928 austroitalicus, a, um (Alchemilla, Stipa) da áuster austro, il vento del sud e italicus italico: dell'Italia meridionale
9531 austromoravicus, a, um (Rubus) da áuster austro, vento del sud e quindi il sud, meridione e moravicus della Moravia, parte orientale della Repubblica Ceca: della Moravia meridionale
23614 austrosilvularum (Hieracium ssp.) genitivo plurale di austrosilvula (composto da áuster austro, il vento del sud, e da silvula, diminutivo di silva selva, bosco): dei boschetti meridionali, riferimento all'ambiente di crescita prediletto
11125 austrotirolensis, e (Melampyrum, Hieracium zizianum ssp.) da auster austro, vento del sud e quindi il sud, meridione e tirolensis del Tirolo: originario del Tirolo meridionale, austriaco fino al 1918, poi italiano (Trentino-Alto Adige)
10528 austrotyrrhenicus, a, um (Quercus petraea ssp.) da áuster austro, il vento del sud e tyrrhenicus (vedi) tirrenico: delle regioni bagnate dal Mar Tirreno meridionale (Sicilia, Calabria e Basilicata)
23500 ausugum (Hieracium) da Borgum Ausugum antico nome di Borgo Valsugana, comune in provincia di Trento, località dei primi ritrovamenti
557 autóchtonus, a, um (Tubaria) dal tardo latino autochton –ŏnis derivato dal greco αὐτόχϑων autóchthon composto di “αὐτός autós” stesso e “χϑών chtón” terra: nativo di quella regione
6352 autumnalis, e (Colchicum, Epipactis, Helenium, Leucojum, Mandragora, Prospero, Scorzoneroides, Sesleria, Adonis, Leontodon, Pholiota ecc.) da autumnus autunno: autunnale, dell'autunno
7941 avei (Statice, Limonium) in onore di Julius Léopold Eduard Ave-Lallemant (1803-1867), botanico tedesco nato a Lubecca
14198 avellanedae (Chuquiraga, Gelseminum, Tabebuia, Tecoma, ecc.) di Avellaneda, città portuale compresa nella ‘Grande Buenos Aires’, il cui nome onora il generale Nicolás Remigio Aurelio Avellaneda Silva (1837-1885), presidente dell’Argentina dal 1874 al 1880
11033 avellaneus, a, um (Amanita) da nux avellana nocciola: del colore delle nocciole
558 avellanus, a, um
  • (Corylus) da Abella Avella Vecchia (AV), città della Campania a nord di Nola, anticamente rinomata per le sue nocciole :nux abellana o avellana in Plinio;
  • (Hygrocybe, Pleurotus, Xylaria, ecc.) da nux avellana nocciola: del colore delle nocciole
559 Avellinia [Poaceae] genere dedicato a Giulio Avellino (fl.1840-1843), naturalista napoletano
560 Avena [Poaceae] assonante con il sanscrito avasa nutrimento, foraggio, genere il cui nome era già utilizzato dagli Autori latini, per esempio Varrone
561 avenáceus, a, um (Agrostis, Piptochaetium, LIlium, Sisyrinchum, Limonium, Statice, Aegopogon, Agrostis, Aira, Erioneurum ecc.) da Avena (vedi): con infiorescenze o spighette simili a quelle dell’Avena o commensale dell'avena
9708 Avenastrum [Poaceae] dispregiativo di Avena (vedi): falsa avena
6525 Avenella [Poaceae] diminutivo di Avena (vedi): avena minore
7026 Avenula [Poaceae] diminutivo di Avena (vedi): avena minore
13944 Averrhoa [Oxalidaceae] in onore di Averroè, nome latinizzato con il quale è noto in Occidente il filosofo, giurista, medico e astronomo arabo di Spagna Abū l-Walīd Muḥammad ibn Rushd (Cordova 1126 - Marrākesh 1198)
16648 avia (Miconia, Physokentia, Psychotria, Rudgea) da avius distante dalla via, lontano, impraticabile, inaccessibile: riferimento alle località di crescita di queste piante
9689 avicennae (Leutea, Abutilon, Fagara, Zanthoxylum) in onore di Avicenna, nome latinizzato di Abu Ali al-Husayn ibn Abdullah Ibn Sinā, medico, filosofo, matematico, naturalista e fisico persiano (Bukhara Afshān ~980 - Hamadan 1037)
12421 Avicennia [Avicenniaceae] di Avicenna, nome latinizzato di Abu Ali al-Husayn ibn Abdullah Ibn Sinā, medico, filosofo, matematico, naturalista e fisico persiano (Bukhara Afshān ~980 - Hamadan 1037)
12422 avicenniifolius, a, um (Aralia, Hedera, Aster, Baccharis, Xerocarpa ecc.) da Avicennia (vedi) mangrovia e da folium foglia: con le foglie simili a quelle della mangrovia
7577 avicularis, e (Polygonum, Solanum, Ipomoea, Salvia, Loranthus ecc.) da aviculus diminutivo di avis uccello: perché i loro semi vengono mangiati dagli uccellini
562 aviculárius, a, um (Struthanthus) da avículus uccelletto: oscuro il riferimento alla pianta
9367 aviicola (Hieracium, Rubus) da avius senza tracciato stradale, quindi impervio (dal prefisso privativo a- e da via) e da colo abitare: che cresce in luoghi privi di sentieri, fuori mano, inabitati
7605 avium
  • (Ficus, Prunus, Loranthus, Padus, Cerasus, Trigonella ecc.) genitivo plurale di avis uccello: degli uccelli, che sono ghiotti dei frutti di queste piante
  • (Eriogonum prattenianum var.) nel caso di queste piante endemiche di zone desertiche della California, probabilmente da avius distante dalla via, lontano, impraticabile, inaccessibile
16649 avius (Rubus, Calochortus clavatus var.) da avĭus distante dalla via, lontano, impraticabile, inaccessibile: riferimento all'ambiente di crescita di queste piante
9889 axillaris, e ascellare, da axilla ascella:
  • (Bembicia, Gordonia, Inula, Iva, Leucothoe, Macrotyloma, Tetradymia) per i fiori o infiorescenze che originano dall'ascella delle foglie
  • (Humaria, Humarina, Leucoloma, Peziza, Xylaria ecc.) da definire
9210 ayardi, ii (Asphodelus) specie dedicata al Capitano Ayard, Comandante di Zona nelle montagne berbere del Marocco, dove collaborò alle ricerche floristiche degli Autori di questa specie
19021 aylae (Streptocarpus) in onore di Ayla Edwards, figlia dell'autore Trevor J. Edwards (1960-)
13506 Aylmeria [Caryophyllaceae] genere dedicato al botanico inglese Aylmer Bourke Lambert (1761-1842) autore di A description of the genus Pinus
11519 Azadirachta [Meliaceae] dal nome persiano di questa pianta Azad derakht آزاد درخت
563 Azalaéa errata grafia per Azalea (vedi)
9799 Azalea [Ericaceae] dal greco ἀζαλέος azaléos secco, disseccato: per la caratteristica di questo genere le cui brattee fiorali persistono lungamente nel secco
9273 azarellus, a, um (Crataegus) diminutivo di azarolus (vedi)
6866 azarolus (Crataegus) dal nome dialettale italiano, a sua volta derivato dall'arabo al zoruron che significa nespola
7272 azedarach (Melia) nome probabilmente dato dai medici arabi nel Medioevo per le proprietà medicinali della pianta e che originariamente significherebbe 'albero che libera'; secondo lo Stearns (Dictionary of Plant Names) dal nome vernacolare persiano azaddhirakt,
6558 Azolla [Azollaceae] secondo Boerner deriva dal greco ᾄζω azo disseccare e ὄλλῡμι ollymi perisco, muoio: probabile allusione al fatto che la pianta appassisce presto fuori dall'acqua
13192 Azorella [Apiaceae] etimologia incerta con svariate interpretazioni di diversi autori, nessuna della quali convincente
7079 azoricus, a, um
  • (Daboecia, Erica, Foeniculum vulgare ssp., Hedera, Ophioglossum ecc.) delle isole Azzorre, arcipelago atlantico a 1400 km dal Portogallo;
  • (Jasminum) epiteto improprio per una specie originaria delle montagne dell’isola di Madera
13476 Azorina [Campanulaceae] genere monotipico, endemico dell'Arcipelago delle Azorre, istituito dal botanico svizzero Heinrich Feer (1857-1892), nominato per analogia con Canarina (vedi)
6830 azureus, a, um dal persiano läžwärd attraverso l'arabo lāzwardī, adattamento del sanscrito rājāvarta lapislazzuli, pietra di colore azzurro (vedi anche il latino medievale lazur o lazulum):
  • (Anchusa, Melocactus, Eichhornia, Symphytum ecc.) di colore azzurrino (fiori o altri organi vegetali)
  • (Russula) per il colore azzurrino del cappello
  • (Cortinarius) per il colore del cappello, in uno stadio iniziale, e delle lamelle
565 ázymus, a, um (Agaricus, Candida, Flammula, Pholiota, Torulopsis) dal prefisso greco α- privativo e ζύμη zýme lievito: senza lievito
 
prima pagina    pagina precedente   Pagina 4     

Acta Plantarum - Flora delle regioni italiane - Un progetto "open source"
  Licenza Creative Commons
Acta Plantarum è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale . Tutti i diritti di Copyright © riservati agli autori se citati a cui va richiesta autorizzazione scritta per copia ed uso.    Acta Plantarum is licensed under a Creative Commons Attribution-NonCommercial-NoDerivatives 4.0 International License . All Copyright © rights reserved by mentioned authors; written authorization to be required for copy and use.

Come citare questa pagina: Acta Plantarum, 2007 in avanti - "Etimologia dei nomi botanici e micologici". Disponibile on line (data di consultazione: 22/03/2019): http://www.actaplantarum.org/etimologia/etimologia.php?n=a&o=1,0,0,0,0,0,1,2,3,4,5&p=4
How to cite this page: Acta Plantarum, from 2007 on - "Etimologia dei nomi botanici e micologici". Available on line (access date: 22/03/2019): http://www.actaplantarum.org/etimologia/etimologia.php?n=a&o=1,0,0,0,0,0,1,2,3,4,5&p=4